SERIE B

GLI ERRORI CHE HANNO
DEMOLITO GROSSO

07/02/2019 08:26

Un impasto tra presunzione e inesperienza. Il Verona che doveva essere la corazzata del campionato veleggia in zona play-off ma ha già fallito il principale obiettivo dopo lo schifo della scorsa stagione. Riconquistare i tifosi. Fabio Grosso sta ripercorrendo in peggio le gesta del predecessore Fabio Pecchia che, almeno, in serie B aveva fatto vedere a tratti un buon calcio e aveva ottenuto la promozione. Ma quali sono stati gli errori di Grosso?

1) LA COMUNICAZIONE. Stantia, debole, un disco rotto. Grosso non entra mai nel merito, non parla mai di calcio. Proprio come Pecchia. Un copione già scritto. Prima della gara le sue parole sono piene di buoni propositi, dopo la gara di rimpianti. Mai una frustata, mai un cambio di passo nella narrazione. A tratti però emerge un carattere permaloso. Non trasmette carica nè alla squadra nè ai tifosi.

2) IDEA DI CALCIO. Ancora oggi ci si chiede come gioca il Verona. La squadra non ha mai un cambio di passo, un guizzo. Il gioco di Grosso, legato a un 4-3-3 statico, prevede un possesso palla lunghissimo e lento al fine di cercare varchi negli avversari. Un gioco che alla lunga è diventato prevedibile oltre che stucchevole. In fase di non possesso il Verona è un disastro. Non si lavora sulle coperture preventive, il pressing è un'optional. La difesa è esposta a contropiedi devastanti e prende gol a grappoli anche sulle situazioni da fermo.

3) I RUOLI. Un'idea di Grosso è che tutti sono utili ma nessuno indispensabile. Una balla colossale. Cosa sarebbe stato il Verona di Mandorlini senza Toni? Questa idea ha portato alla panchina di Pazzini, il gioiello della squadra, uno dei pochi leader che potrebbero fare la differenza. Grosso non ha mai cercato di risolvere il rebus che lui stesso (con la complicità di D'Amico) ha creato: il dualismo con Di Carmine. Non solo. Per mesi abbiamo visto Dawidowicz piazzato in mezzo al campo e Marrone in difesa. Centrali difensivi andare sulle fasce e centrocampisti ruotati come figurine. Insomma un gigantesco "casino" che ha palesamente svuotato di motivazioni tanti giocatori (si prenda Laribi, ormai un fantasma) e la squadra di certezze.

4) IL BUNKER. Non è un aspetto secondario. Grosso crede di essere alla Juventus dove ha lavorato un anno e ha blindato tutti gli allenamenti, aprendoli solo in alcune occasioni sporadiche. E' incredibile che la società non sia intervenuta su questo aspetto, fondamentale, per il rapporto tra l'Hellas e la sua gente. Invece di "nutrire" la squadra con l'entusiasmo e l'affetto dei tifosi, Grosso continua imporre queste assurde sedute a porte chiuse. Il risultato è che il Verona è sempre più lontano dalla sua gente, così come la società aliena ormai completamente dal tessuto sociale.

5) LO STAFF. Grosso si è portato uno staff elefantiaco che però non ha prodotto risultati. La condizione atletica, visti i ritmi, è insufficiente, gli infortuni muscolari una costante. Non c'è nemmeno studio degli avversari nè capacità di leggere la partita in corso. In mezzo, tanta inesperienza, tante scelte poi rimangiate, una confusione generale che si ripercuote poi sulle prestazioni. Ovviamente ampiamente insufficienti.

GIANLUCA VIGHINI


 
  • Pagine:
  • 1
  • 2
  • 3
  • Ernesto

    il 08/02/2019 alle 11:11 “Beh, Demolito.....”
    non mi sembra proprio, anzi lo vedo saldo in sella e sempre sicuro di rimanerci, con la sua consueta spocchia, la sua supponenza, la sua saccenza, la sua tracotanza, unite alla sua completa incapacità che compongono un mix deleterio.
     
  • Dubbio Al Quesito

    il 08/02/2019 alle 08:09 “Dubbio Al Quesito”
    Ho solo un dubbio il prezzo giusto. Il presidente aveva detto che il Verona non valeva meno di 70 milioni anche fossero la metà sarebbe una cosa spropositata. È chiaro che a quelle cifre non ha un compratore. Il che significa che non vuole vendere. Se io ho una panda usata che non va neanche tanto bene e mi chiedono venti mila euro è chiaro che non la voglio vendere.
     
  • E Mi Unisco A Biagio

    il 08/02/2019 alle 06:06 “Un Gran Bel Bazo A Elia”
    E a tutta la sua famiglia Ed amici..
     
  • Quesito

    il 08/02/2019 alle 05:48 “Quesito O Femo El Voto Stili Tggb”
    La Vera domanda dovrebbe essere questa, ma chi viene dopo setti? Tra I tanti disfattisti ,qualcuno ha un none da proporre ? Chi sono quelli intenzionati a comprare per la VOSTRA causa? Abbiamo qualche nome? Ve lo digo mi !, No!! Nessuno,tante ciacole pel caxxo perchè quando se tratta da pagar devente tutti Romani..Il potenziale c è ,ma nessuno vuole sborsare la cifra(giusta)che chiede setti ,,perfortuna il vostro cervello è distante Dal buco del hulo e alora se sa chi è cosa!! Nell frattempo vado in cerca de un industrial onesto buono uno che non lavora per I suoi interessi...uno adatto a un pubblico de teste da caxxo!!
     
  • Biagio Monaco

    il 07/02/2019 alle 22:36 “Vola In Alto Elia...in Alto Fin Lassu'”
    Non so se sia la sede giusta....al di là come ci stai trattando presidente Setti hai fatto un bel gesto a sentirtiti vicino alla famiglia di Elia in 7n momento così tragico e drammatico.Elia è stato per 5 anni il compagno di banco di mio figlio per 5 anni...chi vestiva questa maglia per lui erano eroi..graziedel gesto....per sempre voleremo in alto...in alto fin lassù....ciao Elia
     
  • Alex111

    il 07/02/2019 alle 21:34 “Sono Il Primo A Sostenere Che Grosso Ci Ha Rovinato La Stagione,”
    Tuttavia, se abbiamo detto e ripetuto che i motivi per cui i risultati son questi sono o la sua incommensurabile incapacita' o la sua malafede (continuare a collezionare figure merdose in cambio di qualche vaga promessa sul suo futuro professionale...cose ke a una pers con pure pochissima dignita' dovrebbero gia' togliere il coraggio di guardare in faccia i propri familiari...MI PARE CHIARO CHE QUESTE CONTINUE CRITICHE A QUESTA MERDA DI ALLENATORE NON SERVANO AD UNA BEATA MAZZA. kiaro o no? Eppure non fate null'altro che torturarci i coglioni sempre con gli stessi articoli del caxxo
     
  • W Setti

    il 07/02/2019 alle 20:54 “No Il Sindaco No!!”
    W sboarina!!!!!w setti !!!!! Ingrata fazione di bifolchi veronesi non vi meritate questa professionalità....se proprio leghistii....finti!!!!! W setti !!!!
     
  • Paul Mariner

    il 07/02/2019 alle 20:01 “Zigo66”
    Ti do amaramente ragione su tutto. Sul sindaco e le istituzioni poi, non parliamone... Anni fa il Torino devastato dalle gestioni di Borsano e Cimminelli era nelle nostre condizioni. Il sindaco Chiamparino è sceso in campo mettendoci la faccia, evitando l’arrivo di uno speculatore ciociaro ( Giovannone) e convincendo Cairo a comperare la società... fai ti il paragone con il nostro sindaco...I tifosi sono stati troppo buoni, ma chi si è esposto di più si è trovato la digos sul posto di lavoro ... questo succede a Verona... i tempi di Zigoni purtroppo non torneranno!
     
  • Stefano

    il 07/02/2019 alle 19:28 “Amichevoli......”
    Erano una FESTA per staff,giocatori e TIFOSI......ora si nascondono. ALTRO TRAGUARDO DELLA seti e company. COMPLIMENTI.
     
  • Robyz

    il 07/02/2019 alle 19:00 “La Fiera Delle Banalità”
    Con lo S Crotone si vedrà il calcio champagne del nostro GROSSISSIMO allenatore!! Siate fiduciosi!! Abbiamo ampi margini di miglioramento ( = siamo in crescita) !! C’è ancora tempo per la fuga in serie A!! Il gruppo è unito!! Il clima è ostile!! La squadra è forte !! Vinceremo a Graz !!