HELLAS VERONA

Remondina: "Il potere logora chi non ce l'ha"

30/10/2009 16:04

"Ogni partita è diversa dall'altra". Così il tecnico dell'Hellas Gianmarco Remondina a poche ore dalla trasferta di Giulianova. "Abbiamo la consapevolezza di poter fare bene ma va dimostrato sul campo; la vittoria sul Pescina è un capitolo chiuso". Nonostante il Verona stia viaggiando a un ritmo impressionante il tecnico scaligero ci tiene a precisare: "Non bisogna mai abbassare la guardia; stiamo facendo bene in ogni reparto ma in qualunque partita ci sono situazioni in cui si può ancora migliorare: siamo rientrati nella ripresa contro il Pescina poco concentrati e infatti abbiamo preso il gol: questo non deve accadere". L'Hellas è una squadra votata all'attacco forse pecca un pò in fase di gestione del risultato: "E' vero, e poi il campo del Giulianova non è che permetta di gestire. E' molto stretto, si giocherà sulle palle sporche e sulle respinte, li dovremo essere bravi e arrivare prima degli avversari". Colombo e Rantier, due giocatori ritrovati: "Le qualità sono indiscutibili; per quanto riguarda Rantier ha smaltito finalmente l'infortunio: alle grandi giocate deve abbinare anche la quantità. Su Colombo c'è stato inizialmente il problema della condizione visto che non ha fatto il ritiro ma adesso sta bene". Difficile il recupero di Selva per Giulianova mentre non ci dovrebbero essere problemi per Cangi e Colombo: "Valuteremo in queste ore se sarà il caso di convocare Selva mentre Cangi è stato tenuto a riposo precauzionale per un piccolo fastidio muscolare. Colombo ha un pò d'influenza ma dovrebbe farcela". Il Giulianova è reduce da un periodo poco felice: "Sono anche stati molto sfortunati: hanno una squadra giovane che ha come armi migliori il ritmo e la velocità". Essere al primo posto può essere un'arma a doppio taglio: "Noi non abbiamo di questi problemi: giocare contro il Verona gratifica qualsiasi squadra".


 
Nessun commento per questo articolo.