FORTITUDO MOZZECANE CALCIO FEMMINILE

Troppa Inter per la
Fortitudo

14/01/2019 10:01

INTER – FORTITUDO MOZZECANE 6-0

Inter: Capelletti, D’Adda, Capucci (15’ st Pellens), Locatelli, Marinelli (15’ st Costi), Brustia (3’ st Pandini), Baresi (33’ st Crespi) , Regazzoli, Merlo (33’ st Giani), Santi, Rognoni.


A disposizione: Schroffenegger, Crespi, Pisano, Costi, Giani, Pellens, Pandini.


Allenatore: De La Fuente.


Fortitudo Mozzecane: Olivieri, Pecchini, Caliari, Bertolotti, Groff, Pavana (41’ st Bonfante), Martani, Caneo (15’ st Salaorni), Pinna (24’ st Borg), Peretti (41’ st Bottigliero), Gelmetti (15’ st Signori).


A disposizione: Perina, Salaorni, Bonfante, Signori, Cinti, Bottigliero, Borg.


Allenatore: Bragantini.


Arbitro: Villa (Rimini).


Assistenti: Siboni, Bertozzi.


Reti: 8’ pt Marinelli, 13’ pt Brustia, 6’ st Pandini, 7’ st Marinelli, 9’st Regazzoli, 30’ st Costi.


Note: ammonita Rognoni.


Troppa Inter per le gialloblù. Le ragazze di Bragantini vengono sconfitte 6-0 in trasferta a Milano contro le regine della serie B, che mantengono il primo posto a pieno punteggio. Si è vista una Fortitudo poco spregiudicata, troppo poco coraggiosa per le qualità che hanno invece queste ragazze.


Le marcature sono aperte da Marinelli, che al 7’ calcia rasoterra e sorprende Olivieri. Qualche minuto dopo arriva il raddoppio delle padrone di casa con Brustia, che con un diagonale preciso buca la porta. Le ospiti provano a resistere al doppio colpo subito e tentano di accorciare le distanze, ma anche la sfortuna ci si mette: prima ci prova Gelmetti, che al 31’ spara sulla traversa dopo un bel dribbling in area; al 34’ Peretti prova da buona posizione in area piccola ma il suo tiro viene respinto da Capelletti in calcio d’angolo.


La ripresa parla solo nerazzurro. Al 4’ Marinelli colpisce un palo e al 7’ Pandini firma il 3-0 appoggiando comodamente la sfera in rete. Non passa nemmeno un minuto che arriva il quarto gol, con Marinelli che sfrutta un contropiede e con un pallonetto firma la doppietta personale. La Fortitudo non ci sta e prova a salvare l’orgoglio: Martani prova la grande azione in solitaria che si conclude con un tiro violento respinto dall’estremo difensore nerazzurro. Al 9’ però è ancora l’Inter a far male, questa volta con Regazzoli, che da fuori area spara un missile dritto in rete. Il 6-0 giunge al 30’, quando Costi si ritrova davanti a Olivieri e la spiazza.


Una partita senza storia, ma una Fortitudo che deve dimenticarsi in fretta del risultato e riprendere la sua marcia, conscia delle sue qualità e di tutte le cose positive mostrate finora in questo campionato. Testa alla prossima partita.


Riccardo Cannavaro


 
Nessun commento per questo articolo.