VINCE VALSUGANA

Verona Rugby sconfitto
in Coppa Italia

15/12/2018 17:32

Niente da fare per Verona sui campi di Via Querini. Sorride il Valsugana nel primo match di ritorno di Coppa Italia nel Girone 1, grazie alla vittoria per 31-12.

Gli uomini di Doorey partono alla grande, poi sprecano e ne pagano le conseguenze, complice anche un turnover forzato a causa diversi infortuni. Il Valsu, dal canto suo, si dimostra più concreto in fase d'attacco e più efficace nelle fasi statiche, meritando così vittoria e bonus.

Pronti, via. Fischio d'inizio e Verona che si porta subito in vantaggio con la meta di Geronazzo, che raccoglie da terra un pallone smanacciato dall'estremo patavino e lo schiaccia oltre la linea senza troppi comlimenti. McKinney manca la tasformazione, e il parziale, dopo solo un minuto, si fissa così sullo 0-5. Ma a smorzare sul nascere i prematuri entuasmi veronesi ci pensa Roden che, servito da Lisciani, buca in fascia, galoppa per 20 mt per poi rientrare e segnare sotto l'acca veronese. Sempre Roden s'incarica poi dell'agevole trasformazione. 7-5 sul tabellone. Gli uomini di Doorey non ci stanno e mettono buona pressione ai padroni di casa alla ricerca dell'occasione giusta. Al 10' arriva infatti la seconda segnatura a tinte antracite: Rossi ruba un pallone nel punto d'incontro sui 22 mt avversari e dà il là ad una bella progressione finalizzata poi altre la linea da Mortali, abile nel trovare il varco tra le maglie della difesa padovana. McKinney stavolta centra il bersaaglio: 7-12. Sorpasso e controsorpasso. Passano solo due minuti ed ecco un errore veronese a centro campo che permette al biancoblù - in tenuta total orange - di guadagnarsi una ghiotta touche sui 5 mt veronesi. Drive perfetto e Pivetta che schiaccia in meta. Roden centra i pali e fissa il risultato sul 14-12. Nel frattempo esce dal campo Furia per infortunio dopo uno scontro particolarmente duro con Varise: al sui posto entra Lastra Masotti. La mischia antracite inizia a scricchiolare e la meta tecnica assegnata al 23' al Valsuagana da Bottino, dopo l'ennesimo reset sui 5 mt veronesi, ne è la prova. Poco dopo anche Salvetti è costretto a lasciare il campo per infortunio, stavolta muscolare. Sul finire del primo tempo Jeff Montauriol fa sobbalzare i tifosi sugli spalti con un intercetto dei suoi che però si conclude in un nulla di fatto.

Al rientro dagli spogliatoi altra tegola per le fila veronesi: fuori McKinney, dentro Quintieri, con Mortali che va all'apertura. Valsugana spinge in attacco e al 50' trova il varco giusto con Citton: il numero 10 patavino finta il passaggio, accellera e colpisce in volata. 26-12 e Valsugana che prende il largo. Verona non ci sta e insiste mantenendo il possesso nella metà campo biancoblù, ma senza risultato. Poi, al 78', la meta che sancisce la fine del match. Sugli sviluppi di una mischia nei 10 mt veronesi, Liut prende palla, porta a spasso la difesa veronese e segna. 31-12 il risultato finale che regala 5 punti agli uomini di Polla Roux, permettendo così al Valsu di riprendere la guida in testa al girone 1.

Prossimo appuntamento fissato per sabato 22 dicembre con la decima giornata di Top 12 in casa del Rovigo.

Le parole di coach Doorey al termine del match: "Siamo stati troppo imprecisi. Nel primo tempo abbiamo sbagliato 3/4 occasioni importanti e quando sprechi molto, paghi cari gli errori. Evidentemente poi abbiamo avuto dei problemi in mischia chiusa. E senza le basi è difficile essere competitivo ed efficace. Mi è piaciuto l'atteggiamento nel primo tempo, ma non è stato sufficiente. C'è molto da migliorare anche sul piano fisico. Oggi abbiamo avuto alcuni infortuni e questo ha condizionato sicuramente l'andamento del match. La prossima con Rovigo in Top 12? Loro sono molto forti in tutti i reparti: hanno una mischia che lavora bene, un drive molto efficace e un allenatore, Casellato, che dà gli input giusti ai suoi ragazzi. Noi dovremo puntare sui fondamentali e cercare di migliorare partendo dalle basi. Solo così potremo provare a metterli in difficoltà".

Le parole di Michele Mortali a fine match: "Nel primo tempo abbiamo creato delle buone azioni in attacco e abbiamo sfiorato più di una meta. Nel secondo abbiamo rallentato il ritmo e, complice anche il loro miglior piazzamento, non siamo riusciti a gestire il pallone e ladifesa come avremmo voluto. Abbiamo sofferto, questo è vero, soprattutto in mischia, ma sono fiducioso in vista delle prossime partite perchè il gruppo ha voglia di lavorare per cercare di migliorarsi. Rovigo? Oggi abbiamo sbagliato troppo ed è impensabile andare a Rovigo e ripetere una prestazione come quella di oggi. Se non limiteremo gli errori, sarà una partita davvero molto dura. Comunque ora abbiamo una settimana a disposizone per preparare la sfida al meglio e recuperare gli infortunati. Andiamo là per fare il massimo, poi il campo dar il suo verdetto".

FORMAZIONI E TABELLINO

Marcatori: p.t. 2’ m. Geronazzo (0-5), 6’ m. Roden tr. Roden (7-5), 10’ m. Mortali tr. McKinney (7-12), 13’ m. Swanepoel tr. Roden (14-12), 20’ m.t. (21-12) s.t. 50’ m.Citton (26-12), 78’ Liut (31-12)

Valsugana Rugby Padova: Roden; Lisciani (70’ Rossi), Beraldin , Dell’Antonio A., Dell’Antonio F. (45’ Rigutti); Citton, Tomaselli (54’ Scapin R.); Girardi (60’ Ferraresi), Liut, Caldon (46’ Baldelli); Turcato, Albertario; Swanepoel (48’ Paparone), Pivetta (cap.) (61’ Cesaro), Varise (65’ Trevisan). All. Polla Roux

Verona Rugby: Cruciani; Constantinescu, Pavan (65’ Quintieri), Mortali , Geronazzo; McKinney (48’ Zanon), Soffiato (58’ Di Tota); Salvetti (30’ Montariol), Rossi, Zago; Signore, Groenwald, Cittadini (55’ Delfino), Silvestri (cap.)(65’ Girelli), Furia (19’ Lastra) (61’ Rizzelli). All. Doorey. Arb.: Manuel Bottino (Roma)

AA1 Gianluca Gnecchi (Brescia) AA2 Marco Panin (Rovigo)

Quarto Uomo: Francesco Pulpo (Brescia)

Cartellini: 25’ giallo Albertario (Valsugana Rugby Padova)

Calciatori: McKinney 1/2, Roden 2/3, Rossi 0/1

Punti conquistati in classifica: Valsugana Rugby Padova 5 - Verona Rugby0

Man of the Match: Citton (Valsugana Rugby Padova).


 
Nessun commento per questo articolo.