VOLLEY A1

La Marmi Lanza sconfitta 3 a 1 a Cuneo, ma esce a testa alta

17.01.2009

Esce a testa alta la Marmi Lanza dal confronto perso 3 a 1 con Cuneo. Gli uomini di Giuliani si illudono dopo aver conquistato il primo set ma poi devono cedere alla straripante forza fisica dei piemontesi. Buona la ricezione nelle prime fasi del match ma questo fondamentale viene a mancare per tutto il resto della partita quando però, con Gonzales e Wjismans, Cuneo va forte a servizio. Parodi rimane in ombra per buona parte della gara e Lasko soffre troppo dei suoi soliti alti e bassi. Quando è in fase calante la squadra ne risente molto.Cuneo torna ad essere prima in classifica mentre la Marmi rimane settima ad aspettare i risultati di Treviso e Modena.

 

 

PRIMO SET. Nel primo set Verona gioca con il cuore su ogni palla e Lasko porta avanti i suoi 15-17. i gialloblù sognano e coach Prandi chiama time out per rimediare. Grande lavoro in difesa della Marmi. Popp schiaccia il 17-20 con una pipe perfetta. Cuneo si riporta sotto con Gonzales (break 3 a 1). Momento caldo del set che si chiude 22-25 con un errore della BreBanca.

SECONDO SET. Rimette i piedi per terra la Marmi nel secondo parziale, 6-4. Abbadi fa il fenomeno anche se Bontjie dà l'illusione che si possa combattere ad armi pari 7-8. Nicolov segna e fa muro, 14-11. Giuliani guarda i suoi perplesso ma contro un Wijsmans così non si può fare davvero nulla visto che Lasko si fa anche murare uno contro uno. Popp tiene vive le speranze ma l'americano è inarrestabile, 20-16. Entra Szabo, al posto di Parodi, ma l'ungherese ex Mantova sbaglia il servizio. Idem Semenzato e finisce 25-19.

TERZO SET. Verona va subito sotto 4 a 2. Lasko sbaglia troppa sua diagonale finisce spesso imbrigliata nelle maglie del muro avversario. Primo tempo vincente di Semenzato al quale risponde il solito Nicolov. C'è equilibrio fino al muro di Sottile su Wijsmans. Poi Cuneo prende il largo grazie ai troppi errori gialloblù, 14-8. I piemontesi picchiano forte a muro con Gonzales, 18-11. Abbadi chiude il parziale.
 

QUARTO SET. E' il parziale più emozionante. Cuneo si porta avanti di 4, Verona la raggiunge ma alla fine 3 muri di Fortunato chiudono il match sul 3 a 1. Sembra non cambiare la musica per la Marmi all'inizio. Gonzales, palleggiatore, si permette il lusso di schiacciare, 16-11. Bontjie e Dehne sbagliano la rispettiva battuta ma ad un certo punto i gialloblù si svegliano con la pipe di Popp e la schiacciata di Parodi. Incredibile parità, 21 -21. Poi Fortunato pensa a rimettere le cose a posto.


 
Nessun commento per questo articolo.