MERCATO

Per la Tezenis ipotesi
di un play americano?

13/06/2018 12:14

Dopo aver ufficializzato l’ingaggio di Giovanni Severini la guardia-ala che arriva da Forlì, la Tezenis è impegnata a chiudere la trattativa con Francesco Candussi.

Il centro triestino avrebbe raggiunto un accordo di massima con la società che adesso dovrà trattare il prestito con la Reyer Venezia che ha sotto contratto il giocatore.

Candussi ha lo stesso procuratore di Udom, con il quale è pronto l’annuncio del rinnovo del contratto.

Sul fronte del play, Andrea Amato sembra più vicino alla Fortitudo. L’infortunio di Tomassini (che alla fine non interessava a Verona) sembra spingere verso Bologna Amato, seguito anche da Treviso per l’eventuale sostituzione di Fantinelli.

Il fascino e la tradizione della Fortitudo potrebbero convincere il giocatore, che ha già ricevuto la proposta di rinnovo dalla Scaligera con un congruo rialzo dell’ingaggio.

Così sta prendendo piede l’ipotesi di un play americano da affiancare a Phil Greene che si è riservato di decidere entro due settimane sulla proposta di rinnovo con la Tezenis.

La squadra gialloblù lancerebbe in quintetto Omar Dieng, mentre dalla panchina oltre a Severini Dalmonte potrà contare su Iris Ikangi, il centro Marco Maganza (al rientro dopo l’infortunio), un quarto lungo che potrebbe essere il canturino Giacomo Maspero (26 anni, 204 cm., già visto in A2 a Recanati) e per il cambio del play potrebbe tornare Alessandro Panni, classe '91, in gialloblù nel 2011 con Marcelletti, reduce da una buona stagione a Ferrara. (Mariobasket)


 
  • Armix66

    il 13/06/2018 alle 20:29 “Un Punto Di Vista Diverso”
    Premetto che spero che Amato resti, se è convinto di restare. Premetto che se andrà alla F o a Treviso o altrove, mi dispiacerà. Ciò premesso ho in mente il favoloso finale di stagione di Amato ma anche le tante cxxxxe che fatto prima dell’infortunio di Palermo. Onestamente se devo giocare la mia unica fiche la punto sulla conferma dell’1 (Greene) e non del 5. Aspetto la chiusura del mercato per un giudizio finale, ma comunque esprimo anche un primo giudizio sull’ipotesi Candussi (che vedo non ha ricevuto alcun commento su tggialloblu, e questo a mio avviso dovrebbe comunque fare riflettere). Sperando che si concretizzi, non posso che apprezzare lo sforzo per cercare di portare a Verona il miglior lungo italiano in circolazione, che nel giro di un paio d’anni (se non prima) giocherà in palcoscenici più prestigiosi della A2 italiana.
     
  • Paolo R

    il 13/06/2018 alle 19:41 “"demolizione"”
    I giudizi è sempre meglio darli alla fine della campagna acquisti, certo è che se cambi l'asse portante della squadra (play+centro) e uno degli americani (forse entrambi) più che di programmazione è meglio parlare di ENNESIMA RIFONDAZIONE....Amato andava confermato PRIMA della fine della stagione: i segnali che il giocatore fosse determinanteed in crescita erano evidenti da tutto il girone di ritorno....E' evidente che con un budget importante (lo abbiamo? Boh non si è mai capito) potenzialmente si potrebbero portare a Verona dei signori giocatori per la categoria, fermo restando che andrà comunque ricostruita la "chimica" di squadra. Non dimentichiamo in ogni caso che oltre al quintetto, per poter ambire alla promozione sarà necessario avere in panchina giocatori che consentano di mantenere un livello di gioco efficace (non semplici rincalzi per far rifiatare i titolari) o qualche giovane pronto ad esplodere (Dieng è ancora una scommessa). Speriamo che chi di dovere, in ogni caso, faccia un buon lavoro per allestire una squadra che possa lottare fino all'ultimo. Forza TEZENIS!
     
  • Otello

    il 13/06/2018 alle 18:20 “Programmazione”
    Quando si fa una programmazione si deve continuare su quella strada perciò non si può saltare da un acquisto di una ala americana ad un play e altro ancora come si dice poche idee ma confuse certo so che non è facile ma bisogna tenere la barra a dritta e perseguire il programma fatto, per Lilloball io rispetto il tuo modo di vedere le cose ma sono altrettanto convinto che uno dei motivi che AMATO potrebbe andare via è stato l'utilizzo ridotto a secondo play per tutto il campionato questo credimi deprime ogni giocatore il guaio è che Dalmonte preferisce un play alla vecchia maniera e qui potremmo parlare fino all'infinito, oggi ci voglio giocatori in campo che difendano e facciano punti... be AMATO è uno di questi e logico un giocatore che si prende delle responsabilità può sbagliare, non è affatto vero che l'ha fatto crescere già durante il campionato aveva dimostrato grandi capacita (vedi Trieste) ma il premio è sempre stato secondo play in campo solo ai playoff quando Palermo ha avuto dei problemi è diventato titolare e questi sono i fatti. Forza Scaligera
     
  • Max

    il 13/06/2018 alle 17:12 “Amato”
    Quoto senza riserve Lilloball, ormai i contratti, intesi come accordo tra due parti, non esistono più. Se la Fortitudo chiama, non c'è ingaggio che tenga. Aspettiamo prima di sentenziare su un mercato che non ha ancra detto niente, se non che rimane Maganza, che come secondo lungo non è niente male (sempre che non sia rotto), arriva Severini (io non lo conosco molto, ma pare lo inseguisse più di un team), Totè ci lascia (lasemo star), Palermo ci lascia, Udom (forse) resta, Candussi (forse) arriva. Non credo assolutamente che si voglia partire con Dieng in quintetto, anzi ne sono sicuro. Arriverà un play americano e credo un'ala italiana di esperienza ... o forse è solo quello che vorrei io.
     
  • Lilloball

    il 13/06/2018 alle 16:17 “Amatissimo...”
    Caro Otello, io penso che i contratti non siano tutelanti anche perche' ormai tutti mettono delle clausole di uscita ( Societa' e Giocatori) per tutelarsi e avere possbilita' di scelta'. Sul fatto di Dalmonte poi penso prorio il contrario.. chi conosceva Andrea fino al''ano scorso.?? E' stato prorio Dalmonta a farlo arrivare da Cremona, xche' lo aveva allenato in Nazionale Giovanile, La era la 3a opzione da play. Qui Dalmonte lo ha fatto crescere pian piano senza "bruciarlo' e nella 2a parte della stagione e' "esploso" .....e adesso tutti lo vogliono. La verita' e' che e' Andrea deve credere nel ns. progetto e decidere di restare, altrimenti e' giusto e meglio che vada a giocare altove.
     
  • Carlo

    il 13/06/2018 alle 15:14 “Oboe”
    perche non Oboe come cambio del play?
     
  • Simone Sorio

    il 13/06/2018 alle 14:10 “Obiettivo”
    Salvezza
     
  • Otello

    il 13/06/2018 alle 13:02 “Amato”
    Se non siamo neanche capaci di tenere AMATO vuol dire che siamo una piccola società senza capacità economiche e poco considerata comunque mi riservo di commentare la campagna acquisti alla fine... certo che quando si parlava di creare una ossatura di squadra e quest'anno cercare di completarla per renderla competitiva per il grande salto di categoria le pedine chiave da tenere erano come detto più volte GREENN, AMATO, UDOM e POLETTI certo che se arriverà CANDUSSI si può rinunciare a POLETTI ma se arriverà un nuovo play ricominceremo tutto di nuovo. La programmazione come tutti sanno costa è normale che i giocatori che hanno fatto bene siano richiesti e guarda caso MAGANZA è l'unico giocatore che aveva un contratto di due anni... se si vuole programmare bisognava farlo anche per AMATO, con un contratto di un solo anno non si fanno programmi seri... certo AMATO tutti lo vogliono l'unico che non lo considerava era Dalmonte... PALERMO c'è qualcuno che lo domanda? Forza Scaligera
     
INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA