DOPO IL BRESCIA
Pavanel: Fantastico!  <br/>Squadra è straordinaria

Pavanel: Fantastico!
Squadra è straordinaria

E' raggiante e giustamente entusiasta Massimo Pavanel dopo l'impresa del suo Verona sul campo del Brescia: "Oggi non era facile, eravamo rimaneggiati tra squalifiche e infortuni. Vincere qui ci permette di ripartire dopo la sconfitta con il Pescara e ci dà grande forza. Questa squadra ha cuore e carattere ma non solo: credo giochi anche bene e la partita di oggi ne è stata la testimonianza. Mi piace la voglia di vincere di questi ragazzi, mi piace lo spirito sempre propositivo e battagliero. Siamo sulla buona strada, avanti così".
GOL DI CAPPELLUZZO E SPERI
PRIMAVERA: CHE IMPRESA!   <br/>BRESCIA BATTUTO 2-1

PRIMAVERA: CHE IMPRESA!
BRESCIA BATTUTO 2-1

La Primavera del Verona ha vinto 2-1 sul campo del Brescia nella gara di questo pomeriggio. Una gara tutta cuore e grinta per la squadra di Pavanel, sempre più sorpresa di questo campionato. Di Cappelluzzo e Speri su calcio di rigore le reti della vittoria gialloblù. Il Brescia ha accorciato le distanze con Masperi nel finale del match.
VERSO L'ATALANTA
MANDORLINI: CONTA    <br/>SOLO VINCERE

MANDORLINI: CONTA
SOLO VINCERE

Poca voglia di parlare. Questa è una conferenza stampa che Mandorlini, se potesse, salterebbe a piè pari. Il mister del Verona sa come vanno le cose nel calcio. E sa benissimo che dopo i dieci gol incassati con la Juventus, tutti aspettano il Verona al varco contro l'Atalanta. Così le sue dichiarazioni sono con il contagocce: "C'è poco da dire. Bisogna solo vincere". Formazione? "La so ma non la dico". Poi sul gioco: "Non m'interessa. Ripeto: conta solo vincere". Poi un accenno sulle sue dichiarazioni dopo il riferimento ai 18 giocatori cambiati. Ma come sono questi giocatori? Bravi o no? "Non spetta a me dirlo. Non esistono fraintendimenti col presidente. Li avete creati voi. Io alleno questa squadra. Parlo con Sogliano. Il direttore sa meglio di noi cosa serve".
ULTIM'ORA
FERNANDINHO NON SARA'    <br/>CONVOCATO PER ATALANTA

FERNANDINHO NON SARA'
CONVOCATO PER ATALANTA

Fernandinho non sarà convocato da Mandorlini per la gara di domani contro l'Atalanta. Lo ha detto il tecnico in conferenza stampa. "E' tre mesi che non gioca, deve riportarsi alla pari degli altri" ha spiegato il mister. "Ieri l'ho conosciuto e dagli occhi ho capito che ha voglia di fare ed impegnarsi ed è entusiasta di questa avventura veronese".
ULTIM'ORA
FERNANDINHO NON SARA'    <br/>CONVOCATO PER ATALANTA

FERNANDINHO NON SARA'
CONVOCATO PER ATALANTA

Fernandinho non sarà convocato da Mandorlini per la gara di domani contro l'Atalanta. Lo ha detto il tecnico in conferenza stampa. "E' tre mesi che non gioca, deve riportarsi alla pari degli altri" ha spiegato il mister. "Ieri l'ho conosciuto e dagli occhi ho capito che ha voglia di fare ed impegnarsi ed è entusiasta di questa avventura veronese".
CHIARO MESSAGGIO DELLA SOCIETA'
MERCATO HELLAS: ACQUISTI       <br/>SOLO DOPO PARTENZE

MERCATO HELLAS: ACQUISTI
SOLO DOPO PARTENZE

Nessuna rivoluzione, solo qualche ritocco mirato. La società ritiene di aver costruito una squadra adeguata per Mandorlini per arrivare alla salvezza. Così l'indirizzo del presidente Setti e del dg Gardini è stato chiaro: si acquista solo dopo aver ceduto. Per ogni giocatore che arriva, uno deve partire. Per ora il Verona ha portato a casa un attaccante (Fernandinho, arrivato in prestito gratuito) e un centrocampista (Greco, anche lui in prestito gratuito). Sogliano ha bloccato il trasferimento di Marques (Atletico Mineiro) per l'infortunio capitato a Moras. In partenza c'è anche Rodriguez. Arriverà Neto dallo Zenit. C'è il sì del giocatore, ma per ora l'operazione è bloccata in attesa appunto di eventuali uscite.Aperta anche la questione Romulo: la Juventus vorrebbe rispedirlo al mittente (fonti juventine, voci circolavano già domenica sera allo Juventus Stadium). Ma il brasiliano ha un ingaggio esagerato: un milione e duecentomila euro all'anno. E' vero però che il Verona lo pagherebbe solo cinque mesi e potrebbe rilanciarlo per poi cederlo a giugno.
MANDORLINI ALL'ECO DI BERGAMO
IO IN DISCUSSIONE?     <br/>E' NORMALE ESSERLO

IO IN DISCUSSIONE?
E' NORMALE ESSERLO

"Io in discussione? Un allenatore lo è sempre, ma non è questo il punto. Piuttosto a volte penso ai 32 punti di un anno fa e mi dico: fossero stati cinque in meno e adesso ne avessimo cinque in più… Noi a Verona siamo partiti con l’obiettivo salvezza e se questa si raggiunge a 40 punti i 21 conquistati nel girone d’andata ci tengono in linea con l’obiettivo prefissato". Così Andrea Mandorlini ha risposto alle domande dell'Eco di Bergamo che ieri lo ha intervistato prima della gara con l'Atalanta. Mandorlini è molto legato all'ambiente nerazzurro. I tifosi dell'Atalanta gli dedicarono anche uno striscione l'anno scorso.
QUI PESCHIERA
FERNANDINHO COL GRUPPO  <br/>RODRIGUEZ NON CE LA FA

FERNANDINHO COL GRUPPO
RODRIGUEZ NON CE LA FA

Primo allenamento col Verona per Fernandinho. L'attaccante brasiliano ha effettuato corsa e lavoro in palestra. Brutte notizie invece per Rodriguez, che continua la fase riabilitativa e salterà l'Atalanta. Corsa e fisioterapia per Obbadi e Jankovic col franco-marocchino ormai prossimo al rientro. La squadra ha lavorato sulla tattica e la preparazione atletica, domani rifinitura mattutina (h.11) sempre a porte chiuse.
L'ISLANDESE IN CONFERENZA STAMPA
HALLFREDSSON, POCHE   <br/>PAROLE: DOBBIAMO VINCERE

HALLFREDSSON, POCHE
PAROLE: DOBBIAMO VINCERE

Poche parole. Ma significative, comè suo costume. "C'è poco da dire" spiega Emil Hallfredsson, "senatore" mandato oggi dalla società a parlare in conferenza stampa. "Luca ha chiesto scusa. Abbiamo sbagliato due gare. Ora, senza fare drammi, bisogna tornare a vincere". Giura Emil che il mister non è cambiato: "Per me non è cambiato niente. E' sempre lui. Un tecnico bravissimo, a cui io devo molto". Parla anche lui di mentalità: "Si, abbiamo giocato male, non abbiamo messo in campo rabbia e contro la Juve serve rabbia. Ha ragione il presidente".
NUOVO ARRIVATO
FERNANDINHO, ARRIVATO     <br/>TRANSFER, PUO' GIOCARE

FERNANDINHO, ARRIVATO
TRANSFER, PUO' GIOCARE

Fernandinho si è allenato regolarmente oggi pomeriggio a Peschiera. Il giocatore brasiliano era presente al campo d'allenamento e ha sostenuto la prima seduta con la squadra scaligera. Il transfer dal Brasile è arrivato regolarmente per cui il giocatore è a dispozione di Mandorlini e in teoria potrebbe anche giocare contro l'Atalanta.
VARIAZIONE D'ORARIO
GARA CON LA ROMA    <br/>SI GIOCA ALLE 15

GARA CON LA ROMA
SI GIOCA ALLE 15

Cambia l'orario del match contro la Roma. La gara del 22 febbraio si giocherà alle 15 invece delle 18.
DESIGNAZIONI
Verona-Atalanta  <br/>arbitra Doveri

Verona-Atalanta
arbitra Doveri

E' stato designato Daniele Doveri della sezione di Roma 1, per dirigere Verona-Atalanta in programma domenica 25 gennaio al Bentegodi alle 15. Il direttore di gara sarà assistito da Vivenzi e Di Fiore.
SETTORE GIOVANILE
Primavera, a Brescia    <br/>per cercare il riscatto

Primavera, a Brescia
per cercare il riscatto

Appuntamento da non sbagliare per la Primavera del Verona domani pomeriggio sul campo del Brescia alle 14:30. La squadra gialloblù reduce dalla sconfitta interna contro il Pescara vuole i tre punti per riprendersi il quinto posto oggi occupato dal Chievo che precede proprio l'Hellas di una sola lunghezza. Massimo Pavanel dovrà rinunciare ancora una volta a Fares impegnato con la prima squadra oltre che allo squalificato Miketic, fermato per due turni dal Giudice Sportivo, e agli infortunati Salifu, Guglielmelli e Tentardini. Sarà dunque un Verona rimaneggiato in campo con il 4-2-3-1 con Ferrari in porta, Boateng a destra e Perini a sinistra, Rossi e Boni centrali in difesa. A centrocampo Checchin e Sall: Gilli, Speri e Bearzotti sulla trequarti alle spalle di Cappelluzzo unica punta. Telenuovo trasmettera la gara in diretta e in esclusiva a partire dalle 14:25.GIRONE B - PROGRAMMA15a GIORNATA (sabato 24 gennaio, ore 14.30)Brescia-Hellas Verona, Cittadella-Milan, Sassuolo-Perugia, Pescara-Udinese; Chievo-Virtus Lanciano (ore 11).Cagliari-Cesena (25/01, ore 10.30), Inter-Atalanta (25/01, ore 12). GIRONE B - CLASSIFICAInter 35; Milan 34; Cesena e Sassuolo 24; Chievo 22; Hellas Verona 21; Udinese 20; Atalanta* e Pescara 17; Brescia 16; Cittadella e Perugia 11; Cagliari* 10; Virtus Lanciano 4. *Una partita in meno
L'ATTACCANTE DELL'ATALANTA A RADIO BELLLA E MONELLA
BIANCHI: CON MANDORLINI    <br/>UN RAPPORTO DIFFICILE...

BIANCHI: CON MANDORLINI
UN RAPPORTO DIFFICILE...

Rolando Bianchi, attaccante dell'Atalanta, è intervenuto ai microfoni di Radio Bellla & Monella, official radio dell'Hellas Verona. Ecco le sue principali dichiarazioni:Rolando, la tua Atalanta è caduta a Firenze, ma tu sei tornato al gol dopo un anno. Che emozione è stata?Sicuramente è stato un gol importante, non sono mai stato abituato a stare tanto tempo a digiuno. Mi mancava, però sono convinto che con il lavoro ci si possa godere delle belle soddisfazioni. Certo, ieri è stato inutile per il risultato finale, ma importante per me, mi ha aiutato a sbloccarmi e mi dà qualche sicurezza in più. Odio gli zeri, ho pensato “non è possibile”, e ho immaginato lo zero svanire. È stato positivo perché è stato uno sblocco mentale, ci voleva.In campionato l'Atalanta è reduce da una grande vittoria contro il Milan a San Siro... avete messo in crisi Inzaghi & C.Be', dovremo dare continuità ai nostri risultati dopo la vittoria con il Milan, ma sappiamo che incontriamo una squadra che sta bene, a parte le ultime due partite con la Juve, che è la squadra in questo momento più difficile da battere. Sarà per noi una partita importante, se riuscissimo a trovare la continuità che è mancata potremo cambiare il nostro percorso in campionato. So che voi da tifosi ci tenete a vincere, ma noi dobbiamo fare più risultati possibili in classifica adesso, per esser più sereni. Voi siete già messi bene...Che partita sarà Hellas Verona-Atalanta? Lo consideri un vero e proprio spareggio per rimanere in Serie A o saranno altre le squadre a soffrire fino all'ultima giornata?No, sono due squadre con qualità superiori rispetto a quelle che si giocano la salvezza, anche se ogni campionato è una storia a sé. A livello qualitativo non vedo grandi difficoltà a raggiungere l’obiettivo per entrambe. Sono convinto che sarà una partita difficile, contro una squadra che ha dei valori, ma raggiungeremo l’obiettivo con grande tranquillità.Ti sei incrociato per qualche mese con Andrea Mandorlini a Bergamo. Che giudizio puoi darne? Assomiglia al "tuo" Colantuono?Non è stata una bellissima esperienza la mia con Mandorlini, ma mi è servita a livello caratteriale. Sicuramente è un allenatore preparato, e io ero giovane, non avevamo un buon rapporto a livello umano, sono stati mesi abbastanza difficili per me ma lo ringrazierò sempre. Mi ha dato la possibilità di crescere a livello caratteriale perché mi ha fatto capire cos’è il calcio. Quando sei giovane devi fare la giusta gavetta. È stato un periodo della mia carriera difficile, ma anche importante. Colantuono invece è frizzantino, molto caratteriale, e il rapporto è ottimo, l’ho avuto anche a Torino. È un allenatore che fa della grinta il suo credo, le sue squadre hanno sempre raggiunto gli obiettivi con grande tranquillità perché riesce a spronare i suoi giocatori al massimo.Jacopo Sala è tornato e si è ripreso il Verona. Lo hai conosciuto nelle giovanili della Dea, avevi capito che sarebbe diventato uno dei prospetti italiani?Non l’ho mai conosciuto di persona nelle giovanili, ma essendo bergamasco ho sempre seguito con piacere tutto il settore giovanile, e conosco le qualità di questo ragazzo. È cresciuto in un settore giovanile dove ti danno una grossa mano a crescere a livello umano e caratteriale. Quindi anche nei momenti di difficoltà ti riprendi con maggiore grinta, maggiore voglia di dover rimostrare a tutti il proprio valore. Adesso sta facendo molto bene, complimenti a lui.Davide Brivio. Sta trovando qualche difficoltà a Verona. Di cosa ha bisogno per ritrovare serenità e i colpi da campione che aveva a Bergamo?Secondo me il Verona ha fatto un grandissimo acquisto, perché è un grande giocatore, ma come tutti i giocatori ha bisogno di fiducia, di serenità e che la gente lo stimi. A livello di terzini ce ne sono pochi con le sue qualità. Spero e mi auguro per lui che cominci a fare alla grande… dalla prossima domenica però.Rolando, lo scorso campionato al Bentegodi contro il Bologna Rafael ti parò un rigore. Vuoi salutarlo?Sicuramente è stato molto bravo lui e un po’ ingenuo io nel calciare quel rigore. Mi spiace perché quel rigore poteva cambiare le sorti del campionato del Bologna ed evitare la retrocessione, e invece è stata una mazzata. Ma è stato merito del portiere, Rafael è stato eccezionale (ride, ndr).
TEGOLA SUL VERONA
INFORTUNIO MUSCOLARE     <br/>RODRIGUEZ SI FERMA

INFORTUNIO MUSCOLARE
RODRIGUEZ SI FERMA

Non c'è pace nell'infermeria gialloblù. Alla ripresa della preparazione mancava Guillermo Rodriguez. Il difensore ha riportato un trauma muscolare alla coscia sinistra e dovrà sottoporsi a ulteriori esami che daranno un quadro clinico più preciso. Salvo miracolosi recuperi Rodriguez salterà il prossimo match con l'Atalanta. (L.F.)
LA SQUADRA SI COMPATTA
VERONA, UNA CENA PER    <br/>L'ASSALTO ALL'ATALANTA

VERONA, UNA CENA PER
L'ASSALTO ALL'ATALANTA

Una cena per compattarsi e superare il momento difficile. Tutta la squadra, assieme a Mandorlini e al suo staff. Il Verona prova ad uscire dal momentaccio dopo la doppia batosta con la Juve. "Pungolata" dalle parole di Setti (il presidente è imbufalito per la figuraccia e non ha rlasciato nessuna dichiarazione, così come il dg Gardini), la formazione scaligera prova a fare quadrato. Battere l'Atalanta è fondamentale anche per rimettere la classifica in situazione tranquilla. La foto della cena è stata pubblicata da Brivio sul suo profilo Instagram. Brivio è l'ex della gara con l'Atalanta.
LOTTA SALVEZZA
Atalanta, addio Coppa   <br/>Pensiero solo al Verona

Atalanta, addio Coppa
Pensiero solo al Verona

L'Atalanta, prossima avversaria dell'Hellas al Bentegodi, è stata eliminata dalla Coppa Italia dopo la sconfitta per 3-1 rimediata al Franchi contro la Fiorentina. Colantuono ha fatto riposare gran parte dei titolari per averli in buone condizioni domenica nel match salvezza contro il Verona. L'Atalanta non è mai stata in partita contro la Viola, come se la Coppa Italia in questo momento fosse una scocciatura per una formazione impegnata nella lotta salvezza. Colantuono non ha convocato Denis e Pinilla, rispolverando il Papu Gomez che ha fatto l'assist per il gol di Bianchi. Ecco il tabellino del match. MARCATORI: Gomez M. (F) al 6', Cuadrado (F) su rigore al 12', Gomez M. (F) al 28', Bianchi (A) al 40' p.t.FIORENTINA (4-3-3): Tatarusanu; Richards, Savic, Rodríguez, Alonso; Kurtic, Badelj, Borja Valero (dal 21' s.t. Mati Fernandez); Cuadrado (dal 31' s.t. Diamanti), Gomez M. (dal 26' s.t. Babacar), Vargas. (Rosati, Tomovic, Pasqual, Hegazy, Joaquin, Pizarro, Brillante, Lezzerini). All. MontellaATALANTA (4-4-2): Avramov; Scaloni, Stendardo (dal 1' s.t. Biava), Bellini, Dramè; Spinazzola (dal 25' s.t. D'Alessandro), Migliaccio, Baselli, Gomez A.; Boakye (dal 16' s.t. Rosseti), Bianchi. (Frezzolini, Carmona, Del Grosso, Zappacosta, Cigarini, Grassi, Molina, Moralez). All. ColantuonoARBITRO: Valeri di RomaNOTE: ammoniti Boakye (A), Baselli (A), Biava (A) e Scaloni (A) per gioco scorretto, Gomez A. (A) per simulazione. Espulso Alonso (F) al 40' s.t. per doppia ammonizione. Atalanta in dieci dal 29' s.t. per l'infortunio di Dramé dopo che i tre cambi erano già stati effettuati.
MERCATO
SOGLIANO, ANCORA MILAN    <br/>MA STAVOLTA...

SOGLIANO, ANCORA MILAN
MA STAVOLTA...

Il Milan è in crisi. Anzi nel caos. E così torna di moda il nome di Sean Sogliano come direttore sportivo rossonero. Nome condiviso da Galliani e da Barbara Berlusconi. Nome già fatto l'anno scorso quando Sogliano sembrava già milanista. Un anno dopo, però Sogliano potrebbe andare a Milano e lasciare il Verona.Il contratto è in scadenza e Setti ha rimandato ogni discorso di rinnovo a salvezza acquisita. Obiettivo peraltro che lo stesso Sogliano ha posto come priorità assoluta. Il Milan però si muove adesso e Sogliano si sta allontanando da Verona.
TORNA LA TRASMISSIONE SPORTIVA
VERONA NELLA BUFERA     <br/>STASERA AL VIGHINI SHOW

VERONA NELLA BUFERA
STASERA AL VIGHINI SHOW

I dieci gol presi contro la Juve in due partite, una fragilità psicologica preoccupante, una condizione fisica precaria, giocatori fuori forma e fuori ruolo, le voci su un possibile esonero di Mandorlini e le parole di Setti che hanno chiamato in causa l'allenatore e la mentalità della squadra. Argomenti caldissimi al termine della settimana più difficile in casa del Verona dopo tanti anni di successi. Se ne parlerà stasera dalle 21 al Vighini Show, che torna in diretta sul palco dell'Hellas Kitchen. Tra le novità della trasmissione, il nuovo concorso "Vota la Miss Gialloblù", una vera e propria sfida tra le più belle ragazze veronesi.
AVVERSARIO HELLAS
Rinforzo Atalanta   <br/>Preso Emanuelson

Rinforzo Atalanta
Preso Emanuelson

L'Atalanta ha ufficializzato l'acquisto in prestito di Urby Emanuelson, giocatore olandese che ha avuto pochissima fortuna con la Roma e che aveva già dato la sua disponibilità al trasferimento. L'esterno sinistro, 28 anni, è giunto oggi nel centro sportivo di Zingonia (Bergamo) per visite mediche e firma del contratto che lo vedrà in nerazzurro fino a giugno. Colantuono potrebbe utilizzarlo già domenica in trasferta contro il Verona.
MERCATO
Ufficiale Fernandinho      <br/>in prestito dal Gremio

Ufficiale Fernandinho
in prestito dal Gremio

E' arrivata l'ufficialità per Fernandinho che diventa dunque un nuovo giocatore del Verona. L'esterno d'attacco brasiliano arriva in prestito dal Gremio.
INFERMERIA
MORAS, GOMEZ E IONITA    <br/>CON IL GRUPPO

MORAS, GOMEZ E IONITA
CON IL GRUPPO

Arrivano buone notizie dall'infermeria del Verona. Moras è pienamente recuperato e si è allenato con il gruppo. In mattinata Gomez, Ionita, Obbadi e Jankovic avevano sostenuto un lavoro differenziato sul campo. Nel pomeriggio Gomez e Ionita hanno svolto tutto l'allenamento con i compagni e, salvo complicazioni, dovrebbero tornare a disposizione di Mandorlini. Le due sedute di oggi sono state le uniche aperte al pubblico. Da domani il Verona si allenerà a porte chiuse.
HELLAS VERONA
VISITE MEDICHE    <br/>PER FERNANDINHO

VISITE MEDICHE
PER FERNANDINHO

Dopo Greco ed aspettando Neto, ecco Fernandinho. Visite mediche per il nuovo attaccante brasiliano dell'Hellas, prelevato dal Gremio. Fernandinho, classe '85, è un'attaccante esterno molto agile in grado di saltare l'uomo ma anche di andare alla conclusione. Con il Gremio in questa stagione ha giocato 13 partite, in precedenza aveva militato nell'Atletico Mineiro e nel San Paolo.
DOPO LA SCOPPOLA CON LA JUVENTUS
RIPRESA ALLENAMENTI     <br/>INDIFFERENZA TIFOSI

RIPRESA ALLENAMENTI
INDIFFERENZA TIFOSI

Pioggia, freddo, teste basse e l'indifferenza dei tifosi. Il Verona è tornato ad allenarsi stamattina dopo i 10 gol presi in casa della Juventus. Mandorlini ha mandato subito la squadra ad allenarsi in palestra, mentre sul campo ci sono solo gli infortunati che devono ancora recuperare: Obbadi, Jankovic, Gomez e Ionita. Moras ha ripreso con il gruppo e quindi dovrebbe essere disponibile. Gli spalti dell'impianto di Peschiera sono vuoti. Probabilmente qualche tifoso si vedrà oggi pomeriggio. (Claudia Magnabosco)
MERCATO HELLAS VERONA
TRATTATIVA IN DIRITTURA    <br/>D'ARRIVO PER NETO

TRATTATIVA IN DIRITTURA
D'ARRIVO PER NETO

La fumata bianca non c'è ancora, ma Neto e il Verona sono molto vicini. La trattativa è ben avviata e mancherebbero gli ultimi dettagli per arrivare alle firme. Luis Neto, classe 1988, difensore centrale portoghese dello Zenit con un passato in serie A nel Siena, sarebbe contento di tornare in Italia. Sogliano vuole stringere i tempi per evitare soprese. (L.F.)