CHIEVO-NAPOLI 1-3

Il Napoli ne fa tre
Chievo va in Serie B

14/04/2019 17:53

45': Niente recupero neanche qui. Finisce il match. Stra vince e convince il Napoli, delude ed intristisce questo Chievo. Non c'è nulla di nuovo da dire, se non sottolineare che questa volta non c'è più spazio nemmeno per la speranza. Questa volta è finita davvero. I gialloblù si sono arresi alla sfida contro il tempo che, il nostro campionato gli ha proposto quest'anno e per la seconda volta nella loro storia, retrocedono nella serie cadetta. GAME OVER.

44': GOAL DI CESAR! E' il goal della bandiera, del lottatore di sempre. Corner per i gialloblù, il centrale clivense, di testa batte Ospina.

35': NAPOLI PER TRE! Doppietta per Koulibaly. Sugli sviluppi di un corner, tocca la palla Sorrentino, ma respinge male perchè dall'altra parte tutto solo c'è il giocatore azzurro che, di potenza firma la rete della fine del Chievo in A.

35': Ultimi cambi: esce Stepinski, entra Kiyine. Esce Callejon, entra Verdi.

34': Younes approfitta dell'errore di Hetemaj e con altruismo affida il pallone a Callejon che, carica il tiro. Potente, ma il pallone va in angolo.

27': Seconda sostituzione per entrambe le formazioni: esce Fabian Ruiz, entra Younes. Esce poi Meggiorini, entra il classe 2000' Grubac.

22': Prime sostituzioni per le squadre: esce Vignato, entra Lerìs per il Chievo. Esce poi Insigne, entra Allan.

20': RADDOPPIO NAPOLI! Bellissimo uno-due tra Zielinski e Mertens. Il belga affida il pallone a Milik, che questa volta non sbaglia e con un tiro dai 25 metri, beffa Sorrentino. Sono tre i goal segnati nelle ultime cinque gare dall'attaccante azzurro. Solo Messi (9) ha segnato più reti da fuori area di Milik (6).

17': OCCASIONE NAPOLI! Accellerata vincente di Insigne che, con un pallonnetto va via a De Paoli. L'azzurro allunga il pallone con una zampata per Milik che, arriva in corsa e da pochi passa, calcia alto.

15': Il ritmo della partita adesso è alto. Punizione da posizione defilata per il Napoli per un fallo di Dioussè su Mertens. Parte Ghoulam con il sinistro alla ricerca del solito Koulibaly. Salva Meggiorini in angolo.

11': Angolo per il Napoli allontanato da Dioussè, ma i campani restano alti e provano a chiudere la partita definitivamente.

10': E' un Chievo che piano piano sta uscendo dal guscio della timidezza. Il gioco non è fluido, ma almeno davanti al portiere azzurro, adesso ci arrivano con più facilità. Le idee di gioco sono buone, manca la concretezza nella parte finale dell'azione.

7': Ci prova Meggiorini dalla distanza, ma il suo tiro è debole. Blocca Ospina che resta dolorante dopo un colpo subito alla caviglia sul pressing di Stepinski.

PILLOLA STATISTICA: Con la gara di oggi, sono 200 le partite in Serie A per Dries Mertens con 14 goal all'attivo.

1': Riparte il match. Nessun cambio per le formazioni. Vediamo ora se l'approccio dei gialloblù, cambierà.


45': Finisce qui la prima frazione di gioco senza nessun minuto di recupero. Ancelotti può ritenersi soddisfatto per quello visto fino ad ora. Con questo risultato il Chievo, è ufficialmente in Serie B. Cosa si inventerà Di Carlo per cercare di restare ancora a galla?

40': Anche Insigne vuole il goal. Si accentra perchè trova lo spazio ed il tempo per tirare, lo fa con il destro, ma è bravo Dioussè a deviare in angolo. Corner che viene battuto, ma l'arbitro La Penna fischia per un fallo in attacco su Sorrentino.

35': Ci provano adesso i gialloblù con un calcio d'angolo dalla bandierina di destra. Colpo di testa debole di Meggiorini e palla direttamente tra le braccia di Ospina.

30': Mancano più di 15 minuti alla fine del primo tempo: il Chievo fa fatica ad attraversare la metacampo avversaria, concede spazi e ripartenze e non si è mai reso pericoloso. Ospina sta a guardare.

25': OCCASIONE NAPOLI! Parte Insigne con un calcio di punizione, traversone dentro l'area dove Chiriches fa tutto bene: si libera dell'uomo, trova il tempo giusto, ma sbaglia nella conclusione finale. E' una partita a senso unico.

15': NAPOLI IN VANTAGGIO! Cross di Mertens dalla bandierina e primo goal in stagione per Koulibaly che, con l'aiuto della sua stazza e di testa, anticipa Andreolli. Goal meritato per quanto visto in questi primi minuti. Se prima era dura, adesso sembra davvero impossibile per gli uomini di Di Carlo.

10': Ancora Napoli in avanti. Questa volta sulla corsia di sinistra con Ghoulam che crossa al centro dell'area cercando Mertens che, come aveva fatto prima il suo compagno polacco, da buona posizione calcia alto. Ottimo possesso palla dei partenopei che non concedono niente ai gialloblù.

PILLOLA STATISTICA: Il Napoli è imbattuto da otto sfide contro il Chievo in Serie A (6V, 2N) e ha segnato almeno due gol, in cinque di queste.

5': Primo squillo della partita dopo una lunga fase di studio. Ripartenza azzurra con Mertens che, una volta arrivato sulla corsia di destra, decide di appoggiarla per Zielinski che carica il destro, ma la palla finisce altissima.


C'è tanto in gioco in questa partita. Il Chievo se non vuole vedere i suoi sogni svanire, deve vincere per forza. L'ennesima sconfitta vorrà dire matematicamente retrocessione. 4-3-1-2 per i padroni di casa con tante novità nella zona offensiva: Vignato sarà il trequartista a sostegno di Stepinski e Meggiorini. Giaccherini viene arretrato.

Il Napoli, invece, vuole consolidare il secondo posto in classifica, cercando di arrivare a fine campionato a quota 80, come sottolineato da Ancelotti in conferenza. 4-3-3 per i partenopei: tridente d'attacco da paura con Milik, Mertens ed Insigne. Niente turnover dunque in vista della gara di ritorno di Europa League contro l'Arsenal.


ELEONORA TACCONI


 
  • Hellasforever

    il 15/04/2019 alle 18:42 “Troppo Bella...”
    TIC..TAC..TIC..TAC..TIC..TAC...troppo bella... ahhh..ahhh.. la c'è la giustizia oh se la c'è... lenta..lenta..lenta.. ma l'arriva sempre si si si la c'è...TIC..TAC..TIC..TAC..TIC..TAC... tristi solo e sempre tristi... DB. PM.DC...
     
  • Diego

    il 14/04/2019 alle 19:59 “Serie B”
    che sia una motivazione?
     
  • Pietà

    il 14/04/2019 alle 19:45 “Allo Sbando”
    Grazie campedelli