L'AVVERSARIO

Giulianova, per il Verona non sarà una formalità

30/10/2009 16:41

Fondata nel 1924, il Giulianova ha trascorso la sua storia in particolar modo tra le serie C1 e C2. La prima storica promozione dalla serie D avviene nella stagione 1970/1971. Nove anni più tardi sale in C1 dove resta per due stagioni. All'inizio degli anni '90 c'è il clamoroso ritorno tra i dilettanti. Nel '94 torna in C2 e nel '96 addirittura in C1. Sfiora l'impresa del salto in serie B per due volte perdendo i play-off promozione prima contro l'Ancona e poi contro la Juve Stabia. Nel 2003 e nel 2005 riesce a salvarsi ai play-out sempre contro il Sora e nel 2007 ripiomba in C2. Nella passata stagione grazie alla vittoria sul Prato nei play-off sale in Prima Divisione. L'artefice dell'impresa è Leonardo Bittetto che già da tre stagioni è alla guida della squadra. Il presidente attualmente in carica è Bruno Sabatini. In questo campionato la formazione giallorossa ha raccolto fino adesso undici punti frutto di due vittorie, cinque pareggi e tre sconfitte. Andamento quasi speculare in casa e in trasferta con 3 pareggi, una vittoria e una sconfitta interna e due pareggi, due sconfitte e una vittoria esterna. Sono dodici i gol subiti: nove quelli fatti. Campagnacci e Melchiorri sono i due migliori marcatori con due reti ciascuno. Solitamente il Giulianova adotta come schema di gioco il 4-3-3 con Dazzi tra i pali, Garaffoni, Migliori, Sosi e Vinetot in difesa; Croce, Dezi e Mariani a centrocampo. Tridente con Campagnacci, Carbonaro e Melchiorri.


 
Nessun commento per questo articolo.