LA PRESENTAZIONE DELL'ALLENATORE

Marcolini: Qui per il
bene del Chievo

05/07/2019 15:45

"Habemus Papam" direbbero i latini. Il Chievo, invece, (finalmente) può dire "Habemus Marcolini". E' stato un lungo e travagliato corteggiamento quello del patron Campedelli, nei confronti del tecnico di Savona (GUARDA VIDEO). Prima la retrocessione nella serie cadetta, poi i soldi per l'iscrizione al prossimo campionato, dopo ancora, le cessioni in grado di fare cassa di alcuni dei giocatori più importanti della rosa e poi, finalmente, l'ufficialità. Vi abbiamo già mostrato tutto l'identikit del nuovo mister, ma ora ascolteremo anche le sue parole.

"Per me il Chievo, non è una semplice squadra di Serie B. Ho giocato qui e ho cercato di dare il massimo da giocatore. Da allenatore, cercherò di fare ancora meglio. Voglio che i valori che ha questa società ritornino a galla dopo una stagione negativa. Vestire questa maglia per me è sempre stato un onore. Ho avuto tante offerte concrete, ma ho deciso di mettere il Chievo come priorità".

Parole semplici, ma incisive. Proprio da vero leader. Marcolini ha già fatto capire chi è, ma soprattutto cosa vuole.

"La mia squadra? Mi piace l'equilibrio, capire chi ho di fronte, costruire il gruppo e capire come un giocatore può rendere al meglio. Non sarà facile come campionato perchè sotto certi aspetti è più complicato della Serie A, ma se abbiamo le basi e le idee chiare, possiamo fare tutto. Credo nei rapporti e nel fatto che l'unione fa la forza, ma ho bisogno che il mio pensiero sia condiviso da tutti".

E ancora: "Il mio obbiettivo? Sicuramente vincere, ma prima di tutto voglio l'umiltà. E' un anno di ricostruzione e sicuramente avremo bisogno di tempo, ma sono fiducioso. Nelle mie ex squadre, ho sempre cercato tatticamente di essere più propositivo possibile. Preferisco essere offensivo cercando al contempo, di non essere troppo scoperto. Adesso ci concentreremo sulla rosa e poi lavoreremo sodo per carcare di riportare il Chievo dove merita".

ELEONORA TACCONI


 

Guarda anche:

Nessun commento per questo articolo.