VOLLEY

BluVolley, espugnata
Siena al tie-break

08/11/2018 23:23

La BluVolley Verona ottiene la vittoria per 3-2 (31-29,15-25,25-18, 18-25,16-18), in trasferta al PalaEstra contro la Emma Villas Siena, dopo una partita in bilico dall’inizio alla fine e decisa solamente al tie-break. I padroni di casa, capaci di annullare ben 4 match point nel finale ai gialloblù, falliscono la possibilità di ottenere la prima vittoria stagionale, mentre la squadra di Grbic ottiene comunque due punti importantissimi che gli permettono di accorciare ulteriormente la classifica. BluVolley che tornerà nuovamente in campo domenica alle 18.00 all’Agsm Forum, quando a fargli visita arriverà la Consar Ravenna che precede in classifica proprio i gialloblù, distanti solo un punto. Una vittoria domenica riporterebbe la Calzedonia a una posizione di classifica molto favorevole e per questo sarà un altro match da non sbagliare.


Emma Villas Siena- BluVolley 2-3 (31-29,15-25,25-18, 18-25,16-18)


Cronaca

BluVolley che nel primo set parte con il sestetto Spirito, Boyer, Sharifi, De Pandis, Solè e Manavi, ma capitola sotto i colpi del cubano Hernandez. Set in cui Verona parte forte in avvio portandosi sul 6-10. Hernandez però trascina i suoi riportando la gara in parità sul 12-12. La BluVolley prova ad allungare con Sharifi e Boyer ma Siena resta in partita annullando ai gialloblù due set point. Siena che chiude poi il set ai vantaggi sul 31-29.


Nel secondo set non c’è quasi partita con i gialloblù che partono molto forte portandosi subito sul 6-12. Grandi prestazioni in avvio di set di Solè e Boyer. Siena prova a rientrare in partita con Hernandez riportandosi sul 13-17 ma la Calzedonia chiude il parziale sul 15-25 grazie a un muro di Sharifi su Hernandez.


Il terzo set riparte con Siena che torna a spingere portandosi in avvio sul 5-1 costringendo Grbic a chiamare time-out. Dentro Savani al posto di Sharifi per dare una scossa alla squadra e Verona che ritorna sotto sull’11-9. Siena prova a scappare via con Gladyr che mette a terra il pallone del 16-11 e Grbic costretto al secondo time-out. La musica non cambia e Siena allunga sul 20-13. Verona prova a riportarsi sotto sul 21-17 grazie a un muro di Alletti ma Hernandez chiude il set sul 25-18 con due ace di fila.


Quarto set giocato punto su punto in avvio con Siena che chiama time-out sul 4-6 per i gialloblù. Il parziale rimane in bilico con Savani ed Hernandez protagonisti ma Verona prova ad allungare sul 13-18 con Cichello che chiede time-out per i pradoni di casa. Siena prova a reagire con il solito Hernandez. Time- out chiamato da Grbic per spezzare il ritmo e BluVolley che poi chiude il set sul 25-18 grazie a un muro di capitan Birarelli su Hernandez.

Il tie-break vede in avvio giocare le due squadre punto su punto fino al 6-6. BluVolley che allunga sul 9-12 grazie ad un errore al servizio dei padroni di casa e Cichello chiama time-out. Siena torna sotto sull’11-13 , riuscendo poi a recuperare trovando il punto del 14-14. Due errori di Hernandez però regalano la vittoria alla Calzedonia che chiude la gara sul 16-18.

Riccardo Caturano


 
  • Ernesto

    il 09/11/2018 alle 12:52 “Per Max”
    Perugia è la squadra più forte al mondo adesso, un gradino sotto Civitanova e Modena, altro mezzo gradino sotto Trento e poi potremmo esserci noi. Questa Siena ha messo in grande difficoltà anche Perugia domenica scorsa, quindi una vittoria al 5 set ci sta. Tieni presente che ci manca una banda titolare (Jaeschke) che verosimilmente prenderà il posto titolare di Sharifi (discontinuo in partita ma è ancora tanto giovane). Abbiamo pescato un Jolly con Boyer anche se ieri è parso un po' meno lucido. Alletti e Sole' con Birrarelli come centrali vanno più che bene. De Pandis libero pure. Savani e Marretta come bande in panca anche. L'unico vero anello debole secondo me è Spirito, non ha avuto l'evoluzione che ci si aspettava secondo me, o comunque non vale un Giannelli (che è 3 anni più giovane), bisogna comunque cercare di capire i suoi limiti e i limiti di Grbic. Per quanto riguarda Manavi, ha del potenziale ma anche lui come Sharifi troppo discontinuo. Non fasciamoci la testa prima del dovuto, l'importante è arrivare pronti fisicamente ai playoff e quest'anno non abbiamo la scusa della coppa europea, poi se pensi che i quarti playoff sono al meglio delle 3 gare allora per centrare l'obiettivo semifinale bisogna azzeccare solo 2 partite...
     
  • Max

    il 08/11/2018 alle 23:57 “Squadra...”
    SQUADRA da tranquilla salvezza..nulla di più..decisamente più scarsi dello scorso anno ..nonostante i consueti proclami della società !!!