PROBABILE FORMAZIONE

Grosso e la speranza
nella velocità delle ali

08/12/2018 22:20

Conta solo vincere per uscire dalla crisi. Per la sfida col Benevento, domenica alle 21 al Vigorito, Fabio Grosso punterà ancora sul 4-3-3 con Silvestri in porta, difeso dalla coppia centrale Caracciolo-Dawidowicz, Crescenzi a destra ed Empereur (favorito su Balkovec) a sinistra. A centrocampo chiavi della regia affidate ancora a Marrone (Colombatto infortunato, Calvano non convocato), schierato con Henderson e Zaccagni. In attacco sicuro del posto Di Carmine (con Pazzini ancora in panchina), mentre sulle fasce spazio a Matos e Lee (in ballottaggio con Laribi). Grosso si affida alla velocità degli esterni per cercare la via del gol, sempre più una chimera.

Verona (4-3-3): Silvestri: Crescenzi, Dawidowicz, Caracciolo, Empereur; Marrone, Zaccagni, Henderson; Matos, Di Carmine, Lee. All: Grosso.


 
  • Pagine:
  • 1
  • 2
  • 3
  • Paul Mariner

    il 09/12/2018 alle 22:03 “Andrea”
    Sono totalmente d'accordo con te.
     
  • Andrea

    il 09/12/2018 alle 20:11 “Paul Mariner”
    quando si parla del passato e facile essere tacciati di mera dietrologia. Comunque il calcio non e cambiato. La velocita del milan di sacchi, quella squadra, anche oggi secondo me non avrebbe rivali. Per tornare a grosso, oltre alla sua palese incapacita, non ha orgoglio come persona. Accettare di venire qui x far fare panchina a Pazzini, far giocare la squadra che peggio non si può, non battersi neanche x tenere uno come Fossati che ci sarebbe servito come il pane, vuol dire che sei anche moralmente colpevole e senza dignita. un allenatore onesto non tiene Pazzini in panchina e non deve aver padroni, ma giocare per vincere e non x fare figure di mer..da solo per far prendere al maledetto da carpi altri 10 ml...spero che si bruci qui la sua carriera definitivamente, si allena x far risultati non per prestarsi ad infimi disegni..quindi odio grosso quasi come el strasarol maledetto
     
  • Paul Mariner

    il 09/12/2018 alle 19:06 “Grosso Vs Radice...”
    Tralasciando il pronostico per stasera ( facile... purtroppo) leggo che Andrea sottolinea la differenza fra gli Allenatori di una volta ( Radice appena scomparso ) e le mezze seghe di oggi ( Grosso)... Ma Radice era un gigante, un innovatore, uno che sapeva di calcio, e il suo Torino me lo ricordo allo stadio , nel 1976, sotto un diluvio, giocare un grandissimo calcio...Radice resterà nella storia del calcio italiano con il suo Torino....Grosso, poveraccio... purtroppo ce lo siamo beccati noi....
     
  • Stefano56

    il 09/12/2018 alle 18:42 “Steph”
    analisi perfetta. Il disastro sportivo che è alle porte, con la squadra, a brevissimo, invischiata nella lotta per non retrocedere, unirà ancor di più la protesta. Fondamentale, come dici tu , l'unità. Poi boiccotare tutto e tutti, incluso i mezzi di informazione che si sono nuovamente schierati pro società.
     
  • Michele

    il 09/12/2018 alle 18:34 “I Tifosi”
    DELL' HELLAS TROPPO MOLLI. NESSUNA LINEA DURA. DOPO LA BELLA INIZIATIVA CON IL PALERMO ( TUTTI FUORI ) , QUESTA SERA 70 PERSONE A BENEVENTO. LA FAMOSA MINA CANTAVA PAROLE PAROLE PAROLE..........
     
  • Riccardo

    il 09/12/2018 alle 18:19 “Caro Grosso”
    Ora abbiamo solo sei squadre dietro. Qualcosa da dire?
     
  • Steph

    il 09/12/2018 alle 17:25 “Miscela Esplosiva”
    Metti uno pseudopresidente che si autodefinisce imprenditore, ma a quanto è dato vedere la vera impresa è quella di far soldi a spese della dignità e della storia di una gloriosa società sbattendosene allegramente delle lacrime di vecchi e bambini, amalgamiamolo con un DS alla prime armi, escrescenza carnosa di un predecessore mai abbastanza vituperato dal 100% dei tifosi, inforniamo il tutto grazie alle sapienti competenze di Chef Big e il delitto perfetto è servito..... Per favore, la Curva Sud non è più quella di un tempo, bene per certi aspetti, male per altri, non mi interessa. La cosa adesso importante è mettere d’accordo TUTTI i tifosi di tutti e settori con tutti i Calcio Club e ideare un’unica linea di condotta per alzare i toni e cominciare a tosare almeno un po’ di pelo al Brigante emiliano, vedere che pian piano si comincia a farlo sentire come una cimice quando si va sotto zero. Uniamoci, uniamoci , uniamoci, è l’unIvo modo....
     
  • Hellas 8

    il 09/12/2018 alle 15:55 “Hellas”
    Ma se non sbaglio sia il presindentissimo che l'accompagnatore sono juventini giusto?
     
  • Paolo

    il 09/12/2018 alle 15:17 “Caro Mister”
    Non faccio il tuo “lavoro” per fortuna. Si leggi bene, PER FORTUNA.!! Io, anche se resterò sempre una persona senza villa senza macchine lussuose,senza yacht, senza capi e orologi firmati, una cosa potrò dire di aver ancora. LA MIA DIGNITÀ. tu,in ogni parte che andrai, sarai ricordato come un fallito. In bocca al lupo per il tuo futuro, ne avrai bisogno!!!
     
  • Andrea

    il 09/12/2018 alle 14:45 “Ho Visto”
    il servizio sulla morte ieri di Gigi Radice. Li ho avuto la conferma, ma non ne avevo bisogno, di che tipo di allenatori c erano una volta. Radice con la certezza quel giorno di aver vinto lo scudetto davanti ai rubentini, lo stesso si incacchiò xche il torino quel giorno doveva vincere e non era accaduto. Con uno scudetto in tasca..e penso a questo incapace che lascia Pazzini in panca, che sa solo dare la colpa agli altri per la sua totale incapacita di schierare decentemente e dare un gioco ed una identita ad una squadra....uomo insulso da mozzarella burrata