SEMIFINALI PLAY-OFF

Superlega,Perugia e Lube
vincono in Gara 1

17/04/2019 15:25
Mentre la BluVolley Verona si sta già adoperando per programmare quella che sarà la prossima stagione, le quattro big della Superlega hanno dato inizio, nella serata di ieri, alle Semifinali dei Play-Off Scudetto.
Perugia e Trento, vincendo entrambe per 3-0 Gara 3 dei Quarti di finale, rispettivamente contro Padova e Monza, hanno raggiunto la Lube Civitanova e l’Azimut Modena nella fase che decreterà le due finaliste che si contenderanno il titolo della stagione 2018/19.
In gara 1 sorridono la Safety Conad Perugia, capace al Pala Barton di mostrare la sua vera forza, vincendo per 3-1(25-15,26-24,21-25,26-24) ,il primo round della sfida contro l’Azimut Modena di Velasco e Zaytsev. Nonostante l’assenza per squalifica di Atanasijevic, i Campioni d’Italia in carica riescono ad imporsi grazie ad un Leon in gran forma ( 24 punti) e a Filippo Lanza, autore di una gara tutta grinta e sacrificio. Anche il conto degli ace non lascia dubbi, 10 a 2 per i padroni di casa.

Nell’altra sfida invece, subito annullato il fattore campo, con la Lube Civitanova che vince in trasferta alla BLM Group Arena contro l’Itas Trentino per 2-3 (25-20,23-25,25-19,26-28,19-21).
Una gara in cui ha prevalso molto di più l’equilibrio rispetto all’altra semifinale.
La Lube conferma la sua abitudine a vincere in casa di Trento, la quarta nelle ultime quattro uscite. La Lube riesce nell’impresa di recuperare per ben due volte la gara, vincendo poi al tie-break 19-21.
Uno strepitoso Sokolov (36 punti) e l’MVP Bruno, trascinano gli ospiti alla vittoria, mentre Trento raccoglie più di qualche rammarico soprattutto per il 4° set, in cui i padroni di casa, in vantaggio di un set, non sono riusciti a sfruttare il break di vantaggio sul 19-16 per chiudere la gara, facendosi poi rimontare e sconfiggere al tie-break. Rimangono comunque molto buone le prove di Kovacevic (24 punti) e Luca Vettori (18 punti, 2 muri ed un ace).
L'appuntamento ora è per venerdì 19 aprile alle ore 20.30, quando le quattro formazioni si sfideranno a campi invertiti in Gara 2.

R. Caturano

 
Nessun commento per questo articolo.