DIECI ANNI FA LA SCOMPARSA

PIERO ARVEDI, L'UOMO
CHE SALVO' IL VERONA

20/03/2019 10:32

Non ci sarebbe l'Hellas Verona senza Piero Arvedi. Questo è sicuro. Dieci anni fa moriva, dopo un lungo calvario in seguito alle ferite riportate in un drammatico incidente, uno dei presidenti più amati ma anche più controversi della storia del Verona.

Arvedi aveva 77 anni. Aveva rilevato il Verona da Pastorello, un Verona gravato di debiti e sull'orlo del fallimento. Nella società aveva immesso capitali notevoli, raccogliendo però pochissimo. Scelte scellerate, collaboratori sbagliati e più in generale una squadra che era da rifondare portarono il Verona in serie C. (GUARDA IL SERVIZIO CON LE ULTIME IMMAGINI, GIRATE TRE GIORNI PRIMA DEL TRAGICO INCIDENTE)

Sotto la presidenza Arvedi il Verona conobbe uno dei momenti più difficili della sua storia con lo spareggio di Busto Arsizio per evitare la C2.

Il 20 dicembre, mentre tornava dalla trasferta di cesena, Arvedi restò senza benzina in autostrada e la sua auto venne investita con lui a bordo. Trasportato all'Ospedale Carlo Poma di Mantova, fu poi trasferito al reparto di terapia intensiva di Borgo Trento.

Prima dell'incidente aveva firmato una lettera d'intenti in cui dichiarava di voler cedere il Verona a Giovanni Martinelli.


 
  • Andrea

    il 21/03/2019 alle 12:54 “Grande Piero”
    ci hai rimesso tanto del tuo, solo per la tua passione per il nostro hellas. Sei e resti per me uno dei grandi assieme a Garonzi e Martinelli. Tu sapendo che c erano contatti tra Martinelli e il fiorettista dell altra sponda x la fusione, dicesti al tempo....mi a quel li el verona no ghe lo dò mia...e credo che ci salvasti anche da una fusione moralmente disastrosa...grazie Piero di tutto, dacci una mano da lassu se puoi xche il carpigiano vada finalmente fora dai ovi
     
  • Hellasebasta

    il 20/03/2019 alle 19:25 “Rabbrividisco ”
    Se penso che qualche cretino gettò uno striscione invitando il Conte a vendere il Verona...... Se questi fenomeni ripagassero mentoaculo con le dovute proporzioni allora ci sarebbe un pò di giustizia
     
  • Fabio

    il 20/03/2019 alle 17:31 “Rip”
    Grande Piero, un Presidente che assieme a Garonzi e Martinelli hanno veramente amato l'Hellas
     
  • Venus

    il 20/03/2019 alle 17:10 “Il Tifoso”
    Per me Il Conte Arvedi é stato il più grande tifoso dell' Hellas. Ha fatto i suoi errori ( tipici del tifoso ) ma , ha messo più di chiunque altro , soldi per la squadra e se adesso c'è ancora una società lo dobbiamo a lui. Io vorrei vedere una via o una piazza intitolata a lui. R.I.P. grande Piero spesso sbeffeggiato non solo dai giornali ma anche dai tifosi stessi.
     
  • Claudio

    il 20/03/2019 alle 16:32 “Grande”
    questo era un presidente ..........almeno amava l;HELLAS !
     
  • Bruce

    il 20/03/2019 alle 16:24 “Grazie Piero”
    Quelli furono anni difficili ma nessuno voleva mollare e grazie al Conte e a Giovanni siamo passati dal baratro alla dignità, dignità che oggi manca totalmente a chi gestisce la nostra gloriosa società.
     
  • Setti Vattene

    il 20/03/2019 alle 14:35 “Semplicemente”
    grazie PIERO
     
  • Stefano 50/60

    il 20/03/2019 alle 11:55 “Destino O Fatalità”
    chiunque può credere a ciò che vuole...ma fatti e numeri sono la a testimoniare che a Verona abbiamo avuto due periodi con due persone che volevano FARE, magari non bene magari supportati da viscidi cani bastardi magari con i loro mezzi ma FARE, e due periodi nei quali ci sono state e ci sono persone che volevano arricchirsi e DISFARE......uno sapeva di calcio più di molti in Italia, l' altro sa da freschino e nulla più....entrambi codesti figuri attraggono denaro col denaro altrui ed entrambi prima o poi lo devono restituire perchè posson prestarti madre moglie figlie e sorelle ma il denaro lo vogliono indietro, solo quello molte volte.....tra l' altro, ma questo vorrei leggerlo da Voi, in c2 non ci saremmo comunque andati perchè dopo la fine di quel campionato fallì una squadra ( pro patria ? ) e dunque saremmo stati ripescati in c1 se non erro......detto ciò il nostro presente lo avete visto una volta di più sabato sera ( se ce n era bisogno) e il futuro lo sapremo presto.....alla fine di questa giostra triste saran erogati gli ultimi dieci mattoni e poi delle due l una...se resta il pataccaro scivoleremo giù fino a che non si sa dove, nessuno lo pagherà per rilevare una scatola vuota quale sarà il Verona alla fine del torneo, ma più probabile levi le tende e allora lì toccheremo con mano i meandri di palazzo barbieri perchè in stò caso lì finiranno i libri della società.....
     
  • Peter

    il 20/03/2019 alle 11:36 “Quanta Passion ”
    che serate nella sua tenuta di Cavalcaselle, matto come solo i veronesi sanno essere , ma passione da vendere e un fuoco dell'hellas dentro sempre accesso , mal consigliato ... tanto ... soprattutto i schei erano i suoi... vero Gianbattista ?
     
  • Jordan

    il 20/03/2019 alle 11:19 “Grande”
    Piero RIP.