SERIE A FEMMINILE
AGSM, PAREGGIO A FIRENZE   <br/>E PERDE IL PRIMATO

AGSM, PAREGGIO A FIRENZE
E PERDE IL PRIMATO

Inizia con un big-match il girone di ritorno del massimo campionato femminile: si affrontano la capolista Agsm Verona e il Firenze terzo in classifica.?Le scaligere vogliono i tre punti per rimanere in vetta e mettere un piede e mezzo in Europa, fiorentine obbligate a vincere per rimanere agganciate al trenino di testa Verona-Brescia.?Longega deve rinunciare anche a Carissimi, oltre che a Maendly e Squizzato.?Pubblico caloroso nonostante la temperatura gelida. Presenti anche i ragazzi diversamente abili della "Grande Sfida".?Le fiorentine partono con aggressività ma è il Verona a passare in vantaggio alla prima opportunità Sipos batte dalla bandierina per la perfetta girata di testa in anticipo di Tatiana Bonetti che piazza la sfera sul secondo palo.?Dopo un tentativo del Firenze controllato da Ohrstrom, le gialloblù vanno vicine al raddoppio con capitan Gabbiadini che si fa deviare in angolo la conclusione da Matsubayashi e con Fuselli anticipata dal portiere giapponese del Firenze.?Viola pericolose per tre volte con Guagni che chiama all'intervento Ohrstrom e poi calcia a lato due ottime opportunità.?Sul fronte scaligero Sipos conclude da due passi ma la numero uno fiorentina si salva con l'aiuto della traversa. Riprende Panico che chiama ancora Matsubayashi alla respinta.?Al minuto 38' arriva il raddoppio scaligero: azione di Gabbiadini sulla sinistra, la numero otto veronese calcia ma il portiere fiorentino respinge, arriva Patrizia Panico che insacca di sinistro il pallone del due a zero.?Immediato il gol di Alia Guagni che riporta in partita il Firenze: la numero due toscana va via sulla destra e piazza un preciso diagonale.?Si va al riposo dopo 45 minuti combattutissimi con le veronesi in vantaggio per due reti ad una.?La ripresa si apre con il clamoroso palo colto da Patrizia Panico su girata a botta sicura da distanza ravvicinata.?La stessa numero nove gialloblù ci riprova da dentro l'area impegnando il portiere fiorentino in angolo.?Alla mezz'ora Panico reclama inutilmente dopo il suo atterramento in area.?Scampato il pericolo il Firenze va al pareggio con Tortelli che ribadisce il pallone in porta dopo un batti e ribatti davanti ad Ohrstrom.?Il Verona sente il contraccolpo e fatica a rendersi pericoloso, anzi è la solita Guagni che calcia di un soffio alto.?Il Firenze reclama per un fallo della Di Criscio in area ma per il direttore di gara, che inizialmente aveva indicato il dischetto, è simulazione.?Le gialloblù provano qualche incursione in zona Cesarini ma senza procurarsi particolari occasioni.?Il big-match della prima di ritorno termina 2 a 2 come all'andata. Un risultato che fa perdere la testa della classifica alle ragazze dell'Agsm Verona ora seconde ad una lunghezza dal Brescia.?Sabato Gabbiadini e compagne sono chiamate al pronto riscatto sul campo del pericolante Como.IL TABELLINOAGSM VERONA 2FIRENZE 2Reti:Pt. 7' Bonetti, 38' Panico, 42' Guagni, 30' TortelliAgsm Verona: Ohrstrom, Marconi, Ledri, Fuselli, Salvai, Di Criscio, Bonetti, Gabbiadini, Panico, Ramera, Sipos (15' st. Gelmetti).?A disposizione: Toniolo, Squizzato, Pavana, Baldo, Gelmetti.?Allenatore: Renato Longega.Firenze:Matsubayashi, Guagni, Fusini, Binazzi, Tortelli, Corsiani, Adami, Orlandi, Rinaldi (40' st. Razzolini), Vicchiarello, Del Prete.?A disposizione: Durante, Esperti, Venturini, Parrini, Borghesi, Nocchi, Razzolini.?Allenatore: Sauro Fattori.Arbitro: Ludwig Raus di Brescia.?Assistenti: Tosi e Valerio.?Note: Terreno in erba artificiale, giornata soleggiata ma clima freddo. Spettatori oltre 500. Ammonite: Vicchiarello, Di Criscio, Razzolini.
SERIE A FEMMINILE
AGSM, SI CHIUDE ANDATA   <br/>CONTRO SAN ZACCARIA

AGSM, SI CHIUDE ANDATA
CONTRO SAN ZACCARIA

Si chiude tra le mura amiche dello Stadio di via Sogare il girone d’andata del massimo campionato per le ragazze di Agsm Verona che questo sabato con inizio alle ore 14,30 affronteranno le neo-promosse romagnole del San Zaccaria Ravenna.Dopo il pareggio esterno nel big-match con il Mozzanica, obiettivo di Gabbiadini e compagne è quello di tornare alla vittoria per rimanere in testa alla classifica e conquistare il seppur platonico titolo di “Campione d’Inverno”.Le scaligere guidano solitarie la graduatoria di serie A con trenta punti, uno in più del Brescia campione in carica, e con cinque lunghezze di vantaggio sull’accoppiata Firenze – Mozzanica.Le ravennate del San Zaccaria, che dopo aver sorprendentemente pareggiato con il Brescia, sabato scorso hanno imposto il pari anche al Tavagnacco,  occupano la nona posizione con dodici punti.Non ci sono precedenti tra veronesi e ravennate. Una sola ex in campo, la veronese Roberta Filippozzi, che milita nella compagine romagnola.Mister Longega deve ancora rinunciare a Claudia Squizzato, oltre all’infortunata di lungo corso Sandy Maendly. Spazio dunque alla giovane Marconi in difesa, mentre a centrocampo sono in ballottaggio per una maglia da titolare Ramera e Fuselli.Le probabili formazioni:Agsm Verona: Ohrstrom, Ledri, Salvai, Di Criscio, Marconi, Carissimi, Ramera (Fuselli), Sipos, Bonetti, Gabbiadini, Panico.Allenatore: Renato Longega.San Zaccaria Ravenna: Bonaventura, Montalti, Salamon, Pancaldi, Filippozzi, Barbieri, Mancarella, Galletti, Principi, Cimatti, Piemonte.Allenatore: Jacopo Leandri.Arbitro: Armando Ongarato di Castelfranco Veneto.Assistenti: Marcomini e De Vito.Il programma della 13' giornata di serie A e le designazioni arbitrali:Agsm Verona – San Zaccaria Ravenna (Ongarato di Castelfranco Veneto)Orobica – Firenze (Aly di Lodi)Brescia – Res Roma (Maggio di Lodi)Cuneo – Pordenone (Rossi di Pinerolo)Tavagnacco – Riviera di Romagna (Bozzo di San Donà di Piave)Pink Bari – Mozzanica (Contini di Matera)Torres – Como (Ragone di Ciampino)
SERIE A FEMMINILE
AGSM, GOLEADA     <br/>AL TAVAGNACCO

AGSM, GOLEADA
AL TAVAGNACCO

Riprende il massimo campionato, dopo la sosta per le festività natalizie e la Coppa Italia, con la capolista Agsm Verona che ospita sul sintetico amico di via Sogare l'ostico Tavagnacco.Mister Longega recupera, anche se non al meglio, Squizzato e Ledri. Niente da fare invece per l'ex di turno Parisi che si deve accomodare sulla panchina friulana.Le veronesi, oggi in completa maglia bianca, partono in avanti e, dopo un'incornata alta di Panico, ottengono la rete del vantaggio: Sipos crossa in mezzo per la perfetta incornata di Tatiana Bonetti che sigla il gol dell'ex.Trascorrono solamente quattro muniti e il Verona confeziona un'azione magistrale sulla destra con capitan Gabbiadini che mette un pallone teso in mezzo all'area dove irrompe Patrizia Panico bravissima ad incornare a rete. L'uno-due terrificante delle scaligere non abbatte le udinesi che cercano di pungere in avanti esponendosi alle ripartenze veronesi.Verona vicinissimo al terzo gol con Tatiana Bonetti che da posizione favorevolissima coglie un clamoroso doppio palo. Sfera che danza sulla linea ma non vuole entrare dopo aver toccato entrambi i legni.Ci prova per due volte Melania Gabbiadini che non trova la porta, al pari di Camporese sull'altro fronte.Tatiana Bonetti appare particolarmente ispirata e ci prova sia da dentro che da fuori area.Magistrale al 40' l'azione che porta le ragazze di Agsm Verona sul tre a zero: Panico con un passaggio millimetrico mette davanti alla porta Gabbiadini che non può far altro che insaccare.Prima del riposo l'ungherese Sipos spedisce alto di testa.La ripresa si apre con un Agsm Verona particolarmente ispirato: le ragazze di Longega si rendono pericolose in un paio di occasioni con Gabbiadini.Iil Tavagnacco riapre la partita al 14' con Del Stabile che finalizza al meglio il contropiede. gara subito richiusa dalle veronesi che siglano la rete del quattro a uno con la solita Patrizia Panico che in mezza rovesciata mette dentro il pallone crossato da Carissimi.Trascorrono due minuti e Tatiana Bonetti mette in cassaforte il match siglando la doppietta personale sull'assist di Sipos.Con il risultato al sicuro Longega risparmia le acciaccate Squizzato, Carissimi e Sipos.Il Verona si mangia un gol già fatto con Naila Ramera che spara alle stelle.Le venete si rilassano un po' e subiscono su calcio di rigore la rete del cinque a due. Atterramento di Paola Brumana che si incarica personalmente della trasformazione dagli undici metri.Nel finale Bonetti potrebbe siglare addirittura la tripletta personale ma l'ex udinese non aggancia il pallone fornito davanti alla porta da Gabbiadini e poco dopo fallisce la conclusione a porta sguarnita.Il derby del Triveneto si conclude con un pirotecnico cinque a due in favore de dell'Agsm Verona che, complice la sconfitta del Mozzanica sul campo della Torres, allunga in vetta, ed ora è a +3 dal Brescia prima inseguitrice.Sabato Gabbiadini e compagne saranno attese dal big-match in provincia di Bergamo sul campo infuocato del Mozzanica.AGSM VERONA 5TAVAGNACCO 2Reti: pt. 5' Bonetti, 9' Panico, 40' Gabbiadini. St. 14' Del Stabile, 16' Panico, 18' Bonetti, 35' Brumana (Rig.)Agsm Verona: Ohrstrom, Squizzato (17' st. Marconi), Ledri, Carissimi (26' st. Fuselli), Salvai, Di Criscio, Bonetti, Gabbiadini, Panico, Ramera, Sipos (28' st. Gelmetti).A disposizione: Toniolo, Marconi, Fuselli, Baldo, Gelmetti, Pavana.Allenatore: Renato Longega.Tavagnacco: Blancuzzi, Bissoli Nhaga, Frizza, Tuttino, Pochero, Martinelli, Brumana, Del Stabile (38' st. Veritti), Zuliani, Sardu (22' st. Cecotti), Camporese (33' st. Mantoani).A disposizione: Copetti, Nobile, Blarzino, Cecotti, Mantoani, Veritti, Parisi.Allenatore: Sara Di Filippo.Arbitro: Stefano Campagnolo di Bassano del Grappa.Assistenti: Vinco e Marcomini.Note: Terreno in erba artificiale, giornata parzialmente soleggiata con clima freddo. Spettatori circa 350. Recupero 0+4
SERIE A FEMMINILE
AGSM VERONA, RIECCO    <br/>IL TAVAGNACCO

AGSM VERONA, RIECCO
IL TAVAGNACCO

Riprende sabato 10 gennaio alle 14,30 il massimo campionato femminile con le gare dell'undicesima giornata. La capolista Agsm Verona ospita sul sintetico amico di via Sogare il Tavagnacco, blasonata formazione friulana che occupa la quinta posizione in classifica.?La giornata, oltre al derby del Triveneto, propone altri big-match quali Brescia-Firenze e Torres-Mozzanica. LA CLASSIFICA. Incontri che potrebbero ridisegnare ancora una volta la parte alta della classifica che vede le veronesi solitarie in vetta con 26 punti seguite a due lunghezze dalla coppia Firenze - Mozzanica, e a tre dal Brescia campione d'Italia in carica.?La compagine udinese, anche se rispetto al passato ha un po' ridimensionato la propria rosa, rimane comunque una formazione con ottime individualità ed atlete di grande esperienza come le ex Camporese, Tuttino e Brumana.  INVIOLATA. Il portiere friulano Blancuzzi non subisce reti da ben 359 minuti e non sarà pertanto semplice per il capocannoniere del campionato Patrizia Panico e compagne superare la munita retroguardia ospite.?Quella di sabato sarà una gara particolare per l'attaccante gialloblù Tatiana Bonetti, passata la scorsa estate in riva all'Adige dopo aver trascorso ben cinque stagioni sportive a Udine.ULTIMO MINUTO. ?Mister Longega deciderà solamente all'ultimo momento la formazione da schierare in campo. Molti i dubbi per il tecnico scaligero soprattutto in difesa dove  potrebbe recuperare finalmente Claudia Squizzato ma dove rischia di dover rinunciare a Michela Ledri febbricitante in settimana.I PRECEDENTI. ?La sfida tra veronesi e friulane è certamente una classica del calcio femminile nazionale. Le due compagini si sono infatti affrontate 28 volte con un bilancio favorevole alle scaligere vincenti in 16 occasioni contro le 10 sconfitte. Solamente 2 volte la sfida si è conclusa in parità, e solamente in un'occasione la partita non ha visto reti. Sono addirittura 75 le reti segnate dalle veronesi nei 28 confronti contro le 46 subite.Le probabili formazioni:Agsm Verona: Ohrstrom, Ledri (Marconi), Salvai, Di Criscio, Squizzato (Ramera), Carissimi, Fuselli, Bonetti, Gabbiadini, Panico, Sipos.?Allenatore: Renato Longega.?Tavagnacco: Blancuzzi, Pochero, Bissoli Nhaga, Martinelli, Tuttino, Sardu, Parisi, Camporese, Brumana, Mantoani, Zuliani.?Allenatore: Sara Di Filippo.?Arbitro: Stefano Campagnolo di Bassano del Grappa.?Assistenti: Vinco e Marcomini.Il programma dell'undicesima giornata di serie A e le designazioni arbitrali:?Agsm Verona - Tavagnacco (Campagnolo di Bassano del Grappa)?Orobica - Como (Tremolada di Monza)?Brescia - Firenze (Messaggi di Crema)?Cuneo - Res Roma (Fantino di Nichelino)?Pink Bari - San Zaccaria (Lopriore di Foggia)?Riviera di Romagna - Pordenone ( Alberti di Imola)?Torres - Mozzanica (Mattera di Roma).
SERIE A FEMMINILE
AGSM VERONA, RIECCO    <br/>IL TAVAGNACCO

AGSM VERONA, RIECCO
IL TAVAGNACCO

Riprende sabato 10 gennaio alle 14,30 il massimo campionato femminile con le gare dell'undicesima giornata. La capolista Agsm Verona ospita sul sintetico amico di via Sogare il Tavagnacco, blasonata formazione friulana che occupa la quinta posizione in classifica.?La giornata, oltre al derby del Triveneto, propone altri big-match quali Brescia-Firenze e Torres-Mozzanica. LA CLASSIFICA. Incontri che potrebbero ridisegnare ancora una volta la parte alta della classifica che vede le veronesi solitarie in vetta con 26 punti seguite a due lunghezze dalla coppia Firenze - Mozzanica, e a tre dal Brescia campione d'Italia in carica.?La compagine udinese, anche se rispetto al passato ha un po' ridimensionato la propria rosa, rimane comunque una formazione con ottime individualità ed atlete di grande esperienza come le ex Camporese, Tuttino e Brumana.  INVIOLATA. Il portiere friulano Blancuzzi non subisce reti da ben 359 minuti e non sarà pertanto semplice per il capocannoniere del campionato Patrizia Panico e compagne superare la munita retroguardia ospite.?Quella di sabato sarà una gara particolare per l'attaccante gialloblù Tatiana Bonetti, passata la scorsa estate in riva all'Adige dopo aver trascorso ben cinque stagioni sportive a Udine.ULTIMO MINUTO. ?Mister Longega deciderà solamente all'ultimo momento la formazione da schierare in campo. Molti i dubbi per il tecnico scaligero soprattutto in difesa dove  potrebbe recuperare finalmente Claudia Squizzato ma dove rischia di dover rinunciare a Michela Ledri febbricitante in settimana.I PRECEDENTI. ?La sfida tra veronesi e friulane è certamente una classica del calcio femminile nazionale. Le due compagini si sono infatti affrontate 28 volte con un bilancio favorevole alle scaligere vincenti in 16 occasioni contro le 10 sconfitte. Solamente 2 volte la sfida si è conclusa in parità, e solamente in un'occasione la partita non ha visto reti. Sono addirittura 75 le reti segnate dalle veronesi nei 28 confronti contro le 46 subite.Le probabili formazioni:Agsm Verona: Ohrstrom, Ledri (Marconi), Salvai, Di Criscio, Squizzato (Ramera), Carissimi, Fuselli, Bonetti, Gabbiadini, Panico, Sipos.?Allenatore: Renato Longega.?Tavagnacco: Blancuzzi, Pochero, Bissoli Nhaga, Martinelli, Tuttino, Sardu, Parisi, Camporese, Brumana, Mantoani, Zuliani.?Allenatore: Sara Di Filippo.?Arbitro: Stefano Campagnolo di Bassano del Grappa.?Assistenti: Vinco e Marcomini.Il programma dell'undicesima giornata di serie A e le designazioni arbitrali:?Agsm Verona - Tavagnacco (Campagnolo di Bassano del Grappa)?Orobica - Como (Tremolada di Monza)?Brescia - Firenze (Messaggi di Crema)?Cuneo - Res Roma (Fantino di Nichelino)?Pink Bari - San Zaccaria (Lopriore di Foggia)?Riviera di Romagna - Pordenone ( Alberti di Imola)?Torres - Mozzanica (Mattera di Roma).
CALCIO FEMMINILE SERIE A
IMPRESA AGSM. TORRES KO   <br/>E VOLA IN VETTA

IMPRESA AGSM. TORRES KO
E VOLA IN VETTA

Verona.Agsm Verona e Torres in campo sul sintetico di via Sogare per la decima giornata di serie A nella "classica" del calcio femminile italiano.Mister Longega deve ancora rinunciare a Sandy Maendly e Claudia Squizzato .La gara si presenta subito vivace con la Torres per prima pericolosa al 5': Guliano chiama Ohrstrom alla respinta, e sul capovolgimento di fronte Sipos si fa respingere la conclusione da Fazio.Un minuto dopo Gabbiadini se ne va sulla destra, palla bassa in mezzo per la solissima Lilla Sipos che mette in rete il pallone dell'uno a zero.Il Verona potrebbe allungare subito con la solita ungherese Sipos che conclude a botta sicura chiamando Fazio al miracolo.Le sarde sono vive e rispondono con le conclusioni in successione di Giuliano e Motta.Al 18' lancio in profondità per Panico che va via in sospetto fuori gioco e conclude con sfera deviata probabilmente con un braccio da un difensore della Torres. Per il direttore di gara è calcio di rigore che capitan Gabbiadini trasforma con freddezza.Alla mezz'ora gialloblù vicinissime al tris: Gabbiadini si invola sulla sinistra, rientra, crossa per Tatiana Bonetti che di testa sfiora il bersaglio grosso.Le scaligere creano molto ma concedono altrettante occasioni alle sarde pericolose con Marchese e Bartoli.La prima frazione si chiude con il doppio vantaggio gialloblù.Frizzante anche l'avvio di ripresa con le veronesi che alternano qualche svarione di troppo in difesa ad azioni d'attacco potenzialmente pericolose.Al settimo minuto Michela Ledri parte dalla difesa, arriva sul fondo, riconquista il pallone già perso, scambia con Gabbiadini e fornisce l'assist al bacio per Patrizia Panico che sigla il gol dell'ex.Serrano potrebbe accorciare ma a tu per tu con Ohrstrom sbaglia tutto.La spagnola della Torres si fa perdonare poco dopo calibrando dal limite un perfetto pallonetto che riapre almeno virtualmente la partita.La Torres ci crede e va vicina nuovamente al gol ma questa volta Ohrstrom si oppone con efficacia.Mister Longega nel giro di pochi minuti mischia le carte, fuori Carissimi, Bonetti e Marconi, dentro Ramera, Gelmetti e Squizzato.Le sarde tentano il tutto per tutto ma le scaligere tengono bene il campo e dopo cinque minuti di recupero ottengono una vittoria che le proietta solitarie in vetta alla classifica.Il Mozzanica infatti soccombe nel derby lombardo con il Brescia, mentre il Firenze non va oltre il pareggio casalingo con il Riviera di Romagna.Verona dunque nuova capolista del massimo campionato con due lunghezze di vantaggio sulla coppia Mozzanica - Firenze.Agsm Verona: Ohrstrom, Marconi (29' st. Squizzato), Ledri, Carissimi (19' st. Ramera), Salvai, Di Criscio, Bonetti (22' st. Gelmetti), Gabbiadini, Panico, Fuselli, Sipos.A disposizione: Toniolo, Squizzato, Ramera, Baldo, Gelmetti, Maendly.Allenatore: Renato Longega.Torres: Fazio, Bartoli, Motta, Galli, Tona, Piacezzi (99' st. Marujo), Domenichetti, Marchese, Giuliano, Serrano (38' st. Pinna), Esposito.A disposizione: Usai, Maglia, Pinna, Marujo, Marchio, Flaviano.Allenatore: Mario Pompili.Arbitro: Maurizio Di Noia di Modena.Assistenti: Poinelli e Nafea.Note: Terreno in erba artificiale, giornata nebbiosa. Spettatori oltre 300. Ammonite: Fuselli, Bonetti, Serrano, Marujo. Espulso al 32' st. il tecnico della Torres Pompili per reiterate proteste. Espulso il tecnico in seconda di Agsm Verona Fabiana Comin al 40' st. per proteste. Angoli 5-5. Recupero 2+5
CALCIO FEMMINILE SERIE A
Asgm corsara    <br/>a Bari (1-3)

Asgm corsara
a Bari (1-3)

Per la nona giornata di Serie A l'Agsm Verona si presenta sul campo del neo promosso Pink Bari per proseguire la rincorsa alla vetta.Longega deve rinunciare ancora a Maendly e Squizzato, e rispetto alla formazione che sette giorni prima ha battuto il Brescia campione d'Italia schiera nell'undici titolare Silvia Fuselli al posto di Naila Ramera.Subito aggressiva la formazione barese, ma con il trascorrere dei minuti il Verona prende in mano le redini del gioco.Le gialloblu passano in vantaggio alla prima vera opportunita’: Panico riconquista un pallone, Sipos va sulla sinistra e crossa in mezzo per la conclusione di forza di prima intenzione dell'accorrente Patrizia Panico.Subito dopo ci prova il Bari ma la conclusione della Olivieri termina alta.Le scaligere guadagnano metri e si propongono in avanti con continuita' contro un Bari chiuso nella propria meta' campo.Prima frazione che si chiude con l'esiguo ma meritato vantaggio veronese.In apertura di ripresa le gialloblu raddoppiano: ingenuita' delle baresi sulla tre quarti, bomber Panico intercetta il passaggio, se ne va verso l'area e sull'uscita del portiere mette in porta un rasoterra che lentamente ma inesorabilmente si insacca.Sul due a zero mister Longega mette dentro la giovane Gelmetti in sostituzione di Marconi passando dal 4-4-2 al 3-5-2. Panico e Gelmetti in avanti con capitan Gabbiadini dirottata sull'esterno sinistro.Proprio la numero otto scaligera cerca il tris con un colpo di testa ravvicinato che termina tra le braccia del portiere Di Bari.Il gol che mette in cassaforte la gara giunge al ventesimo minuto: Fuselli dalla destra pennella un cross perfetto per l'incornata in anticipo di Martina Gelmetti che in pochi minuti mette la propria firma sul match.Ilaria Toniolo prende il posto tra i pali della piu esperta Ohrstrom, e la giovane numero dodici viene chiamata subito in causa in un paio di occasioni.Tatiana Bonetti al 35' con una bella conclusione al volo sfiora il poker.Al 41' l'azione piu’ bella della partita: Bonetti in slalom semina avversarie nell'area barese, fornisce l'assist per panico che in rovesciata coglie il palo.Inj pieno recupero arriva la perla di Carmela Anaclerio che di sinistro va a togliere le ragnatele dall'incrocio dei pali accorciando le distanze di un match gia' indirizzato verso i colori gialloblu.Sugli sviluppi di un calcio di punizione Gelmetti sotto misura calcia alle stelle.La gara si conclude con la vittoria dell'Agsm Verona per tre reti ad una. Una squadra scaligera apparsa non in grande giornata, ma cio’ che conta maggiormente sono i tre punti ottenuti a Bari.Sabato prossimo le gialloblu torneranno tra le mura amiche di via Sogare per affrontare la Torres.PINK BARI 1AGSM VERONA 3Reti: Pt. 17' Panico, st. 2' Panico, 20' Gelmetti, 46' AnaclerioPink Bari: Di Bari, De Palo, Novellino, Anaclerio, Trotta (31' st. Dell'ernia), Serina, Pinto (24' st. Paolillo), Saida, Olivieri, Ceci (36' st. Maffei), Rogazione.A disposizione: Laforgia, Dell'Ernia, Cangiano, Maffei, De Caro, Paolillo.Allenatore: Cardone.Agsm Verona: Ohrstrom (28' st. Toniolo), Marconi (9' st. Gelmetti), Ledri, Carissimi, Salvai, Di Criscio, Bonetti, Gabbiadini, Panico, Fuselli (24' st.Ramera), Sipos.A disposizione: Toniolo, Ramera, Gelmetti, Baldo.Allenatore: Longega.Arbitro: Antonio Monda di Napoli.Assistenti: Scoppio e Fallacara di Molfetta.Note: Giornata soleggiata, campo in erba artificiale, spettatori circa 400.
SERIE A FEMMINILE
IMPRESA AGSM. BRESCIA     <br/>SCONFITTO (1-0)

IMPRESA AGSM. BRESCIA
SCONFITTO (1-0)

Grande pubblico e atmosfera da derby per il big-match tra Agsm Verona e Brescia.Mister Longega a sorpresa puo schierare in campo il neo-acquisto Marta Carissimi ma non recuperano Maendly e Squizzato.Brescia con Bonansea e Sabatino ancora in panchina.Prima opportunità per il Brescia con Tarenzi che non inquadra la porta.Risponde Bonetti che riceve da Sipos ma la sua conclusione viene rimpallata.Occasione per le gialloblu al 17' con il calcio piazzato pennellato da Bonetti. Marchitelli vola a respingere.Azione magistrale del Verona al 24' Gabbiadini apre per per Bonetti che crossa dalla destra per la perfetta incornata di Patrizia Panico. Il bomber gialloblù porta così in vantaggio le scaligere.Incredibile opportunità per il Brescia al 35': Nasuti coglie in pieno il palo, riprende Tarenzi che calcia a botta sicura ma Ohrstrom sulla linea compie il miracolo.Risponde il Verona con Naila Ramera che ciabatta a lato.Prima frazione che si chiude con l'esiguo vantaggio scaligero e che ha visto un Brescia con maggiore possesso palla rispetto ad un Verona più concreto.La ripresa si apre con l'occasionissima di Lilla Sipos che da ottima posizione spara su Marchitelli. Poco dopo Gabbiadini serve Ramera che calcia alto.Il Brescia reclama per un atterramento in area di Tarenzi ma Arace di Lugo di Romagna dice che è tutto regolare, come al 35' quando a cadere è Patrizia Panico.La ripresa appare equilibrata con le rispettive difese che hanno il sopravvento sugli attacchi, nonostante entrambi gli allenatori cerchino di cambiare le carte in tavola con alcune sostituzioni.L'occasionissima per pareggiare i conti il Brescia la fallisce con Rosucci in piena zona Cesarini, con il portierone Ohrstrom superlativa.Dopo cinque interminabili minuti di recupero il triplice fischio consegna una vittoria importantissima alle ragazze di Agsm Verona.In classifica Mozzanica sempre in vetta con una sola lunghezza di vantaggio sul duo Verona - Firenze.Sabato le veronesi saranno impegnate sul campo del neo-promosso Bari.IL TABELLINOReti: Pt. 24' PanicoAgsm Verona: Ohrstrom, Marconi, Ledri, Carissimi, Salvai, Di Criscio, Bonetti, Gabbiadini (37' st. Gelmetti), Panico, Ramera (16'st. Fuselli), Sipos.A disposizione: Toniolo, Squizzato, Fuselli, Baldo, Gelmetti, Maendly.Allenatore: Renato Longega.Brescia: marchitelli, Nasuti, D'Adda, Zizioli (12' st. Linari), Karlsson, Rosucci, Cernoia, Alborghetti, Costi, Girelli (19' st. Bonansea, 32' Sabatino), Tarenzi.A disposizione: Ceasar, Boattini, Prost, Sabatino, Zanoletti, Bonansea, Linari.Allenatore: Milena Bertolini.Arbitro: Mario Davide Arace di Lugo di Romagna.Assistenti: Rouchdi e Buitrago.Note: Campo in erba artificiale, cielo nuvoloso, spettatori oltre il migliaio. Ammonita Bonetti. Recupero 1+5.
CALCIO FEMMINILE SERIE A
AGSM VERONA, BIG MATCH    <br/>CONTRO BRESCIA

AGSM VERONA, BIG MATCH
CONTRO BRESCIA

Questo sabato alle 14,30 le ragazze di Agsm Verona tornano tra le mura amiche di via Sogare per affrontare il Brescia campione d’Italia in carica nel big-match dell’ottava giornata di serie A.Le due formazioni, accreditate alla vigilia del campionato come le principali candidate alla lotta per il tricolore, sono appaiate al secondo posto in classifica ad una sola lunghezza dalla capolista Mozzanica.Le scaligere sabato scorso hanno inflitto in trasferta una incredibile goleada alla neo-promossa Orobica, mentre le bresciane sono state fermate sul pareggio casalingo ad opera di un’altra neo-promossa, il San Zaccaria di Ravenna.TANTE EX. Sarà un derby importante per la classifica, ma anche per la presenza di tante ex importanti: Cristiana Girelli, Roberta D’Adda e Maria Karlsson hanno infatti indossato in passato la maglia gialloblù, mentre Naila Ramera vanta un passato con la maglia bresciana. Il derby del Lago di Garda sarà anche un derby svedese per le connazionali Stephanie Ohrstrom e Maria Karlsson, fino alla passata stagione sportiva compagne di squadra a Verona, e ora su fronti opposti.PROBLEMI. Non mancano i problemi di formazione per mister Longega che sicuramente dovrà rinunciare alla centrocampista nazionale svizzera Sandy Maendly. Solamente dopo la seduta di rifinitura di venerdì pomeriggio si potranno invece valutare le possibilità di rientro per il difensore Claudia Squizzato, mentre la società gialloblù è in attesa del transfer dall’Islanda per poter far scendere in campo Marta Carissimi.RECUPERO IMPORTANTE. Nel Brescia potrebbe invece fare il suo rientro in squadra l’attaccante Daniela Sabatino, fuori da diverse settimane per un infortunio al volto.Allo stadio di via Sogare, dove l’ingresso sarà gratuito, è atteso il pubblico delle grandi occasioni. Saranno presenti anche i ragazzi diversamente abili della Fondazione Onlus “Più di un Sogno” che accompagneranno le giocatrici all’ingresso in campo.I PRECEDENTI. Sono dodici i precedenti confronti in serie A e Coppa Italia tra Verona e Brescia con un bilancio favorevole alle lombarde vincenti in 6 occasioni contro le 4 vittorie veronesi, mentre solamente due volte la sfida è terminata in parità.PROBABILI FORMAZIONIAgsm Verona: Ohrstrom, Ledri, Di Criscio, Salvai, Squizzato (Marconi), Fuselli, Ramera, Sipos, Gabbiadini, Bonetti, Panico.Allenatore: Renato Longega.Brescia: Marchitelli, Nasuti, D’Adda, Zizioli, Karlsson, Rosucci, Cernoia, Alborghetti, Tarenzi (Sabatino), Girelli, Bonansea.Allenatore: Milena Bertolini.Arbitro: Mario Davide Arace di Lugo di Romagna.Assistenti: Rouchdi e Buitrago.PROGRAMMA. Il programma dell’ottava giornata di serie A e le designazioni arbitrali:Agsm Verona – Brescia (Arace di Lugo di Romagna)Como – Pordenone (Croce di Novara)Firenze – Res Roma (Covigli Faggioli di Bologna)Tavagnacco – Torres (Ponso di Bassano del Grappa)Mozzanica – Riviera di Romagna (Kumara di Verona)Pink Bari – Orobica (Carrione di Castellammare di Stabia)San Zaccaria – Cuneo (Campagnolo di Bassano del Grappa).
CALCIO FEMMINILE
Agsm torna in campo     <br/>contro l'Orobica

Agsm torna in campo
contro l'Orobica

Archiviata la delusione “mondiale” del Bentegodi torna il campionato di serie A con le gare della settima giornata.TRASFERTA. Le ragazze di Agsm Verona questo sabato saranno impegnate in trasferta sul campo della neo-promossa Orobica. Fischio d’inizio fissato per le ore 14,30 allo Stadio Comunale di Azzano San Paolo alle porte di Bergamo.LOMBARDE IN CODA. Le lombarde  occupano il penultimo posto in classifica con un solo punto e sono reduci dalla pesantissima sconfitta subita a Tavagnacco.Un match che sulla carta potrebbe apparire agevole per i colori gialloblù, ma che Gabbiadini e compagne non dovranno sottovalutare.IMPREVEDIBILI. Le bergamasche sono una formazione imprevedibile che ha incamerato l’unico punto pareggiando con la capolista Brescia. Il Verona dovrà inoltre fare i conti con la stanchezza accumulata dalle atlete impegnate in Nazionale: a meno di 48 ore dalla gara tra Italia e Olanda, che ha chiuso alle Azzurre le porte del Mondiale, Gabbiadini, Panico, Di Criscio e Salvai dovranno trovare subito nuovi stimoli con la propria squadra di club lasciando alle spalle la delusione per il mancato traguardo.NO AL POSTICIPO. Non è stato possibile posticipare a domenica il match che vedrà impegnate le gialloblu (come hanno invece ottenuto Brescia e Tavagnacco) poichè il Dipartimento Calcio Femminile della Federazione aveva già fissato per il martedì successivo il recupero tra Orobica e Torres.PROBLEMI DA RISOLVERE. Una difficoltà in più  per mister Longega con parecchi problemi da risolvere alla vigilia della trasferta di Bergamo. Il tecnico scaligero dovrà rinunciare alle infortunate Sandy Maendly e Claudia Squizzato, mentre dovrebbe scendere regolarmente in campo  Naila Ramera febbricitante in settimana. Solamente per la seduta di rifinitura del venerdì pomeriggio la squadra si è potuta ritrovare con le quattro nazionali Azzurre oltre alla Nazionale Ungherese Lilla Sipos che ha messo a segno una tripletta nel match disputato dalle magiare contro la Macedonia.ZERO PRECDENTI. Non ci sono precedenti tra veronesi e bergamasche. L’Orobica è infatti al suo primo campionato assoluto nella massima serie.Le probabili formazioni:Orobica: Salvi, Fodri, Zamboni, Merli, Zangari, Brasi, Lacchini, Troiano, Sardu, Riva, Poeta, Picchi. Allenatore: Marianna Marini.Agsm Verona: Ohrstrom, Ledri, Salvai, Di Criscio, Marconi, Fuselli, Ramera, Sipos, Bonetti, Gabbiadini, Panico. Allenatore: Renato LongegaArbitro: Emilio Zanotti di Pavia.?Assistenti: Espero e Dioletta.Il programma della settima giornata di serie A e le designazioni arbitrali (sabato ore 14,30):Orobica – Agsm Verona (Zanotti di Pavia)Brescia – San Zaccaria Ra (Betta di Bolzano) domenicaCuneo – Mozzanica (Bernardini di Genova)Pordenone – Firenze (Di Noia di Modena)Res Roma – Tavagnacco (Repace di Perugia) domenicaRiviera Romagna – Como (Bozzo di San Donà di Piave)Torres – Pink Bari (Meloni di Olbia)
AL BENTEGODI
ITALIA SCONFITTA 2-1    <br/>AL MONDIALE VA L'OLANDA

ITALIA SCONFITTA 2-1
AL MONDIALE VA L'OLANDA

Svanisce il sogno della Nazionale femminile di Cabrini, battuta al Bentegodi da una doppietta di Miedema: al Mondiale del 2015 in Canada vanno le OranjeNiente fase finale dei Mondiali per la Nazionale italiana di calcio femminile. Nel match di ritorno dello spareggio per accedere alla rassegna iridata in Canada nel 2015, giocato questa sera al Bentegodi di Verona, le azzurre del Ct Antonio Cabrini cedono all'Olanda 2-1 (2-0).Protagonista del match la n.9 olandese Miedema con una doppietta nel primo tempo (8' e 42'). Le azzurre accorciano le distanze su autogol di Van Der Gragt (8' st).Nella partita di andata Olanda e Italia avevano pareggiato 1-1.
QUALIFICAZIONE MONDIALE 2015
Nazionale, Cabrini si    <br/>affida alle "veronesi"

Nazionale, Cabrini si
affida alle "veronesi"

Basterà un pareggio alla Nazionale Femminile per accedere alla fase finale dei Mondiali 2015 in programma in Canada. Dopo l'1-1 di Sabato scorso infatti firmato da Melania Gabbiadini punto di forza dell'Agsm Verona sarà sufficiente lo 0-0 per ottenere l'ambizioso traguardo che manca dal lontano 1999. Nel 2003, 2007, 2011 infatti le azzurre non sono riuscite a qualificarsi. L'evento a ingresso gratuito è in programma Giovedì sera al Bentegodi alle 20:30 e servirà tutta la spinta degli sportivi veronesi da sempre vicini al calcio femminile per riempire di entusiasmo lo stadio e accompagnare le ragazze di Cabrini verso questo fondamentale appuntamento. L’Italia si affiderà all’esperienza della gialloblù Patrizia Panico, oltre 200 presenze in Nazionale e l’unica tra le azzurre ad aver già preso parte alla fase finale di un Mondiale.
SERIE A CALCIO FEMMINILE
Agsm Verona, vittoria   <br/>di misura col Lugo

Agsm Verona, vittoria
di misura col Lugo

Agsm Verona e Riviera di Romagna si affrontano sul sintetico di via Sogare per la sesta giornata di serie A.Mister Longega deve rinunciare a centrocampo all'infortunata Sandy Maendly, ma recupera in difesa Claudia Squizzato. Si gioca in un pomeriggio flagellato dal vento.PARTENZA A RAZZO. Il Verona parte subito in avanti ma è il Riviera di Romagna a passare in vantaggio alla prima opportunità: Azione di contropiede sul filo del fuorigioco, palla che perviene alla liberissima Petralia che trafigge l'incolpevole Ohrstrom.CONTROPIEDE. Le gialloblu creano gioco con fatica esponendosi al contropiede delle romagnole.  Bisogna attendere il 29' per assistere ad una conclusione degna di nota delle scaligere con Fuselli che incorna alto.Sull'altro fronte Ugolini non trova la porta.Ohrstrom tocca in angolo la conclusione di Petralia con una difesa scaligera in evidente difficoltà.Ci deve pensare ancora Ohrstrom che evita il raddoppio ospite deviando in angolo la conclusione di Caccamo.Prima del riposo Bonetti tenta la conclusione senza fortuna.LONGEGA INFURIATO. La sfuriata di mister Longega nell'intervallo sortisce gli effetti sperati e nella ripresa si vede un Agsm Verona trasformato.Le gialloblù macinano gioco e pervengono al pareggio al 13' con capitan Gabbiadini che incorna alla perfezione il pallone sull'angolo calciato da Sipos.La stessa numero otto veronese potrebbe raddoppiare al 20' ma calcia clamorosamente a lato.IL KILLER. Ci provano anche Di Criscio ( colpo di testa a lato) e Panico che non giunge alla deviazione sotto misura.ll bomber di razza si vede nei momenti difficili e Patrizia Panico non perdona al 37' quando raccoglie il cross dalla sinistra di Sipos e appoggia in rete il pallone del due a uno.TRAVERSA. In zona Cesarini sempre Panico potrebbe arrotondare ma prima il portiere Vicenzi, poi la traversa, si oppongono all'attaccante della Nazionale Azzurra.Con il cuore, grazie ad una ripresa di spessore nonostante le avversità climatiche ( vento e pioggia sempre più intensa), le ragazze di Agsm Verona ottengono la vittoria sulle romagnole portandosi al terzo posto in classifica a due lunghezze dalla capolista Brescia e ad una dal Mozzanica.AGSM VERONA 2RIVIERA ROMAGNA 1Reti: Pt. 5' Petralia, st. 13' Gabbiadini, 37 PanicoAgsm Verona: Ohrstrom, Squizzato (17' st. Gelmetti), Ledri, Fuselli (1' st. Marconi), Salvai, Di Criscio, Bonetti, Gabbiadini, Panico, Ramera, Sipos.A disposizione: Toniolo, Marconi, Baldo, Gelmetti, Maendly.Allenatore: Renato Longega.Riviera di Romagna: Vicenzi, Erman, Cassanelli, Eusebio (33' st. Petrovic), Ugolini, Magrini, Pugnali (36' Baldini), Petralia, Caccamo, Pastore, Tucceri Cimini.A disposizione: Tasselli, Agoues Marquez, Petrovic, Baldini, Mastrovincenzo.Allenatore: Enrico Buonocore.Arbitro: Paride Tremolada di Monza.Assistenti: Nafea e Tebaldi.Note: terreno in erba artificiale, vento molto forte e pioggia nella ripresa. Ammonite Tucceri, Petralia. Recupero 1+4. Spettatori circa 200.
CALCIO FEMMINILE SERIE A
MARTA CARISSIMI    <br/>TORNA ALL'AGSM

MARTA CARISSIMI
TORNA ALL'AGSM

La centrocampista della Nazionale Azzurra Marta Carissimi torna all’Agsm Verona.L’accordo per riportare in riva all’Adige la forte giocatrice torinese è stato raggiunto dal Presidente gialloblù Stefano Bressan e formalizzato nell’ultimo weekend.TRANSFER. Per rivedere Marta Carissimi in maglia gialloblù bisognerà attendere il transfert internazionale dall’Islanda, paese in cui la neo scaligera ha vinto da poche settimane il campionato con lo Stjarnan.La ventisettenne centrocampista di Gassino Torinese aveva già vestito la maglia scaligera nelle stagioni 2011/12 e 2012/13, totalizzando 48 presenze in campionato e segnando 6 gol. CHAMPIONS LEAGUE. Con l’Agsm Verona Carissimi ha pure esordito in Champions League, disputando nel 2012 i sedicesimi di finale contro il Birmingham City e gli ottavi contro Malmö.Impegnato, al momento, con la Nazionale italiana, il neo acquisto scaligero sarà a disposizione di mister Renato Longega da venerdì 28 novembre, terminata la finale playoff tra le azzurre e l’Olanda, valida per la qualificazione al Mondiale 2015.PRIME DICHIARAZIONI. Queste le prime dichiarazioni di Marta Carissimi dopo la firma dell’accordo con l’Agsm Verona:«A Verona ho passato due belle stagioni ed ero rimasta in buoni rapporti sia con la società che con le mie ex compagne. In questa stagione, la dirigenza ha rinforzato molto la rosa e desidera raggiungere risultati prestigiosi: i miei obiettivi sono in linea con quelli dell’Agsm, pertanto ho accettato con entusiasmo il progetto gialloblù. Mi piacerebbe conquistare qualche traguardo importante in Italia: sono abituata a fare un passo alla volta, quindi mi metterò a lavorare giorno dopo giorno per migliorare. E in questo modo, cresceremo e potremo toglierci belle soddisfazioni a lunga scadenza. Impressioni sul Verona? Tante calciatrici le conosco già: con alcune ho condiviso le stagioni gialloblù e al Torino, con altre gioco in Nazionale. L’Agsm Verona è il giusto mix di esperienza e giovani: in estate sono stati fatti diversi acquisti e, forse, il gruppo non si è ancora amalgamato alla perfezione. Quando si cambia parecchio, è normale avere un periodo di assestamento, ma occorre diventare “squadra” in tempi brevi per poter puntare ad obiettivi importanti».
SERIE A
Agsm Verona in campo   <br/>contro il Lugo

Agsm Verona in campo
contro il Lugo

Questo sabato con inizio alle ore 14,30 le ragazze di Agsm Verona tornano tra le mura amiche dell'Agsm Olivieri Stadium di via Sogare per affrontare il Riviera di Romagna in un match valido per la sesta giornata del campionato di Serie A.Gabbiadini e compagne sono reduci dalla goleada inflitta in trasferta al malcapitato Cuneo, e intendono proseguire il campionato con un'altra vittoria prima della sosta per gli impegni della Nazionale.Anche il Riviera di Romagna arriva allo scontro sul sintetico di via Sogare con il morale alto dopo la vittoria per due reti ad una ottenuta nel sentito derby con il San Zaccaria di Ravenna.Le romagnole occupano il sesto posto in classifica a sole due lunghezze dalle veronesi attualmente quarte ma a due punti dalla vetta.Cecilia Salvai e Claudia Squizzato si sono riaggregate al gruppo e saranno pertanto a disposizione di mister Longega che difficilmente potrà schierare la centrocampista svizzera Sandy Maendly, uscita anzitempo dal campo di Cuneo per un problema ad un ginocchio.Nella compagine romagnola militano alcune ex gialloblù quali Cristina Cassanelli, Valeria Magrini e Sabrina Tasselli, mentre la veronese Federica Di Criscio vanta trascorsi nella formazione ravennate quando aveva la denominazione Cervia.Le squadre saranno accompagnate in campo dalle bambine delle giovanili gialloblù che indosseranno le t-shirt dell'Unicef nell'ambito delle manifestazioni dedicate ai diritti del bambino.I precedenti:Nei sei precedenti confronti nella massima serie tra veronesi e romagnole le prime si sono imposte in cinque occasioni, subendo l'unica sconfitta proprio nella passatata stagione sportiva sul campo di via Sogare. Quindici le reti messe a segno complessivamente nei sei confronti dalle scaligere a fronte delle due subite.Le probabili formazioni:Agsm Verona: Ohrstrom, Ledri, Di Criscio, Salvai, Squizzato, Ramera, Fuselli, Sipos, Bonetti, Gabbiadini, Panico.Allenatore: Renato Longega.Riviera di Romagna: Vicenzi, Erman, Tucceri Cimini, Ugolini, Magrini, Petrovic, Pastore, Petralia, Caccamo, Mastrovincenzo, Pugnali.Allenatore: Enrico Buonocore.Arbitro: Paride Tremolada di Monza.Assistenti: Nafea e tebaldi.In TV: Ampia sintesi martedì alle 22,10 su Telearena Sport (canale 90 digitale terrestre per tutto il Veneto e la provincia di Mantova).Ospiti, servizi e interviste a "Colpo di Tacco" mercoledì alle 22,40 su Telearena (canale 16 digitale terrestre per tutto il Veneto e la provincia di Mantova, canale 650 per la Lombardia).Il programma della 6^ giornata di serie A e le designazioni arbitrali:Agsm verona - Riviera Romagna (Tremolada di Monza)Como - Firenze (Belfiore di Parma)Tavagnacco - Orobica (Acampora di Schio)Mozzanica - Res Roma (Bonatadi di Trento)Pink Bari - Cuneo (Roca di Foggia)San Zaccaria - Pordenone (Montaldi di Macerata)Torres - Brescia (De Leo di Molfetta).
CALCIO FEMMINILE
QUATTRO VERONESI     <br/>IN NAZIONALE

QUATTRO VERONESI
IN NAZIONALE

Mentre la città di Verona si prepara ad ospitare la Nazionale Femminile nella gara di ritorno del secondo e ultimo play off di qualificazione ai Mondiali FIFA contro l’Olanda, Cabrini prepara la squadra da mandare in campo. Il tecnico federale ha convocato oggi 23 Azzurre che si raduneranno domenica 16 a Roma per iniziare la preparazione. Nel gruppo rientra, dopo oltre un anno di assenza, il difensore del Paris St. Germain Sara Gama, che ha giocato l’ultima partita in azzurro contro la Svezia a luglio 2013 (Campionato Europeo).PRIMA GARA. L’Italdonne giocherà la prima partita dei play off in Olanda, a l’Aja, sabato 22 novembre e il giorno dopo raggiungerà Verona, terra dove il calcio rosa vanta una storica tradizione e dove le Azzurre hanno sempre incontrato il sostegno e il calore del pubblico.AL BENTEGODI. Giovedì 27 lo stadio “Bentegodi” (ore 20.30) farà da cornice alle ambizioni della squadra di Cabrini puntate su quel risultato storico, che manca all’appello dal 1999, anno dell’ultima qualificazione al Mondiale che si disputò negli Stati Uniti.IN QUATTRO DA VERONA. Dopo la numerosa partecipazione di Rieti (5000 spettatori), in occasione dei primi play off con l’Ucraina, la Figc rinnoverà diverse iniziative collaterali all’evento che saranno rese note nei prossimi giorni.Del gruppo azzurro fanno parte anche quattro atlete in forza all’Agsm Verona: si tratta di Patrizia Panico, Melania Gabbiadini, Federica Di Criscio e Cecilia Salvai.LE CONVOCATE. Questo l’elenco delle convocate:Portieri: Schroffenegger (Bayern Monaco), Giuliani (Herforder), Marchitelli (Brescia);Difensori: Manieri (Bayern Monaco), Salvai (Verona), Boattin (Brescia), Linari (Brescia), D’Adda (Brescia), Di Criscio (Verona), Laterza (Pordenone), Gama (Paris St. Germain);Centrocampisti: Camporese (Tavagnacco), Rosucci (Brescia), Tuttino (Tavagnacco), Stracchi (Mozzanica), Cernoia (Brescia), Brumana (Tavagnacco), Iannella (Mozzanica);Attaccanti: Girelli (Brescia), Mason (Mozzanica), Gabbiadini (Verona), Panico (Verona), Piemonte (San Zaccaria).