COPPA ITALIA

Verona salvo all'ultimo secondo: contro il Sudtirol finisce 2-2

17/08/2008 - 22:45

 

Alti e bassi. Cose buone ed errori clamorosi. Il Verona della prima stagionale è questo. A Bolzano contro il Sudtirol (Lega Pro, Seconda Divisione) finisce 2-2, una partita che come dirà Remondina negli spogliatoi l'Hellas doveva fare sua molto prima e che invece ha rischiato clamorosamente di perdere. Un Verona che a un mese esatto dall'inizio dei lavori è insomma ancora un cantiere aperto, con molto ancora da fare e da imparare.

La partita. Pronti via e come altre volte l'Hellas passa. Colpisce con Tiboni, al 10', su azione manovrata. Non un caso. Come non pare un caso che Tiboni, quando è di fronte alla porta fa gol. Peccato vederlo sempre partire dall'esterno. Ma poi il giovane Verona di Remondina si bea di qualche buona giocata e non chiude la partita. Controlla, ma come altre volte sbaglia. Come nel caso del pareggio della squadra di casa. Minuto 44 del primo tempo, Loseto non è attento, i centrali nemmeno e De Lucia fa uno a uno riprendendo un colpo di testa finito sulla traversa.

Nella ripresa l'Hellas ci prova, è vivace, ma davanti nonostante l'abbondanza di punte fa ancora fatica. E i problemi sono sempre dietro con la difesa sempre più tallone d'achille. Manca Sibilano, è vero, ma i problemi c'erano anche con l'ex centrale barese in campo. Mancano Campagna e Hurme, ma il primo non è il titolare (a destra nella squadra tipo c'è Mancinelli) e il secondo è stato fuori squadra sino all'altro ieri. Manca anche Moracci, attacco intestinale - k.o. all'ultimo minuto, ma l'impressione è che il problema non è l'emergenza del debutto stagionale. Conti è acerbo. Ha i mezzi, è vero. Ma è giovane e inesperto. Loseto ha un buon piede, si trova a suo agio quando spinge, ma in fase difensiva deve imparare tanto. Bergamelli ha talento e personalità, ma non può avere una "spalla" più giovane di lui. E se poi la frittata te la fa il più esperto in campo (Mancinelli) allora è meglio accendere la spia dell'allarme.

Harakiri. Clamoroso quello che succede a quattro minuti dalla fine. Araboni sbaglia un colpo di testa, la palla è destinata a uscire con Mancinelli che controlla. Ma Mariz, 18enne con tanta voglia di correre (e di fare) frega l'esterno gialloblù, tiene palla in campo e offre ad Araboni (dieci minuti giocati... tanto è bastato per girare la partita) il più facile dei tap in. Più che un gol è una mazzata. Ma non è un caso che al primo "serio" in campo (Araboni non è un ragazzino, è uno che ha fatto molta B in carriera) i giovani dell'Hellas vadano in difficoltà e prendano gol. Era successo anche a Trento con Bresciani. E la cosa deve far riflettere.

Meno male che c'è Garzon. Alti e bassi. Errori ma anche reazione. Quella che un Verona stordito dal 2-1 riesce a mettere in campo nel recupero. Mair, portiere diciottenne al debutto, dopo una serie di papere infinite infila il paratone su punizione di Corrent. Poi l'ultimo angolo, la mischia in area, la rovesciata tra mille gambe di Scapini che viene ribattuta quasi per caso davanti alla porta e quasi per caso la faccia di Garzon che tocca il pallone e lo mette in porta. Un gol che evita la beffa o salva la faccia, a seconda dei punti di vista. Remondina non è preoccupato ma vuole un'altra mentalità: "Un gol non basta. Dobbiamo pensare subito a fare il secondo. Così chiudi le partite. Altrimenti tieni in gioco l'avversario e rischi, anche quando non devi". Tiboni, sottovoce, fa invece capire che quel ruolo largo sulla sinistra non è che lo faccia impazzire: "Quando sono davanti alla porta segno... Ma va? Anche tu me lo dici... Non lo so, io gioco nel Verona, vengo pagato dal Verona e sono a disposizione dell'allenatore. Dove mi mettono, gioco. Non c'è problema. Poi altre cose chiedile al mister".

                                                                                                                                       Stefano Rasulo

 

 

94' GOL VERONA. L'ultimo pallone è quello decisivo. Mischia in area, Scapini prova una sforbiciata, un difensore del Sudtirol respinge ma sulla linea di porta c'è Garzon che tocca di testa e mette in porta il pallone del 2-2. Un attimo dopo l'arbitro fischia la fine.

92' OCCASIONE VERONA. Punizione dal limite. Calcia Corrent, palla che sta per infilarsi nell'angolino basso alla destra di Mair che incredibilmente riesce a mettere in angolo.

87' SOSTITUZIONE VERONA. Ultimo cambio per Remondina. Dentro Scapini, fuori Girardi.

86' GOL SUDTIROL. Gigantesca dormita della difesa gialloblù. Araboni colpisce di testa in mezzo all'area, la palla sta uscendo distante dai pali, Mancinelli la controlla ma non si avvede del ritorno di Mariz, appena entrato in campo. Il classe '90 del Sudtirol rimette in mezzo all'area per il facilissimo tap in di Araboni che colpisce una difesa gialloblù completamente immobile.

82' OCCASIONE SUDTIROL. Araboni anticipa di testa Conti e imbecca Ghidini che incrocia il sinistro al volo. Palla di poco alta sulla traversa.

80' SOSTITUZIONE SUDTIROL. D'Angelo prova a vincere la partita: fuori il classe '91 Fischnaller dentro l'ex Albinoleffe e Salernitana Araboni, in panchina perchè in non perfette condizioni fisiche.

78' SOSTITUZIONE VERONA. Remondina cambia anche il secondo esterno offensivo: fuori Anaclerio, dentro Salif Dianda.

77' SOSTITUZIONE SUDTIROL. Esce De Lucia, autore del gol del pareggio, entra Pfitscher.

72' OCCASIONE VERONA. Ci prova anche Corrent dalla distanza, questa volta Mair blocca.

69' OCCASIONE VERONA. Una punizione dalla destra di Anaclerio si trasforma in occasione gol. Merito (o colpa) del giovanissimo portiere Mair (classe '90, fino a due mesi fa giocava in Promozione) che chiama il pallone in uscita ma lo liscia clamorosamente. Sfera che esce di pochissimo.

67' SOSTITUZIONE VERONA. Remondina cambia: esce Tiboni (applaudito) entra Da Dalt che si posiziona nel tridente offensivo sulla sinistra,

65' AMMONIZIONE VERONA. Prima un tackle (pulito) molto deciso. Poi un secondo intervento alle spalle di Brugger costano il cartellino giallo anche a Tiboni.

62' OCCASIONE VERONA. Si rivede Tiboni. L'attaccante gira in porta dal limite un pallone arrivato dalla destra. Mair, ancora una volta non impeccabile, regala brividi intervenendo di pancia. Ma sulla ribattutta Girardi non può intervenire perchè fermato per un dubbio fuori gioco.

59' OCCASIONE VERONA. Calcio di punzione dalla destra di Anaclerio. La difesa del Sudtirol respinge di testa, al limite raccoglie Bellavista che calcia in porta. Il rasoterra del centrocampista ex Bari va fuori di pochissimo a portiere battuto.

55' ATTACCO VERONA. Girardi apre ad Anaclerio sulla destra. L'esterno viene centralmente a trovare l'appoggio di Bellavista, lob in mezzo all'area sul quale liscia clamorosamente Dal Piaz ma Mair è attento.

50' OCCASIONE VERONA. Bellavista si procura una punizione dai 25 metri. Loseto cerca il sette con un tiro a giro ma alza la mira.

49' PROTESTA VERONA. L'Hellas inizia in attacco la ripresa. Su azione di angolo dubbio contatto in area tra Mair F. e Girardi. L'attaccante chiede il rigore, l'arbitro fa proseguire.

46' FINE PRIMO TEMPO. Bellutti chiude la prima frazione dopo un minuto di recupero. Punteggio di 1-1.

44' GOL SUDTIROL. A pochi secondi dallo scadere della prima frazione errore della difesa gialloblù. Loseto non segue Rossi sulla sinistra, l'esterno di casa colpisce di testa su lunga imbeccata di Schiavone e colpisce la traversa a Rafael battuto. Sul pallone si avventa De Lucia che insacca.

42' AMMONITO VERONA. Hellas vivace, partita che resta spigolosa. Girardi ammonito per aver impedito la rimessa al portiere avversario.

38' OCCASIONE VERONA. Anaclerio fa correre Garzon sulla destra, cross del centrocampista respinto di testa dall'intervento difensivo di Scavone, sulla linea dei 25 metri raccoglie Loseto che non ci pensa un momento e calcia forte in porta. Mair, non impeccabile, può solo respingere ma sul rimpallo è salvato dall'intervento in scivolata di Brugger che impedisce a Tiboni il tap in del 2-0.

35' OCCASIONE VERONA. Mancinelli, piuttosto bloccato nel primo tempo, sale sulla destra e da palla a Bellavista. Il centrocampista fa partire un traversone altissimo verso l'area sul quale si avventano Girardi e il portiere Mair. Netto l'anticipo dell'attaccante gialloblù ma Brugger evita la rete andando a raccogliere quasi sulla linea di porta.

27' AMMONIZIONE SUDTIROL La partita si fa cattiva. Ancora il Verona in attacco, Girardi scarica sulla sinistra e si propone in mezzo ma viene fermato dal gomito alto di Mair F. Questa volta l'arbitro ammonisce.

25' SCINTILLE IN CAMPO. Tiboni, tra i più attivi, difende un pallone sulla sinistra dall'attacco di Brugger. L'attaccante usa il fisico, il difensore lo scalcia da dietro. L'arbitro non ammonisce.

22' OCCASIONE VERONA. Punizione centrale di Loseto dai trenta metri. Palla altissima.

10' GOL VERONA. Alla prima palla gol il Verona colpisce. Anaclerio imbuca centralmente per Tiboni che si porta la palla sul destro e dal limite infila con un preciso rasoterra nell'angolino il portiere Mair. 1-0 Verona.

8' CONTESTAZIONE TIFOSI. Esposto dal centinaio di tifosi gialloblù presenti al Druso lo striscione "Vendi il Verona" rivolto alla proprietà. Cori e insulti nei confronti di Piero Arvedi.

4' AMMONIZIONE VERONA. Ripartenza veloce di De Lucia, l'attaccante sulla linea di metà campo scappa a Conti che lo trattiene. L'arbitro Bellutti tira fuori il cartellino giallo.

1' OCCASIONE SUDTIROL. Conti commette fallo sul limite sinistro dell'area. Punizione in mezzo, colpo di testa di Vianello che batte Rafael. Ma sulla linea tocca De Lucia in evidente fuorigioco e l'arbitro annulla.

 

SUDTIROL-H.VERONA 2-2

Marcatori: 10' p.t. Tiboni, 44' p.t. De Lucia, 41' s.t  Araboni,  49' s.t Garzon

FC SUDTIROL: Mair S; Brugger, Dal Piaz, Marino, Mair F., Vianello, Rossi, Scavone, De Lucia (dal 32' s.t Pfitscher), Fichnaller M. (dal 35' s.t. Araboni), Ghidini. (Pangrazzi, Kiem, Fischnaller H., Mariz, Mair D. Allenatore: Maurizio D’Angelo.

H.VERONA (4-3-3): Rafael; Mancinelli, Conti, Bergamelli, Loseto; Garzon, Bellavista, Corrent; Anaclerio (dal 33' s.t. Dianda), Girardi (42' s.t. Scapini), Tiboni (dal 22's.t. Da Dalt). (Franzese, Faggionato, Urbani, Parolo). Allenatore Gian Marco Remondina.

Arbitro: Bellutti di Trento.

Note: serata fresca, spettatori 350 circa. Ammoniti: Conti, Mair F., Girardi, Tiboni.

Per la prima uscita ufficiale (prima giornata Coppa Italia Lega Pro, girone B, Sudtirol-Verona) Remondina deve subito affrontare l'emergenza difesa. Oltre a Sibilano (infortunato), Hurme e Campagna (squalificati) out anche Moracci rimasto a Verona per un problema intestinale. Convocato in extremis il baby Faggionato. Indisponibili anche Gomez, Puccio e Campisi.


 
  • Mirko

    il 18/08/2008 alle 12:52 “Meglio Franzese”
    Rafael come portiere non è niente di eccezionale anzi.. diamo fiducia a Franzese. almeno non se l'è tirata per l'ingaggio