LE PAROLE DEI GIOCATORI

Sorrentino e Radovanovic
"Noi ci crediamo"

10/11/2018 17:41

Nella conferenza di oggi, sono stati chiamati in causa direttamente da mister Ventura, Stefano Sorrentino e Ivan Radovanovic. I due senatori del Chievo, si sono espressi sul momento critico della loro squadra (GUARDA VIDEO).

Il primo parla da vero e proprio leader. Da chi ha 39 anni ma solo sulla carta, da chi ha la voglia di fare e l'entusiasmo di un bambino, da chi sa che, quando smette di sperare, inizia un pò a morire: "Mancano ancora tante partite alla fine del campionato e nel mio vocabolario la parola 'mollare' non esiste. Abbiamo lavorato bene e sappiamo di poter far risultato contro il Bologna che è una nostra diretta concorrente. Finchè ho ancora fiato e speranza, non mollo. Mentalmente ci siamo e siamo pronti per cercare la prima vittoria che accenderà quella scintilla per proseguire in modo positivo il campionato".


Ivan, invece, lascia trasparire dalle sue parole una leggera rabbia/delusione mista alla voglia di riscatto:"Non è mai bello vivere un periodo come questo. Man mano stiamo conoscendo meglio il mister e ci stiamo adattando al suo modo di gioco. Sono d'accordo con il mio collega, nel dire che, con una vittoria, il nostro cammino potrà cambiare in meglio. Da lì in poi, possiamo giocarcela a viso aperto con tutti. Come dice il nostro slogan 'insieme siamo più forti' e proprio per questo, ora più che mai, abbiamo bisogno dei nostri tifosi. La speranza è l'ultima a morire. Noi siamo vivi e lo dimostreremo".


ELEONORA TACCONI


 
Nessun commento per questo articolo.