PESCARA BATTUTO IN CASA GRAZIE AD UN RIGORE DI SAMUEL DI CARMINE

Impresa Hellas (0-1)
vola in finale play-off

26/05/2019 20:57

Impresa dell'Hellas che batte 0-1 il Pescara all'Adriatico grazie ad un gol di Samuel Di Carmine su calcio di rigore, segnato nella ripresa. Il Verona vola così in finale contro il Cittadella e avrà anche il vantaggio del miglior posizionamento in classifica (bastano quindi due pareggi per la A). Giovedì 30 maggio la gara d'andata al Tombolato. Domenica 2 giugno il ritorno al Bentegodi.

Finisce qui: Il Verona vince 0-1 a Pescara e va in finale play-off!

94' Bellini si divora il gol all'altezza del dischetto. Palla alta. Incredibile all'Adriatico.

92' Espulso Scognamiglio per un fallo a metà campo su Faraoni. Pescara in dieci.

Quattro minuti di recupero

89' L'Hellas, tutto chiuso in area, tiene. Il Pescara non riesce ad essere pungente.

87' Il Pescara è tutto in avanti ma continua a sbagliare i cross.

86' Il Pescara attacca a testa bassa: assalti finali. Il Verona tiene.

83' Miracolo di Silvestri su Mancuso: l'ex Cagliari sigilla la porta gialloblù con un grande intervento in spaccata.

80' Il Pescara ora prova il tutto per tutto ma non riesce a rendersi realmente pericoloso.

76' Pillon ha capito che ha sbagliato a chiudersi: mette Bellini per Crecco.

73' GOL VERONA Di Carmine spiazza Fiorillo. E' 0-1 all'Adriatico. Il Verona, con questo risultato, sarebbe in finale.

72' Rigore per il Verona: Scognamiglio atterra Di Carmine in area. Abbattista indica il dischetto.

70' Pillon si chiude: entra il difensore (ex Inter) Campagnaro per l'attaccante Sottil. E' 5-4-1.

69' Miracolo di Silvestri che è reattivo su una conclusione potente di Mancuso. Si rimane 0-0.

68' Aglietti si gioca il tutto per tutto: entra Pazzini per Colombatto (che ha rischiato il rosso per un fallo a metà campo, l'argentino era già ammonito). Ora è 4-2-4.

64' Colpo di testa di Marras che serve Sottil: l'esterno cade in area dopo un contrasto con Faraoni. Abbattista lascia continuare dopo un consulto col VAR.

62' Ci prova Di Carmine di testa: la palla non centra la porta.

60' Il Pescara ha rallentato il ritmo. Il Verona prova ad attaccare ma non è pericoloso sotto porta.

56' Aglietti cambia Laribi: entra Lee.

55' Lampo Hellas. Laribi apre bene per Faraoni che si divora il gol, calciando debolmente davanti a Fiorillo, che blocca la palla.

51' Monologo biancoazzurro in questo inizio di ripresa: Silvestri neutralizza una conclusione di Memushaj.

48' Ancora brividi per l'Hellas: Marras ci prova da fuori e Bianchetti devia in corner. La palla ha sfiorato il palo. Il Pescara è partito a mille.

46' Marras sfiora il gol: l'esterno degli abruzzesi non riesce a centare la porta, in spaccata, a due passi da Silvestri.

Parte la ripresa

0-0 dopo 45 minuti all'Adriatico. Il Verona sta facendo la partita perché ha bisogno della vittoria per andare in finale. Il Pescara passerebbe il turno anche col pareggio. L'occasione più importante l'hanno avuta i gialloblù con Di Carmine che ha battutto Fiorillo ma era partito in fuorigioco (l'arbitro annulla).

Finisce qui il primo tempo

46' Brugman pericoloso da fuori area: la palla finisce di poco a lato. Il Pescara ha alzato il baricentro in questi ultimi minuti.

Tre minuti di recupero

40' L'Hellas continua a fare la partita: sta giocando meglio del Pescara che è pericoloso solamente in contropiede.

36' Gol annullato a Di Carmine che aveva battuto Fiorillo ma era partito in fuorigioco.

35' Hellas ancora pericoloso in attacco sui calci piazzati: il Pescara si salva.

31' Laribi, molto attivo in questo inizio di partita, cerca la conclusione in porta da fuori area: palla, di poco, sopra la traversa.

29' Prima palla-gol per il Pescara: Sottil (con una deviazione) mette i brividi a Silvestri che respinge la conclusione.

27' Ammonito Colombatto per un fallo a metà campo su Sottil.

22' Si fa male Empereur. Il difensore brasiliano ha un problema muscolare. Aglietti fa entrare Bianchetti.

18' Buona occasione per il Verona: Laribi raccoglie un cross di Faraoni e colpisce l'esterno della rete. Il Pescara sta abbassando il baricentro, i gialloblù prendono coraggio.

17' Pillon è costretto subito al primo cambio. Entra Del Grosso, esce Pinto.

15' L'Hellas cerca di fare la partita, il Pescara è attento.

10' Verona aggressivo: il Pescara è meno offensivo rispetto all'andata e aspetta i gialloblù.

5' Fiorillo salva su Di Carmine, compiendo una grande parata. Ma l'arbitro ferma tutto: l'attaccante del Verona era in fuorigioco.

3' Parte il match, le squadre si studiano.

Live

L’Hellas di Aglietti deve vincere a Pescara per accedere alla finale play-off contro il Cittadella (la semifinale d'andata al Bentegodi è finita 0-0). Un pareggio qualificherebbe gli abruzzesi (non sono previsti supplementari). Il tecnico toscano conferma il 4-3-3 con la stessa formazione dell’andata. Unico cambio a centrocampo con Colombatto al posto di Danzi. Davanti confermato Di Carmine (Pazzini sempre in panchina). In casa Pescara, Pillon conferma completamente la formazione scesa in campo al Bentegodi con il tridente formato da Marras, Mancuso e Sottil.

PESCARA-VERONA 0-1 (73' Di Carmine su rig.)

PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Balzano, Scognamiglio, Bettella, Pinto (Dal 17' pt Del Grosso); Memushaj, Brugman, Crecco (Dal 31' st Bellini); Marras, Mancuso, Sottil (Dal 25' st Campagnaro). A disposizione: Kastrati, Campagnaro, Del Grosso, Gravillon, Monachello, Bellini, Bruno, Perrotta, Antonucci, Del Sole, Kanoute, Ciofani. All.: Pillon.

VERONA (4-3-3): Silvestri; Faraoni, Dawidowicz, Empereur (Dal 22' pt Bianchetti), Vitale; Colombatto (Dal 23' st Pazzini), Gustafson, Henderson; Matos, Di Carmine, Laribi (Dal 11'st Lee). A disposizione: Ferrari, Berardi, Munari, Marrone, Pazzini, Balkovec, Lee, Lucas, Danzi, Tupta, Almici, Bianchetti. All.: Aglietti.

Arbitro: Eugenio Abbattista (sez. AIA di Molfetta).

Assistenti: Valerio Vecchi (sez. AIA di Lamezia Terme) e Francesco Fiore (sez. AIA di Barletta).

VAR: Davide Ghersini (sez. AIA di Genova).

AVAR: Daniele Minelli (sez. AIA di Varese).


 
  • Pagine:
  • 1
  • 2
  • Forza Verona

    il 27/05/2019 alle 16:37 “Forza Verona”
    DAI RAGAZZI !!!!!!!CMQ HO SENTITO PARLARE ANCORA QUALCHE GUFO CHE SOSTIENE CHE L HELLAS NON GIOCHI ....SCANDALOSI
     
  • Penzo11

    il 27/05/2019 alle 14:25 “Contro Corrente”
    Onore e rispetto a chi va allo stadio, nonostante il ladro lussemburghese. Io non ce la faccio e non cedo di un centimetro dal mio pensiero: chi paga il Ladrone, fa solo il suo gioco. E qualsiasi cosa succeda, conoscete già la campagna “acquisti”: tre svincolati bolliti, quattro prestiti terza riserva dell Udinese o Bologna, nonché vendita di Silvestri,Faraoni e se si riesce, di chiunque respiri. Ricordiamoci tutti l ultimo anno di A, con una squadra da Lega Pro. ps: non contestate come quest anno, sennò il Signore con la copertina si spaventa di brutto e chiama il 113.....
     
  • Alessandro

    il 27/05/2019 alle 09:52 “Con Grosso”
    10 MESI BUTTA' NEL CESSO...COMUNQUE EL carpigiANO EL RESTA SEMPRE IGNORANTE
     
  • Lona

    il 27/05/2019 alle 09:02 “Come Sempre Sostenuto....”
    ..bastava un canbio allenatore....ripeto cmq che i play off sono un terno al lotto, ma che piacere ora vedere questa squadra giocare, nonostante un insulso de presidente, fiol pien mer.da quando el va al piper, e testa di [email protected] di [email protected]
     
  • Mario

    il 27/05/2019 alle 08:59 “Squadra Cambiata Completamente”
    Gioco in profondità, no tiki taka, e soprattutto giocatori che lottano, che a costo di farsi male, non tirano indietro la gamba. Adesso la squadra NON è più l'immagine di Setti, siamo tornati a come quando c'erano Malesani e Pastorello con squadra e allenatore che NON rispecchiavano la presidenza. Bravi, veramente bravi, sia i giocatori, e ancora di più il tecnico, che in poche settimane ha fatto veramente un mezzo miracolo
     
  • Matteo

    il 27/05/2019 alle 01:49 “Caramellina”
    Dove sei adesso grola maledetta? Fastidioso subumano.. Adesso partita de giovedì permettendo (sia mai che si perda e allora giù di commenti dalla poltrona) voglio vedere quanti RENSASSI della peggior specie si presenteranno domenica allo stadio. Un appello non a chi non ci credeva e comunque c'è sempre stato, ma a chi ha voltato le spalle ai colori, alla storia, al blasone, alla città (con la scusa di setti, terra bruciata ecc ecc..): STATE A CASA! Non ci servite e non abbiamo bisogno di voi. Non vi meritare niente, codardi. Anche se la barca affonda, mai abbandonare, per nessun motivo. Ripeto: STATE A CASA, voi non siete il Verona Hellas, voi siete NESSUNO.
     
  • Paolo

    il 27/05/2019 alle 00:29 “Esatto Marco Vr”
    Caramhellas batti un colpo se ci sei!! VOGLIO INSULTARTI FINO ALLA MORTE!!!!
     
  • Franco Smizzer

    il 26/05/2019 alle 23:35 “È Bastato Aglietti Al Posto Di Grosso ...”
    per cambiare il rendimento della squadra. Setti, ci voleva così tanto per cambiare? Finalmente un allenatore ragionevole, che usa una logica "normale", cioè mette i calciatori nel loro ruolo e fa giocare la stessa squadra, senza inventarsi ad ogni partita una formazione diversa. La lode della normalità.
     
  • Paolo

    il 26/05/2019 alle 23:20 “0-1”
    Finale strameritata, non ci avrei mai scommesso dopo il pareggio dell'andata. Mi sarei accontentato anche solo di vedere il Verona eliminato ma senza perdere, con un altro pareggio; vederlo vincere e vendicare la finale play-off del 2010 è stato decisamente più bello. E' incredibile come a dispetto di un'infinità serie di tiri nello specchio della porta nessuna delle due squadre sia riuscita a segnare un solo gol su azione in 180 minuti. Ora tocca al Cittadella, un sano derby veneto contro una grande squadra.
     
  • Hansen

    il 26/05/2019 alle 23:19 “The Mentalist”
    adesso è una questione mentale