SUPERCOPPA

Tezenis, falsa partenza
Mantova passa al Forum

08/09/2019 20:19

Tezenis beffata 81-83 da Mantova nella prima partita del girone di Supercoppa che ha aperto ufficialmente la nuova stagione.

Fin troppo agonismo (che conferma la discutibile scelta della Lega Nazionale Pallacanestro di inserire queste sfide in precampionato) e Verona che si è dissolta nella ripresa subendo un parziale 0-18 restando senza segnare per 8’ minuti del terzo quarto aperto da tre contropiedi di fila dei virgiliani.

Un break devastante (0-21 a cavallo dell’intervallo) dilatato fino al 4-32 con l’unico canestro dal campo segnato da Rosselli nel finale del periodo e il 19enne Sarto che con 8 punti di fila ha firmato il massimo vantaggio sul 55-69 in avvio dell’ultimo quarto.

La Tezenis nel primo tempo aveva divertito il pubblico dell’Agsm Forum, con schiacciate e giocate spettacolari: 51-38 il massimo divario per i giganti gialloblù con Udom.

Dopo il tracollo la Scaligera ha trovato la capacità di reagire e con un contro break 15-2 ha riaperto la partita (70-71), ma la rimonta è stata completata solo a 7” dalla sirena quando Lawson con un ingenuo fallo ha mandato in lunetta Hasbrouck per il 3/3 dell’aggancio sull’81-81.

Time-out di Finelli e un fallo da spendere per la Tezenis che invece ha concesso a Clarke il canestro della vittoria a 2” dallo scadere.

Mercoledì la Scaligera tornerà in campo a Ferrara per la seconda partita di Supercoppa. Oggi gli estensi sono stati battuti 85-75 a Udine. (Mariobasket)

TEZENIS VERONA-POMPEA MANTOVA 81-83

Parziali: 29-23, 51-41; 59-66

TEZENIS VERONA: Poletti 12, Love 4, Beghini ne, Cacciatori, Candussi 11, Cappellotto ne, Rosselli 12, Udom 20, Severini 15, Morgillo 2, Hasbrouck 5. All. Dalmonte.

POMPEA MANTOVA: Sarto 8, Colussa ne, Poggi 4, Raspino 5, Visconti 11, Ferrara 1, Vigori, Ghersetti 18, Maspero, Epifani ne, Clarke 17, Lawson 19. All. Finelli.

Arbitri: Nuara, Boscolo, Bonfante.

Note - Spettatori: 1.600.


 
  • Pagine:
  • 1
  • 2
  • Giaro

    il 10/09/2019 alle 08:05 “Tempo Al Tempo”
    Non conoscendo gli ingaggi considerazioni di questo tipo è inutile farle. Vedremo alla lunga chi ha avuto ragione nella costruzione del rooster. Prima erano due carneadi, adesso potevamo prenderli noi, il tutto dopo la seconda amichevole stagionali. Diamo il tempo al tempo. Anche perché Lawson la sua bella tripla se l’è presa (Candussi almeno ieri no), e se avesse giocato da noi tutti a dire su a Dalmonte perché un lungo non deve tirare da tre... inoltre vorrei vedere come avrebbe giocato Clarke se fosse stato nelle condizioni fisiche di Love (che praticamente non si è allenato tutta settimana per problemi alla caviglia). Hasbrouck sappiamo che giocatore è, e anche se ieri era in una giornata storta al tiro ha fatto giocare molto bene i compagni cercandoli di continuo. Love io non l’ho mai visto giocare ma tutti quelli che l’hanno visto con Trento ne sono rimasti piacevolmente sorpresi (Top Scorer a 16 punti se non ricordo male). Ripeto, diamo il valore giusto a queste partite, ed evitiamo di sparare sentenze dopo due amichevoli, in cui oltretutto si sono visti buonissimi segnali. Il terzo quarto contro Mantova ci deve servire di lezione, e il precampionato è il momento giusto per imparare e metterci nella migliore condizione quando le partite conteranno di più.
     
  • Henry

    il 10/09/2019 alle 07:00 “Per Finire”
    Mi chiedo perchè non li abbiamo presi noi, almeno uno dei due, non penso che abbiano un ingaggio proibitivo o superiore a quello dei nostri americani. Un centro non sarebbe stato sbagliato visto che sia Candussi e Poletti giocano più fuori che sottocanestro. Lo stesso Dalmonte e pedrollo hanno ammesso che Candussi non è un vero centro e Poletti segna più da fuori che da sotto.
     
  • Giaro

    il 09/09/2019 alle 23:34 “A Henry”
    Rotnei Clarke ha fatto due stagioni a Pesaro nella nostra A1 (2016/2017 e 2017/2018) e rispettivamente con 19,5 e 17,5 di media... almeno informasi prima di sentenziare! Lawson lo abbiamo già incotrato più volte e in A2 come lungo mi pare che la sua figura la fa. Abbiamo una squadra con giocatori e equilibri molto diversi dall'anno scorso e credo serva un po' di tempo per trovare la giusta chimica. Francamente nei primi due quarti di ieri ho vi visto una circolazione di palla e un gioco che non vedevo da un bel po' di anni a Verona. Inotlre nell'ultimo quarto in un amen li abbiamo ripresi rischiando anche di portarla a casa. Speriamo di continuare così che questa è la strada buona. Se invece ci focalizziamo solo sul terzo quarto allora mandiamo a casa tutti, senza tenere conto che siamo alla seconda "amichevole" precampionato (chiamatela Supercoppa ma si tratta di un amichevole precampionato) e cali di questo tipo possono trovare una giustificazione nei diversi carichi di lavoro. Dubito che il nostro obiettivo sia vincere questa supercoppa del nonno giocando alla morte tutte le partite, io preferire essere subito eliminato e procedere con il nostro programma di preparazione senza rischiare infortuni inutili. Poi se ogni occasione è buona per iniziare a dir su a tutti focalizzandosi sulla prestazione di un singolo quarto su due partite (la prima contro Trento non ero presente ma non mi sembra che abbiamo fatto una brutta figura), beh allora facciamoci un esame di coscienza perchè come pubblico dobbiamo imparare ancora molto per meritarci la serie A.
     
  • Henry

    il 09/09/2019 alle 15:44 “A Twinx”
    Intendevo che gli americani di Mantova non sono americani provebnienti da stagioni in NBA o in Eurolega e nemmeno da squadre nostre di A1. Forse carneadi non era il termine più appropriato ma la sostanza è che non sono dei fuoriclasse e resta comunque anche da chiedersi perchè i nostri si sono dimostrati così evenescenti, se uno sa giocare in una partita qualcosa di buono riesce comunque a farlo anche se manca di continuità.
     
  • Twinx

    il 09/09/2019 alle 13:45 “Henry E Carneadi”
    Henry, davvero hai definito Clarke e Lawson due carneadi? Perchè va bene tutto, tutte le opinioni sono legittime etc. ma non sono esattamente due sconosciuti, né tanto meno due giocatori scarsi. E, se li definisci due carneadi, anche il resto delle tue valutazioni diventa "leggermente" poco credibile.
     
  • Max

    il 09/09/2019 alle 11:56 “X Slandro & Henry”
    Slandro, non è vero che quella di ieri è una partita che non vale nulla. Io ho visto Poletti, Udom e Candussi serviti sotto (1 vs 0), come non vedevo da tempo a Verona. Certo, anche Mantova non sarà stata ancora pronta nei cambi, ma mi sento confortato dalla presenza in campo di Rosselli che pare essere un faro quando smista o scarica. Le rotazioni erano e sono corte, senz'ombra di dubbio. E lo saranno fin tanto che Tomassini non sarà almeno a "mezzo servizio". Qualcuno pensa di affrontare la RS con il roster di ieri ? Ho anch'io sottolineato il blackout del terzo quarto, sperando che non sia un "ritorno al futuro", vista l'aderenza dei giochi, in questa frazione di gioco, alle "bruttezze" dello scorso anno. Anch'io, come Henry ho notato l'assoluta mancanza di penetrazioni per arrivare al ferro, ma sono sicuro che col tempo e la condizione (mi pare che Love non fosse al 100%) arriverà anche questo tipo di gioco. Lo scorso anno ero molto scettico e "polemico" già dalle prime uscite di precampionato, tanto da essere castigato dal buon Mario come "onanista mentale". Quest'anno il lavoro di impianto della squadra c'è, eccome se c'è, e credo che Dalmonte sarà in grado di plasmare dei buoni equilibri. Chi vivrà ... ps: Tomassini sarà una pedina fondamentale di questo roster, spero che torni presto e arrivi in tempi ragionevoli ad una condizione accettabile. Diversamente, non ho dubbi sul fatto che la società tornerà sul mercato.
     
  • Slandro

    il 09/09/2019 alle 10:40 “Henry, Ma Che Partita Hai Visto?”
    Poletti ha sempre avuto percentuali ottime da 3 e se gli lasciano le prateria è GIUSTISSIMO che tiri e che segni, come ha fatto ieri. Gli USA ieri hanno giocato per la squadra, quanti recuperi ha fatto Has? Ma hai visto cosa ha fatto Love finchè ha avuto fiato? "L'incompetente" che dice che le rotazioni erano ridotte lo dice perchè è vero! Tomassini sappiamo tutti che dovremo aspettarlo, Guglielmi malato, Love causa acciacchi si sta allenando pochissimo. Per larghi tratti hanno portato palla Has, Rosselli e Severini. Stai dicendo cose a caso giusto per dir su, falla una analisi razionale e tranquilla! è una partita che non vale nulla!
     
  • Henry

    il 09/09/2019 alle 06:44 “A Max”
    ma che fede vuoi avere in un allenatore che finora ha dato prove solo di incapacità ? Non c'è assolutamente gioco di squadra, Poletti i punti li ha fatti con tiri da 3, i lunghi sono sempre lontani dal canestro e non si prendono rimbalzi offensivi. Quello che han fatto ieri i due americani lo facevano anche Cacciatori e Beghini: non hanno mai attaccato il canestro, tentato penetrazioni o tiri; perchè i nostri avversari devono sempre essere più avanti con la preparazione ? senza problemi ? senza infortuni ? Più probabilmente problemi li ha Dalmonte . Mantova non è certo squadra fatta per vincere il campionato, ha solo 4 veri giocatori ma è riuscita a batterci in casa nostra e devo sentire l'incompetente dire che le rotazioni erano ridotte, dovrebbe spiegarci perchè e come mai i loro due americani (due carneadi) sono riusciti a fare 36 punti contro 9 dei nostri.
     
  • Max

    il 08/09/2019 alle 22:29 “Tempo Al Tempo”
    Diversamente dall'omonimo e dagli altri che mi hanno preceduto io non mi sento di dare la croce addosso né agli americani, né al coach. Almeno per ora. Aspettiamo che Love dimostri ciò che sa fare (stasera è stato Guidone a fare il Love), aspettiamo che Kenny faccia il Kenny e, soprattutto, che il coach dia un'identità alla squadra. Mi sono piaciuti il primo ed il secondo quarto, dove abbiamo visto un gioco diverso da quello degli scorsi anni, grazie alle gran palle date sotto dall'ottimo Roselli che, pur giocando da fermo, rimane un lusso per la categoria. Mi è piaciuta anche la reazione dell'ultimo quarto, a dimostrazione che il carattere c'è. Il terzo quarto non lo considero neanche, siamo ritornati a giocare senza senso, un po' come lo scorso anno. Credo inoltre che non si possa aspettare (sempre) di prendere 15 punti di parziale prima di chiamare un timeout e di non commettere fallo nei secondi finali, difendendo e non essendo in bonus. Ma anche per il coach è la prima partita. Dobbiamo avere fede.
     
  • Gg

    il 08/09/2019 alle 22:28
    I nostri americani hanno ampiamente dimostrato quanto valgono in precedenza, in altre squadre e altri campionati, non solo in termini di punti ma anche di capacità di gioco e lavoro di squadra... Quindi, nn penso proprio che siano diventati di colpo delle schiappe.. Vuol dire che il problema è un altro