FINALE PLAYOFF

Verona-Cittadella 3-0,
Hellas torna in Serie A!

02/06/2019 21:11

L'Hellas, dopo una stagione incredibile dove ha rischiato di rimanere fuori dai playoff, trova la Serie A grazie alla vittoria per 3-0 nella finale di ritorno dei play-off col Cittadella. Decisivi i gol di Zaccagni, Di Carmine e Laribi (Il Cittadella è rimasto in 9 per due espulsioni). L'anno prossimo sarà Serie A: fondamentale l'esonero (tardivo) di Grosso e l'arrivo di Aglietti.

Finisce Qui: Verona-Cittadella 3-0! L'Hellas torna in Serie A!!!!!!!!!!

95' Il Bentegodi continua a cantare: ma l'arbitro ancora non fischia.

92' Il Cittadella, anche se in 9 contro 11, non vuole mollare di un centimetro. Ma non riesce a tirare in porta. L'Hellas vede la A.

Sei minuti di recupero. Forse anche troppi.

88' Si aspetta solamente il fischio finale. Il Bentegodi canta, ormai è festa!

85' Il Cittadella prova a portarsi avanti ma ormai in 9 contro 11 è un'impresa disperata.

83' GOL VERONA Laribi mette dentro il terzo gol, superando Paleari. Partita archiviata. Il Verona è ad un passo dalla Serie A!!!!

80' Il Verona prova a chiuderla: Paleari respinge su Pazzini.

78' Doppia ammonizione anche per Proia. Cittadella in 9. Il Verona "vede" la A.

77' Venturato si gioca la carta Schenetti: esce Iori.

76' Gustafson si fa male ed è costretto ad uscire: entra Munari.

74' Il Cittadella prova a reagire ma è a corto di energie e in inferiorità numerica.

70' GOL VERONA L'Hellas trova il raddoppio con Di Carmine che calcia in porta dopo una palla messa in mezzo da Laribi. E' 2-0! Il Verona ora è in Serie A se finisse così la partita.

69' Serve ancora un gol all'Hellas per andare in Serie A: in 11 contro 10 il Verona ha più di 20 minuti per cercare il gol. In questo momento l'1-0 favorisce ancora il Cittadella.

66' Entra Pazzini, esce Henderson. 4-2-4 per l'Hellas.

64' Venturato corre ai ripari: entra il difensore Cancellotti esce l'attaccante Moncini.

62' Il Cittadella rimane in 10: Parodi viene espulso per doppia ammonizione dopo un fallo a metà campo.

60' Ammonito anche Proia. Gara sempre nervosa.

59' Ci prova Henderson da fuori: Paleari è reattivo e devia la palla in corner.

57' Primo cambio per Aglietti: entra Matos per Di Gaudio. Pazzini rimane in panchina.

55' Ritmi più lenti rispetto alla prima frazione di gioco. L'Hellas ci prova. Il Cittadella si chiude e riparte.

53' Tentativo velleitario di Proia da fuori area: palla in Curva Sud.

50' Siega esce, entra Proia.

49' Occasione d'oro per Di Carmine che sciupa davanti a Paleari: ma era fuorigioco.

48' Iori sfiora il pareggio con un colpo di testa dagli sviluppi di un calcio piazzato: palla fuori di pochissimo. Brividi per Silvestri.

47' Ammonito Bianchetti per un fallo su Siega.

46' Nessun cambio per la ripresa.

Parte la ripresa

E' 1-0 per il Verona dopo 45 minuti. Decisivo finora il gol di Zaccagni al 27' (assist di Faraoni). L'Hellas, spinto dal pubblico, sta giocando bene. Il Cittadella è in difficoltà. Ora serve un altro gol per la Serie A.

Finisce qui il primo tempo

Tre minuti di recupero

44' Prima occasione per il Cittadella: Moncini calcia in porta e la palla viene deviata da Bianchetti. Palla in corner: non sfruttato dagli ospiti.

42' L'Hellas ora ha rallentato: tante le energie spese finora. Gli uomini di Aglietti sono arrivati sempre prima su tutti i contrasti.

38' Il Cittadella è in grossa difficoltà: Di Gaudio calcia in faccia a Paleari dopo un errore della difesa. Palla in corner. Il Verona ci crede e vuole il raddoppio.

35' L'Hellas attacca a testa bassa: il Cittadella è in difficoltà. Un tiro di Henderson viene ribattuto dalla difesa.

33' Bella azione di Laribi che scende sulla destra e serve in area Di Gaudio: la conclusione dell'ex Carpi finisce di poco a lato.

30' Il Bentegodi carica la squadra: l'Hellas attacca. Il Cittadella aspetta e riparte.

27' GOL VERONA Faraoni serve Zaccagni con uno splendido filtrante che sorprende, sul filo del fuorigioco, la difesa del Cittadella. Il centrocampista dell'Hellas non sbaglia davanti a Paleari: 1-0 per il Verona! Ora serve un altro gol per la Serie A.

25' Ci prova Laribi da fuori. Palla deviata in corner dalla difesa padovana. Il calcio d'angolo non sortisce gli effetti sperati per il pubblico del Bentegodi.

24' Ammonito anche Parodi per un brutto fallo sulla fascia sinistra (atterrato Vitale).

18' Ora si sono rallentati i ritmi. Il Cittadella non corre rischi e tiene il baricentro alto. Il Verona studia come "bucare" la difesa padovana, giocando il più possibile in verticale.

12' Ammonito anche Di Carmine per un fallo su Paleari.

11' Un tiro-cross di Zaccagni finisce sulla parte alta della traversa.

10' Ammonito Vitale per un fallo su Parodi e giallo anche per Siega per un fallo a metà campo. Match sempre molto nervoso.

8' Miracoli di Paleari che salva prima su Laribi (tiro da fuori area) e poi su Di Gaudio. Hellas offensivo.

7' Gioco spesso fermato per i molti falli a metà campo. Ancora nessuno ammonito.

5' Si porta in avanti il Verona, spinto dal pubblico: un colpo di testa di Bianchetti viene neutralizzato da Paleari.

3' Il Cittadella gioca a viso aperto ed è partito molto aggressivo.

Live

Il Verona deve battere il Cittadella con due gol di scarto per raggiungere la Serie A. Aglietti, nella finale di ritorno al Bentegodi davanti a 25 mila persone, conferma ancora il 4-3-3 con Silvestri in porta difeso da Faraoni, Dawidowicz, Bianchetti e Vitale. A centrocampo Gustafson confermato in regia con Henderson e il ritorno di Zaccagni. Davanti c'è Laribi a sinistra con Di Gaudio a destra. La punta centrale è Di Carmine (capitan Pazzini ancora in panchina). Venturato non rinuncia al 4-3-1-2 con il ritorno di Panico dietro le punte Diaw e Moncini. A centrocampo ci sono Branca e Siega con Iori. Venturato, all'ultimo secondo, rinuncia a Ghiringhelli (dato in rosa dall'inizio) per un problema muscolare. Gioca Parodi.

VERONA-CITTADELLA 3-0 (27' Zaccagni, 70' Di Carmine, 83' Laribi)

VERONA (4-3-3): Silvestri; Faraoni, Dawidowicz, Bianchetti, Vitale; Zaccagni, Gustafson (Dal 76' Munari), Henderson (Dal 66' Pazzini); Laribi, Di Carmine, Di Gaudio (Dal 57' Matos). A disposizione: Ferrari, Berardi, Munari, Marrone, Pazzini, Balkovec, Lee, Danzi, Tupta, Almici, Empereur. All.: Aglietti.

CITTADELLA (4-3-1-2): Paleari; Parodi, Frare, Adorni, Rizzo; Iori, Siega (Dal 50' Proia), Branca; Panico; Diaw, Moncini (Dal 64' Cancellotti). A disposizione: Maniero, Benedetti, Ghiringhelli, Schenetti, Camigliano, Drudi, Scappini, Pasa, Bussaglia, Cancellotti, Finotto. All.: Venturato.

Arbitro: Marco Piccinini (sez. AIA di Forlì)

Assistenti: Davide Imperiale (sez. AIA di Genova) e Marco Bresmes (sez. AIA di Bergamo)

IV uomo: Livio Marinelli (sez. AIA di Tivoli)

VAR: Luigi Nasca (sez. AIA di Bari)

AVAR: Davide Ghersini (sez. AIA di Genova).


 
  • Pagine:
  • 1
  • 2
  • 3
  • Bugie

    il 03/06/2019 alle 11:49 “Per Quelli Che Si Esaltano Adesso ”
    si può anche festeggiare per i nostri colori, ma esaltarsi per come abbiamo conquistato la A lo trovo di dubbio gusto. Sono d'accordo con CG e dico a quelli che si stanno esaltando adesso, che se è vero (come molti confermano) che avremo Inzaghi l'anno prox, Setti farà ancora lo stesso errore , non impara mai !! contento per Aglietti, persona schietta ed equilibrata, ma il solo pensiero di vedere ancora D'Amico e Setti l'anno prox, mi mette già l'angoscia. Se sarà cosi, temo che molti ancora rimarranno a casa senza abbonamento..... e torneranno invece molti clivensi sul carro del vincitore. Io preferisco stare giù, dopo tanti anni di presenza allo stadio, se le cose rimarranno cosi, lascerò ancora vuoto il mio posto in curva, Non me la sento di dare soddisfazione a uno che l'anno scorso ci ha fatto retrocedere ancora a dicembre !!!!! cosa pensiamo che farà l'anno prossimo ? che investirà milioni o baderà al bilancio ? A voi la risposta.....
     
  • Lona

    il 03/06/2019 alle 01:47 “Un Anno ....”
    ...di discorsi insulsi dei vari caram.erda e m.inchi vari.....per voi il pallone potrebbe essere una zucca che tanto le stesso. Infelici come setti. Quante boiate che avete detto . ..ah bentornati allo stadio.
     
  • Gg

    il 03/06/2019 alle 01:25
    eravamo presi nel dilemma (che io personalmente nn ho ancora risolto) se nn fosse meglio rimanere in b piuttosto che andare in contro ad un’altra stagione di mediocrità miserie e figuracce in a... il fato ha deciso x noi - forse xke sa quanto siano attaccati i tifosi, forse x le antiche glorie dello scudetto, forse solo x caso, chissà - comunque sia ora guardiamo avanti, quello che possiamo fare è trovare un modo x liberarci del parassita e sopravvivere... x il resto quello stesso fato ci ha, se nn altro, consegnato un’altra serata di gloria x le nostre memorie, finalmente una partita vera, una squadra vera, la piccola favola di un uomo semplice che in un mese ha trasformato la squadra e salvato la stagione, l’attaccante redivivo che segna, l’attaccante inossidabile sottoutilizzato che fa l’assist x il gol del sigillo, gli arbitri che x una volta nn ci penalizzano, il pubblico che in altre occasioni aveva giustamente disertato stasera 12mo uomo in campo... gli ingredienti ci sono tutti... godiamoci questo giorno, da domani passata la festa riconosciamo i meriti dei tanti e speriamo che quei pochi che ci tengono in ostaggio rispondano delle loro azioni e omissioni
     
  • Gg

    il 03/06/2019 alle 01:06 “Stefanosangiviola”
    grazie a te e tutti gli amici Fiorentini
     
  • Ector

    il 03/06/2019 alle 01:02 “Fate Sempre Disinformazione”
    Piazza Bra è piena..avete detto che non c’era nessuno....forza Hellas Verona
     
  • Sandro

    il 03/06/2019 alle 00:53 “Contento Con Riserva...”
    Mi piace pensare che il bentegodi di stasera è stato il 12 esimo giocatore in campo, ma più di questo bisogna dare atto ad Aglietti che stasera in campo c'erano 11 giocatori mentre un mese fa ghera 11 mummie. Cosa abbia fatto o detto ai giocatori per farli cambiare così non lo so ma sta di fatto che stasera è stata una vera squadra. Che sia travestito da mago otelma? Diamo una chance a quest'uomo per piacere e diamogli la possibilità di fare una squadretta per salvarci. Se no l'anno prossimo è di nuovo agonia pura..... Forza Hellas sempre
     
  • Fabio

    il 03/06/2019 alle 00:42 “Grande Aglietti!!!”
    Da lui si deve ripartire!!! Però x fare contento Telenuovo metterei DS Tommasoni e Vighini e consigliere Rasulo
     
  • Paolo

    il 03/06/2019 alle 00:35 “3-0”
    Il Verona e Aglietti mi hanno smentito alla grande; pensavo che dopo lo 0-0 contro il Pescara fosse finito tutto e invece hanno tirato fuori tre partite una più bella dell'altra, onestamente anche quella di Cittadella dove sarebbe stato più giusto almeno un 2-1. Oggi dominio assoluto nella partita decisiva, per quanto la prima ingiusta espulsione abbia tagliato le gambe al Cittadella. Devo essere sincero, il dispiacere per un eroico Citta che ci ha messo l'anima è assai maggiore della felicità che provo per questa promozione; se già due anni fa con Pecchia e Fusco ero molto contento ma scettico, questa promozione raggiunta "a malincuore" esonerando un completo incapace con grande ritardo e tenendo due mestieranti come D'Amico e Barresi, dopo un girone di ritorno osceno, a maggior ragione mi da molti più dubbi che certezze. Dovrei essere felice come una pasqua ma almeno al momento non riesco a dimenticare gli orrori delle ultime due stagioni e saltare sul carro del vincitore pur continuando a nutrire dubbi non mi sembra affatto giusto. L'unico che mi sento di elogiare è Alfredo Aglietti; dopo la sconfitta di Cittadella di alcuni giorni fa scrissi che non mi aveva convinto, ma infine ha avuto tutte le ragioni di questo mondo a non schierare le due punte fino a quando non era strettamente necessario. Ha resuscitato una squadra di morti e vinto meritatamente i play-off che seppur orfani del Palermo sono sempre spareggi infidi e durissimi. Complimenti a lui e ai giocatori del Verona sui quali dopo quel 3-0 della penultima giornata non avrei scommesso nemmeno cinque centesimi; su tutti grandi complimenti vanno fatti a Silvestri, Bianchetti, Zaccagni, Pazzini e al Di Carmine dei play-off, il gemello buono di quello mediocre visto per tutto il campionato. Con Setti, D'amico e Barresi comunque temo che la prossima stagione sarà purtroppo una nuova valle di lacrime; per questo stasera non riesco a gioire di questo successo. Poi penso che il Nessuno è retrocesso e che l'anno prossimo l'Hellas sarà l'unica squadra veneta in serie A e mi illumino almeno per un secondo... è pur sempre la DECIMA promozione in massima serie di questa squadra.
     
  • Mrv

    il 03/06/2019 alle 00:17 “Prr”
    Mi si permetta signori a tutti i gufi, gli sfigati, quelli che già pensano al prossimo campionato, ai delusi che il verona è salito, a caramella macchietta da anni e saugo risaputo : prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr
     
  • D'aniello Marco

    il 02/06/2019 alle 23:59 “Onori”
    ad Aglietti uomo ed allenatore vero.