LA CONFERENZA

Aglietti: Guai a pensare
che basti un pareggio

17/05/2019 16:00

"Caos Palermo? E' stato un anno nefasto per questa Serie B. C'è ancora tanta confusione in questo finale, ma l'importante è che noi siamo dentro e in corsa. Anche se è cambiato l'avversario nel giro di poco tempo, abbiamo preparato bene la partita". Alfredo Aglietti parla così alla vigilia della sfida play-off col Perugia, sabato alle 21 al Bentegodi. Una gara da dentro o fuori.

"Perugia? E' una squadra molto tecnica che gioca un buon calcio. Hanno attaccanti pericolosi e dietro sono ben organizzati. Il pubblico si è fatto sentire sempre in maniera positiva - ha continuato l'allenatore dell'Hellas - mi auguro di vedere un Bentegodi pieno e caldo. Modulo? Partiamo di base col 4-3-3 ma cerchiamo sempre qualche soluzione in più. Per plasmare la squadra ci vuole tempo, io sto cercando di dare i miei concetti in poco tempo".

Il tecnico toscano ha parlato anche dei singoli: "Chi non c'è? Gli infortunati Di Gaudio, oltre a Crescenzi, Kumbulla e Ragusa. Bianchetti si sta allenando ma non è al top della condizione. Ho bisogno di giocatori al 110% per questa sfida. Andrà in campo solo chi mi darà garanzie. Dawidowicz ha recuperato così come Munari".

Su Pazzini e Di Carmine insieme, Aglietti ha ribadito: "E' una rivalità che alla fine non è una rivalità. Sono giocatori forti entrambi: è un vantaggio averli in rosa. Il Pazzo ha recuperato e sta bene. Se passiamo col Perugia giocheremo ogni tre giorni e tutti avranno spazio. Vederli insieme ora è più difficile ma non è un opzione da scartare a priori".

Al Verona basterà anche un pareggio (dopo i supplementari) per passare il turno: "Siamo una squadra forte e un po' tutti ci temono. Ma non dobbiamo assolutamente pensare al pareggio. Guai a fare calcoli. Noi dobbiamo giocare per vincere: non ci possiamo permettere di pensare che basti un pareggio" ha concluso Aglietti.


 
  • Penzo11

    il 17/05/2019 alle 22:54 “Siamo Una Squadra Forte”
    Io ho i mie fortissimissimi dubbi
     
  • Ruspa62

    il 17/05/2019 alle 19:57 “Dai Hellas!”
    Anche se la società non merita niente adesso è il momento di cuore e grinta. Anche perché ora c'è un allenatore vero in panchina e non ho dubbi che si vedrà qualcosa di meglio anche come gioco. Forza Verona, lottare fino alla fine.
     
  • Joystick

    il 17/05/2019 alle 18:27 “Bravi!”
    Io non ci riesco davvero più..ma a chi riesce ancora ad appassionarsi alle GESTA di questa settes...ehmm...di questo grottesco Verona Hellas...va un BRAVO!...Che dire?..Gran bravi i butei de Verona!