CALCIO FEMMINILE

IL CHIEVO VALPO
CESSA L'ATTIVITA'

27/06/2019 10:14

Dopo l'interruzione del rapporto con il Chievo, una notizia scioccante ha colpito il mondo del calcio femminile. Il Chievo Valpo, che si era salvato nel campionato di serie A, finisce l'attività. Una bruttissima pagina per lo sport veronese. Ecco il comunicato che ha ufficializzato l'addio al calcio femminile della socità di Flora Bonafini affiliata al Chievo: "La Società ChievoVerona Valpo comunica

la cessazione della propria attività come Società Sportiva Dilettantistica con obiettivo la pratica e la diffusione del calcio femminile. Contestualmente la Società rinuncia all’iscrizione di tutte le proprie squadre ai campionati 2019-20. Il ChievoVerona Valpo lascia il calcio femminile in un momento di grande fervore, ma con la consapevolezza di aver dedicato passione e lavoro ad uno sport che finalmente inizia a crescere e andare nella direzione che da anni ci si augurava. Purtroppo le condizioni e le

necessità che impone questo forte sviluppo sono sostenibili a fronte di grandi investimenti che al momento non risultano disponibili. Dal 1 Luglio 2019 si concluderà il rapporto con l’AC ChievoVerona del Presidente Luca Campedelli, al quale va

il ringraziamento per essere stato uno dei pionieri nel portare le Società maschili professionistiche all’interno del mondo del calcio femminile, avviando nel 2013/14 la collaborazione con la Società della Presidente Flora Bonafini. Il ChievoVerona Valpo ringrazia e augura un grande in bocca al lupo a tutte le calciatrici, gli staff, gli sponsor e tutte le persone che hanno fortemente creduto nel progetto e lo hanno portato avanti con il massimo impegno".


 
  • Penzo11

    il 27/06/2019 alle 23:54 “Azz”
    Deve essere proprio a corto di contanti il signor pandoro
     
  • Luciano

    il 27/06/2019 alle 20:53 “Prossimo Alla Fie”
    Per sercar de salvar la pianta moribonda se proa a taiar i rami sechi
     
  • Paolo

    il 27/06/2019 alle 15:40 “Finite Le Plusvalenze”
    Finita la favola. Bye bye
     
  • Tb77

    il 27/06/2019 alle 12:59
    Non si capisce perchè le squadre femminili debbano vivere a spese di quelle maschili visto che da sole non riescono a sostenersi per la mancanza di pubblico e incassi nonostante tutta la pubblicità che stanno ricevendo. E ora si chiede a gran voce che le giocatrici debbano avere uno stipendio più alto. Ma chi le paga? Lo stato come fa con sciatrici e altri sport? Perchè nessuno mi paga per il mio torneo di calcio a 5?
     
  • Nik

    il 27/06/2019 alle 12:47 “Qui Potrebbe Intervenire”
    enti..come provincia...aiutate non penso costi così tanto
     
  • Nik

    il 27/06/2019 alle 11:01 “Scioccante Se Altre Cose”
    x una squadra de calcio..oltretutto donne ....anche la mia dilettantistica ha chiuso anni fa...ma chi se ne frega
     
  • Ciccio2

    il 27/06/2019 alle 10:37 “Campe...”
    che fine han fatto i soldi del paracadute e delle plusvalenze?!