SERATA PRESENTAZIONE

Tezenis: parte stagione
poche parole, tanti fatti

23/09/2019 21:24

Opening season party. Alla Maison Vicentini è andata in scena la serata gialloblù dedicata alla Tezenis Verona che a due settimane dall’inizio del campionato ha voluto presentarsi ad autorità, sponsor e alla città con la presenza di tutta la Società, staff e atleti (GUARDA VIDEO). La serata, condotta con la consueta brillantezza dalla giornalista di Sky Sport Federica Lodi, è iniziata con l’intervento del Presidente Gianluigi Pedrollo.

“Cerchiamo di arrivare a questo terzo anno di progetto più preparati possibile – ha commentato il Presidente – siamo partiti due stagioni fa con obiettivi precisi su squadra, pubblico e sponsor. Siamo partiti da una squadra giovane, siamo passati per una più esperta ed ora siamo alle porte di questo nuovo anno”.

Al suo fianco, sul palco, l’ha raggiunto Matteo Muraro, direttore commerciale del Gruppo Calzedonia e responsabile delle sponsorizzazioni sportive. Un momento anche per celebrare il lungo matrimonio tra Tezenis e la Scaligera Basket. “Siamo al 12° campionato consecutivo di sponsorizzazione – ha aggiunto Muraro – Negli ultimi anni ci siamo divertiti, un progetto giovane che ha entusiasmato ma ha entusiasmato anche noi. Nel basket vediamo valori importanti che valgono per la vita e anche per l’azienda; noi guardiamo attentamente al pubblico, ci aspettiamo tanto entusiasmo e tanto pubblico perché la nostra voglia di sponsorizzare passa anche dall’attaccamento di tutta Verona”.

Spazio poi alla parte istituzionale con il Sindaco di Verona, Federico Sboarina, e l’assessore allo sport Filippo Rando. “L’auspicio è quello che questo progetto prosegui in maniera positiva – ha proseguito Sboarina- E’ stata confermata la passione di una grande azienda veronese, sono state avvicinate aziende importanti a sostegno del mondo del basket: questo è decisamente importante. Dopo tanti anni di attesa, credo che il grande pubblico si attenda qualcosa di grande. Questo è il mio in bocca al lupo alla squadra”.

Successivamente a spazio al Vicepresidente Giorgio Pedrollo che subito ha dato risalto ad un dato importante della campagna abbonamenti: “Oggi abbiamo superato quota 1.500 tessere. La campagna acquisti è piaciuta e i tifosi ci stanno dando delle soddisfazioni, il nostro obiettivo rimane quota 2.000. Tezenis, in questi anni, ci ha aiutato tantissimo. Quest’anno abbiamo inserito il General Manager Alessandro Giuliani che reputo uno dei migliori d’Italia. L’impostazione della squadra è stata importante, abbiamo voluto un team esperta e di livello ma non dobbiamo dimenticarci le altre pretendenti”.

Proprio il General Manager, Alessandro Giuliani, ha aggiunto: “Quest’anno serve grande coesione, ma anche fortuna. Dobbiamo lavorare assieme, poche parole alle quali vogliamo unire ora i fatti. Non ci nascondiamo, abbiamo un obiettivo importante”.

Ospite della serata è stato Matteo Soragna che in apertura di intervento ha elogiato la progettualità della Scaligera Basket: “La progettualità di Verona è quasi una mosca bianca. Nella pallacanestro di adesso, anche per il contesto storico che si sta vivendo, le società stanno cercando di investire il meno possibile e destrutturare. La Scaligera Basket va nella direzione opposta, quando c’è struttura seria e solida si vede”.

Spazio, alla squadra con i giocatori chiamati sul palco. E’ Mitch Poletti, capitano della Tezenis Verona, a parlare a nome dei compagni di squadra. “E’ un onore vestire i gradi di capitano di questa squadra – ha esordito Mitch – per due motivi: per il gruppo che rappresento, fatto di giocatori importanti e di persone con qualità umane e personali di alto livello. Secondo motivo per la storia di questa società e per quello che rappresenta per tutta la città di Verona.

Per quanto riguarda la parte sportiva, stiamo lavorando molto per crescere, per creare un gruppo di un certo tipo, per migliorarci e migliorare il nostro gioco in vista dell’avvio della prossima stagione. La strada imboccata è quella giusta, solamente con tanto lavoro si possono raccogliere risultati importanti ed è quello che tutti noi vogliamo. Vedo grandi motivazioni, grande voglia di lavorare, grande unione. Sono tutte belle e importanti componenti”.

Infine, la parola a coach Dalmonte. “Sono un allenatore fortunato perché sono dentro a questo progetto – ha commentato il coach – Devo dare merito alla lungimiranza della famiglia Pedrollo; dobbiamo essere felici di aver vinto questa nomination che dobbiamo vivere con grande senso di responsabilità. Giustamente oggi le parole devono contare niente perché contano i fatti e noi dobbiamo essere pronti a metterli dentro al campo”.


 

Guarda anche:

Nessun commento per questo articolo.