VERONA-PERUGIA 4-1 DTS (1-1 AL 90')

Passa l'Hellas che
dilaga ai supplementari

18/05/2019 20:43

Si guadagna la semifinale playoff col Pescara, il Verona di Aglietti, ma inaspettatamente lo fa soffrendo. Ci son voluti i tempi supplementari per piegare un Perugia mai domo, rimasto in 10 dal 64' per via dell'espulsione di Kouan. I tempi regolamentari si son chiusi sull'1-1 (a Di Carmine 41', ha risposto nella ripresa Vido su rigore all'89'), ma nell'extra-time l'Hellas dilaga, segnando 3 volte: Empereur al 101' e poi Pazzini al 118' e al 120'. La gara all'inizio è abbastanza equilibrata, ma poi l'Hellas (che preferisce il contropiede) lascia al Perugia l'iniziativa. Il momento migliore degli umbri è verso la mezz'ora in cui potrebbe segnare con Kouan al 31' (colpo di testa fuori bersaglio) e al 32' (conclusione a lato) e con Sadiq al 33' (paratissima di Silvestri). Il Verona resiste e quasi a sorpresa va in vantaggio con un lampo di Di Carmine al 41' servito dalla destra da Faraoni. Il nr 10 riceve palla, si gira e con un sinistro potente la mette dove Gabriel non può arrivare. Davvero un grande gol. Nella ripresa lo stesso Di Carmine (servito da un grande Zaccagni) potrebbe raddoppiare a tu per tu con Gabriel al 53', ma stavolta il portiere ospite non si fa beffare. Al 64' doppia ammonizione per Kouan e Perugia in 10. Tutto facile per il Verona? Neanche per idea. Proprio quando il match non stava offrendo più nulla e s'aspettava solo il fischio finale di Pezzuto, ecco arrivare in area scaligera l'episodio che ha riaperto la gara. Henderson all'88' aggancia Vido e l'arbitro decreta il penalty per gli uomini di Nesta. Batte lo stesso Vido che pareggia. Si va ai supplementari, ma prima però (4' di recupero) l'Hellas con Pazzini (tacco al volo) ha l'opportunità del sorpasso, negato da un incredibile riflesso di Gabriel. Ai supplementari il Verona, forte dell'uomo in più, ha più birra dello stanco Perugia e vuol chiudere il match ed il discorso qualificazione. Al 101' è Empereur a sbloccare il risultato con una sassata da appena dentro l'area. Nel secondo tempo supplementare infine, ci pensa capitan Pazzini calando prima il tris al 118' e poi il poker al 120'. Mercoledì 22 maggio i gialloblù saranno contro il Pescara, al Bentegodi, per la semifinale playoff di andata.

-----------------------------------

Finisce il match

120'+1', GOL-VERONA: Pazzini! Henderson dalla destra per il "Pazzo" che tira a botta sicura ma gli si oppone Gabriel, il pallone torna all'attaccante che al secondo tentativo non sbaglia.

120', quarto cambio per Aglietti: dentro Tupta e fuori Laribi.

118', GOL-VERONA: traversone di Lee dalla destra per Pazzini, che al centro dell'area incorna di testa ed insacca.

109', ammonito Rosi nel Perugia.

107', Lee dalla destra cerca di servire Pazzini, chiude un difensore perugino in angolo.

106', nel Perugia entra Ranocchia ed è uscito Verre (ai supplementari, secondo regolamento è previsto un quarto cambio).

Inizia il secondo tempo supplementare

------------------------------------------------

Termina il primo tempo supplementare

101', GOL-VERONA: Empereur! Azione da corner, palla toccata fuori area per Empereur che entra negli ultimi sedici metri umbri e fa partire una sassata col mancino che "secca" Gabriel all'incrocio dei pali.

99', ammonito Laribi per simulazione in area umbra.

92', Pazzini vicino al vantaggio. Punizione di Laribi dalla destra, girata al volo del nr 11 e palla che va fuori.

Inizia il primo tempo supplementare

Terminano i 90' regolamentari. Il Perugia clamorosamente, in 10 uomini (espulso Kouan al 64'), trascina il Verona ai supplementari. Risultato davvero clamoroso se si va a pensare che l'Hellas era in superiorità numerica per mezz'ora. Un vero peccato anche perchè Di Carmine avrebbe potuto raddoppiare ad inizio ripresa.

Finisce il match. Si va ai supplementari.

90'+4', miracolo di Gabriel. Gustafson dal limite dell'area per Pazzini che di tacco al volo tira a botta sicura, ma il portiere perugino con un istinto incredibile, devia il pallone sul palo e porta i suoi ai supplementari.

concessi 6 minuti di recupero

89', GOL-PERUGIA: il penalty viene battuto dallo stesso Vido che spiazza Silvestri.

88', clamoroso: rigore per il Perugia per fallo di Henderson su Vido.

86', botta di Lee dal limite, Gabriel devia in corner. Raddoppio sfiorato dal sudcoreano.

85', ultimo cambio tra le fila dell'Hellas: dentro Colombatto e fuori Zaccagni.

81', secondo cambio per Aglietti: dentro Pazzini, fuori Di Carmine.

73', subito Lee in evidenza, palla rubata ad un avversario sulla destra, cross in mezzo per Di Carmine, anticipato dal suo marcatore.

71', primo cambio nel Verona: dentro Lee e fuori Matos. Nel Perugia, fuori Sadiq e dentro Han.

69', punizione dal limite per il Perugia. Batte Verre ma centra la barriera gialloblù.

64', espulso Kouan (doppia ammonizione) per fallo su Henderson. Il Perugia è in 10.

59', nel Perugia nuovo cambio: fuori Falasco e dentro Mazzocchi.

57', conclusione di Vido al volo su assist dalla sinistra, la palla termina fuori.

53', Zaccagni dentro per Di Carmine, il quale davanti a Gabriel, fallisce la rete del raddoppio (parata del portiere).

51', primo cambio nel Perugia: dentro Falzerano e fuori Dragomir.

50', bella azione del Verona con Di Carmine che dal limite, di tacco, serve Zaccagni, tiro del nr 20 deviato da Laribi e parata non semplicissima di Gabriel.

Via al secondo tempo

Hellas in vantaggio per 1-0 al termine del primo tempo sul Perugia, grazie al gol di Di Carmine al 41'. La gara è molto equilibrata ed i ritmi sono alti. E' il team umbro che ha fatto un po' più la partita degli scaligeri, i quali preferiscono la rimessa con Zaccagni in mezzo al campo a recuperare un gran bel numero di palloni e ad innescare l'offensiva. Verso la mezzora il Perugia sale in cattedra e sfiora il gol con Kouan al 31' di testa, il quale si ripete dopo 60'', ma sbaglia la conclusione. Al 33' è Sadiq a fallire il vantaggio: presentatosi davanti a Silvestri, l'attaccante si fa respingere il tiro dal portiere. Al 41', la rete che ha sbloccato il match. Il Verona sfrutta al 100% l'unica vera occasione avuta. Faraoni dalla destra, "illumina" Di Carmine al centro dell'area che con una girata, elude la marcatura del suo avversario e col mancino "gela" Gabriel sul palo di sinistra.

Dopo 2' di recupero termina il primo tempo.

43', il Perugia risponde subito con Verre, ma il suo tiro viene fermato da Silvestri in due tempi.

41', GOL-VERONA: Di Carmine! Alla prima occasione l'Hellas va in rete. Faraoni serve il nr 10 in piena area di rigore, controllo e girata col mancino che fulmina Gabriel sul palo di sinistra.

35', altro ammonito nel Perugia: Kouan.

34', ammonito Sadiq.

33', nuova opportunità per il Perugia con Sadiq, che rubando palla ad Empereur si presenta davanti a Silvestri che è bravissimo a ribattergli il tiro.

32', ancora Perugia in contropiede dalle parti di Silvestri. Azione condotta da Kouan, il quale però "strozza" troppo la conclusione che sfila fuori.

31', pericolosissimo colpo di testa di Kouan su palla calciata dalla bandierina di destra, e conclusione che termina di poco a lato. La prima vera occasione del match è degli umbri.

27', ammonito anche Empereur nel Verona.

26', altro bel cross dalla destra, stavolta ad opera di Faraoni, con palla indirizzata sul secondo palo: Laribi non ci arriva.

20', è il Perugia a far la partita, anche se finora il suo possesso palla non ha prodotto grandi risultati. Il Verona agisce in contropiede ed in questa occasione con Matos (collocato sulla corsia di destra), mette al centro un bel pallone, deviato in angolo provvidenzialmente da Gyomber.

16', ammonito Faraoni tra le fila dell'Hellas.

15', a tratti sembra che il Verona voglia far manovrare il Perugia fino alla propria trequarti, per poi riprendere palla e colpire l'avversario in contropiede.

11', giallo sventolato da Pezzuto a Dragomir per fallo su Gustafson.

8', "pazzia" di Dawidowicz a pochi metri dalla sua porta. Il polacco non ha spazzato via il pallone passatogli da Silvestri, avvantaggiando gli attaccanti del Perugia che s'avventano su di lui. Fortunatamente il difensore riesce a rimediare.

3', le due squadre giocano a viso aperto ed i ritmi sono già alti.

Via al primo tempo

Tutto pronto al Bentegodi per il secondo preliminare play-off tra Hellas e Perugia. Nella prima sfida giocata ieri, venerdì 17 maggio, il Cittadella ha eliminato lo Spezia 1-2 al Picco, ed in semifinale affronterà il Benevento. La vincente di Verona-Perugia invece, giocherà contro il Pescara. Dando uno sguardo alle formazioni, il mister gialloblù Aglietti, sembra voler confermare il 433 che ha portato la vittoria contro il Foggia. Davanti a Silvestri giocheranno Faraoni a destra e Vitale a sinistra del pacchetto arretrato, mentre in mezzo ci saranno Dawidowicz ed Empereur. A Gustafson le chiavi del centrocampo, e ai suoi lati agiranno Henderson e Zaccagni. Davanti, ad appoggiare la punta Di Carmine, ci saranno Matos e Laribi. Il Perugia di Nesta dovrebbe disporsi con un 4312, nel quale è giusto porre un'attenzione particolare per Gyomber e Falasco in difesa, Dragomir e Kouan a centrocampo e Verre, Sadiq e Vido tra la trequarti e l'attacco. E' giusto ricordare che il Verona si qualificherà in caso di successo o pareggio. Se il pari persisterà al 90', si giocheranno i tempi supplementari ed in caso di ulteriore parità, passeranno gli scaligeri, per un miglior piazzamento in classifica nella "regular season".

TABELLINO:

VERONA-PERUGIA 4-1 dts (1-1 al 90')

MARCATORI: 41' Di Carmine, 89' Vido su rigore. Ai supplementari: 101' Empereur, 118' e 120'+1' Pazzini.

HELLAS VERONA (4-3-3): Silvestri; Faraoni, Dawidowicz, Empereur, Vitale; Henderson, Gustafson, Zaccagni; Matos, Di Carmine, Laribi. A disposizione: Ferrari, Berardi, Munari, Marrone, Pazzini, Colombatto, Balkovec, Lee, Danzi, Tupta, Bianchetti.

All.: Aglietti.

PERUGIA (4-3-1-2): Gabriel; Rosi, El Yamiq, Gyomber, Falasco; Carraro, Dragomir, Kouan; Verre; Vido, Sadiq. A disposizione: Bizzarri, Perilli, Felicioli, Mazzocchi, Bianco, Sgarbi, Ranocchia, Pavlovic, Cremonesi, Moscati, Falzerano, Han.

All.: Nesta.

Arbitro: Ivano Pezzuto (sez. AIA di Lecce)

Assistenti: Niccolo Pagliardini (sez. AIA di Arezzo) ed Edoardo Raspollini (sez. AIA di Livorno)

NOTE: Spettatori 10.234, per un incasso di euro 122.570,17.

ANDREA FAEDDA


 
  • Penzo11

    il 19/05/2019 alle 00:26 “Da Ringraziare L Ritro Per L Espulsione”
    Il Pescara è la nostra bestia nera
     
  • Hellasmastiff

    il 19/05/2019 alle 00:20 “Normalità........”
    lanormalità quella che grosso non ha mai avuto........ mettere gente al suo posto mentre con grosso ho visto bianchetti terzino faraoni mediano dawidowiz all'inizio del campionato a centrocampo balkovec diverse partite vergonosamente titolare danzi preferito a colombatto ecc....... ne ho viste di porcherie in questi mesi allucinanti...... fatto sta che grosso ci ha massacrati ma nello stesso tempo grosso farà la fine di pec..a in cina o giappone il loro contesto è quello.............. miserie!!!!!!!
     
  • Paolo

    il 19/05/2019 alle 00:00 “4-1”
    Poco da dire, bisogna togliersi il capello dinanzi alla partita che ha giocato stasera la squadra. Dopo tanto tempo ho rivisto il vero Verona; è una serata che ti riappacifica con tutti, perfino D'Amico sembra meno antipatico ora come ora. Chiaro, l'inferiorità numerica del Perugia ha facilitato il compito dei giocatori del Verona, ma quel rigore mentalmente avrebbe potuto capovolgere bruscamente la situazione e invece hanno retto alla perfezione; complimenti a Di Carmine che ha giocato la sua miglior partita da quando è a Verona e mi ha fatto completamente ricredere sul suo conto, ad Empereur per aver trovato quel gol che ha spianato la strada alla vittoria e al capitano dei capitani, Giampaolo Pazzini. Sento ancora gente che rompe le balle col fatto che è vecchio e qua e là; questo ha tirato quattro volte: due gol e due miracoli del portiere. Ciapa e porta a casa. Adesso sotto con il Pescara.
     
  • Marco D Aniello

    il 18/05/2019 alle 23:42 “Il Pazzo ....”
    le sempre El Pazzo
     
  • Floro Fiorini

    il 18/05/2019 alle 23:14 “...”
    Laribi...una de giuste la fen??!!
     
  • Crifio

    il 18/05/2019 alle 22:11 “Per Ora”
    ci è andata bene potevamo tranquillamente essere 0-1.
     
  • Paolo

    il 18/05/2019 alle 22:04 “1-0”
    Primo tempo in cui la squadra è stata volenterosa seppur con pochi tiri, nessuno nello specchio oltre a quello del gol che si è inventato Di Carmine dal nulla, ma l'importante è che sia entrato quello. La coppia di centrali Empereur-Dawidowicz è roba da museo degli errori, praticamente tutti i pericoli creati dal Perugia sono nati da loro cappellate, mentre Gustafsson è un maledetto palo in campo; Zaccagni non è un fenomeno, ma fa il triplo di lui.
     
  • Master Monky

    il 18/05/2019 alle 21:50 “Rensi”
    rensi
     
  • Marco D Aniello

    il 18/05/2019 alle 21:49 “E Vaiiiiiiii”
    1-0 ci siamo
     
  • Alberto

    il 18/05/2019 alle 21:41 “Si Ma”
    Siamo al 32^ e nessun tiro... Dove azzo vuto che andemo???