CLASSIFICA DELLA GAZZETTA

Colombatto è tra i
peggiori registi della B

13/02/2019 12:04

Dal calciomercato invernale, dopo la partenza di Caracciolo, tutti i tifosi gialloblù si aspettavano un nuovo difensore centrale ma non è arrivato nessuno. Un "buco" non rattoppato nella rosa voluta dal Ds Tony D'Amico.

Ma in questi mesi si è avvertita un'altra assenza: quella di un vero regista. Grosso ha cambiato molto, dando le chiavi del centrocampo un po' a tutti: prima, nel ritiro estivo, a Fossati e Calvano, poi a Gustafson, a Colombatto, a Dawidowicz, a Danzi e anche a Marrone per una partita. Il risultato? Tanta confusione.

Alla fine il più utilizzato in quel ruolo è stato Santiago Colombatto, in prestito dal Cagliari (che ha il controriscatto, quindi può riprenderselo quando vuole nel caso il Verona spendesse soldi per il riscatto). Un giocatore, non di proprietà, molto utilizzato che ha deluso le aspettative.

Lo testimonia anche la classifica realizzata dalla Gazzetta dello Sport sui migliori registi della Serie B. Colombatto è in fondo alla graduatoria con una media voto insufficiente: è 15esimo (su 19 registi più utilizzati da ogni squadra, primo è Tonali del Brescia) con un basso 5,93. Prima di lui ci sono giocatori come Agazzi del Livorno e Palmiero del Cosenza che, viste le maggiori sconfitte con le proprie squadre, in teoria dovrebbero avere un voto più basso.

Il regista è il ruolo fondamentale per una squadra, soprattutto nel 4-3-3, dove il vertice basso del centrocampo tocca più palloni di tutti. E' arrivato febbraio e l'Hellas non ha ancora un regista su cui fare affidamento: il calciatore più usato dall'allenatore abruzzese sta deludendo.

Un altro punto preoccupante dell'infinita lista di "cose che non vanno" in questo Hellas targato Setti-Barresi-D'Amico-Grosso.


 
  • Pagine:
  • 1
  • 2
  • Marco

    il 14/02/2019 alle 08:08 “Rosa Indecente”
    mi chiedo come tutti voi giornalisti tifosi parlavate di una squadra superiore a tutte adesso vi rendete conto che è scarssissima costruita per rimanere a galla ma hai me si retrocede giocatori non di proprietà 4 o 5 pazzini tieni duro sei l unico furbo spremi la società fino all ultima goccia: ragione mandorlini sono tutti avventurieri anche per questo toni è andato via aveva capito che sono dei cialtroni
     
  • Piergianni Tenchella

    il 14/02/2019 alle 06:36 “70 Milioni”
    di scarpate nel sedere questo è il valore hellas.con un grosso allenatore ed un setti incapace la miglior cosa da fare è risparmiare i soldi del biglietto e rimanere a casa al caldo.una dirigenza come questa mai vista.uno schifo dall'inizio alla fine e sono due anni che veniamo presi per il sedere.adesso basta
     
  • Max70

    il 13/02/2019 alle 21:38 “Tu Non Dovresti Neanche Parlare”
    feic nius de cass...telewcensa del kaiser
     
  • Robyz

    il 13/02/2019 alle 21:32 “Per Me....”
    QUALSIASI giocatore allenato dall’osso da brodo peggiora partita dopo partita....MODELLO BORUSSIA AL CONTRARIO
     
  • Bruno

    il 13/02/2019 alle 20:23 “Opinione Mia”
    Per me Colombatto è un buon giocatore. Si è involuto nella confusione tattica di questo Verona, come altre buone promesse del resto.
     
  • Max

    il 13/02/2019 alle 17:23 “Gazzetta...”
    Non c'era certo bisogno che ce lo dicesse la Gazzetta che Colombatto sia un giocatore di una scarsezza impressionante !!!!
     
  • Ciccio2

    il 13/02/2019 alle 17:19 “Non Serve Però La Lista Delle Rogne”
    sappiamo già perché e percome .... accanirsi non giova: anzi: date alibi ai super manager
     
  • Francesco

    il 13/02/2019 alle 15:30 “Basta Con Queste Faches Nius”
    basta con queste faches nius. ha ragione tony friend d'amico. colombatto è il nuovo pirlo misto a pogba. vinceremo la champions league con lui! Grazie d'amico per il grande acquisto!
     
  • Giordano Fedrigo

    il 13/02/2019 alle 14:56 “Avete Rotto”
    il caxxo con queste feche nius
     
  • Paolo

    il 13/02/2019 alle 14:56 “Barresi ”
    "In questo Hellas targato Setti-Barresi-D'Amico-Grosso." Cavolo, mi ero dimenticato che il Verona ha a libro paga pure tale Francesco Barresi; non lo sentivo nominare da quando ha piagnucolato contro il taglio del paracadute a luglio. Si è più scoperto cosa sta a fare in società? Lava la macchina del capo?