VRENNA DEL CROTONE FURIOSO

"Processo Chievo una
vergogna senza fine"

07/08/2018 12:33

Il Crotone è furioso dopo lo slittamento del processo del Chievo al prossimo 12 settembre: "Registriamo ancora una volta l'ennesima pagina negativa per il calcio italiano - queste le parole del patron Vrenna alla Gazzetta dello Sport - E' una vergogna senza fine. Faranno giocare la Serie A ad una squadra che non è nelle condizioni di poterla disputare. Si è perso troppo tempo a cominciare dal cavillo dell'improcedibilità che si poteva risolvere in poche ore. Invece ci sono voluti 8 giorni".


 
  • Mister X

    il 08/08/2018 alle 13:26
    Cari Croto-veronesi, invece di continuare con le vostre seghe mentali, fatevene qualcuna di reale se ci riuscite. E' l'unica cosa che vi è rimasta. Al limite vi gemellate col Crotone e vi scappa pure la giornata a mare....
     
  • Fetente Gialloblù

    il 08/08/2018 alle 11:14 “Karoot”
    Che torti ti ha fatto la lingua italiana che la maltratti così?
     
  • Karoot

    il 08/08/2018 alle 10:21 “Caro Crotone...”
    ...gli unici pagliacci siete voi insieme alla procura federale che per avere notorietà si è invece impantanata in un processo che non sa più come uscirne senza fare una figura di M ...grossa quanto una galassia!!! Un processo fatto sul niente, accusando plusvalenze fittizie su criteri che NON ESISTONO .... e intanto Inter e roma si scambiavano alla luce del sole giocatori giovani senza aver mai giocato neanche in serie C a valori da serie A!!!Ma loro possono farlo ..o meglio ... possono perchè di fatto non c'è NULLA che lo vieta!!!! Caro Crotone è meglio che adesso prepari il portafoglio perchè la richiesta risarcimento danni per immagine si avvicina ....
     
  • Geppo

    il 07/08/2018 alle 22:56 “Covisoc”
    .....Certo che la covisocc in questi anni ha lasciato iscrivere ai campionati squadre tipo parma e cesena x anni.....mi sa che questi controlli hanno il valore di una banconota da 13 euri.......
     
  • Paolo68

    il 07/08/2018 alle 19:00 “Prescrizioneee Aleeeee”
    (Spero di non sbagliarmi)... Riepilogo veloce: Processo iniziato il 25 GIUGNO, dopo MESI di indagini! Ora siamo ai primi di AGOSTO, prossima udienza il 12 SETTEMBRE, PRESCRIZIONE il 23 SETTEMBRE!!! Mi sembra che la Lega Calcio stia rispettando i tempi giusti..... per la PRESCRIZIONE!!! “COMPLIMENTI” alla FIGC!!! Bravi bel lavoro!!!!! Stop... Intanto vi lascio un articolo interessante tratto dalla gazzetta del 26 luglio, per chi ancora non l’avesse letto >>> http://www.calabriagol.it/news/270076907014/caso-chievo-quot-serie-a-per-ora-salva-per-un-vizio-quot >>>> Saluti e sempre forsa Verona!!!!! (miserie)
     
  • Nome Cognome

    il 07/08/2018 alle 14:53 “Stepinskiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii”
    STEPINSKIIIIIII È FINITAAAAAAA CHIEVO 2 CROTONE 1 È FINITAAAAAAAAAAAAAAAAAA
     
  • Jack

    il 07/08/2018 alle 14:42 “Mah”
    Ma il Chievo non è proprio sotto processo per aver gonfiato i bilanci con presunte plusvalenze fittizie per superare i controlli e potersi iscrivere ai campionati? Che senso ha rispondere che ha avuto il certificato della CoViSoc?
     
  • Bugie

    il 07/08/2018 alle 14:26 “Fungotossico”
    ...mi sembra che il nuovo procedimento in corso non siano proprio cagate come scrivi tu.......finora solo il tempo ha dato ragione al chievo, poi però chiarirà se ci saranno state colpe.
     
  • Nik

    il 07/08/2018 alle 13:06 “Crotonese”
    pebsa all andrangheta va...e all' immondizia...vergognosa sulle coste
     
  • Fungitossico

    il 07/08/2018 alle 12:56 “Ca Ga Te”
    mi sembra che il certificato covisoc parli da solo per il resto ha parlato il risultato sul campo
     
INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA