L'ATTACCANTE GIALLOBLU'

Tupta cambia aria: verso
la Triestina di Pavanel

13/07/2018 09:40

Non sembra destino che Tupta possa giocare con la maglia dell'Hellas. Il giovane attaccante, protagonista in positivo con la Primavera gialloblù, è molto vicino alla Triestina (probabile cessione in prestito, ma non è da escludere neanche il trasferimento definitivo).

L'attaccante slovacco così riabbraccerebbe l'ex allenatore della Primavera gialloblù Massimo Pavanel.


 
  • Pagine:
  • 1
  • 2
  • Busatta

    il 13/07/2018 alle 15:19 “Caro Hellas 74”
    Al magliaro non gliene frega niente di noi. Svuoterà la cassa fino all ultimo cent e poi faremo come il Cesena,Bari,Padova,tirstina,Vicenza. Questi è ne più ne meno come Ghirardi. Stadio deserto; purtroppo di più non possiamo fare, se non aspettarlo fuori dallo stadio prima e dopo,la,partita per urlargli il nostro odio. E’ riuscito ad essere molto ma molto peggio di Pastorello, il che è tutto dire
     
  • Mariino

    il 13/07/2018 alle 13:11 “Forza Triestina!!!!”
    Dai Pavanel,andiamoooooooooo
     
  • Zulu Gio

    il 13/07/2018 alle 11:46 “Giacomo....appunto...”
    non è che sono tutti cogl... nemmeno Pavanel però è cogl.... e allora perchè Pavanel vuole Tupta? Forse perchè come allenatore è più bravo di Porta e sa far giocare meglio Tupta...?
     
  • Beppe

    il 13/07/2018 alle 11:46 “Dai Che Femo Una Plusvalenza”
    de 20.000 Euro
     
  • Hellas74

    il 13/07/2018 alle 11:44 “Desolazione”
    cari amici tifosi ieri sono andato con la famiglia a primero per vedere la squadra in allenamento, con mia grande meraviglia o trovato un ritiro a 600metri, ma una volta non andavano a Racines a 1000 metri per ossigenarsi boo , un paese con 4 case grande come le ferrazze, e chi trovo 4 gatti + 4 io e la mia famiglia allora e vero che questa propietà a fatto tabula rasa con la tifoseria + il negato accredito alla testata di telenuovo, perfino i ristoratori ei albergatori si chiedevano dove fossero i tifosi dell Hellas che l anno prima avevano finito la birra prima del tempo, complimenti signor Setti e vero che il padrone sei lei e può fare quello che vuole e allora se un giorno vado al bentegodi spendo € 100 ma vengo nelle poltronissimeaccanto a lei e ti sputo in faccia alla faccia di tutti i tifosi dell hellas, e dopo ti dico querelami o denunciami e sai cosa io ne faccio, come disse toto nel film i generali , mi ci pulisco il c..o.
     
  • Arturo

    il 13/07/2018 alle 11:04 “Piu' Fenomeno”
    DI QUELLO CHE HANNO CHIESTO AL SASSUOLO.
     
  • Rosario

    il 13/07/2018 alle 10:57 “Giacomo”
    Sicuramente non parliamo di un fenomeno ma in b proviamolo,se visto che l alternativa sono prestiti di giocatori mediocri che nessuno vuole tanto vale puntare su un giovane di tua proprietà
     
  • Giacomo Testa

    il 13/07/2018 alle 10:14 “Non è Che”
    Non è che sono tutti sempre coglioni. Se Tupta era fuori quota (di due anni) in una squadra primavera che è pure retrocessa vuol dire che non è un fenomeno.
     
  • Rosario

    il 13/07/2018 alle 10:13 “Mancanza Di Entusiasmo”
    Poi ci si meraviglia che i tifosi sono lontani dalla squadra,stiamo assistendo giorno per giorno allo sfascio ed impoverimento tecnico della squadra con una programmazione societaria nulla,dico io,non vuoi spendere un euro e vuoi guadagnare ? Tieni i giovani che si sono messi in evidenza nella primavera e falli giocare ed invece se li toglie per un pezzo di pane per prendere poi dei prestiti di gente scarsa. Continuo a ribadirlo che sta scherzando col fuoco,rischia di non prendere nessun altro paracadute perché si retrocede in lega pro soprattutto se si considera che siamo guidati da un allenatore mediocre che ha già dichiarato che sul mercato lui non mette bocca ed ha piena fiducia nell operato della società. Il Bari l anno scorso aveva una squadra forte e quest inetto è uscito fuori al primo turno del play off.
     
  • Gianni

    il 13/07/2018 alle 10:07 “Ripeto”
    setti punta alla permanenza in serie B per ottenere il terzo paracadute e adesso dasime del Renso come l' an pasa', pero' ala fine ghe intivo sempre