IN GRAN GUARDIA

Premi Cangrande, 'Oscar'
per Viviani e Cunego

19/02/2019 21:07
Il 2019 è senza dubbio l’anno delle due ruote. Aspettando la tappa veronese del Giro d’Italia, anche il “Cangrande d’oro” premia il ciclismo. Il riconoscimento, infatti, è stato assegnato ad Elia Viviani.
La cerimonia di consegna si è tenuta in Gran Guardia. Sul palcoscenico, una dopo l’altra, le eccellenze dello sport veronese nella 25ª edizione della manifestazione che attribuisce gli “Oscar” sportivi.
Viviani, classe 1989 e da poco trentenne, reduce da 18 vittorie nel 2018 con quattro tappe al Giro d’Italia e la conquista del titolo di Campione italiano, ha confidato di sperare di arrivare il maglia ciclamino anche in Arena, dove il 2 giugno si concluderà il 102º Giro d’Italia. Oltre alla speranza di vincere la Milano-Sanremo. E non è stato l’unico professionista della bicicletta ad essere premiato. Damiano Cunego ha ricevuto il "Cangrande alla carriera".
Ma è stato il turno di atleti, dirigenti (Raffaella Vittadello per il Payanini Center di rugby), allenatori (Edoardo Peroni del Cavaion tamburello), squadre (Verona Rugby, Virtus Borgo Venezia e CSS di pallanuoto femminile)che si sono particolarmente distinti, portando l’immagine di Verona nel mondo.
Il premio giornalista è stato assegnato a Valentino Fioravanti, cantore dell’Hellas Verona dello scudetto, e Francesco Arioli.
Tra gli atleti premiati Elisa Molinarolo (salto con l'asta), Francesca Tommasi (corsa campestre), Andrea Spagnolli (vela) e Thomas Ceccon (nuoto).
Premio sponsor a Cattolica Assicurazioni; il Cangrande Scuola è andato all’istituto Caliari Betteloni (badminton), il premio Sociale nello Sport all’associazione "Amici Senza Barriere Daniela Zamboni - Onlus".
La serata, organizzata dall’assessorato allo sport del Comune di Verona con la Fondazione Bentegodi, è stata presentata dai giornalisti Mario Poli e Gianluca Tavellin. Ad intrattenere i presenti anche le performance delle ginnaste della Fondazione Bentegodi, premiata con una larga per l’anniversario dei 150 anni di attività, così come è stata assegnata una targa alla memoria a Roberto Leoni, storico presidente della Federazione Pallacanestro, scomparso lo scorso giugno.

 
Nessun commento per questo articolo.