FORTITUDO MOZZECANE CALCIO FEMMINILE

Il Genoa acciuffa all'
ultimo il pareggio

29/10/2018 12:35

FORTITUDO MOZZECANE – GENOA WOMEN 2-2

Fortitudo Mozzecane: Meleddu, Dalla Giacoma, Groff, Caliari, Pavana, Bertolotti, Carraro, Benincaso, Peretti, Borg, Pinna.

A disposizione: Olivieri, Salaorni, Pecchini, Cinti, Caneo, Bottigliero, Gelmetti.

Allenatore: Simone Bragantini.

Genoa: Pignagnoli, Oliva, Gardel, Belloni, De Luca, De Blasio, Baghino, Niciante, Ferrario, Cama, Fracas.

A disposizione: Costantini, Massarelli, Giuffra.

Allenatore: Mara Morin.

Arbitro: Calvi (Bergamo).

Assistenti: Marrazzo, Cucinotta (Brescia).

Reti: 26’ st Dalla Giacoma, 32’ st Cama (rig.), 34’ st Peretti, 44’ st Ferrario.

Note: ammonite Pignagnoli, Gelmetti, Carraro.


La Fortitudo non va oltre il pareggio contro il Genoa, alla terza di campionato. Le gialloblù ancora alle prese con un terreno difficile, reso pesante dalla pioggia battente, come a Cittadella.

Un primo tempo meno ricco di emozioni rispetto alla ripresa. Le due squadre corrono tanto e lottano, ma nessuna delle due riesce a prendere il sopravvento sull’altra. Al 12’ è insidiosa la punizione calciata da Benincaso, che viene respinta da Pignagnoli e Pinna non riesce a trovare il tempo per la ribattuta al volo. Al 25’ è ancora Benincaso a rendersi pericolosa quando, dopo una bella azione in velocità insieme a Borg, viene atterrata in area, ma per Calvi è tutto regolare.

Altra cosa il secondo tempo. Le due squadre escono dagli spogliatoi cariche per provare a portare a casa il match. La Fortitudo spinge più delle ospiti e ha più gamba. All’11’ Pinna sfrutta un buco difensivo e si invola verso la porta avversaria, ma il campo non è dalla sua parte e il terreno bagnato rallenta la sfera facendole perdere il tempo poco prima di calciare. Al 20’ ci prova ancora la 9 gialloblù, che spara in diagonale addosso a Pignagnoli; sulla respinta arriva Pecchini in corsa che calcia senza esitazione, ma la sfera è parata ancora una volta. Dalla Giacoma, al 26’, firma il vantaggio casalingo con un gran gol: spalle alla porta si gira e in semi rovesciata manda il pallone all’angolino. 1-0. Al 30’, sugli sviluppi di un angolo, Carraro di testa colpisce la traversa, non trovando così il doppio vantaggio. Nel finale di partita succede di tutto. Prima il rigore concesso al Genoa e segnato da Cama per il pareggio, poi la rete del 2-1 di Peretti, che da fuori area scaglia un tiro che viene leggermente deviato e si insacca, infine il gol del definitivo pareggio, con Ferrario che, su punizione, infila l’incrocio.

Una partita combattuta, nella quale le gialloblù, guardando le vere occasioni, avrebbe meritato qualcosa in più. La squadra di Bragantini si trova ora con due punti in classifica.


Riccardo Cannavaro


 
Nessun commento per questo articolo.