VERONA RUGBY

Esordio col botto
in Coppa Italia

14/10/2018 24:19

Inizia nel migliore dei modi la Coppa Italia per il Verona Rugby. Gli antracite sul prato del Payanini Center travolgono i bianco blu del Mogliano per 48 a 7, mettendo a segno sei mete e lasciando agli ospiti trevigiani solo la meta della bandiera allo scadere. Il Verona, protagonista di un rugby brillante, potente e dinamico, impreziosito da alcune azioni trascinanti, ha ipotecato la gara già nel primo tempo, chiuso sul 34 a 0, e nella ripresa, mettendo a segno altre due marcature, ha amministrato in scioltezza il match, dando spazio a tutti e 23 i giocatori. Mogliano, che certamente ha dato grande spazio al turnover e fatto esordire diversi giovani, è incappato in un brutto pomeriggio, non riuscendo ad arginare il possesso e le folate antracite e entrando nel match solo nel finale.

Passano appena quattro minuti e Verona è già in meta. Possente rolling maul da rimessa laterale e dopo due fasi il mediano Soffiato - a indirizzare subito una prestazione maiuscola - marca, con Mortali, oggi all’apertura, a trasformare. Ancora Mortali al 12’ capitalizza la costante pressione scaligera mettendo tra i pali il piazzato del 10 a 0. Allo scadere del primo quarto Verona poi passa ancora. Dopo alcune belle azioni spinte da Buondonno (costretto però ad uscire al 18’) e Cruciani, Verona passa con il pilone Lastra Masotti, valorizzando una serie di pick and go animati da Zanini e Quintieri, formidabili ball carrier del match.

Verona - nonostante il gran caldo - non abbassa il ritmo e alla mezz’ora timbra il terzo sigillo con Tommaso Cruciani bravo a sfruttare un inside pass di Mortali. E prima della fine del tempo gli antracite piazzano la meta del bonus con una rolling maul chiusa dal sempre pimpante talloner Federico Silvestri. Un attimo prima del break c’è ancora tempo per un piazzato che Mortali infila per il 34 a 0 del primo parziale.

Nel secondo tempo Verona rimane padrona del match per lunghi minuti, andando ancora a segno due volte con Geronazzo - brillante a bagnare l’esordio con una meta - e con il capitano Salvetti, smarcato da un assist di Cruciani. Solo nel finale Mogliano riesce ad imbastire qualche buona trama e proprio all’ultimo fiato del match trova la meta dell’onore con il numero otto Toai Key dopo una maul avanzante.

Nelle file antracite, in una bella prestazione corale, ottime le prestazioni della mediana composta da Michele Mortali - buona e veloce regia e un notevole 8/8 dalla piazzola - e Simone Soffiato - una furia - prima e Mauro Mariani poi, di Leonardo Quintieri, man of the match sia per le trancianti chiusure difensive che per i mille avanzamenti in attacco e della terza linea. Molto bene anche le fasi statiche, con mischia ordinata e rimessa laterale praticamene perfette. Nel Mogliano nota di merito per i giovani Da Re e Scagnolari capaci di dare energia al finale trevigiano.

Ora per il Verona secondo appuntamento di Coppa Italia sabato a San Donà di Piave.

Ecco le parole di coach Zanichelli al termine del match: "Il risultato è stato soddisfacente ed è stato frutto del buon lavoro svolto in settimana da tutta la squadra. Abbiamo fatto un po' di turnover e credo che i ragazzi a cui abbiamo dato chance, si siano stati all'altezza. Per noi questa è una grande soddisfazione. Dall'inizio del campionato ad oggi, abbiamo fatto giocare tutti i nostri giocatori e questo dimostra che avere una rosa ampia ti permette di dare continuità al gioco. Oggi senz'altro le fasi statiche. La prossima con San Donà? L'ultima partita in casa loro non è andata bene. Speriamo di mettere in campo una prestazione migliore e di portare a casa dei punti importanti. La Coppa Italia? Guqardiamo a questa competiizione con reale interesse, ma vivendola di settimana in settimana. Dopo San Donà capiremo qualcosa di più. Noi contiamo di vincere più partite possibili, e ce la metteremo tutta in questo senso".

Anche Federico Geronazzo, uno degli esordienti di giornata, ha commentato la prestazione dei suoi nel post partita: "Giocare oggi è stata una grande emozione. E' stata la mia prima volta in una gara ufficiale a questo livello e credo sia andata molto bene. Inizialmente ero agitatissimo, una volta entrato in campo tutto si è trasformato in una carica pasitiva. La meta? E' stata la ciliegina sulla torta. Sono davvero felice perchè mi sono impegnato per fare bene e questa segantura mi riempie d'orgoglio. La prossima con Mogliano in Top 12? Sarà sicuramente una partita diversa, forse più tattica, ma abbiamo tutte le carte in regola per fare bene, quindi siamo ottimisti".

FORMAZIONI E TABELLINO

Marcatori: p.t. 4’ m Soffiato t. Mortali (7-0), 12’ p. Mortali (10-0), 19’ m. Lastra Masotti t. Mortali (17-0), 29’ m. Cruciani t. Mortali (24-0), 39’ m. Silvestri t.Mortali (31-0), 42’ p. Mortali (34-0)s.t. 44’ m. Geronazzo t. Mortali (41-0), 77’ m. Salvetti t. Mortali (48-0), 80’ m. Toai Key t. Da Re (48-7).

Verona Rugby: Buondonno (18’ Geronazzo); Zanon, Conor (45’ Costantinescu), , Quintieri, Cruciani; Mortali, Soffiato (41’ Mariani); Zanini (60’ Spinelli), Salvetti (cap), Zago; Groenewald (60’ Signore), Mountariol; D’Agostino (52’ Cittadini), Silvestri (60’ Delfino), Lastra Masotti (52’ Rizzelli). All. Zanichelli, Mahoney, Sinclair

Mogliano Rugby 1969: Facchini (53’ Da Re); Galimberti, D’Anna (cap), Zanatta, Uncini (23’ Pavan); Jackman (53’ Scagnolari), Fabi (46’ Cervellin); Toai Key, Corazzi (41’ Baldino, 53’ Ferraro), Vizzotto; Finotto, Caila; Cincotto, Ceccato (55’ Michelini), Di Roberto (65’ Buonfiglio). All. Cavinato

Arb.: Luca Trentin

AA1: Riccardo Salafia. AA2: Eugenio Scrimieri

Quarto Uomo: Francesco Pulpo

Calciatori: Mortali (Verona Rugby) 8/8; Scagnolari (Mogliano) 1/1

Spettatori: 450

Punti conquistati in classifica: Verona Rugby 5 ; Mogliano Rugby 1969 0

Man of the of the Match: Quintieri (Verona Rugby)


 
Nessun commento per questo articolo.