LEGA PRO

Virtus,al Gavagnin sfida
al Pordenone capolista

21/01/2019 14:50

La Virtus Verona, dopo la sconfitta per 1-0 nel finale contro il Monza allo stadio Brianteo, è già chiamata a un'altra sfida tutt'altro che facile. Martedì 22 gennaio i rossoblù torneranno in campo al Gavagnin-Nocini per affrontare il Pordenone di Attilio Tesser, primo in classifica a otto lunghezze di vantaggio sulla Triestina e determinato a conquistare la promozione diretta in Serie B. La gara, valida per la 22a giornata del girone B di Lega Pro, è in programma per le ore 18.30.


Il Pordenone, a differenza delle altre squadre che navigano nella zona alta della classifica, in questo mercato di gennaio non ha fatto fino ad ora delle sostanziali operazioni di rinforzo, dato che certifica il livello già ottimo della rosa nero-verde, che da inizio anno sta viaggiando con un ritmo che al momento sembra non avere rivali in questo girone di Lega Pro. La formazione di Tesser ha ottenuto quattro vittorie e due pareggi nelle ultime sei giornate (nell'ultimo turno vittoria casilinga per 1-0 contro l'Albinoleffe), mentre l'ultima sconfitta risale addirittura all'11esima giornata, nella sfida casalinga persa per 1-2 proprio contro la Triestina.


Nella gara d'andata, il Pordenone si impose sui rossoblù allo stadio Bottecchia per 1-0, con il goal di Candellone allo scadere del primo tempo. La Virtus però in questa finestra di mercato si è mossa parecchio e nonostante la sconfitta di Monza, la qualità e la compattezza della rosa è nettamente migliorata grazie a rinforzi come Manfrin, Giorico, Onescu e Nolè. La squadra di Fresco in questo inizio del girone di ritorno dovrà cercare di raccogliere più punti possibili, anche se nelle prossime tre giornate se la vedrà con SudTirol, Triestina e Ternana. Un calendario che sicuramente non aiuta, ma dei risultati positivi potrebbero decisamente aiutare la squadra sotto l'aspetto mentale, per arrivare concentrata e determinata a giocarsi la salvezza nella seconda parte del girone di ritorno.


La sfida al Gavagnin-Nocini si preannuncia difficilissima, ma la salvezza diretta è distante attualmente quattro lunghezze e la prima sfida casalinga del 2019, potrebbe aiutare la Virtus ad accorciare la classifica sulle dirette rivali.


 
Nessun commento per questo articolo.