LEGA PRO

Fresco: A Vicenza senza
paura, sfida stimolante

27/10/2018 12:07

Dopo la brutta sconfitta casalinga nella scorsa giornata contro la Giana Erminio, domenica sera alle 18.30 la Virtus Verona sarà impegnata allo stadio Romeo Menti in una sfida molto delicata contro il Vicenza. La Virtus, in piena zona play-out,cercherà in tutti i modi di portare via almeno un pareggio da questa trasferta, mentre il Vicenza proverà a sfruttare al massimo il fattore casalingo per ritrovare una vittoria importante dopo la sconfitta per 2-0 contro la Fermana nella scorsa giornata.

Queste le parole del mister rossoblù Gigi Fresco alla vigilia della sfida che ha tutta l'aria di un derby:"Non vediamo l'ora di giocare davanti ad un pubblico di otto, diecimila persone. Sono queste le occasioni in cui emergono in maniera evidente le differenze di categoria. Al di là del fattore ambientale giocheremo la nostra partita, senza alcun timore reverenziale. Possiamo dire la nostra, anche al cospetto di una squadra fortissima come il Vicenza. Del resto in questo campionato, soprattutto in questo girone, non esistono partite facili o difficili. Ogni domenica fa storia a sé".

Fresco non si sbilancia sul fronte formazione: "Ripartiremo dalle ultime due uscite contro Renate e Giana almeno per quanto riguarda il modulo ma mi porterò dietro diversi dubbi fino all'arrivo allo stadio. La cosa più importante è che stiamo recuperando un pò tutti, l'infermeria si sta svuotando, anche Speri e Rubbo sono tornati ad allenarsi col gruppo".

Assodato che il match di Vicenza si presenta ostico per i rossoblu, Fresco guarda avanti: "Novembre e dicembre saranno i mesi della verità. Più dicembre che novembre. Mercato? Troppo presto per parlarne, non ci sto pensando minimamente. Ripongo grande fiducia in questo gruppo, ogni valutazione verrà fatta al momento opportuno".

Sull'attuale situazione che stanno vivendo serie C e serie B, Fresco commenta così: "I problemi sono in serie B, la serie C ne sta pagando le conseguenze in maniera pesantissima. Definire i due campionati falsati è poco, siamo in presenza di una situazione inverosimile".

Riccardo Caturano


 
Nessun commento per questo articolo.