PESCHIERA: GOMEZ  <br/>E MARTIC IN GRUPPO

PESCHIERA: GOMEZ
E MARTIC IN GRUPPO

Seduta pomeridiana per i gialloblù sul campo di Peschiera. La squadra, agli ordini dell'allenatore Andrea Mandorlini, ha svolto riscaldamento, torelli, possesso palla, circuiti di forza, trasform...

CHIEVO
VERONELLO: DAINELLI E  <br/>RADOVANOVIC OUT

VERONELLO: DAINELLI E
RADOVANOVIC OUT

Si sono ritrovati questa mattina a Veronello i gialloblù per preparare l'ultima gara di questa stagione che si giocherà a Firenze domenica 31 maggio alle ore 20.45 contro la Fiorentina. Questo il programma di oggi: - Attivazione fisica- Lavoro di forza in palestra- Esercitazioni tattiche- Partite a pressioneNon era a disposizione di mister Rolando Maran Ivan Radovanovic, che non ha partecipato all'allenamento di oggi per un fastidio al ginocchio destro. Il difensore Alessandro Gamberini e il centrocampista Anders Christiansen proseguono con il loro recupero dai rispettivi infortuni mentre Perparim Hetemaj ha svolto un lavoro differenziato. Anche Dario Dainelli si è allenato a parte a causa di un risentimento all'adduttore destro.
VOLLEY
Calzedonia su Skrimov   <br/>Pista bulgara

Calzedonia su Skrimov
Pista bulgara

Todor Skrimov sembra essere un obiettivo concreto per la Calzedonia Verona. Schiacciatore bulgaro, nato a Pernik, ha già due anni di esperienza nel campionato italiano entrambe a Latina. Verona sembra averlo messo nel mirino per rafforzare il gruppo di schiacciatori di posto quattro per la prossima stagione. Rimane sempre viva la pista che porta anche a Klemen Cebulj, sloveno che Giani sta allenando in questo periodo in nazionale.
BISSATO IL SUCCESSO DELL'ANNO SCORSO
TONI VINCE IL MASTINO    <br/>DEL BENTEGODI 2015

TONI VINCE IL MASTINO
DEL BENTEGODI 2015

Infinito Luca Toni: è lui il vincitore annunciato della sedicesima edizione del "Mastino del Bentegodi", il concorso promosso dalla Confcommercio Verona. L'attaccante gialloblù sarà premiato allo stadio Bentegodi sabato alle ore 17.45, prima del fischio d’inizio di Hellas Verona-Juventus, dal presidente di Confcommercio Verona Paolo Arena.L'attaccante gialloblù chiude con 424 voti e ben 8 successi di tappa: i tifosi lo hanno infatti eletto migliore in campo nelle partite con Palermo, Fiorentina, Sampdoria, Chievo Verona, Parma, Napoli, Cesena e Sassuolo. Al secondo posto Panagiotis Tachtsidis, migliore in campo in 3 occasioni, con 173 preferenze complessivo; sul terzo gradino del podio Emil Hallfredsson, con 134 voti e 2 primi posti. La top ten si completa con Jacopo Sala (120 voti e 2 successi di tappa) Nico Lopez (94 voti e 1 primo posto), Javier Saviola (61), Juanito Gomez Taleb (58), Bosko Jankovic (53 consensi e 1 primo posto), Artur Ionita (51 consensi e 1 primo posto) e Guillermo Rodriguez (50)."Il Mastino del Bentegodi" - Albo d'OroAntonio Marasco (1999-2000)Martin Laursen (2000-2001)Adrian Mutu (2001-2002)Martins Adailton (2002-2003)Sandro Mazzola (2003-2004)Valon Behrami (2004-2005)Martins Adailton (2005-2006)Gianluca Pegolo (2006-2007)Rafael (2007-2008)Rafael (2008-2009)Giuseppe Pugliese (2009-2010)Emil Hallfredsson (2010-2011)Juan Ignacio Gomez Taleb (2011-2012)Jorginho (2012-2013)Luca Toni (2013-2014)Luca Toni (2014-2015)Classifica "Il Mastino del Bentegodi" contro l'Empoli1) Sala 22 voti2) Obbadi 20 voti3) Fernandinho 19 voti4) Hallfredsson 10 voti5) Toni 6 voti6) Moras 4 voto
CHIEVO
VERONELLO: OGGI   <br/>SI RIPRENDE

VERONELLO: OGGI
SI RIPRENDE

Dopo i due giorni di riposo, questo il programma di allenamenti di questa settimana dei gialloblù.Mercoledì 27/05: allenamento mattutino alle ore 11.00.Giovedì 28/05: amichevole alle ore 16.00 Chievo - Mattarello.Venerdì 29/05: allenamento mattutino alle ore 11.00.Sabato 30/05: rifinitura tecnica alle ore 11.00.Domenica 31/05: 38^ Giornata di Serie A TIM, Fiorentina - Chievo alle ore 20.45 allo stadio Artemio Franchi di Firenze.
CONCLUSA ASTA   <br/>#SAVEMORAS

CONCLUSA ASTA
#SAVEMORAS

Si sono concluse le aste gialloblù sulla piattaforma CharityStars. L'Hellas Verona ed Evangelos...

ULTIMO NUMERO
"FOCUS TONI" SU   <br/>HELLAS MAGAZINE

"FOCUS TONI" SU
HELLAS MAGAZINE

E' un numero tutto speciale, l'ultimo di questa stagione dell'Hellas Verona Magazine. Protagonista assoluto dell'uscita non poteva che essere lui, Luca Toni, il fresco trentottenne che sabato si giocherà il titolo di capocannoniere del campionato italiano. A lui è dedicato uno speciale Focus, che raccoglie tutte le dichiarazioni di questo anno da capitano, a metterci la faccia nei momenti difficili. Con una piccola anticipazione su un futuro... Che sembra sempre più gialloblù.L'altro grande protagonista è però il fantastico pubblico gialloblù, in particolare la Curva Sud, immortalata nella sciarpata mozzafiato messa in atto durante la sfida con il Chievo, di cui è stato realizzando un fantastico poster in maxi formato in regalo per tutti i nostri lettori.Ecco alcuni degli altri contenuti della nuova uscita della rivista ufficiale dell'Hellas Verona• Focus campionato: i momenti decisivi dell'ultima appassionante stagione dell'Hellas Verona, raccontati in un emozionante percorso a tappe• I numeri della salvezza: tiriamo le somme, con tutte le cifre più curiose del campionato che si conclude sabato. Chi è il miglior passatore gialloblù? Scoprilo con noi• Tante foto esclusive e il racconto delle ultime sfide dei gialloblù• Una ricca parte di match program, alla scoperta della prossima avversaria, la Juventus: la rosa, le curiosità e le statistiche, con la tattica di Allegri spiegata da Simone BaggioTutto questo, come sempre, al piccolo prezzo di un euro.HELLAS VERONA MAGAZINE, DOVE TROVARLO:Da giovedì 28 maggio: all'Hellas Verona Store (via Carlo Cattaneo 2, Verona).Da venerdì 29 maggio: in tutte le edicole di Verona e provincia.Sabato 30 maggio: al Box 6 dello stadio Bentegodi e in tutti i gazebo posti dietro gli ingressi per il pubblico.
BASKET
SCALIGERA CON DIDACT E   <br/>ROBERTO DALLA VECCHIA

SCALIGERA CON DIDACT E
ROBERTO DALLA VECCHIA

La Tezenis Verona sarà a fianco di "Didact, lo Sport fa Scuola", progetto ideato da Luisa Crestani e Roberto Dalla Vecchia, leggendario capitano della Scaligera Basket, che riguarderà le scuole superiori ed in cui la pallacanestro giocherà un ruolo primario. Alla presentazione di Didact, lunedì sera all’Hotel Due Torri di Verona, presente per la Scaligera Basket il direttore dell’area organizzativa Andrea Sordelli.
CHIEVO
UFFICIALE: MARAN    <br/>RINNOVA FINO AL 2018

UFFICIALE: MARAN
RINNOVA FINO AL 2018

Tre anni di contratto con opzione per altri due. Il nuovo contratto firmato da Maran prevede, dunque, un triennale fino al 2018, con opzione di prolungamento biennale fino al 2020. L'annuncio durante una Conferenza stampa in serata al Bottagisio in cui sono intervenuti, oltre al tecnico gialloblù, il presidente Luca Campedelli e il direttore sportivo Luca Nember.
SOGLIANO DOMANI   <br/>PARLA ALLA STAMPA

SOGLIANO DOMANI
PARLA ALLA STAMPA

Futuro incerto per Sean Sogliano: molti lo danno come sicuro partente. Domani il direttore spor...

IL PRESIDENTE PARLA A TELENUOVO
SETTI: "IL PROSSIMO ANNO    <br/>SARO' PIU' PRESENTE"

SETTI: "IL PROSSIMO ANNO
SARO' PIU' PRESENTE"

“La riflessione sui contratti in scadenza finisce la prossima settimana, a campionato finito. La prossima settimana si chiude il cerchio: le decisione definitive non sono state ancora prese. Ci saranno dei cambiamenti, nero su bianco non c'è ancora niente". Così il presidente del Verona Maurizio Setti intervenuto a Telenuovo durante la puntata speciale del “Vighini Show”. I cambiamenti potrebbero riguardare altre figure importanti oltre a Sogliano: "I cambiamenti potrebbero riguardare più di una persona. Deve essere stimolante essere ambiti come società (anche se preciso che nessuno mi ha cercato). Ci sono tante società in deficit: il Verona invece con i conti è a posto. Le plusvalenze non reinvestite? A volte si dicono cazzate: in tre anni ti danno massimo 5 milioni. Sulle plusvalenze di Martinho e Albertazzi sono state dette inesattezze. Iturbe? L’abbiamo venduto a 22 milioni più bonus. Il guadagno di Iturbe è intorno ai 5.7 milioni: si passa da 16,3 milioni ai 22 milioni".Setti parla dei conti del Verona: “Quando sono arrivato a Verona, la società non stava benissimo. Ora in sede ci sono 40 persone con stipendi regolarmente pagati. Nel settore giovanile abbiamo investito 2 milioni di euro. Su 55 milioni di fatturato il Verona spende 70 milioni. Se qualcuno pensa che io mi frega i soldi, si sbaglia di grosso. Il giocatore a parametro zero non è mai a zero: il procuratore chiede sempre dei soldi extra. I costi di Paulinho erano di un milione di prestito con 5 milioni di riscatto”.L’imprenditore carpigiano si focalizza poi su Sogliano: “Chi dice in giro che io non ho speso niente dice solo falsità. Sogliano è la persona più importante che ho avuto in questi anni, Sean ha fatto benissimo, lo ringrazio per il lavoro fatto. Va via? Non è ancora definito nulla. Non c’è rottura con lui, ma si possono prendere anche scelte scomode nella vita. Per lui, io ero il presidente perfetto: era libero di fare quello che voleva. Adesso le decisioni le prenderò principalmente io. Il prossimo anno sarò più presente per il Verona. Mandorlini è un altro che ha fatto benissimo. Lo stadio nuovo? Non è una priorità, se ci fosse la possibilità io rifarei più che altro il Bentegodi. Ma anche qui i costi sono enormi, gli eventuali costi poi dovranno essere divisi con il Chievo, al momento lo stadio non è in cima ai miei pensieri. La vera priorità è la costruzione del centro sportivo”. I giovani prima di tutto: “La programmazione deve essere superiore ad un anno. Noi dobbiamo puntare sui giovani: in certi posti d’Europa fanno giocare metà giovani del vivaio già in prima squadra. Mandorlini è giusto per questo ruolo? Con lui abbiamo già parlato e ci rincontreremo per discutere del futuro”. Setti sembra abbastanza soddisfatto del campionato: “Io credo che la squadra alla fine valeva quella dell’anno scorso. Ho in mente la prima ora giocata bene a Bergamo nella prima giornata. Questo Verona doveva chiudere attorno ai 50 punti. Il problema quest’anno sono stati i tanti gol subiti: è un problema di fase difensiva generale non dei singoli. Ho detto chiaramente allo staff di migliorare questo aspetto. Saviola? Non è stata una scelta condivisa. Il giocatore non si discute ma si vede che non era propedeutico al gioco di Mandorlini”. Infine Setti ammette: "Ho incontrato Bigon nei giorni scorsi". Però ancora nulla è ufficialmente deciso per il direttore sportivo dell'anno prossimo.
VERSO I PLAY-OFF
Giovanili Chievo: <br/>I risultati del week-end

Giovanili Chievo:
I risultati del week-end

Un weekend ricco di vittorie ed emozioni per le squadre del Settore Giovanile del Chievo. Le tre squadre impegnate nei playoff hanno vinto le rispettive partite che consentono a Primavera, Allievi Nazionali e Giovanissimi Nazionali di disputare le finali dei playoff.Di seguito i risultati e i marcatori del fine settimana:PRIMAVERAChievoVerona – Udinese: 3-2Marcatori: 24’ pt Jallow, 4’ st Jallow, 16’ st GhirardiALLIEVI NAZIONALIChievoVerona – Parma: 2-1 d.t.s.Marcatori: 37' st Sbampato, 5' sts Danieli.GIOVANISSIMI NAZIONALIChievoVerona – Trapani: 2-0Marcatori: Di Masi, VignatoGIOVANISSIMI REGIONALIAncora in corso il torneo di Pentecoste "Memorial Martelli-Meroni" di Chiasso (Svizzera).ESORDIENTI PROVINCIALIPrimi classificati alla festa finale del Torneo Esordienti Primavera.PULCINI 3° ANNOChievoVerona – Pescantina: 3-0PULCINI 2° ANNOArbizzano – ChievoVerona: 0-3
VERSO LA JUVE
PESCHIERA: ASSENTE   <br/>MANDORLINI

PESCHIERA: ASSENTE
MANDORLINI

Seduta pomeridiana per i gialloblù sul campo di Peschiera. La squadra, agli ordini dell'allenatore in seconda Roberto Bordin (Andrea Mandorlini assente in regolare permesso concordato con la società) è stata divisa in due gruppi: chi ha giocato contro il Parma ha svolto una seduta defaticante sul campo, mentre chi non ha giocato ha svolto riscaldamento, lavoro atletico, possesso palla e partita.Pierluigi Gollini ha svolto l'intera seduta insieme al gruppo. Lavoro atletico per Ivan Martic. Mounir Obbadi ha effettuato lavoro di recupero in palestra, mentre Eros Pisano ha svolto lavoro differenziato in palestra. Cure fisioterapiche per Juanito Gomez e Artur Ionita.PROGRAMMA ALLENAMENTIMercoledì 27 maggio: seduta pomeridiana (ore 17)Giovedì 28 maggio: seduta pomeridiana (ore 17) a porte chiuseVenerdì 29 maggio: seduta pomeridiana (ore 17) a porte chiuseSabato 30 maggio: Hellas Verona-Juventus (ore 18)
PARLA IL SERBO
JANKOVIC: "PERCHE' NON   <br/>RIMANERE A VERONA?"

JANKOVIC: "PERCHE' NON
RIMANERE A VERONA?"

"Io qua sto bene, sono felice, Verona è un’ottima piazza, una bella città e i nostri tifosi sono molto calorosi. Quindi, perché non rimanere?". Così Bosko Jankovic intervenuto a Radio24. Una stagione vissuta spesso in infermeria: "E’ stata un'annata particolare, mi sono rotto perone e malleolo, ma quando la squadra aveva bisogno di rinforzi sono tornato. Il futuro? Non so, non ho ancora parlato con la società, non si sanno ancora tante cose, ma a giorni ci diranno di più".Il centrocampista serbo dispensa auguri speciali per il capitano: "Toni è una grande persona, ho avuto pochi compagni come lui, in campo e anche fuori è il numero uno. E’ un ottimo calciatore che sta bene fisicamente, speriamo rimanga anche l’anno prossimo e che faccia ancora tanti gol con il Verona. Il suo segreto? Quello che sta facendo non è un caso, lui è un professionista, si è sempre allenato e non ha mai saltato una seduta, in questo campionato e anche nello scorso non ha mai saltato una partita. Se rimarrà a Verona? Dipende solo da lui, per come lo vedo io sta molto molto bene. Gli faccio gli auguri per il suo compleanno".
STASERA AL VIGHINI SHOW
#domandeasetti: fate   <br/>le domande al presidente

#domandeasetti: fate
le domande al presidente

Sarà l'occasione di sapere tutto sul passato, il presente e soprattutto sul futuro dell'Hellas Verona. Maurizio Setti sarà ospite di una puntata speciale del Vighini Show, in onda questa sera alle 21 su Telenuovo.Per questo abbiamo lanciato l'hashtag #domandeasetti su twitter. Le migliori domande saranno girate in diretta al presidente del Verona.A interloquire con il presidente scaligero ci saranno otto ospiti: il presidente degli ex del Verona Domenico Penzo, il conduttore Mauro Micheloni, i giornalisti Stefano Rasulo, Luca Fioravanti, Francesco Barana e Matteo Fontana, l'allenatore, scrittore e blogger Marco Gaburro e il delegato del Coni di Verona ed ex assessore allo sport Federico Sboarina.In studio con Gianluca Vighini ci sarà Giovanni Vitacchio alla postazione multimediale con sms ed email. Possibilità anche di intervenire in diretta telefonica.
L'EX ATTACCANTE DEL VERONA
ITURBE, GOL DA 50   <br/>MILIONI DI EURO

ITURBE, GOL DA 50
MILIONI DI EURO

Non è stata una stagione straordinaria per Iturbe con la maglia della Roma: discontinuità di rendimento e tanti infortuni. Ma a suo modo è risultato decisivo per la formazione giallorossa: grazie ad una sua rete, siglata al 28'st, la Roma ha sbloccato il sentitissimo derby, superando la Lazio, match finito poi 2-1. La Lazio era riuscita momentaneamente a pareggiare con Djordjevic, ma sempre nei minuti finali, Yanga-Mbiwa ha regalato la vittoria alla Roma con un colpo di testa. Con questa vittoria la squadra di Garcia è matematicamente seconda, l'accesso alla Champions League è diretto: questo significa 50 milioni di euro nelle casse giallorosse.
SABATO ALLE 18
VERONA-JUVENTUS:  <br/>INFO PREVENDITA

VERONA-JUVENTUS:
INFO PREVENDITA

L'Hellas Verona FC comunica che i biglietti per la sfida della 38a giornata del campionato Serie A TIM Hellas Verona-Juventus, in programma sabato 30 maggio (ore 18) allo stadio Bentegodi, saranno in vendita nelle seguenti modalità:- Punti vendita: possibile acquistare i biglietti in tutti i punti vendita appartenenti al circuito Vivaticket presenti sul territorio nazionale.- Online: acquisto da casa del biglietto tramite il sito di Vivaticket, con stampa diretta del voucher valido per l’ingresso senza necessità di passare dalla biglietteria per ulteriori ritiri. Attraverso questo sito sarà possibile quindi acquistare i biglietti online anche per chi non è in possesso della tessera “Non vi lasceremo mai” di Hellas Verona. Sabato 30 maggio- Nel giorno della gara eventuali tagliandi rimanenti saranno disponibili presso l'Hellas Verona Ticket Point (parcheggio A dello stadio "Bentegodi"), aperto con orario continuato dalle 11 fino al fischio d'inizio. Si ricorda che secondo la normativa vigente tutte le persone residenti nella Regione Piemonte devono essere in possesso della tessera del tifoso per poter acquistare il biglietto indipendentemente dal settore.Settore ospitiIn vendita esclusivamente nei punti Vivaticket presenti sul territorio nazionale al costo di euro 25,00 (più diritti di prevendita). I biglietti saranno disponibili fino alle ore 19 di venerdì 29 maggio per i soli possessori di tessera del tifoso. Per motivi di ordine pubblico l’Hellas Verona consiglia l’acquisto di questo settore a tutti i tifosi della Juventus; si avvisa inoltre che tale settore non è attrezzato ad ospitare persone con disabilità motorie.Area Hospitality Poltronissime OvestI biglietti di Poltronissime Ovest danno diritto ad accedere alla nuova sala “lounge” dove è a disposizione un servizio di catering a buffet con piatto caldo prima della gara o con gustosi appetizer durante l’intervallo. La sala, ottimamente climatizzata per un maggiore comfort, è dotata di televisori per non perdere gli highlights delle altre partite e di un’ampia vetrata che si affaccia sul campo.Punti vendita biglietti Verona e provincia:Boxoffice - Verona - via Pallone, 12/ALa Sfinge - Verona - Via Pier Fortunato Calvi, 12Manhattan Travel - Verona - corso Venezia, 4/ATabaccheria Fasoli - Verona - via Santa Maria in Chiavica, 5/ATabaccheria N.252 di Gulli Davide - Verona - via Centro, 153Tabaccheria Valverde - Verona - via Valverde, 63/ACentro Servizi Valpolicella - Bussolengo - via Gardesana, 69/BTabaccheria di Perbellini Alberto - Castel D’Azzano - via Castello, 19Bar Luxor - Castelnuovo del Garda - via 11 Aprile 1848, 29Nuova Peter Pan - Pescantina - Via Bertoldi, 27Invidia Caffè - Povegliano Veronese - piazza IV Novembre, 8/EMusic Play - San Bonifacio - via Sorte, 1Punto Partenza Viaggi - Soave - Corso Vittorio Emanuele II, 10Edicola De Togni - San Giovanni Lupatoto - Piazza Umberto I, 70/BCalesse Viaggi - San Martino Buon Albergo - via Adamello, 6/ACentro Servizi Valpolicella - San Pietro in Cariano - Via della Pieve, 61Petra Antica - Sant'Ambrogio di Valpolicella - Piazza Vittorio Emanuele I, 12Gruppo Servizi Cordioli - Villafranca di Verona - via Napoleone III, 6Music Shop - Nogara - via XXV Aprile, 50Edicola El Giornal - Cerea - Via Paride da Cerea, 42Libreria Azimut - Legnago - via Roma, 42PREZZII prezzi dei biglietti (in euro) in prevendita, ad esclusione dei diritti applicati dal rivenditore VivaTicket: INTERO RIDOTTO UNDER 14*POLTRONISSIME OVEST 95,00 65,00 15,00POLTRONISSIME EST 80,00 55,00 8,00POLTRONE OVEST 50,00 35,00 8,00POLTRONE EST 45,00 30,00 8,00TRIBUNA SUPERIORE OVEST 32,00 25,00 8,00TRIBUNA SUPERIORE EST 32,00 25,00 8,00CURVA EST 32,00 25,00 8,00POLTRONISSIME SUD 25,00 25,00 8,00PARTERRE EST 18,00 18,00 8,00CURVA SUD ESAURITA ESAURITA ESAURITASETTORE OSPITI 25,00 25,00 8,00*Under 14: obbligatoriamente accompagnati da un adulto e che non abbiamo compiuto il 14esimo anno di etàI prezzi dei biglietti (in euro), acquistabili il giorno della partita INTERO RIDOTTO UNDER 14*POLTRONISSIME OVEST 100,00 70,00 20,00POLTRONISSIME EST 85,00 60,00 10,00POLTRONE OVEST 55,00 40,00 10,00POLTRONE EST 50,00 35,00 10,00TRIBUNA SUPERIORE OVEST 35,00 30,00 10,00TRIBUNA SUPERIORE EST 35,00 30,00 10,00CURVA EST 35,00 30,00 10,00POLTRONISSIME SUD 30,00 30,00 10,00PARTERRE EST 20,00 20,00 10,00CURVA SUD ESAURITA ESAURITA ESAURITASETTORE OSPITI Non in vendita Non in vendita Non in vendita*Under 14: obbligatoriamente accompagnati da un adulto e che non abbiamo compiuto il 14esimo anno di etàRiduzioni valide per i bigliettiRidotti D/R/O: Donne (qualsiasi età), Over 60 e ragazzi tra i 14 (compiuti) e 16 anni (non compiuti).Ridotti Under 14: Ragazzi che non hanno compiuto il quattordicesimo anno di età.CAMBIO UTILIZZATORE - MODALITA'OnlineFino alle ore 19 del giorno antecedente la gara direttamente sul sito hellasverona.it, per tutti i biglietti seguendo la procedura indicata e stampando la ricevuta di conferma di cambio avvenuto.Biglietti VivaTicket (escluso Settore Ospiti)- E’ possibile effettuare il cambio utilizzatore direttamente online tramite il link precedentemente indicato o in alternativa è possibile richiedere l’annullo esclusivamente nel giorno di emissione e solamente presso il punto vendita dove è stato acquistato il biglietto entro la chiusura del punto vendita. Non è possibile richiedere il rimborso di biglietti nei giorni successivi a quello di emissione. Biglietti Settore Ospiti- Non è permesso il cambio utilizzatore. E’ tuttavia possibile richiedere l’annullo esclusivamente nel giorno di emissione e solamente presso il punto vendita dove è stato acquistato il biglietto entro la chiusura del punto vendita. Non è possibile richiedere il rimborso di biglietti nei giorni successivi a quello di emissione.Il giorno della gara non sarà possibile cambiare il nominativo.AVVISOEventuali variazioni di data, ora o luogo successivamente disposte dalla Lega Calcio o da pubbliche autorità non daranno diritto a chiedere il rimborso del prezzo del biglietto oltre il giorno dell’emissione secondo quanto previsto. Rimane invariata la possibilità di cedere il titolo a terze persone, fino al giorno antecedente la gara, nelle modalità precedentemente indicate.I biglietti precedentemente acquistati e riportanti data 31/05/2015 sono validi a tutti gli effetti per l'ingresso allo stadio e non necessitano di essere sostituiti.Informazioni: Per ulteriori informazioni sui biglietti è possibile contattare direttamente la biglietteria all’indirizzo biglietteria@hellasverona.it o telefonando al numero 045.8186111.
VERSO LA JUVE
PESCHIERA: DOMANI   <br/>LA RIPRESA

PESCHIERA: DOMANI
LA RIPRESA

La ripresa degli allenamenti per i gialloblù è fissata per martedì 26 maggio (ore 16) presso lo Sporting Center "Il Paradiso" di Peschiera. La squadra, dopo la giornata di riposo concessa, si ritroverà agli ordini dell'allenatore Andrea Mandorlini per preparare la partita con la Juventus. La seduta di allenamento sarà a porte aperte.
PUNTATA SPECIALE DEL VIGHINI SHOW
SERATA CON SETTI    <br/>MARTEDI ALLE 21

SERATA CON SETTI
MARTEDI ALLE 21

Puntata speciale del Vighini show, martedì 26 maggio. Il presidente del Verona sarà ospite di Telenuovo alle ore 21 per rispondere a tutte le domande degli ospiti presenti e dei tifosi del Verona.
IN ANTICIPO
UFFICIALE: VERONA-JUVE    <br/>SABATO ALLE 18

UFFICIALE: VERONA-JUVE
SABATO ALLE 18

Adesso è ufficiale. Verona-Juventus si giocherà in anticipo sabato prossimo alle ore 18. L'anticipo è stato chiesto dalla Juventus, impegnata nella finale di Champions League a Berlino contro il Barcellona.
VOLLEY
Starovic ai raggi x     <br/>Calzedonia, che opposto!

Starovic ai raggi x
Calzedonia, che opposto!

Cinque campionati in Italia per un totale di 106 incontri disputati. 1610 punti messi a segno: 1546 tra regular season e play off e 64 in Coppa Italia. Sono i numeri di Sasha Starovic, nuovo acquisto della Calzedonia Verona. Giocatore forte fisicamente, alto 207 centimetri, nel campionato 2010/11 si è aggiudicato il titolo di top scorer con 492 punti messi a segno con una media di 4,82 per set. Nella stagione appena conclusa, invece, ha terminato la regular season al secondo posto dietro al compagno di nazionale Atanasijevic con 465 realizzazioni e una media di 4,79 per set. Per lui, con la maglia di Latina, anche 32 ace e 38 muri punto. Il suo personal best in Italia risale alla gara del 9 febbraio 2014, in trasferta contro Molfetta. Starovic trascinò Latina al successo con 37 punti, 34 dei quali conquistati in attacco (61%).Contro Verona, Starovic ha giocato nove volte. La prima nella stagione 2010/11, al suo primo anno a Latina. Per lui, nelle due gare di regular season, 20 punti all’andata e 22 al ritorno. Nei successivi due anni, ha incrociato il cammino dei gialloblù con la maglia della Lube e ha totalizzato 5 e 10 punti nelle due sfide del 2011/12 e 13 punti l’anno successivo. Nel 2013/14, ancora a Latina, ha messo a terra 15 e 28 punti contro la Calzedonia Verona mentre nella stagione appena conclusa ha totalizzato 27 punti nella sfida di andata al PalaOlimpia, assieme al titolo di MVP, e altrettanti nel ritorno al PalaBianchini di Latina. Sasha Starovic sarà il terzo giocatore di nazionalità serba a vestire la maglia gialloblù. Il primo fu Bojan Janic, schiacciatore classe 1982, a Verona nella stagione 2007/08 mentre nel 2013/14, per il finale di campionato, fu la volta di Nikola Kovacevic.
SPOGLIATOI VERONA
TONI: IO CAPOCANNONIERE?   <br/>ME LA GIOCO SERENO

TONI: IO CAPOCANNONIERE?
ME LA GIOCO SERENO

"Io capocannoniere? Me la gioco tranquillo e sereno. Vincere la classifica cannonieri sarebbe una bella soddisfazione per me e per la squadra, perché il merito è loro se ho fatto 21 gol. Mai nessun gialloblù è diventato capocannoniere in Serie A, sarebbe bello riuscirci". Così Luca Toni ai microfoni di Sky. L'attaccante gialloblù, che tra un paio di giorni compirà 38 anni, dopo la doppietta al Parma ha superato di una rete Icardi e Tevez a una partite dal termine del campionato. "Domenica faremo l'ultima partita in casa, giocheremo contro la squadra più forte in Italia e forse anche in Europa, e per questo faccio ai bianconeri il mio in bocca al lupo. Vogliamo chiudere alla grande dopo questa bella stagione, con il Parma volevamo vincere ma non ci siamo riusciti, speriamo di rifarci contro la Juventus. Il primo tempo lasciato al Parma? Abbiamo sbagliato, loro sono partiti forte e noi non ce lo aspettavamo. Ci siamo svegliati tardi, poi siamo riusciti a recuperare e con un po' più di fortuna potevamo anche andare a vincere. Complimenti comunque al Parma, hanno fatto una grande partita".
SPOGLIATOI
TRECENTO VOLTE RAFAEL   <br/>FIRENZE LA PIU' BELLA

TRECENTO VOLTE RAFAEL
FIRENZE LA PIU' BELLA

Lui ha vissuto tutto: l'inferno della Lega Pro, lo spareggio di Busto, il gol di Zeytulaev, Salerno, la prima promozione, il rigore negato da Massa, poi la seconda promozione, la serie A, Toni, Iturbe e la quasi Europa dello scorso anno. Oggi Rafael ha fatto 300 col Verona. Un traguardo importante che il portiere brasiliano ha spiegato così: "Un’immensa felicità e un motivo d’orgoglio". Ricordando le parole di Elkjaer di qualche sera fa, nella serata di gala per i trent'anni dello scudetto Rafael ha detto: "Sono stato molto fortunato ad arrivare al Verona, sono grato alla società, ai miei compagni di ieri e di oggi. Ringrazio Mandorlini, che da quando è arrivato mi ha sempre dato fiducia e mi ha fatto crescere come uomo e come calciatore. Il mio ricordo più bello? Quest’anno a Firenze, quando abbiamo chiuso il discorso salvezza. Abbiamo vinto e per me era una gara importante". Poi un guidizio sulla gara di Parma: "Abbiamo fatto fatica ad entrare in campo, non siamo riusciti a fare quello che ci chiedeva l’allenatore. Negli spogliatoi Mandorlini ci ha ripresi tutti e nel secondo tempo è iniziata per noi la vera partita, siamo riusciti a mettere in campo la nostra voglia. La Juve? Abbiamo la possibilità di arrivare decimi, vogliamo chiudere il campionato nel migliore dei modi".Infine Luca Toni, oggi capocannoniere della serie A: "E' uno dei nostri obiettivi quello di fargli vincere la classifica dei marcatori. Manca ancora una partita e cercheremo di aiutarlo ancora perché Luca se lo merita veramente, è un bravissimo giocatore e un campione del mondo, il nostro punto di riferimento".
SPOGLIATOI VERONA
MARQUEZ: BUONA ANNATA <br/>MA RESTO PER FARE MEGLIO

MARQUEZ: BUONA ANNATA
MA RESTO PER FARE MEGLIO

“Nel primo tempo non abbiamo fatto una buona partita. Ci è mancata la grinta. Ma siamo cambiati nel secondo tempo e abbiamo avuto tante occasioni" Così "El Capitan" Marquez dopo il pareggio 2-2 di Parma. "Toni? Sappiamo che lui c'è sempre e che è sempre pronto per fare gol. Siamo tutti contenti per lui, manca una partita ma speriamo di poterlo aiutare a vincere la classifica dei marcatori". “La mia stagione? E’ stata positiva, ma penso che posso dare ancora di più" prosegue Marquez. "E' stata un’esperienza importante e speriamo l’anno prossimo di fare meglio, ho un contratto di un altro anno con il Verona”.Infine, a lui, bandiera blaugrana un pronostico sulla finale di Champions: "La Juve è una grande squadra, ma il Barcellona è molto forte davanti, per me il favorito è il Barca".
SERIE A
DONADONI, ULTIMA A   <br/>PARMA CON RAMMARICO

DONADONI, ULTIMA A
PARMA CON RAMMARICO

"Quello che succederà nel prossimo futuro lo vedremo. Speriamo che il Parma possa ripartire dalla serie B e oggi siamo un po' rammaricati perchè ci sarebbe piaciuto chiudere con una vittoria. Spiace soprattutto per Lucarelli su quell'ultima giocata che avrebbe meritato miglior sorte". Così Roberto Donadoni, tecnico del Parma dopo il 2-2 col Verona. "Nel primo tempo abbiamo giocato con la coscienza di mettere in mostra le nostre qualità, siamo andati sul 2-0 in maniera meritata. Poi abbiamo preso quel gol di Toni troppo... facile. Su una palla in mezzo con Toni che è stato bravo e smaliziato a prendersi lo spazio su Feddal. Direi che quello ci ha tolto un po' di tranquillità e ci ha fatto entrare nel secondo tempo con un po' di timore eccessivo e insieme al caldo che ha influito ci ha tolto quella serenità che poi ha portato all'episodio del rigore, per me un po' generoso, dato al Verona che ha complicato tutto". "Il rigore è una palla buttata nel mezzo che se Feddal non la prende col braccio va ad un giocatore dietro che è in fuorigioco. Toni a parte il gol e un paio di colpi di testa, a livello di gioco l'abbiamo controllato bene. Certo lui è un giocatore che quando butti palla dentro è veramente pericoloso e lo dimostrano i gol che ha fatto".
SERIE A
VERONA-JUVE, PROBABILE  <br/>L'ANTICIPO A SABATO

VERONA-JUVE, PROBABILE
L'ANTICIPO A SABATO

Il dubbio lo ha fatto venire Mandorlini, che in conferenza stampa per un paio di volte si è lasciato scappare sabato quando parlava della gara di settimana prossima contro la Juventus. E allora manca ancora l'ufficialità, ma è probabile che la Juventus (impegnata la settimana successiva nella finale di Champions) chieda e ottenga lo spostamento della gara prevista inizialmente per domenica prossima al giorno prima. Le due società si sarebbero in questo senso già parlate. Se fosse confermato, Verona-Juventus, ultima di campionato, si giocherebbe così sabato prossimo al Bentegodi e non domenica; con orario che sarà definito nei prossimi giorni.
VOLLEY
Calzedonia, che colpo!   <br/>A Verona arriva Starovic

Calzedonia, che colpo!
A Verona arriva Starovic

Colpo a sorpresa della Calzedonia Verona che ha ufficializzato l’arrivo del forte opposto serbo, Sasha Starovic. L’annuncio nella giornata di domenica, con un comunicato diramato dal club di Piazza Cittadella. Starovic, opposto nato Gacko (Bosnia-Erzegovina) il 19 ottobre 1988, è alto 207 centimetri e da cinque stagioni consecutive gioca nel massimo campionato italiano, proviene dalla Top Volley Latina formazione con la quale ha disputato le semifinali scudetto e conquistato il secondo posto nella speciale classifica dei top scorer.Starovic ha totalizzato 106 presenze nel campionato italiano e ha messo a segno 1610 punti; nella stagione 2010/11 ha vinto anche la classifica di miglior realizzatore del torneo. Con la maglia di Macerata, invece, nel 2012 ha conquistato la SuperCoppa Italiana mentre con nazionale della Serbia ha vinto la medaglia di bronzo ai campionati del Mondo 2010, due argenti (2008, 2009) e un bronzo (2010) alla World League, un oro (2011) e due bronzi agli Europei (2007, 2013) e ha partecipato a due Olimpiadi (2008, 2012).
SERIE A
MANDORLINI:FELICI      <br/>PER LUCA TONI

MANDORLINI:FELICI
PER LUCA TONI

"Abbiamo fatto un primo tempo inguardabile, bruttissimo. Il più brutto dei miei cinque anni a Verona però le partite sono lunghe, grazie a Luca l'abbiamo rimessa in piedi e nel secondo tempo abbiamo fatto meglio". Così Andrea Mandorlini nella conferenza stampa di fine gara a Parma. QUEL PRIMO TEMPO. "Quel primo tempo? Succede. Ci sono volte in cui vuoi far tante cose ma la scintilla non parte e non riesci a fare la partita che vuoi. Il secondo gol, a parte che c'era un fuorigioco evidente, è stata quasi una comica. Siamo stati fortunati a trovare il 2-1 con Toni in chiusura di primo tempo, ci siamo parlati e nella ripresa è andata meglio. E ci portiamo a casa un punto e, almeno oggi, il titolo di capocannoniere di Luca Toni". IL VERONA PER TONI. "Questa è una squadra che gioca molto per il suo centravanti" spiega Mandorlini rispondendo a una domanda sul "fenomeno" Toni, capocannoniere a 38 anni. "Ci sono tante componenti che fanno si che lui oggi sia primo, gioca in una società che gli vuol bene, in una squadra che gioca per lui, ci sono la sua esperienza e la sua capacità, lui è un protagonista" spiega Mandorlini. "In due anni Luca ha fatto 41 gol, penso ci abbia messo molto del suo ma penso anche che la squadra abbia fatto tanto per lui e questo penso che Luca lo apprezzi più di tutti". SUL FUTURO. L'anno scorso proprio Mandorlini legò il suo futuro a quello di Toni: "Sono pronto a rifarlo ancora. Non ne abbiamo ancora parlato ma Luca compirà 38 anni martedì e farà fatica ad andare in un altra squadra per un'altra avventura. Io dal canto mio non ho mai visto un futuro lontano da Verona e continuo a non vederlo" spiega Mandorlini. "Ma bisogna fare le cose con calma, ci siederemo e ci parleremo. Il nostro (Mandorlini-Toni n.d.r.) è stato un binomio vincente ma il merito non va solo a noi, c'è il direttore sportivo, il direttore generale, siamo un po' tutti a scadenza. Sono stati tre anni di successi, vediamo la prossima settimana".DELUSIONE SALA. "La partita di Sala? Si è fatto male Pisano, avevamo pensato anche ad altre soluzioni. Forse lui è uno di quelli che ha accettato questa cosa meno di altri. Ma Jacopo altre volte aveva fatto bene partendo da quella posizione, ha fatto meno bene ma come tutta la squadra nel primo tempo poi anche lui è andato leggermente meglio". TIFIAMO SQUADRA ITALIANA. L'ultima domanda è sulla Champions se Marquez, bandiera blaugrana indirizzerà il tifo dello spogliatoio verso il Barcellona: "Non abbiamo parlato di questo, anche oggi abbiamo portato a casa un punto e pensiamo ancora al campionato" risponde Mandorlini. "Penso che sabato la Juve farà la prova generale di questo avvenimento, dobbiamo preparare bene questa partita e poi loro avranno questa finale importantissima. Noi faremo il tifo per la nostra squadra, italiana, e penso che sabato le prove generali le faranno con noi, quindi dobbiamo essere uno sparring partner importante e mi auguro che lo saremo" ha detto Mandorlini.
CHIEVO-ATALANTA
MARAN: "ABBIAMO SUBITO    <br/>UN GOL BALORDO"

MARAN: "ABBIAMO SUBITO
UN GOL BALORDO"

"Abbiamo subito un gol balordo: una disattenzione che potevamo pagare a caro prezzo. Dovevamo recuperare e i ragazzi hanno fatto bene e Pellissier indubbiamente con il suo piglio entrando in campo ci ha dato una grossa mano". Soddisfatto a metà Rolando Maran. Il Chievo pareggia contro l'Atalanta nell'ultima partita al Bentegodi. Comunque il campionato del Chievo è più che positivo: "Volevamo finire bene e questo secondo tempo è in linea con il nostro campionato. Ci tengo davvero a fare i complimenti al Chievo soprattutto per questa seconda parte di stagione. In questo finale abbiamo vinto meno, ma nel momento in cui è arrivata la salvezza abbiamo pagato l'approccio alle partite. Ci è venuta meno quella determinazione, quella cattiveria che avevamo messo in mostra. Poco importa, è stata una grande annata".
PAREGGIO AL BENTEGODI
CHIEVO-ATALANTA 1-1    <br/>PELLISSIER SALVA IL CEO

CHIEVO-ATALANTA 1-1
PELLISSIER SALVA IL CEO

Il Chievo pareggia contro l'Atalanta nell'ultima partita del Bentegodi, grazie ad una rete dell'eterno Pellissier. L'attaccante del Chievo risponde alla rete al 3' del secondo tempo di Gomez,nata da un brutto errore di Zukanovic, che in disimpegno cerca di dribblare Gomez, ma perde malamente il pallone e lascia l'ex Catania libero davanti a Bizzarri. Ci pensa l'eterno goleador valdostano a pareggiare con la rete siglata nel finale.Il tabellino del matchChievo - Atalanta 1-1:Marcatori: 3’ st Gomez, 43’ st PellissierChievo: Bizzarri, Frey, Dainelli, Cesar, Zukanovic (6’ st Botta), Schelotto, Izco, Radovanovic (13’ st Cofie), Birsa (24’ st Pellissier), Meggiorini, Paloschi.A disposizione: Seculin, Biraghi, Sardo, Fetfatzidis, Vajushi, Pozzi.Allenatore: Rolando Maran.Atalanta: Sportiello, Del Grosso, Benalouane, Masiello (22’ st Stendardo), Zappacosta, Baselli, Cigarini, Grassi, Gomez (17’ st Emanuelson), Moralez, Boakye (1’ st Rosseti).A disposizione: Avramov, Scaloni, Bellini, Biava, D’Alessandro, Cherubin, Cavagna, Dramè, Bianchi.Allenatore: Edy Reja.Arbitro: Juan Luca Sacchi di Macerata.Ammoniti: Cesar
CLASSIFICA MARCATORI
TONI, MISSIONE COMPIUTA     <br/>E' PRIMO TRA I BOMBER

TONI, MISSIONE COMPIUTA
E' PRIMO TRA I BOMBER

Era la "mission" della giornata. Ed è stata rispettata. Con la doppietta segnata al Parma Luca Toni sale al primo posto della classifica marcatori a quota 21. Toni stacca di un gol Tevez, a riposo nella Juventus in campionato da qualche partita e Icardi dell'Inter, a segno nell'ultima giornata. Decisivo per l'assegnazione dello scettro di re dei marcatori l'ultima giornata che vede in programma Juventus-Verona e Inter-Empoli.
SERIE A
RE DEI BOMBER, IL VERONA    <br/>GIOCA PER LUCA TONI

RE DEI BOMBER, IL VERONA
GIOCA PER LUCA TONI

A salvezza acquisita da qualche giornata l'obiettivo principale del Verona è la conquista della classifica cannonieri da parte di Luca Toni. Mai un giocatore del Verona ha vinto la classifica dei cannonieri in serie A. Ieri Icardi ha segnato a Genova e ha raggiunto Tevez a quota 20 in testa alla classifica. Con lo juventino fermo per il turnover e per la finale di Champions, grande occasione per Toni che prima di questa partita è terzo a quota 19 ma con una doppietta potrebbe staccare tutti e sfilare in testa. Fuori gioco, ormai, gli altri; con Higuain (16) e Gabbiadini (15) che hanno già giocato ieri a Torino e Menez (16) squalificato per questa giornata di campionato.
SERIE A
PARMA-VERONA  2-2          <br/>TONI (DOPPIETTA) E' A 21

PARMA-VERONA 2-2
TONI (DOPPIETTA) E' A 21

PARMA-VERONA 2-2 (21' p.t. Nocerino, 35' p.t. Varela, 42' p.t. e 35' s.t. Toni) Le scelte. Mandorlini deve rinunciare a Pisano. Sala si abbassa esterno basso, a sinistra gioca Agostini. I centrali sono Marquez e Moras. In mezzo al campo rientra Tachtsidis, che agirà in mezzo a Obbadi e Hallfredsson. Davanti l'assenza di Gomez spiana la strada dall'inizio a Fernandinho, che formerà il tridente offensivo vicino a Jankovic e Toni. Nel Parma Donadoni cambia moltissimo. Rientra Lucarelli, non annunciato nella prima formazione ma alla fine in campo al posto di Mendes. Sarà difesa a quattro, con Cassani e Gobbi esterni, Lucarelli e Feddal centrali. Centrocampo molto folto con Lila e Varela sulle fasce, il talento Mauri, Jorquera e Nocerino in mezzo al campo e Palladino unica punta. Tutti per Luca (e la classifica). A salvezza acquisita da qualche giornata l'obiettivo principale del Verona è la conquista della classifica cannonieri da parte di Luca Toni. Mai un giocatore del Verona ha vinto la classifica dei cannonieri in serie A. Ieri Icardi ha segnato a Genova e ha raggiunto Tevez a quota 20 in testa alla classifica. Con lo juventino fermo per il turnover e per la finale di Champions, grande occasione per Toni che prima di questa partita è terzo a quota 19 ma con una doppietta potrebbe staccare tutti e sfilare in testa. Fuori gioco, ormai, gli altri; con Higuain (16) e Gabbiadini (15) che hanno già giocato ieri a Torino e Menez (16) squalificato per questa giornata di campionato. Ma contano anche i tre punti per le casse societarie, perchè conquistare una posizione migliore in classifica vuol dire assicurarsi 400 mila euro in più dalla Lega. I soldi di un buon ingaggio per la prossima stagione. Inizio partita. Primo attacco del Parma con Lila e Cassani che guadagnano calcio d'angolo. Il Verona replica al 5' con una seconda palla conquistata da Hallfredsson per Fernandinho che cerca ma non trova Toni in area di rigore. Parma inizia meglio. Verona che inizia con andamento lento. Un errore di Tachtsidis, rimontato da Palladino, da il via alla ripartenza di Jorquera che arriva fino in area ma che al momento del tiro viene murato dalla difesa. Palla ciccata. Una buona occasione non sfruttata all'8' per il Verona. C'è Obbadi che mette un bel pallone dalla destra, Toni tenta la girata che non gli riesce e nel movimento mette fuori tempo Jankovic che era posizionato meglio del compagno. Occasione Parma. E' però il Parma al 9' ad andare vicino al gol. Sala si fa sorprendere da Varela che imbeccato sul secondo palo grazia Rafael sbagliando la conclusione. Nocerino da fuori. Verona troppo compassato e secondo campanello d'allarme all'11' con Nocerino che colpisce da fuori e impegna nella respinta Rafael. Sprazzo di Hellas. Tra i più attivi nel Verona c'è Fernandinho che al 13' guadagna calcio d'angolo. Il traversone però è basso e l'azione sfuma. Verona, destra disastro. Gobbi e Varela molto meglio di Jankovic e Sala. Al 16' Varela prende alle spalle Jankovic, sfonda in area ma anzichè tirare davanti a Rafael scarica in mezzo senza trovare compagni. Poi, un minuto dopo, Parma ancora attivo da quella parte sempre con Varela, chiuso all'ultimo. Altro pericolo. Il Parma fa quel che vuole: al 19' si va a destra con la combinazione Lila-Mauri (tacco)- Lila con Marquez che ci mette una pezza. NOCERINO 1-0. Al 21' la logica conseguenza di un inizio di partita pessimo del Verona. Il Parma riparte a destra con Palladino che va via e calcia sul palo lontano, Rafael si salva, ma sulla respinta si proietta Nocerino che controlla e calcia in porta per il vantaggio strameritato dei padroni di casa. Torello Parma. Verona non pervenuto anche dopo il gol. Nessuna reazione, solo il tifo dei "butei" al Tardini. Al 32' ancora Parma con Rafael (alla 300/a con il Verona) costretto a toccare sopra alla traversa un traversone sottoporta di Varela. Sugli sviluppi dell'angolo prima Lucarelli poi Jorquera (bravissimo Fernandinho in fase di ripiegamento) pericolosi. E al 34' Nocerino, dentro per Palladino, assist di testa per l'entrata di Jose Mauri che colpisce dal limite a botta sicura ma Rafael è ancora una volta bravissimo. 2-0 VARELA. L'ennesimo pallone perso centralmente da Verona permette la ripartenza del Verona con Mauri che allarga a sinistra per Varela che piazza il diagonale vincente. Forse in fuorigioco uno dei giocatori del parma, non Varela che ha segnato. Verona inesistente al Tardini. Giallo ad Obbadi. Giro palla del Parma interrotto da Obbadi che fa fallo su Nocerino. Giallo. 2-1 LUCA TONI. E' sempre lui. Toni tramuta in oro l'unico lampo dell'Hellas e l'unica palla giocabile in un primo tempo inguardabile. Al 41' cross di Agostini dalla sinistra, Toni fa un gran lavoro tenendo distante Feddal colpo di testa all'angolino su cui mirante non può arrivare. E sono 20, Toni raggiunge Tevez e Icardi in vetta alla classifica dei marcatori. Verona in partita grazie al suo bomber. Fine primo tempo. IL PUNTO DI GIGI PURGATO. Pessimo approccio alla partita del Verona che ha subito costantemente il gioco di un Parma molto più presente e dentro la partita. Verona che come al solito anche contro una squadra di caratura modesta mantiene lo stesso atteggiamento, concedendo troppi spazi agli avversari che diventa piano piano padrona del gioco. Verona che dal punto di vista della manovra ha commesso l'errore di cercare troppo spesso Toni con palloni in verticale. Nell'unica azione dove si è cercato la manovra avvolgente con l'inserimento dei difensori (Agostini dalla sinistra) è arrivato il grandissimo gol di Toni che ha rimesso in partita il Verona. Secondo tempo. Al 2' bella azione di Fernandinho che punta e va via a Cassani, palla dentro con Toni chiuso da Lucarelli e Feddal. Toni si mangia la doppia. Incredibile al 4' Tachtsidis riparte centralmente con una volata di sessanta metri, il greco aspetta il momento giusto e al limite dell'area scarica su Toni che apre il piattone a botta sicura ma trova sulla traiettoria Mirante. C'era rigore. Dopo una protesta immotivata del Parma, scivolata lunga di Marquez su cui inciampa Nocerino, all'8' c'è invece Feddal che tiene per un braccio Luca Toni che va giù in area ma l'arbitro Minelli non fischia. Mandorlini prepara Nico Lopez che sostituisce Fernandinho. Nico a giro. Gran giocata al 15' di Nico Lopez che parte a destra rientra e calcia a giro, mettendola alta di pochissimo. Toni si lamenta perchè voleva palla in mezzo all'area. Pareggio vicino. Verona vicinissimo al pareggio anche al 18' con una punizione procurata da Jankovic (che dall'ingresso di Lopez si è spostato a sinistra). Schema un po' elaborato che ha portato prima a una conclusione di Moras, parata da Mirante) e poi di Nico Lopez che non trova la porta. Poco dopo secondo cambio per Mandorlini che mette Saviola al posto di Bosko Jankovic. Finalmente Sala. Al 26' della ripresa la prima percussione di Sala a destra, imbeccato da Saviola. L'esterno gialloblù mette in area un bel pallone con Saviola anticipato da Lucarelli. Varela su Sala. Ma Sala conferma di non essere in giornata nell'azione successiva, quando Varela lo lascia li in area di rigore e Lila per centimetri non arriva sul pallone del 3-1. Saviola per Toni. Chiara l'intenzione del Verona di voler far segnare Toni. Saviola al 32' va in verticale e cerca Toni in area, mancando l'assist per poco. Delizioso, però, Saviola, quando prende palla e la gestisce nello stretto. 2-2 LUCA TONI. E' una giocata di Saviola a procurare il fallo di mano di Feddal Rigore ineccepibile che Luca Toni trasforma alla sinistra di Mirante. Per Toni è il 21° gol stagionale, uno in più di Tevez e Icardi. Ancora Toni. Il Verona con Saviola è in campo è un'altra cosa. Il lavoro di cucitura dell'argentino è decisivo cosi' come l'apporto di Nico Lopez che ci ha messo grande voglia. Sono questi due giocatori a confezionare un'altra occasione per Toni che di testa al 38' sfiora il terzo gol.Sempre Toni. Al 42' angolo per il Verona, Nico Lopez dalla sinistra, svetta Toni, para Mirante. Nell'azione successiva piccola incertezza di Rafael che esce e trova il pallone in due battute, buttandosi su piedi di Varela. Parma che ci prova nel finale. Parma, all'ultima nel suo stadio, che prova a vincere nel finale e mette dentro un paio di palloni insidiosi. Nell'ultima giocata al 48' clamorosa giocata di Lucarelli che va via al limite in dribbling stretto e calcia a botta sicura ma, il tiro è debole e Rafael si salva. Partita finita, 2-2 con Toni (doppietta) leader della classifica marcatori.PARMA (4-5-1) 83 Mirante; 2 Cassani, 6 Lucarelli, 28 Feddal, 18 Gobbi; 3 Lila, 8 Mauri, 80 Jorquera (dal 20' s.t. 14 Galloppa), 23 Nocerino (dal 30' s.t. 5 Ghezzal, 26 Varela; 17 Palladino (dal 43' s.t. 58 Esposito). (1 Bertozzi, 22 Iacobucci, 5 Ghezzal, 4 P. Mendes, 13 Prestia, 21 Lodi, 31 Mariga, 34 Haraslin, 37 Broh, 80 Coda). All. Donadoni. HELLAS VERONA (4-3-3) 1 Rafael; 26 Sala, 4 Marquez, 18 Moras, 33 Agostini; 8 Obbadi (dal 30' s.t. 19 Greco), 77 Tachtsidis, 10 Hallfredsson; 11 Jankovic (dal 24' s.t. 7 Saviola), 9 Toni, 70 Fernandinho (dal 12' s.t. 17 Nico Lopez). (22 Benussi, 32 Ferrari, 2 Rodriguez, 5 Sorensen, 19 Greco, 20 Lazaros, 25 Marques, 27 Valoti, 28 Brivio, 30 Campanharo).All. Mandorlini.Arbitro: Minelli di Varese (Bindoni e Villa). Note: Ammoniti Obbadi, Moras, Lila.
SERIE A
PARMA-H.VERONA         <br/>FORMAZIONI UFFICIALI

PARMA-H.VERONA
FORMAZIONI UFFICIALI

PARMA: 83 Mirante, 2 Cassani, 3 Lila, 4 Mendes, 8 Mauri, 17 Palladino, 18 Gobbi, 23 Nocerino, 26 Varela, 28 Feddal, 80 Jorquera.A disposizione: 1 Bertozzi, 22 Iacobucci, 5 Ghezzal, 6 Lucarelli, 13 Prestia, 14 Galloppa, 21 Lodi, 31 Mariga, 34 Haraslin, 37 Broh, 58 Esposito, 80 Coda.All.: Roberto Donadoni.HELLAS VERONA: 1 Rafael, 4 Marquez, 8 Obbadi, 9 Toni, 10 Hallfredsson, 11 Jankovic, 18 Moras, 26 Sala, 33 Agostini, 70 Fernandinho, 77 Tachtsidis.A disposizione: 22 Benussi, 32 Ferrari, 2 Rodriguez, 5 Sorensen, 7 Saviola, 17 Lopez, 19 Greco, 20 Lazaros, 25 Marques, 27 Valoti, 28 Brivio, 30 Campanharo.All.: Andrea Mandorlini.Arbitro: Minelli di Varese.Assistenti: Bindoni e Villa.
PROBABILE FORMAZIONE
PARMA: PALLADINO     <br/>UNICA PUNTA

PARMA: PALLADINO
UNICA PUNTA

Il Verona affronterà oggi pomeriggio l'ultima trasferta della stagione a Parma. Donadoni vorrà onorare l'ultima partita al "Tardini" con il suo Parma, fallito e retrocesso. Il tecnico bergamasco schiererà un modulo speculare al 4-3-3 di Mandorlini (o 4-5-1 qualsivoglia) con Mirante in porta, Pedro Mendes a destra (Cassani nonostante il rientro dovrebbe partire in panchina) e Gobbi a sinistra. I centrali saranno Capitan Lucarelli e Feddal. A centrocampo verranno schierati Jose Mauri, Nocerino e Jorquera mentre sugli esterni giocheranno Varela e Ghezzal. Palladino sarà l'unica punta, parte favorito rispetto a Coda. Infine Lila potrebbe "rubare" la maglia a Jose Mauri.Probabile Formazione Parma (4-3-3)Mirante; P.Mendes, Feddal, A.Lucarelli, Gobbi; Nocerino, Jorquera, J.Mauri; Ghezzal, Palladino, Varela. All: Donadoni
PROBABILE FORMAZIONE CHIEVO
BIRAGHI A SINISTRA   <br/>MEGGIORINI DAVANTI

BIRAGHI A SINISTRA
MEGGIORINI DAVANTI

Ultima al Bentegodi per il Chievo di Maran. Contro l'Atalanta il tecnico trentino schiererà il 4-4-2 con Bizzarri tra i pali (anche se Bardi scalpita), protetto da Frey (in vantaggio su Sardo), Dainelli, Cesar e Biraghi a sinistra. A centrocampo Schelotto e Birsa agiranno sulle fasce mentre in mediana ci saranno Radovanovic ed Izco. Davanti Meggiorini avrà al suo fianco uno tra Pellissier e Paloschi, con quest'ultimo in vantaggio per un maglia da titolare.Probabile Formazione Chievo (4-4-2)Bizzarri; Frey, Dainelli, Cesar, Biraghi; Schelotto, Radovanovic, Izco, Birsa; Meggiorini, Paloschi. All: Maran
CONTRO IL VERONA
PARMA, 23 CONVOCATI:  <br/>MOLTI I PRIMAVERA

PARMA, 23 CONVOCATI:
MOLTI I PRIMAVERA

Roberto Donadoni per la partita Parma-Verona in programma domani pomeriggio alle ore 15 allo stadio Ennio Tardini ha convocato ventitre giocatori. Sono molti i giovani chiamati in prima squadra. Da segnalare il ritorno di Cassani. Questa la lista completa:CONVOCATI: Bertozzi, Broh, Cassani, Coda, Esposito, Feddal, Galloppa, Gobbi, Ghezzal, Haraslin, Jorquera, Iacobucci, Lila, Lodi, Lucarelli, Mariga, Mauri, Mendes, Mirante, Nocerino, Palladino, Prestia, Varela.
PROBABILE FORMAZIONE
A PARMA CON IL 3-5-2        <br/>SAVIOLA IN ATTACCO

A PARMA CON IL 3-5-2
SAVIOLA IN ATTACCO

Ultima trasferta di campionato per il Verona di Mandorlini: c'è il Parma di Donadoni, fallito e retrocesso, da affrontare. Il mister ravennate, complice l'assenza di Gomez, dovrebbe rischiare il 3-5-2. Rafael tra i pali sarà protetto dai tre difensori centrali Moras, Rafa Marquez e il "Pelado" Rodriguez. Sulle fasce giocheranno Sala e Brivio, il terzino sinistro è in vantaggio su Agostini. In mediana agiranno Obbadi, Tachtsidis e Hallfredsson, con Greco defilato come seconda scelta. In avanti Luca Toni sarà coadiuvato da Saviola, che è favorito su Nico Lopez. Se Mandorlini dovesse ricorrere al solito 4-3-3, Jankovic e il brillante Fernandinho verrebbero impiegati dal primo minuto ai danni di Saviola e del difensore Rodriguez, con Sala adattato ancora una volta terzino destro in una difesa a quattro e con Pisano a sinistra, anche se non in perfette condizioni fisiche. Probabile Formazione Verona (3-5-2)Rafael; Moras, R.Marquez, Rodriguez; Sala, Obbadi, Tachtsidis, Hallfredsson, Brivio; Saviola, Toni. All: Mandorlini
HELLAS VERONA
24 CONVOCATI A PARMA:   <br/>OUT GOMEZ E MARTIC

24 CONVOCATI A PARMA:
OUT GOMEZ E MARTIC

Dopo la rifinitura mattutina sul campo di Peschiera, l'allenatore Andrea Mandorlini ha convocato 24 gialloblù per la sfida contro il Parma in programma domenica 24 maggio alle ore 15 allo stadio Tardini. Non sarano disponibili gli infortunati Juanito Gomez, Ivan Martic, Pierluigi Gollini e Artur Ionita. Convocato il Primavera Lorenzo Ferrari.I CONVOCATIPortieri: 1 Rafael, 22 Benussi, 32 Ferrari.Difensori: 2 Rodriguez, 3 Pisano, 4 R. Marquez, 5 Sorensen, 18 Moras, 25 R. Marques, 28 Brivio, 33 Agostini.Centrocampisti: 8 Obbadi, 10 Hallfredsson, 19 Greco, 26 Sala, 27 Valoti, 30 Campanharo, 77 Tachtsidis.Attaccanti: 7 Saviola, 9 Toni, 11 Jankovic, 17 Lopez, 20 Lazaros, 70 Fernandinho.

Studionews

I video più votati della Settimana