Gessica Notaro a Verona

28/02/2019 10:57

Il Cuore in campo contro la Violenza questa la manifestazione che metterà il pallone al centro del campo venerdì 8 marzo per la partita amichevole tra Hellas Verona Women e Chievoverona Valpo.

L’iniziativa – in programma alle 18.30 presso l’Olivieri Stadium di via Sogare – nasce nell’ambito del progetto educativo “Un angelo di nome Fortuna”, dell’Associazione Nazionale Italiana Cantanti e sostenuto dal Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio.

L’evento, patrocinato dall’Amministrazione Comunale di Verona, dalla Federazione Italiana Gioco Calcio e dall’Associazione Italiana Calciatori, vede la collaborazione dell’Hellas Verona Women e dell’SSD Chievoverona Valpo, assieme all’US ACLI, al Telefono Rosa di Verona, al Progetto Quid (impresa sociale di moda etica) e all’ ‘Associazione Isolina e…’ e si prefigge lo scopo di sensibilizzare il pubblico veronese alla tematica della violenza di genere e sui minori.

L’intento è quello di stimolare una riflessione volta a favorire un cambiamento nei comportamenti socio-culturali e incentivare una raccolta fondi in favore del Telefono Rosa, supportando così le sue azioni di prevenzione e contrasto alla violenza sulle donne e sostenendo concretamente, attraverso sinergie con partner locali, interventi di reinserimento nel mondo del lavoro di vittime di violenza domestica.

Un progetto collettivo che porterà in campo oltre alle atlete dell’Hellas Verona e del Chievo anche alcuni artisti della Nazionale Italiana Cantanti e personaggi di spicco del mondo della cultura, dello spettacolo e dello sport veronese.

Madrina dell’evento sarà Gessica Notaro, ex finalista di Miss Italia e protagonista di un grave fatto di cronaca nel gennaio del 2017, quando venne aggredita dall’ex fidanzato che la sfregiò lanciandole sul volto una bottiglietta d’acido. Alla sua presenza, l’iniziativa sarà introdotta alla stampa venerdì 1 marzo alle 9.30 presso l’Aula Magna dell’Istituto Superiore Seghetti.

Interverranno inoltre, per il Comune di Verona, gli assessori Francesca Briani e Filippo Rando, l’avvocato Sara Gini per Telefono Rosa, Alessandra Favalli per Progetto QUID, Marisa Mazzi per l’ ‘Associazione Isolina e…’ e Gianluca Pecchini, direttore generale della Nazionale Italiana Cantanti. Assieme a due calciatrici, per l’Hellas Verona saranno presenti Francesco Barresi e Sergio Guidotti, mentre il ChievoVerona Valpo sarà rappresentato da Flora Bonafini e da alcune giocatrici.

Al termine della conferenza stampa Gessica Notaro sarà protagonista di un incontro/dibattito con gli studenti dell’Istituto Seghetti per un confronto sul tema della violenza di genere, sul come si diventa vittime o carnefici, sull’importanza della denuncia, sul ruolo educativo della scuola e dei media per la prevenzione di questo orrendo fenomeno che ci chiama ad una responsabilità sociale e non solo individuale.

Email inviata con successo

Liverani: Col Verona vittoria vale doppio

27/02/2019 10:11

“Ero sicuro della reazione dei ragazzi, ovviamente non del risultato. Abbiamo fatto una grande prestazione, siamo riusciti a canalizzare la rabbia della sconfitta di sabato scorso. Verona? Abbiamo affrontato una grande squadra, la vittoria vale doppio. Siamo praticamente salvi, abbiamo allungato sull’ultima posizione utile per i play-off”. Così Liverani dopo la vittoria col Verona.

Email inviata con successo

Tezenis U18 bloccata da Bernareggio

26/02/2019 17:50

La Tezenis Verona Under 18 bloccata da Bernareggio. Sul campo del Centro Don Calabria, i gialloblù di coach Marcelletti sono stati sconfitti con il punteggio di 64-71 in un match importante per la qualificazione al turno successivo.


Senza Guglielmi, out per 45 giorni, Marcelletti ha potuto contare su Oboe ispirato in fase offensiva e miglior realizzatore dell’incontro con 25 punti ma soprattutto di una prova corale che ha consentito di mantenere vivo il match fino a pochi minuti dal termine.


“Siamo rimasti in partita fino a metà dell’ultimo quarto – ha commentato coach Marcelletti – quando eravamo punto a punto. Abbiamo subìto la velocità e la fisicità di Bernareggio una formazione esperta che ha giocatori che militano in Serie B. Abbiamo pagato dazio ma c’è mancato solamente il guizzo per mettere avanti la testa negli ultimi minuti. Da sottolineare ancora una volta la volontà dei ragazzi, la loro mentalità e la loro voglia di lottare su ogni pallone. Ci stiamo abituando all’assenza di Guglielmi che caratterizzerà questo finale di stagione. E’ una sconfitta pesante, tutte le partite sono decisive. Ci giocheremo tutto a Ferrara, in una gara impegnativa da affrontare fuori casa”.


Tezenis-Bernareggio 64-71 (p.t. 32-37). Oboe 25, Tondini 11, Vicentini 9, Sackey 8, Cacciatori 7, Mozzini 2, Beghini, Benetollo, Van der Knaap, Torti, Sequani, Vesentini. All. Marcelletti.

Email inviata con successo

La Tezenis si prepara alla Coppa

25/02/2019 11:34

Archiviato l’anticipo contro Piacenza, la Tezenis Verona ora sposta l’obiettivo verso il primo appuntamento in Coppa Italia, venerdì contro la Virtus Roma.


I ragazzi di coach Dalmonte saranno al lavoro già da lunedì quando all’AGSM Forum combineranno una seduta fisica ad una tecnico-tattica dalle 16.30 alle 20.00.


Martedì e mercoledì si proseguirà con allenamenti dalle 14.00 alle 16.15 mentre giovedì mattina, dopo la seduta dalle 10.30 alle 12.30, nel pomeriggio è in programma la partenza per Porto San Giorgio.

Email inviata con successo

Bani: Bello non subire gol, ma dovevamo farlo

24/02/2019 20:35

"Buona prestazione? Sì, non abbiamo preso gol, siamo stati bravi in fase difensiva, ma la rete non l'abbiamo neanche fatta. Se non si segna è impossibile vincere e quindi continuare a coltivare il nostro sogno della salvezza. In settimana lavoreremo per migliorarci in fase offensiva". Così in sintesi, il giocatore del Chievo, Mattia Bani, al termine del match pareggiato per 0-0 contro il Genoa. Prosegue il difensore: "Non è stato facile giocare contro il Genoa che non perde da quando è inziato il nuovo anno. In più in attacco hanno giocatori imporatanti. Rimpianti? Tanti. Tolta la gara con la Roma in cui l'abbiamo sbagliata completamente, nelle altre potevamo fare più punti come quella con l'Empoli e l'Udinese. Però, non abbiamo tempo per analizzare le delusioni. Ora dobbiamo affrontare il Torino scendendo in campo con la voglia di ottenere un solo risultato: la vittoria. Io credo alla salvezza, come tutta la squadra. La classifica ancora non ci condanna per cui lotteremo fino alla fine".

Sugli applausi del pubblico: "Li ringraziamo. E' un momento difficile sia per noi che per loro. Ci danno un grande spinta ed è un peccato non averli fatti esultare per un gol e per una vittoria".

Sul suo contributo in campo: "Sto bene e cerco di dare il massimo. Posso giocare in una difesa a 3 o a 4. Non ho problemi di questo tipo. Voglio essere utile alla squadra e al mister".

Sul prossimo impegno contro il Torino: "E' importante ma non è decisiva. Il Toro è forte ma noi ci faremo trovare pronti".

A.F.

Email inviata con successo

Chievo Primavera sconfitto dalla Juve

24/02/2019 19:44

Termina con una vittoria per gli ospiti la 20^ giornata del campionato Primavera 1 tra ChievoVerona e Juventus. I ragazzi di mister Paolo Mandelli, dopo essere passati in vantaggio nei primissimi minuti del match, subiscono la rimonta bianconera che sfocia in un bugiardo 1-5.


Soli 6’ di gioco per la prima rete della gara siglata dal centrocampista gialloblù Massimo Bertagnoli abile a farsi trovare pronto sul palo più lontano e spingere dentro al sacco il pallone dell’1-0. Una decina di minuti più tardi il pari della Juventus con Sene al termine di un’azione manovrata, prima del raddoppio ospite con la rete di Morrone allo scadere del primo tempo.


Nella ripresa i gialloblù attaccano con veemenza alla ricerca del gol del pari creando numerose occasioni. Poco cinismo sotto porta e bianconeri ne approfittano realizzando, nel miglior momento per il ChievoVerona, la rete dell’1-3. Nonostante la terza rete ospite, D’Amico e compagni mantengono il pallino del gioco rendendosi pericolosi in più occasioni: ’offensiva gialloblù apre gli spazi alle ripartenze della Juventus che colpisce due volte, con Gozzi prima e con Portanova su rigore poi, per l’1-5 finale.


Il prossimo impegno per la formazione Primavera del ChievoVerona sarà il match esterno contro il Cagliari in programma sabato 2 marzo alle ore 14.30.


Primavera #ChievoJuve 1-5: il tabellino del match. Marcatori: 6’pt Bertagnoli, 19’pt Sene, 40’pt Morrone, 5’st Markovic, 39’st Gozzi, 49’st Portanova rig.

Email inviata con successo

Primavera Hellas crolla a Ferrara (3-0)

23/02/2019 16:59

La Primavera Hellas cade in casa della SPAL: per i ferraresi segnano in apertura Martina e Babbi, lo stesso Babbi nella ripresa fa doppietta. Nel secondo tempo il Verona sbaglia un rigore con Sane. La Primavera cercherà ora il riscatto tra una settimana all'Antistadio contro il Carpi.


SPAL-HELLAS VERONA 3-0

Marcatori: 3' pt Martina, 6' pt e 14' st Babbi.

Email inviata con successo

Gregucci: Almeno per un'ora buona Salernitana

23/02/2019 24:47

"A mio avviso non meritavamo di perdere. Ho visto una buona Salernitana almeno per un'ora. Restiamo con un pugno di mosche in mano e ciò ci rende tristi".

Così in sintesi, l'allenatore della Salernitana, Angelo Gregucci, al termine del match perso al Bentegodi contro il Verona per 1-0. Prosegue il mister: "Non voglio alibi, ma sicuramente potevamo fare meglio in alcune scelte e giocate. Nel primo tempo non siamo stati inferiori all'Hellas e l'abbiamo bloccato nelle sue fonti di gioco".

A.F.

Email inviata con successo

PRIMAVERA CHIEVO DONNE OK A CITTADELLA

20/02/2019 10:39

Grande rimonta, quella posta in essere domenica scorsa dalla Primavera del ChievoVerona Valpo, capace in quel di Cittadella di rimontare lo svantaggio, continuando così ad alimentare il sogno fasi finali. La compagine clivense è riuscita nell’intento di conquistare il massimo bottino in casa di un avversario che ha venduto cara la pelle e che ha dimostrato di valere molto di più dell’attuale ultimo posto in classifica. A decidere la contesa è stato un gol di Giorgia Marchiori, al rientro dopo un lungo infortunio al ginocchio, una giocatrice che ora rappresenta una arma in più per il tecnico Veronica Brutti. Il diesse Daniele Signori commenta così la vittoria: «Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile, in quanto ci confrontavamo con una squadra che all’andata non mollò un centimetro fino alla fine. Le ragazze sono state brave a rimontare con determinazione il passivo, prima con una punizione di Olivini ed infine con la rete del definitivo sorpasso siglata da Marchiori. Per accedere ai quarti di finale del torneo nazionale ora non possiamo fare calcoli: domenica contro il Mozzecane ci servono assolutamente i tre punti». Per avere la meglio sul Lady Granata è servito un acuto di Giorgia Marchiori, attaccante del Valpo che ha festeggiato il rientro in campo nel migliore dei modi: «Fisicamente ora mi sento bene – spiega Marchiori - però devo lavorare ancora tanto per migliorare sotto tutti i punti di vista dopo un lungo stop. Questo gol per me ha significato tantissimo perché ho contribuito al successo della mia squadra. Ho provato moltissima gioia».




Cittadella - ChievoVerona Valpo: 1-2 (0-0)


Reti: 60’ Fassin (C), 68’ Olivini (CV), 80’ Marchiori (CV)




Cittadella: De Bona, Marcolin, Bistaffa, Giacobbo, Dal Molin, Pellanda, Bellemo, De Gregori, Fassin, Pozza (46’ Tonon), Trevisan


A disposizione: Tognon, Dal Fior, Boaretto


Allenatore: Libero Ricci




ChievoVerona Valpo: Raicu, Maffei, Tunoaia, Rizzioli, Zanardo (46’ Marchiori), Zappa, Olivini, Cigolini, Micheli, Zoppi (60’ Lonati), Bonenti


A disposizione: Sesti, Lonati, Spanó, Volpato, Marchiori


Allenatore: Veronica Brutti

Email inviata con successo

Marino: Pareggio era risultato più giusto

18/02/2019 11:31

Al termine della sfida casalinga con il Verona, Pasquale Marino analizza così il ko dei suoi: "Siamo partiti bene, poi alla prima occasione concessa ci siamo abbassati molto, iniziando a sbagliare qualcosa nel palleggio e subendo la rete del pareggio, dopo aver sfiorato comunque il raddoppio con Galabinov. Il loro secondo gol è arrivato in maniera fortuita, anche se il Verona ha disputato una buona gara e credo che avremmo meritato il pareggio; la prestazione da parte nostra c'è stata, ma in campo bisogna fare i conti con gli avversari: è andata meglio agli uomini di mister Grosso".

Il tecnico dello Spezia ha ribadito: "Non credo che avremmo meritato di perdere, ma un pareggio sarebbe stato sicuramente il risultato più giusto".

Email inviata con successo