LA CONFERENZA

Maran: Verona sta
bene, sono compatti

09/03/2018 19:01
Sono stati giorni tristi e difficili per il mondo del pallone. Giorni dove non è stato facile parlare di calcio e dove la mente era altrove. La morte di Davide Astori, a distanza di giorni si fa ancora sentire. Ieri si sono svolti nella basilica di Santa Croce i funerali dell’ex difensore viola. Piazza gremita di tifosi, semplici appassionati di questo sport, da chi lo conosceva bene e da chi (come tanti giocatori del Chievo) ha voluto solo rendergli omaggio. Anche Maran nella conferenza stampa di oggi, si è soffermato a parlare di lui: “Non conoscevo personalmente Davide, ma è un uomo che ha lasciato tanto. In questi giorni ho pensato veramente tanto al fatto che il Chievo è l’ultima squadra che ha affrontato nella sua carriera.

Ho in mente la stretta di mano in mezzo al campo, ad inizio partita con Hetemaj; la stretta di mano fra i due capitani. Rivedendo la scena, ti rendi conto che certi aspetti della vita fanno davvero riflettere”.
Sfida importante quella di domani (ore 20.45) al “Bentegodi”, se non LA sfida tanto attesa a Verona. Una sfida da dentro o fuori, una sfida che darà già piccoli, ma significativi verdetti sulla stagione di entrambe le squadre. In poche parole è tempo di assistere alla battaglia fra Montecchi e Capuleti. E’ tempo di derby.

In palio, a differenza dell’andata, non c’è solo il prestigio di vincere contro gli avversari di sempre, ma la possibilità di una nuova rinascita. Mister Maran lo sa bene: “Il Verona viene da un momento positivo dove sta ritrovando la fiducia nei propri mezzi. La nostra vittoria contro il Cagliari ci ha ridato delle certezze, ma siamo poi ricaduti a Firenze. Dobbiamo chiudere questa parentesi negativa e pensare a fare il massimo. Questa settimana ho lavorato con quasi tutta la rosa al completo e per me, vuol dire aver lavorato nel modo migliore possibile”.

Due fazioni opposte, accomunate dalla stessa voglia di riscatto e di vittoria. Che partita sarà?: “Loro sono una squadra compatta. Cercheranno di imporre il proprio gioco. Hanno fame di punti, ma siamo sulla stessa barca. La posta in palio è alta. Il Verona è competitivo e lo era anche all’andata. Sono partite particolari queste, dove si può dare anche il 101%. Mi aspetto un’ottima partita da parte dei miei ragazzi. Sarà una gara con pochi spazi e aggressiva. Sono convinto che domani la squadra farà la prestazione che deve fare. Poi faremo parlare il campo”.

Cacciatore ha ripreso ad allenarsi con il gruppo a metà settimana. Inglese e Castro sono in continuo miglioramento. Giaccherini, invece, ha avuto un contrattempo che lo ha rallentato ed è entrato a pieno regime solo da qualche giorno. Nonostante questo, potrebbe essere impiegato tranquillamente da Maran.

ELEONORA TACCONI
 
Nessun commento per questo articolo.
INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA