MANDORLINI: SUBITO POCO, <br/>NON PENSAVO DI PERDERLA

MANDORLINI: SUBITO POCO,
NON PENSAVO DI PERDERLA

"Visto come si erano messe le cose, la gara poteva vivere solo su un episodio. Non c'era una superiorità di una squadra sull'altra. Noi siamo stati un po' leggeri su questa palla stretta sul...

SERIE A
Napoli: Benitez, squadra   <br/>ha fiducia e ambizione

Napoli: Benitez, squadra
ha fiducia e ambizione

"La squadra sta bene, partita non era facile e potevamo chiuderla prima. Sono tre vittorie di fila, la squadra ha fiducia, vediamo dove possiamo arrivare". Così Rafa Benitez nel dopo-partita di Chievo-Napoli. "Dire che giocare partita dopo partita non è mancanza di ambizione - chiarisce - ma solo un modo per guadagnare tre punti alla volta". Il girone di ritorno si presenta sempre più difficile, aggiunge il tecnico azzurro, "perché tutti curano di più la fase difensiva. Oggi la squadra ha fatto quello che dove fare per vincere e i giocatore schierati oggi sono di massimo livello - spiega ancora a proposito del turnover - Giocare con Jorginho, Gabbiadini e Lopez (con Callejon, Hamsik e Gargano in panchina, ndr) non significa rinunciare a giocare. Sono tanti anni che faccio lo stesso: quando hai una rosa più forte devi rischiare e noi abbiamo giocatori che ci permettono di farlo, senza dimenticare che abbiamo un'altra partita importante mercoledì (con l'Inter in Coppa Italia, ndr) e un'altra domenica prossima e dobbiamo dare spazio a tutti".
SERIE B
CLASSIFICA, CHE LOTTA    <br/>PER LA SALVEZZA

CLASSIFICA, CHE LOTTA
PER LA SALVEZZA

Si infiamma la lotta alla per la salvezza. Clamoroso il risultato del Cesena che riapre i giochi battendo 2-1 la Lazio in casa. Sei punti nelle ultime due partite per la squadra di Di Carlo, tecnicamente la meno dotata del campionato ma incredibilmente capace di riaprire porte che solo due partite fa sembravano chiuse. Nello scontro diretto di Bergamo un supergol di Pinilla decide da ex il match con il Cagliari. Il Chievo perde invece in casa 2-1 contro il Napoli, ieri il pareggio dell'Empoli (1-1) nel match che ha probabilmente tagliato fuori dalla corsa scudetto la Roma. Perde un punto preziosissimo il Verona a Palermo, complice un atteggiamento troppo rinunciatario nel secondo tempo. In classifica agli ultimi tre posti il Parma a 9 (ma deve giocare contro il Milan), il Cesena a 15 e il Chievo a oggi al terz'ultimo posto a 18. Il Cagliari resta a 19, l'Empoli sale a 20, l'Atalanta arriva a 23 e il Verona resta a 24. Fuori dai giochi salvezza il Torino (28 punti) dopo il clamoroso 5-1 alla Sampdoria.
SERIE A
Terzo ko di fila  <br/>Passa il Napoli 1-2

Terzo ko di fila
Passa il Napoli 1-2

Terza sconfitta consecutiva per il Chievo che cade al Bentegodi contro il Napoli. Sotto al 18' per una sfortunatissima autorete di Cesar, la squadra di Maran agguanta il pari con Pellissier anche qui in maniera piuttosto fortunosa. Nella ripresa segna Gabbiadini al 61', rete che condanna il Chievo nonostante i cambi offensivi dalla panchina. Gialloblù sempre terz'ultimi a quota 18.CHIEVO 1-2 NAPOLIRETI: 18' aut Cesar (N), 24' Pellissier (C), 61' Gabbiadini (N)AMMONITI: Botta (C)ESPULSI: Nessuno CHIEVO (3-5-2) Bizzarri; Gamberini, Cesar (80' Christiansen), Zukanovic; Schelotto, Izco, Radovanovic, Hetemaj, Birsa (60' Botta); Paloschi (70' Meggiorini), Pellissier.A disposizione: Bardi, Seculin, Sardo, Biraghi, Cofie, Jallow.All. MaranNAPOLI (4-2-3-1) Rafael; Strinic, Britos, Albiol, Maggio; De Guzman, Jorginho (67' Gargano); David Lopez, Mertens (77' Hamsik), Gabbiadini (64' Callejon), Higuain.A disposizione: Andujar, Colombo, Luperto, Inler, Zapata.All. Benitez
PRIMAVERA
VERONA A VIAREGGIO CON    <br/>MANILA GRACE E TELENUOVO

VERONA A VIAREGGIO CON
MANILA GRACE E TELENUOVO

Sarà targato Manila Grace (main sponsor) e Telenuovo il Verona che disputerà da domani il torneo di Viareggio. Per i gialloblù debutto ad Altopascio (ore 15) contro il New York. L'anno scorso i ragazzi di Pavanel furono la sorpresa del torneo arrivando ai quarti di finale dopo aver eliminato la Juventus.
SALA, RISENTIMENTO   <br/>DA VALUTARE

SALA, RISENTIMENTO
DA VALUTARE

"Jacopo Sala ha riportato un risentimento muscolare alla coscia sinistra che sarà valutato...

SERIE A
PALERMO-VERONA   <br/>LE FORMAZIONI

PALERMO-VERONA
LE FORMAZIONI

PALERMO: 70 Sorrentino, 2 Vitiello, 4 Andelkovic, 7 Lazaar, 8 Barreto, 9 Dybala, 12 Gonzalez, 15 Bolzoni, 20 Vazquez, 28 Jajalo, 89 Morganella.A dispozione: 1 Ujkani, 68 Fulignati, 3 Pisano, 5 Milanovic, 10 Joao Pedro, 13 Emerson, 14 Della Rocca, 18 Chochev, 19 Terzi, 21 Quaison, 33 Daprelà, 99 Belotti.All.: IachiniHELLAS VERONA: 22 Benussi, 4 Marquez, 9 Toni, 17 Lopez, 18 Moras, 19 Greco, 25 Marques, 26 Sala, 28 Brivio, 71 Martic, 77 Tachtsidis.A disposizione: 1 Rafael, 95 Gollini, 5 Sorensen, 7 Saviola, 20 Lazaros, 21 Gomez Taleb, 23 Ionita, 27 Valoti, 30 Campanharo, 33 Agostini, 70 Fernandinho.All.: Andrea Mandorlini.Arbitro: Tommasi di Bassano del Grappa.Assistenti: La Rocca e Tegoni.
A2 GOLD
La Tezenis attende   <br/>Trieste al Palaolimpia

La Tezenis attende
Trieste al Palaolimpia

La Tezenis si oggi torna al Palaolimpia (palla a due alle 18:30) per affrontare la Pallacanestro Trieste.Una squadra giovane ma motivata, che cercherà di rendere la vita difficile a Verona.“I nostri avversari – attacca il coach della Tezenis , Alessandro Ramagli - verranno al Palaolimpia senza nulla da perdere e con la voglia di fare un risultato fondamentale nella loro corsa agli ultimi posti disponibili per i playoff”.Obiettivo settimo posto?“Esattamente. Penso che per i primi sette posti la classifica sia ormai delineata”.Quindi attenzione alla forza mentale di Trieste?“Proprio per questo la partita contro Trieste sarà molto complessa”. E poi ancora?“Il valore dei loro due giocatori principali, ossia Murphy Holloway, lungo americano dotato di grande energia, e Stefano Tonut, molto probabilmente l’italiano più forte della categoria e già pronto per giocare in quintetto in Serie A”. E’ stata una settimana tormentata per la Tezenis?“Noi siamo in una condizione di oggettiva emergenza, in quanto abbiamo avuto un paio di giocatori che hanno fatto fatica ad allenarsi”. Quindi?“Sarà necessario riempire di energia il serbatoio di quei giocatori che hanno fatto fatica ad allenarsi con continuità nelle ultime settimane”. E poi c’è Trieste...“Giocherà con il coltello tra i denti. In questo momento sono settimi con un vantaggio significativo sull’ottava. Sono una squadra molto giovane e sono sicuramente tra le sorprese del campionato. Il match si risolverà soprattutto a livello energia”. La differenza sarà lì?“Dovremo essere bravi a fronteggiarli da questo punto di vista, cercando di far valere il nostro tasso tecnico sicuramente superiore”. La vittoria sulla sirena a Trapani va ha dato ulteriore carica?“I tifosi di solito dicono che vorrebbero sempre vincere facile, ma in realtà successi di questo tipo danno molta più felicità. La partita con Trapani ha messo a dura prova la nostra tenuta nervosa, ma l’ha anche allenata. Questo per noi è significativo. Sapere che anche in situazioni di pressione e difficoltà riusciamo ad essere stabili ed equilibrati rappresenta un’ottima arma a nostra disposizione. Sicuramente sarà una qualità che si rivelerà utile anche contro Trieste”.
PALERMO-VERONA
CONVOCATI VERONA    <br/>C'E' ANCHE FERNANDINHO

CONVOCATI VERONA
C'E' ANCHE FERNANDINHO

Sono 22 i convocati da Mandorlini per Palermo. C'è anche Fernandinho, convocato per la prima volta.Non sono partiti gli infortunati Mounir Obbadi, Bosko Jankovic, Guillermo Rodriguez e Emil Hallfredsson.Portieri: 1 Rafael, 22 Benussi, 95 Gollini.Difensori: 4 Marquez, 5 Sorensen, 18 Moras, 25 R. Marques, 28 Brivio, 33 Agostini, 71 Martic.Centrocampisti: 19 Greco, 23 Ionita, 26 Sala, 27 Valoti, 30 Campanharo, 77 Tachtsidis.Attaccanti: 7 Saviola, 9 Toni, 17 Lopez, 20 Lazaros, 21 Gomez Taleb, 70 Fernandinho.
Il VERONA SEGNA MA NON     <br/>SA GESTIRE: 2-1 PALERMO

Il VERONA SEGNA MA NON
SA GESTIRE: 2-1 PALERMO

Verona che va in vantaggio con Tachtsidis partendo benissimo, si fa raggiungere da una prodezza...

SERIE A FEMMINILE
AGSM, PAREGGIO A FIRENZE   <br/>E PERDE IL PRIMATO

AGSM, PAREGGIO A FIRENZE
E PERDE IL PRIMATO

Inizia con un big-match il girone di ritorno del massimo campionato femminile: si affrontano la capolista Agsm Verona e il Firenze terzo in classifica.?Le scaligere vogliono i tre punti per rimanere in vetta e mettere un piede e mezzo in Europa, fiorentine obbligate a vincere per rimanere agganciate al trenino di testa Verona-Brescia.?Longega deve rinunciare anche a Carissimi, oltre che a Maendly e Squizzato.?Pubblico caloroso nonostante la temperatura gelida. Presenti anche i ragazzi diversamente abili della "Grande Sfida".?Le fiorentine partono con aggressività ma è il Verona a passare in vantaggio alla prima opportunità Sipos batte dalla bandierina per la perfetta girata di testa in anticipo di Tatiana Bonetti che piazza la sfera sul secondo palo.?Dopo un tentativo del Firenze controllato da Ohrstrom, le gialloblù vanno vicine al raddoppio con capitan Gabbiadini che si fa deviare in angolo la conclusione da Matsubayashi e con Fuselli anticipata dal portiere giapponese del Firenze.?Viola pericolose per tre volte con Guagni che chiama all'intervento Ohrstrom e poi calcia a lato due ottime opportunità.?Sul fronte scaligero Sipos conclude da due passi ma la numero uno fiorentina si salva con l'aiuto della traversa. Riprende Panico che chiama ancora Matsubayashi alla respinta.?Al minuto 38' arriva il raddoppio scaligero: azione di Gabbiadini sulla sinistra, la numero otto veronese calcia ma il portiere fiorentino respinge, arriva Patrizia Panico che insacca di sinistro il pallone del due a zero.?Immediato il gol di Alia Guagni che riporta in partita il Firenze: la numero due toscana va via sulla destra e piazza un preciso diagonale.?Si va al riposo dopo 45 minuti combattutissimi con le veronesi in vantaggio per due reti ad una.?La ripresa si apre con il clamoroso palo colto da Patrizia Panico su girata a botta sicura da distanza ravvicinata.?La stessa numero nove gialloblù ci riprova da dentro l'area impegnando il portiere fiorentino in angolo.?Alla mezz'ora Panico reclama inutilmente dopo il suo atterramento in area.?Scampato il pericolo il Firenze va al pareggio con Tortelli che ribadisce il pallone in porta dopo un batti e ribatti davanti ad Ohrstrom.?Il Verona sente il contraccolpo e fatica a rendersi pericoloso, anzi è la solita Guagni che calcia di un soffio alto.?Il Firenze reclama per un fallo della Di Criscio in area ma per il direttore di gara, che inizialmente aveva indicato il dischetto, è simulazione.?Le gialloblù provano qualche incursione in zona Cesarini ma senza procurarsi particolari occasioni.?Il big-match della prima di ritorno termina 2 a 2 come all'andata. Un risultato che fa perdere la testa della classifica alle ragazze dell'Agsm Verona ora seconde ad una lunghezza dal Brescia.?Sabato Gabbiadini e compagne sono chiamate al pronto riscatto sul campo del pericolante Como.IL TABELLINOAGSM VERONA 2FIRENZE 2Reti:Pt. 7' Bonetti, 38' Panico, 42' Guagni, 30' TortelliAgsm Verona: Ohrstrom, Marconi, Ledri, Fuselli, Salvai, Di Criscio, Bonetti, Gabbiadini, Panico, Ramera, Sipos (15' st. Gelmetti).?A disposizione: Toniolo, Squizzato, Pavana, Baldo, Gelmetti.?Allenatore: Renato Longega.Firenze:Matsubayashi, Guagni, Fusini, Binazzi, Tortelli, Corsiani, Adami, Orlandi, Rinaldi (40' st. Razzolini), Vicchiarello, Del Prete.?A disposizione: Durante, Esperti, Venturini, Parrini, Borghesi, Nocchi, Razzolini.?Allenatore: Sauro Fattori.Arbitro: Ludwig Raus di Brescia.?Assistenti: Tosi e Valerio.?Note: Terreno in erba artificiale, giornata soleggiata ma clima freddo. Spettatori oltre 500. Ammonite: Vicchiarello, Di Criscio, Razzolini.
VOLLEY
Stop Calzedonia   <br/>Vince Trento 3 a 0

Stop Calzedonia
Vince Trento 3 a 0

ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO - CALZEDONIA VERONA 3-0 (25-19, 25-22, 25-13) - ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO: Kaziyski 18, Birarelli 4, Zygadlo, Nemec 16, Giannelli, Lanza 8, Solé 10, Colaci (L), Fedrizzi. Non entrati Nelli, Thei, Mazzone, Burgsthaler. All. Stoytchev. CALZEDONIA VERONA: Zingel 6, Coscione 1, Pesaresi (L), Gitto, Gasparini 11, Deroo 9, White, Bellei, Sander 4, Anzani 8. Non entrati Blasi, Centomo, Borgogno. All. Giani. ARBITRI: Tanasi, Gnani. NOTE - Spettatori 2700, incasso 19000, durata set: 24', 28', 20'; tot: 72'.Trento – La Calzedonia Verona esce sconfitta per 3 a 0 dal PalaTrento nella sfida contro la Energy T.I. Diatec Trentino. I gialloblù pagano una serata difficoltosa in attacco (36% finale) contro una formazione che invece ha espresso grande qualità in ogni azione. I gialloblù rimangono così a quota 31 in classifica generale mentre i trentini sono primi con 40 punti, uno in più di Modena. La Calzedonia Verona scende in campo con una grande novità ad inizio match. Sander parte dalla panchina, a causa di un attacco influenzale, e al suo posto viene schierato l’australiano White in coppia con Deroo in posto quattro; Zingel e Anzani sono la coppia di centrali, Gasparini opposto e Coscione palleggiatore con Pesaresi nel ruolo di libero. Trento risponde con Zygadlo in cabina di regia, Nemec opposto, Lanza e Kaziyski schiaccatori, Solè e Birarelli centrali e Colaci libero. La gara si apre con un break della formazione di casa che subito allunga. Kaziyski schiaccia la palla del 6 a 3 ma il divario si allunga subito dopo. La Calzedonia fatica in attacco e dopo due errori consecutivi scivola sul 10 a 5 regalando un vantaggio importante a Nemec e compagni. Dopo il time out tencico la Calzedonia ha un sussulto e con il muro di Deroo su Solè si porta sul 13 a 11. Nemec, con due ace consecutivi, spacca il parziale sul 19 a 14. Verona chiude il parziale con il 36% in attacco; Kaziyski mette giù l’ultima palla, quella del 25 a 19. Il secondo parziale si apre con un break della Calzedonia Verona che subito si porta sul punteggio di 0 a 3. Gasparini è grande protagonista ma il recupero dei padroni di casa è dietro l’angolo. Lanza guida i trentini sul 3 a 3 poi allungano fino 9 a 5. Giani manda in campo Sander per White ma i gialloblù non riescono a recuperare terreno. Provano ad avvicinarsi più volte ma i padroni di casa martellano costantemente e chiudono il parziale con il 59% in attacco mentre la Calzedonia si ferma al 37%. Coscione, con un ace, prova nel finale a tenere agganciati i gialloblù a Trento ma dal 22 a 20 i ragazzi di Andrea Giani scivolano ancora indietro. Si chiude sul 25 a 22.Il terzo set è il più netto come risultato finale. Il finale di 25 a 13 parla da solo con la Calzedonia Verona che paga un nuovo set difficoltoso in attacco ma anche tanti altri errori. Trento domina il campo, 7 muri punto nel solo ultimo parziale, e un grande 75% in attacco con Matej Kaziyski grande protagonista con 4 su 4. Al termine del match Martin Nemec è stato eletto MVP.CLASSIFICAEnergy T.I. Diatec Trentino 40, Modena Volley 39, Cucine Lube Banca Marche Treia 31, Calzedonia Verona 31, Sir Safety Perugia 29, CMC Ravenna 25, Top Volley Latina 24, Exprivia Neldiritto Molfetta 21, Copra Piacenza 18, Vero Volley Monza 12, Altotevere Città di Castello-Sansepolcro 8, Tonazzo Padova 7, Revivre Milano 6. Note: 1 Incontro in meno: Cucine Lube Banca Marche Treia, Altotevere Città di Castello-Sansepolcro, Revivre Milano; 1 Incontro in più: Energy T.I. Diatec Trentino, Calzedonia Verona;
MERCATO
Ufficiale Feftatzidis   <br/>Arriva dal Genoa

Ufficiale Feftatzidis
Arriva dal Genoa

Il Chievo ha ufficializzato l'acquisto del centrocampista greco Ioannis Feftatzidis in prestito dal Genoa fino a giugno. Classe 1990 si è allenato oggi a Veronello e sarà convocato per la partita contro il Napoli.
CONTUSIONE CON L'ATALANTA
HALLFREDSSON KO   <br/>NON CI SARA' A PALERMO

HALLFREDSSON KO
NON CI SARA' A PALERMO

Hallfredsson non ci sarà contro il Palermo. L'islandese ha subito una contusione contro l'Atalanta e non è riuscito a recuperare. Al suo posto giocherà Greco.
MANDORLINI SUL MERCATO
FERNANDINHO? BRAVO   <br/>RAGAZZO, FACCIA PULITA

FERNANDINHO? BRAVO
RAGAZZO, FACCIA PULITA

Mandorlini ha parlato anche di Fernandinho e di mercato in coda alla conferenza stampa. "Le caratteristiche di Fernandinho? E' un esterno offensivo, può giocare anche vicino a un'altra punta. Ho visto la sua conferenza di presentazione, è un ragazzo solare e pulito nel viso, negli occhi e nella mentalità. Il vice Toni? Juanito può giocare anche da prima punta, poi c'è Cappelluzzo. Abbiamo tanta carne, speriamo di non bruciarla. Iniguez? Se non c'è stata l'ufficialità faccio fatica a parlarne (ride, ndr). Eros Pisano? Mi ripeto, contanto i calciatori che ci sono ora e quelli che stanno recuperando".
LA VIGILIA DELLA GARA CON I ROSANERO
MANDORLINI: A PALERMO    <br/>VOGLIO PERSONALITA'

MANDORLINI: A PALERMO
VOGLIO PERSONALITA'

Vigilia di Palermo-Verona. Mandorlini è rilassato. Spiega "Che Verona ci sarà a Palermo? Arriviamo bene in Sicilia, dopo l'ultima vittoria che dal punto di vista morale è stata importante. Incontriamo la squadra rivelazione di questo campionato, assomiglia molto al Verona dello scorso anno, con Dybala vicino al nostro Iturbe. Ci sono tante similitudini, sarà una partitia difficile contro una squadra che sta facendo bene, soprattutto in casa. Ci dovrà essere un Verona di personalità e con voglia di far bene. Abbiamo tutte le possibilità e le qualità per farlo. Ci sono stati i recuperi di quasi tutti i calciatori infortunati, sarà con noi Fernandinho e non Hallfredsson, che ha subito una forte contusione alla caviglia nella partita contro l'Atalanta. Ha fatto una settimana di cure e si è allenato a parte solo in questi ultimi due giorni. Fenandinho invece è un po' stanco, dovrebbe rimanere qui ma si sta inserendo bene nel gruppo e viene a Palermo con noi. Jankovic e Obbadi sono molto vicini al recupero, forse la prossima settimana torneranno ad allenarsi regolarmente. Il nostro momento di forma? Abbiamo fatto qualche punto, meno male. Nessuno si accontenta, dobbiamo dare continuità al nostro momento e ai risultati, perché ciò che conta sono i punti. Ora bisogna fare sul serio, il girone di ritorno è già iniziato".
ARGOMENTO
Rafa: Higuain è leader    <br/>compagni lo seguono

Rafa: Higuain è leader
compagni lo seguono

"Higuain è un leader, lavora benissimo nella fase offensiva e in quella difensiva, ha la mentalità giusta e i compagni lo seguono". Così Rafa Benitez, alla vigilia della trasferta di Verona contro il Chievo, ha sottolineato il sempre più fondamentale ruolo di Gonzalo Higuain nel sul Napoli. "Higuain - ha spiegato lo spagnolo - ha fatto molto bene l'anno scorso, quest'anno ha avuto qualche partita sotto livello ma nell'ultimo mese sta lavorando tantissimo e molto bene. Sono cose che si vedono in campo anche da parte del resto della squadra che lo apprezza".Poi Benitez rispondendo alla vigilia del match contro la squadra di Maran ha parlato del suo futuro: "Non ho già offerte da altre squadre, sono qui e tra tre tre mesi vedremo per il futuro, consapevole che il Napoli è un club che crescerà senza dipendere dall'allenatore che ha in panchina". Benitez ha fatto capire che la posizione a fine stagione non sarà determinante per la sua scelta di restare o partire: "Sarò contentissimo - ha detto Rafa - se la squadra arriva più lontano possibile. Noi abbiamo fatto tutto per la crescita della squadra prendendo giocatori giovani e di qualità come Gabbiadini, Ghoulam, Mertens, Callejon, calciatori forti, ambiziosi e buoni per tanti moduli. Anche il mercato del Napoli e i giocatori che possono arrivare non dipende dal mio futuro, come leggo sulla stampa spagnola".
SERIE A
Napoli, Henrique e Mesto   <br/>out per il Chievo

Napoli, Henrique e Mesto
out per il Chievo

Non ci sono Mesto ed Henrique nella lista dei convocati del Napoli per la trasferta di Verona contro il Chievo. I due difensori azzurri non hanno recuperato dai rispettivi infortuni muscolari. Nella lista Benitez ha inserito il giovane Luperto ma non Uvini che potrebbe essere sul piede di partenza. Il Napoli partirà nel pomeriggio per Verona. Questa la lista dei convocati: Rafael Cabral, Andujar, Colombo, Maggio, Britos, Albiol, Luperto, Strinic, Jorginho, Inler, Gargano, David Lopez, Callejon, Mertens, De Guzman, Gabbiadini, Hamsik, Zapata, Higuain.
CHIEVO-NAPOLI
D.LOPEZ: A VERONA PER      <br/>IMPORRE NOSTRO GIOCO

D.LOPEZ: A VERONA PER
IMPORRE NOSTRO GIOCO

"Contro il Chievo dovremo provare a imporre il nostro gioco ma anche stare attenti a non subire gol e colpire in ripartenza". Così il centrocampista spagnolo del Napoli David Lopez, l'uomo che ha preso il posto (in squadra e nel cuore dei tifosi) di Jorginho. "Se mi capita la palla buona tirerò in porta" ha detto in conferenza stampa lo spagnolo, rispondendo a chi gli ricordava di non aver mai fatto gol con la maglia del Napoli "ma se la difesa è chiusa dobbiamo sempre far girare la palla per trovare il varco giusto verso la porta". Lopez dovrebbe far coppia con Gargano. L'uruguayano ha infatti recuperato dalla botta subita in Coppa Italia e dovrebbe essere della gara. Potrebbe invece non essere al top Henrique, reduce da un infortunio muscolare, che si va aggiungere alla mancanza in difesa dello squalificato Koulibaly: al fianco di Albiol dovrebbe quindi agire Britos.
VICE TONI
VERONA, IPOTESI POZZI    <br/>OPERAZIONE LOW COST

VERONA, IPOTESI POZZI
OPERAZIONE LOW COST

Nicola Pozzi, classe 1986, attaccante del Parma che Donadoni non ha mai preso in considerazione, potrebbe essere il sostituto di Nenè. Sogliano ci sta pensando, anche se il giocatore dopo l'operazione ai legamenti crociati del ginocchio, non è più riuscito a trovare spazio e a dimostrare di essere tornato quello di prima.Pozzi si infortunò a metà della scorsa stagione. Dopo l'intervento chirurgico e il lento recupero, l'attaccante ha faticato a farsi largo nel Parma, nonostante la classifica pietosa e i tanti problemi per Donadoni. Il Verona, prima di puntare su di lui, vuole verificarne il pieno recupero. Sarebbe il sostituto di Nenè, dunque il vice Toni. (L.F.)
MERCATO
LUNA ALLO SPEZIA    <br/>VA IN PRESTITO

LUNA ALLO SPEZIA
VA IN PRESTITO

E' fatta per Luna allo Spezia. L'esterno sinistro spagnolo si trasferisce in prestito.Luna a Verona non ha mai giocato. Mandorlini non lo ha impiegato nemmeno in Coppa Italia, non ritenendolo adatto, evidentemente al suo modulo.
ALLENAMENTO VERONA
JANKOVIC, OBBADI   <br/>E RODRIGUEZ OUT

JANKOVIC, OBBADI
E RODRIGUEZ OUT

Obbadi e Jankovic sono vicini al rientro, ma domenica a Palermo non saranno disponibili. Tempi più lunghi per Rodriguez che sta continuando la fase riabilitativa con cure fisioterapiche e palestra. Tutti gli altri sono a disposizione di Mandorlini che potrebbe convocare anche il nuovo acquisto Fernandinho.
SETTORE GIOVANILE
Primavera, col Cagliari   <br/>finisce senza reti

Primavera, col Cagliari
finisce senza reti

E' finita 0-0 la terza giornata di ritorno del Campionato Primavera tra Verona e Cagliari. Partita bloccata per oltre settanta minuti con poche occasioni da entrambe le parti e grande equilibrio in campo. Poi nel finale colossale doppia occasione per Fares che prima manda alto da ottima posizione e poi si vede negare il gol in girata dall'ottimo Carboni, portiere dei sardi. Gialloblù che con questo pari salgono a quota 25 in classifica: adesso la lunga pausa per il Torneo di Viareggio. Alla ripresa ci sarà la trasferta di Sassuolo.
VOLLEY
Calzedonia a Trento   <br/>sfida d'alta classifica

Calzedonia a Trento
sfida d'alta classifica

Sfida d’alta classifica per la Calzedonia Verona che sabato, in anticipo televisivo alle 17.30, affronterà in trasferta, Trento. Dopo nove risultati utili consecutivi per i gialloblù arriva una prova importante, sul campo della seconda in classifica generale che da inizio anno è stata sconfitta solamente due volte. La Calzedonia Verona si troverà di fronte il veronese Filippo Lanza, alla sua stagione della definitiva consacrazione, ma anche tanti altri campioni a partire dal bulgaro Matej Kaziyski, uno dei posti quattro più forti al mondo. L’opposto della Calzedonia Verona, Mitja Gasparini, alla vigilia del match ha dichiarato: “Sarà sicuramente una partita difficile contro una squadra che si è rivelata molto forte. Il girone di andata l’hanno concluso al primo posto quindi sono una delle formazioni più competitive di tutta la SuperLega. Giocare a Trento non è mai facile perché hanno un palazzetto sempre molto caldo. Siamo contenti che arriveranno tanti tifosi da Verona e anche per loro dobbiamo metter in campo il 100% come abbiamo fatto nelle ultime uscite in campionato dove abbiamo conquistato otto vittorie nelle ultime nove partite. Sarà sicuramente una gara bella da vedere”. L’entusiasmo attorno alla squadra scaligera sta crescendo sempre più e sabato, a Trento, saranno oltre 200 i tifosi che seguiranno Sander e compagni. Tre i pullman organizzati, ma molti tifosi raggiungeranno il PalaTrento con mezzi propri. Giani, coach dei gialloblù, a tal proposito ha sottolineato: “Il fatto che abbiamo oltre duecento tifosi al seguito fa capire che il nostro progetto e i nostri risultati stanno facendo appassionare un’intera città. Per strada ti fermano per parlare dei risultati; questo dimostra che quanto stiamo ottenendo e che il lavoro che sta facendo questa società è premiato da un crescente entusiasmo. Questo è uno stimolo per continuare su questa strada".
PRESENTAZIONE
FERNANDINHO: VOGLIO     <br/>RESTARE QUI A LUNGO

FERNANDINHO: VOGLIO
RESTARE QUI A LUNGO

"So che il mio prestito dura sei mesi, ma il mio obiettivo è convincere la società e restare nel Verona più a lungo". Fernandinho, 29 anni, ex Gremio, sorride perché arrivare in Europa è un sogno che si realizza. SOGNI E RUOLO. "L'Italia? Ci speravo da tanto, qualche anno fa c'era stato un contatto con l'Inter, ma niente di concreto. Adesso sono qui e non vedo l'ora di giocare per dimostrare le mie qualità". L'attaccante parla di tattica e della sua possibile collocazione. "Sono un esterno offensivo, posso giocare a destra e a sinistra senza problemi. Nel 3-5-2? Agirei da seconda punta". CLIMA. Più difficile abituarsi al nostro inverno o al calcio di Mandorlini? Risposta secca. "Sicuramente all'inverno, a queste temperature, ma non è questo un ostacolo".CONDIZIONE. Fernandinho non gioca una partita intera da tre mesi. La sua condizione? "Dovreste chiedere al preparatore. Io ho tanta voglia e mi sento bene. Non so se giocherò a Palermo. Decide l'allenatore, come sempre. Quando e come vuole lui, io sono a disposizione per dare una mano alla squadra". IDOLI. "Ho giocato con Ronaldinho. Lui è davvero un fenomeno. Anche Rivaldo è un mio idolo. In Italia dico Zanetti e Gattuso per il loro carattere, la determinazione che hanno sempre messo in campo". (L.F.)
MERCATO HELLAS
INIGUEZ VICINISSIMO     <br/>LUNA ALLO SPEZIA

INIGUEZ VICINISSIMO
LUNA ALLO SPEZIA

Accordo raggiunto per l'arrivo nel Verona del giovane centrocampista argentino Gaspar Iniguez, classe 1994, dell'Argentinos Juniors. L'ufficialità sarà data quando Luna avrà firmato per il trasferimento in prestito nello Spezia. Il terzino spagnolo non ha trovato spazio nell'Hellas e ripartirà dalla serie B.
LAVORI IN CORSO
VERONA TRA MERCATO     <br/>E CAMPIONATO

VERONA TRA MERCATO
E CAMPIONATO

Prima di comprare altri giocatori, il Verona deve vendere. Ma attenzione, meglio fare chiarezza. Se l'Hellas vuole acquistare un difensore (Neto dello Zenit o Doria del Marsiglia) non significa che un altro centrale deve essere ceduto. Il problema è di monte ingaggi, non di ruoli. Anzi, se Mandorlini insisterà con il 3-5-2, mancherebbe un centrale all'appello (ne servirebbero sei in rosa, due per ogni ruolo). Al momento i centrali difensivi sono Sorensen, Marquez, Rodriguez, Moras e Marques. Il problema è che alcuni giocatori sarebbero di difficile collocazione tattica nel 3-5-2. Fernandinho è un esterno offensivo, anche Jankovic farebbe fatica con questo modulo. Gomez dovrebbe adattarsi nel ruolo di seconda punta (ma ci sono già Saviola e Nico Lopez) ed anche Valoti, trequartista naturale, avrebbe qualche difficoltà. Sogliano deve snellire la rosa, cercando di vendere i giocatori più estranei al progetto Mandorlini. Luna è il primo della lista (dovrebbe finire allo Spezia). C'è tempo fino a lunedì prossimo alle ore 23. (L.F.)
HELLAS
VALOTI: QUI HO TROVATO      <br/>UN ENTUSIASMO PAZZESCO

VALOTI: QUI HO TROVATO
UN ENTUSIASMO PAZZESCO

"E' stato bello arrivare qui e trovare subito un entusiasmo incredibile. Mio padre nei due anni che è stato a Verona ha lasciato il segno e la gente ancora lo ricorda", Mattia Valoti, centrocampista dell'Hellas, ospite al Vighini Show parla della sua carriera e della sua avventura in gialloblù: "Sono arrivato al Milan dove c'erano tante aspettative ma ho passato più tempo in infermeria che in campo anche se ero aggregato alla prima squadra. Poi sono tornato all'Albinoleffe dopo un anno e mezzo fermo e li diciamo che sono cambiate diverse cose. Dove mi piace giocare? Tutti mi vedevano mezz'ala ma onestamente ho quasi sempre giocato da trequartista. Il passaggio da talento a giocatore affermato è notevole: finora non ho fatto nulla, devo ancora dimostrare tutto. Spero di avere il mio spazio e più continuità possibile".
STASERA AL VIGHINI SHOW
SAVIOLA: VERONA    <br/>TI AMO

SAVIOLA: VERONA
TI AMO

Una dichiarazione d'amore per Verona e per i veronesi. Saviola ha lanciato un messaggio dopo il gol di domenica scorsa nell'intervista esclusiva che andrà in onda stasera nel Vighini Show. Nessuna polemica con Mandorlini per lo scarso utilizzo. Ha detto con sincerità il fuoriclasse "avevo capito che contava su giocatori che erano da più anni con lui. Ma sapevo che sarebbe arrivato il mio momento e volevo farmi trovare pronto". Saviola ha parlato anche del passato e della sua famiglia, dove da poco è nato anche il "veronese" Fabricio.
ALLENAMENTO VERONA
MARQUEZ E SAVIOLA   <br/>IN GRUPPO, MORAS C'E'

MARQUEZ E SAVIOLA
IN GRUPPO, MORAS C'E'

Saviola e Marquez si sono allenati regolarmente con il gruppo e domenica a Palermo saranno a disposizione di Mandorlini che dovrebbe schierarli entrambi dal primo minuto. Moras è tornato dal viaggio in Australia ed ha svolto un lavoro personalizzato. Ancora indisponibili Jankovic, Obbadi e Rodriguez.
PARLA IL CENTROCAMPISTA
GRECO: PALERMO IN FORMA?   <br/>ANCHE NOI STIAMO BENE

GRECO: PALERMO IN FORMA?
ANCHE NOI STIAMO BENE

Leandro Greco è salito in cattedra davanti agli alunni delle scuole primarie di Alpo e di Rizza. Ha risposto alle domande dei giovani studenti, ha firmato autografi e ha parlato del prossimo impegno sul campo del Palermo. "La squadra di Iachini è una delle sorprese del campionato, difficile da affrontare. E' vero, loro sono in forma, ma anche noi stiamo bene. Sarà una bella sfida. Il mio ritorno a Verona? Qui si sta molto bene. Sono contento di essere riuscito a ritagliarmi subito uno spazio nell'Hellas, ma so che posso fare molto meglio". (L.F.)
SETTORE GIOVANILE
Primavera, differita su   <br/>Telenuovo sabato 14:30

Primavera, differita su
Telenuovo sabato 14:30

La partita Verona-Cagliari terza giornata di ritorno del Campionato Primavera in programma domani a Vigasio verrà trasmessa in differita sabato alle 14:30 su Telenuovo.
MERCATO
Bellomo saluta il Chievo    <br/>In prestito al Bari

Bellomo saluta il Chievo
In prestito al Bari

Nicola Bellomo lascia il Chievo e passa al Bari in prestito fino al termine della stagione. Il centrocampista torna dunque dopo due annate in Puglia dove aveva giocato tra il 2008 e il 2010 e anche tra il 2011 e il 2013. A Verona ne con Corini ne con Maran è riuscito a ritagliarsi uno spazio importante. Nella foto, tutta la soddisfazione di Bellomo dopo la firma col Bari tratta dal profilo twitter del giocatore.
DESIGNAZIONI
Palermo-Verona  <br/>arbitra Tommasi

Palermo-Verona
arbitra Tommasi

Sarà l'arbitro Dino Tommasi della sezione di Bassano del Grappa a dirigere Palermo-Verona in programma domenica 1 febbraio (ore 15) allo stadio "Renzo Barbera". Il direttore di gara sarà assistito da La Rocca e Tegoni.
SETTORE GIOVANILE
Primavera, torna Fares    <br/>Squalificato Speri

Primavera, torna Fares
Squalificato Speri

Dopo la fondamentale vittoria di Brescia la Primavera del Verona torna in campo domani pomeriggio alle 14:30 a Vigasio contro il Cagliari. Non saranno della partita gli squalificati Miketic e Speri mentre Cappelluzzo dopo la ferita della settimana scorsa alla testa potrebbe restare a riposo. Da valutare fino all'ultimo le condizioni di Guglielmelli e Salifu mentre Tentardini riprenderà regolarmente il suo posto a sinistra. Dopo due mesi invece Massimo Pavanel avrà a disposizione Fares, da tempo impegnato con la prima squadra di Mandorlini.
CONCORSO
Miss Gialloblu: è        <br/>Valentina a vincere

Miss Gialloblu: è
Valentina a vincere

Valentina è la vincitrice del primo round di Miss Gialloblu. Con circa 4.700 preferenze (risultati ancora al vaglio delle ultime verifiche) e un gran recupero nel finale ha superato la seconda classificata Beatrice, che ha collezionato circa 3.400 preferenze. Terza classificata Sara. La ragazza di Bovolone passa dunque alle semifinali che si svolgeranno al termine delle eliminatorie. Appuntamento dunque al Vighini Show di questa sera per il secondo round ad eliminazione diretta dove si sfideranno Diletta, Martina e Claudia!Ricordiamo agli utenti che il voto si svolge tramite una scala di stelline facilmente riscontrabili sotto i video delle Miss. E' possibile votare ciascuna Miss una sola volta dando una preferenza in termini di stelle che va da minimo (1) a massimo gradimento (10)Le votazioni hanno inizio alle 23 del giovedì e termine alle 12 del giovedì successivo
STASERA ALLE 21
INTERVISTA ESCLUSIVA A    <br/>SAVIOLA AL VIGHINI SHOW

INTERVISTA ESCLUSIVA A
SAVIOLA AL VIGHINI SHOW

Torna stasera dal palco dell'Hellas Kitchen il Vighini Show. Ospite della serata sarà il giovane talento del Verona Mattia Valoti. Ma durante la trasmissione, sarà anche trasmessa un'intervista esclusiva a Javier Saviola, il campione argentino che ha segnato domenica la sua prima rete con la maglia scaligera. Un'intervista completa in cui Saviola spiegherà per la prima volta ai veronesi perchè si è attaccato così tanto alla maglia gialloblù, tanto da chiedere di non essere ceduto alla società per il poco impiego.
MERCATO
ANCHE BIANCHETTI   <br/>VA ALLO SPEZIA

ANCHE BIANCHETTI
VA ALLO SPEZIA

Dopo Nenè anche Bianchetti va allo Spezia. Il difensore che il Verona detiene a metà con l'Inter non ha trovato spazio ad Empoli, chiuso da Tonelli, Rugani e Barba. Torna così in serie B allo Spezia, dove è invece partito l'ex Ceccarelli andato a Catania.
RECUPERO IMPORTANTE
DOPO DUE MESI D'INFERNO      <br/>JUANITO E' PRONTO

DOPO DUE MESI D'INFERNO
JUANITO E' PRONTO

L'ultima sua (breve) apparizione è datata 8 dicembre 2014. Juanito Gomez entra al posto di Agostini a 5' dalla fine del match contro la Sampdoria al Bentegodi. Da quella sfortunata serata (gialloblù sconfitti 3-1) la punta argentina è uscita dai giochi per un problema all'adduttore, anticamera della pubalgia. Nelle successive sei partite Gomez è rimasto a guardare, prima dalla tribuna, domenica dalla panchina. Adesso è pronto e non vede l'ora di tornare a dare una mano a Mandorlini, l'allenatore che lo ha fatto crescere, che gli ha insegnato tanto e che lo ha condotto fino alla serie A. A Peschiera ieri Gomez ha segnato il gol vittoria nel test con la Primavera (2-1 per i gialloblù di Mandorlini). Domenica prossima a Palermo spera di essere chiamato in causa. Juanito è un jolly offensivo molto importante. Può fare l'esterno, la seconda punta e all'occorrenza anche l'attaccante centrale. Nel 3-5-2 ha mostrato buone doti anche da esterno di centrocampo. Gomez è entrato nel mirino di alcuni club di B, lui vorrebbe restare al fianco di Mandorlini e al momento pensa solo all'Hellas e a tornare in condizione per dare una mano nella lotta salvezza. (L.F.)
RICONOSCIMENTO
A LUCA TONI     <br/>IL CANGRANDE D'ORO

A LUCA TONI
IL CANGRANDE D'ORO

E' andato a Luca Toni il Cangrande d'Oro 2015. L'importante riconoscimento del Comune di Verona è stato consegnato al bomber del Verona dal sindaco Flavio Tosi in una cerimonia alla Gran Guardia."I risultati di Luca Toni - ha detto Tosi - parlano per lui, ma soprattutto sono ammirevoli il suo impegno, la sua serietà, la dedizione e la passione che profonde ogni giorno nella sua attività, in partita e in allenamento, ma anche fuori dal campo"."Un esempio per tutti di come si può essere campioni nello sport e campioni nella vita" ha concluso il sindaco di Verona. Ricevendo il premio Toni ha sottolineato che lui e la sua famiglia si trovano "molto bene a Verona. Una splendida città, che vive intensamente il calcio e lo sport" ha concluso.
Alè Verona
ON AIR
26.01.2015
Vighini Show
ON AIR
29.01.2015

Sondaggio

Come giudichi la presidenza Setti fino ad oggi?

Tutti i sondaggi

Telenuovo Verona
tasto 11 - oggi in tv

  • Informazione

  • Alè Verona: Palermo - Hellas Verona

  • Il cappotto di astrakan

    commedia (Italia 1980) di Marco Vicario con Johnny Dorelli e Marcel Bozzuffi
  • Andiamo al cinema

  • TgVerona 7 Giorni

  • Cattive compagnie

    giallo (Usa 1990) di Curtis Hanson con Rob Lowe e James Spader
  • Film 2' serata

  • Film della notte

Sondaggio

Senza le critiche Mandorlini avrebbe schierato Saviola in coppia con Toni?

Tutti i sondaggi

I video più votati della Settimana

i nuovissimi di TgVerona.it