MERCATO HELLAS

Bonato: "Adesso vi spiego come sarà il mio Verona"

05/07/2009 10:39

Mai visto. Mai visto negli ultimi dieci anni di Verona un direttore sportivo che durante una serata tira fuori un cartellone e si mette a spiegare ai giornalisti che squadra sarà il Verona del domani.

E' questo il nuovo corso del Verona, quello che al di là dei giudizi soggettivi (rinforzi ok, campagna deludente) sta fortemente caratterizzando la presidenza Martinelli e la gestione Bonato. Tggialloblu.it era presente a questa serata e ha documentato cosa è successo. Per capire dunque il nuovo Verona non resta che aprire il filmato live che vi proponiamo in esclusiva.

ACQUISTI SICURI. Nel cartellone di Bonato ci sono nomi a quattro colori: nero, verde, azzurro e rosso. Quelli in verde sono i nuovi acquisti, ancora non ufficializzati per questioni meramente burocratiche. Sono Pensalfini, centrocampista del Sassuolo, Selva, attaccante sempre del Sassuolo, Farias, esterno della Primavera del Chievo, Burato, centrocampista della Primavera del Chievo. Gli ultimi due arrivano a Veronaz in prestito, cosa che ha fatto storcere il naso a molte tifosi. Un'operazione che Bonato ha giustificato così: "Abbiamo preso due top del campionato Primavera. Le loro quotazioni sono eccessive. Li sfruttiamo per un anno in attesa di buttare dentro la squadra due nostri '91 molto bravi".

LE CINQUE X. Ci sono anche cinque X nel cartellone di Bonato. E sono le X che riguaradano i giocatori che ancora devono arrivare a Verona. Quelli, in pratica che dovranno far decollare definitivamente questa campagna acquisti. Chi sono? Bonato non si sbilancia, si limita a dire che sono "giocatori che ci faranno fare il salto di qualità e che interessano a molte società di serie B. Per questo serve calma e pazienza. Ma non abbiate paura. I giocatori li abbiamo già "battezzati" (dice proprio così, ndr), e arriveranno entro la fine del mercato".

I NODI. I giocatori con la scritta in rosso sono quelli che dovrebbero andarsene. Comazzi, Anaclerio, Sibilano, qualche giovane come Dianda. Su quest'ultimo una precisazione: "Lo mandiamo a giocare, ma non lo cediamo. Resta un giocatore interessante". Mancinelli ha la scritta azzurra. "Per due motivi" spiega Bonato "Mancinelli è un giocatore adattatto in quel ruolo e in più ha il contratto in scadenza. Quindi abbiamo deciso con il mister di vedere se ci può essere qualche alternativa, per lui e per noi. Per il resto Mancinelli non si discute. E' un ottimo giocatore e un grande professionista".

I RINNOVI. Bonato ha anche svelato che la società ha già impostato le trattative per rinnovare e allungare i contratti di Rafael e Rantier, entrambi a scadenza nel giugno 2010. "Ecco perchè non è vero che siamo immobili" ha aggiunto Bonato.

GIANLUCA VIGHINI


 

Leggi anche:

Nessun commento per questo articolo.