PARLA IL CENTROCAMPISTA

Verre: Primo gol in A
non si dimentica mai

09/11/2019 20:43
“Primo gol in Serie A? Sì, difficile da dimenticare: peccato però perchè con la vittoria sarebbe stato tutto perfetto. Duello con Handanovic? Difficile presentarsi di fronte a lui perchè è un pararigori, ma sentivo che calciando centrale avrei segnato. Io rigorista? Non c'è una gerarchia, chi se la sente va a calciare. Nell’occasione se la sentivano anche altri compagni, ma ero sicuro di segnare. Nel secondo tempo abbiamo faticato? Sì, non riuscivamo a ripartire, poi l'Inter avendo grandi campioni ha trovato l'eurogol di Barella. Se ce la siamo giocata? Sì, abbiamo avuto diverse occasioni in contropiede: dovremo sfruttarne di più la prossima volta. Consapevolezza del nostro valore? Disputiamo buone partite sia in caa che in trasferta: abbiamo raccolto meno punti rispetto a quanto sin qui dimostrato. Questa però è la strada giusta: continuiamo così. Cosa mi sta trasmettendo Juric? E' un mister esigente, con lui sono cresciuto a livello fisico e gioco con la testa libera. E' molto importante per me. Se pensavo che l'Hellas potesse avere 15 punti a novembre? Ero convinto potessimo fare bene, volevo venire a Verona, ma sapevo anche che sarebbe stata dura. Ma stiamo lottando alla grande”. Queste le principali dichiarazioni di Valerio Verre, rilasciate al termine di Inter-Hellas (2-1).
 
  • Penzo11

    il 10/11/2019 alle 01:31 “Bravo,bel Coraggio”
    A tirare un rigore a san siro contro handanovic. E se non fosse scoppiato (si vedeva)non sarebbe entrato quell aseno di Henderson che, con una prestazione senza palle, ci ha fatto perdere