DOPO LA DECISIONE DI OSCURARE L'IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE

PAYANINI, RIACCENDIAMOLO
LA PROTESTA DEI GENITORI

15/03/2019 11:02

L'appuntamento è per venerdì alle 18.30. Non appena calerà la sera, decine di genitori, appassionati di rugby, sportivi andranno sul campo del Payanini Center armati di torce e cellulari per protestare contro l'ordinanza che ha imposto di spegnere l'impianto di illuminazione, "colpevole" di inquinamento luminoso.

Una questione burocratica al limite del paradosso, in attesa della deroga, che ha fatto infuriare i vertici del Verona Rugby e che il sindaco Sboarina non è riuscito a sbrogliare dopo l'intervento dei tecnici dell'Arpav.

Il Payanini Center è un complesso all'avanguardia, costruito per il rugby che non ha paragoni in Italia e che rappresenta un gioiello. Costruito interamente con capitali privati, grazie all'iniziativa di Raffaella Vittadello, presidentessa del Verona Rugby è sorto in meno di 3 anni in Borgo Milano. Vi giocano centinaia di atleti e tantissimi bambini (circa 150 iscritti al minirugby) ma non solo: ospita una palestra avveniristica aperta a tutti, un ristorante, una foresteria con ragazzi che arrivano da tutta Italia.


 
  • Sledgehammer

    il 20/03/2019 alle 00:12 “Piccola Marca.”
    questo non è un articolo; è, come tutti quelli che riguardano il payanini, una marchetta. voglio sperare che chi li scrive non sia un giornalista professionista.
     
  • Alessandro

    il 19/03/2019 alle 13:26 “Giusto Così”
    abito nella zona e per me è giusto che sia stato spento e gli abbiano imposto l'adeguamento dell'impianto, quando quelle luci sono accese abbagliano gli automobilisti che vengono da s.massimo e illuminano numerose abitazioni limitrofe allo stadio, inclusa la mia, con un'intensità che è semplicemente non accettabile essendo letteralmente abbaggliante.
     
  • Paolo

    il 16/03/2019 alle 09:38 “A Proposito Della Protesta Per Lo Spegnimento Dell Impianto”
    Purtroppo l'errore è del progettista dell'impianto (sempre ci sia) e dell'impresa installatrice a non aver tenuto conto delle leggi in vigore. Pertanto non è possibile alcuna deroga (sarebbe abuso d'ufficio) e l'impianto va rifatto. Si protesti contro la mancanza di responsabilità non del Comune ma delle figure responsabili. Avessero progettato/realizzato un impianto a norma, non sarebbe accaduto l'inconveniente. Semplice.
     
  • Rb86

    il 15/03/2019 alle 12:30 “Magni72”
    ...allora il 90% dei lampioni e dell'illuminazione cittadina non sono a norma, però in molti altri casi le deroghe fioccano che è un piacere mentre per il rugby tardano! Come mai? L'illuminazione del Bentegodi è a norma visto che l'impianto ha 30 anni? Non lo seguo ne mi piace come sport, ma leggere di ordinanze al limite dell'assurdo mi fa andare in bestia...
     
  • Magni72

    il 15/03/2019 alle 11:59 “Mah”
    sarà un complesso all'avanguardia come dite voi ma ha comunque l'impianto di illuminazione non a norma. quindi è vero che questa è la repubblica delle banane ma non vedo perchè fare delle crociate per un impianto non a norma. Lo sistemano e poi si riattiva. Leggendo alcuni commenti di chi abita o circola in quella zona sembra che il problema delle luci che abbagliano sia piuttosto evidente e fastidioso.