BASKET A2

Ufficiale: Love nuovo
playmaker della Tezenis

12/07/2019 13:05
Nuovo colpo della Tezenis che ufficializza il playmaker Jermaine Love. (guarda il VIDEO)
Love, nato a Chicago Heights, nello stato dell’Illinois, il 27 marzo 1989, è un playmaker che arriva in gialloblù dopo l’ultimo campionato giocato nella Serie A ellenica con la maglia dell’Holargos B.C. Nelle 28 partite disputate ha tenuto una media di 11.1 punti, 2.6 rimbalzi e 2 assist a partita, mettendosi in mostra con buone percentuali di tiro (50.8 da due punti, 42.2 da tre punti e 87.1% dalla lunetta).
Giocatore già esperto di basket europeo con sei stagioni trascorse tra Lituania, Polonia e Grecia, Love ha frequentato la Rich East High School, a Park Forest, nell’Illinois, prima di passare Prairie State College, dal 2008 al 2010 e all’Illinois Springfield dal 2010 al 2012 nei quattro anni di college.
La prima chiamata in Europa arriva dal Naglis Palangos, in Lituania: 28 partite giocate, 15.4 punti di media a gari ma anche 5.1 rimbalzi e 2.4 assist. Numeri che aumentano nella seconda sua stagione sempre in Lituania, con il Vilniaus Vilnius (43 partite giocate, 19.3 ppg, 5.3 rpg e 2.8 apg).
Rimane nella Repubblica Baltica anche nella stagione 2015-16 (Panevezys Lietkabelis) e in quella successiva (Nevezis Kedailiai quando colleziona 35 presenze in campionato, 11 punti di media, 3.9 rimbalzi e 3.5 assist per gara; numeri confermati anche nell’esperienza nella Baltic League, sempre nello stesso anno, arrivando a giocare le semifinali.
Nel novembre 2017 firma per il Trefl Sopt, nella prima lega polacca. Un campionato più che positivo con 23 presenze totali e 13.6 punti di media a partita prima di passare, nell’ultimo campionato, in Grecia all’Holargos B.C..
“Cercavamo, vicino ai nostri esterni, un playmaker moderno, fisico che potesse attaccare il canestro, spingere in contropiede, abile nell’uno contro uno e allo stesso tempo costruttore e finalizzatore di gioco – ha dichiarato Alessandro Giuliani, GM della Scaligera Basket – Ci ha fatto una buona impressione: parlando con lui ci ha fatto capire che si metterà a disposizione della squadra, secondo le esigenze del coach. Love è un giocatore che fisicamente può ricoprire sia il ruolo di play che quello di guardia e, secondo noi, è un incastro perfetto con tutti gli altri esterni che abbiamo a disposizione”.
“Sono molto contento della decisione e della nuova avventura con la maglia della Tezenis– ha aggiunto Love – un club che ha storia in una città bellissima come Verona. Il mio obiettivo è quello di arrivare a giocare in Serie A e farà tutto il possibile affinché questo accada con la maglia gialloblù. Voglio salutare tutti i tifosi di Verona, non vedo l’ora di conoscerli e di vederli, ad ogni partita, tifare Tezenis”.

 

Guarda anche:

  • Paolo R.

    il 13/07/2019 alle 13:48 “Bisogna Avere Fiducia”
    Solo il parquet dirà se questa Tezenis targata Giuliani è stata costruita bene. Mi pare che ci siano tutte le premesse per fare un campionato di vertice poi, si sa, l'importante è avere la squadra al top ai playoff. La rosa mi sembra profonda e ben assortita, spetta al coach farla girare al meglio. Mi piacerebbe vedere qualcosa di diverso oltre alla solita ruota e gioco perimetrale.......più contropiede?? più palla dentro??......sempre forza Scaligera
     
  • Carlo

    il 13/07/2019 alle 13:19 “Playmaker”
    speriamo che Germano sia il play che manca da tanto tempo e non una guardia che porta su palla come Jazz e tanti altri visti passare di qui negli ultimi anni.
     
  • Gg

    il 13/07/2019 alle 10:31 “Ben Arrivato”
    anch’io, tra i nomi fatti in precedenza, avevo auspicato l’arrivo di Murry , che come trascorsi di carriera mi sembrava più “consistente”.. ma del fiuto di Giuliani c’è da fidarsi, difatti andando a vedere un po’ di video in rete del suo ultimo campionato (la massima serie greca poi è sicuramente di buon livello) Love mi ha favorevolmente impressionato: atletico, dinamico e veloce, tiro e entrate a canestro di qualità, e anche una buona difesa... è fondamentale poter anche variare i tempi del gioco, imprimere accelerazioni e spingere in contropiede, negli ultimi tempi tante volte abbiamo visto la squadra soffrire nel costruire azioni a difese schierate.. bene!!
     
  • Pippo

    il 12/07/2019 alle 22:57 “Per Beppe”
    Pensa un po': io non avevo mai sentito Henry Williams, Shane Lawal, Darryl Monroe...
     
  • Beppe

    il 12/07/2019 alle 16:26 “Speremo Ben...”
    mai sentito... speremo ben