VOLLEY

Stephen Boyer, la
"Pepita" della BluVolley

22/06/2018 09:27

Stephen Boyer, schiacciatore francese classe 1996 soprannominato la “Pepita”, è uno dei migliori acquisti della BluVolley Verona in questa finestra di mercato estivo che sarà a disposizione di mister Grbic per la prossima stagione. Eletto miglior giocatore del campionato francese nella scorsa stagione, nonostante la giovane età è stato nominato uno delle migliori promesse del volley mondiale.

Lo abbiamo incontrato a Modena, nel ritiro della nazionale francese, dove sarà impegnato nel weekend per l’ultima giornata di qualificazione delle Nations League che vedrà i transalpini impegnati contro gli Usa, Russia e sabato sera contro l’Italia di mister Blengini.

Cosa significa per te essere oggi alla Calzedonia Verona?

“Sarà un passo importante per la mia carriera e non vedo l’ora di cominciare una nuova avventura in una città e una società importante come Verona. Non so ancora cosa aspettarmi ma aspetto solo di cominciare questo nuovo percorso”.

So che hai ricevuto diverse offerte da molti top club sia in Italia e che in Europa. Cosa ti ha portato a scegliere Verona?

”Non volevo bruciare le tappe troppo presto e in questo momento per me Verona rappresentava la scelta miglior per poter crescere ancora di più”.

Sabato sera affronterai l’Italia con la tua Nazionale qui a Modena al PalaPanini. Gli azzurri saranno costretti a vincere tutte e tre le gare per poter sperare in un passaggio del turno e giocarsi le Final Six a Lille, proprio in casa vostra. Come vedi la partita?

“ È una partita come le altre, ma molto difficile. Noi siamo in una posizione differente in quanto già qualificati e l’Italia farà di tutto per provare a portarla a casa. Noi giocheremo comunque per vincere e queste partite ci serviranno molto per prepararci bene in vista delle Final Six”.

Conosci mister Grbic e alcuni giocatori della BluVolley Verona?

”A parte Brenden Sander che ho conosciuto qui in ritiro per le Nations League non ho ancora conosciuto nessuno personalmente. Spero di cominciare presto la stagione per conoscere i compagni e cercare di fare gruppo fin da subito. Di coach Grbic ne ho sentito parlare molto bene da alcuni amici che lo conoscono e anche della mia ragazza, Ljiljana Rankovic, che è serba come il mister. Spero di conoscerlo al più presto per iniziare a lavorare con lui”.

Ci sono dei giocatori che militano nelle altre squadre di Superlega con cui desideri maggiormente confrontarti?

“Il campionato italiano è il più bello al mondo ma anche il più difficile, con squadre attrezzate e tanti giocatori forti. Sicuramente mi piacerà confrontarmi con giocatori come Leon, Leal e altri ma io darò il massimo per arrivare più in alto possibile con la maglia della BluVolley Verona”.



 
Nessun commento per questo articolo.
INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA