IL TECNICO CROATO ARTEFICE DEL CAMBIAMENTO

Ivan Juric, l'uomo che
ha rianimato l'Hellas

13/11/2019 11:30

Quando era stato annunciato più di un tifoso aveva storto il naso: Aglietti, il vero artefice del miracolo promozione, non era stato confermato dalla società che aveva deciso di puntare sul quel tecnico croato che sì, aveva portato il Crotone in A, ma veniva da più di un esonero dal Genoa. Però sono bastate poche settimane per capire che Ivan Juric, invece, era il tecnico giusto per questo Verona.

Allenamenti intensi che si sono prontamente riverberati nelle prime amichevoli: fin da subito l'impronta dell'allenatore è stata chiara, con la difesa come punto di forza, comandata dal sorprendente Kumbulla. Una squadra che corre, pressa a tutto campo ed è capace di verticalizzare: una gioia per gli occhi dopo anni di sterile tiki-taka improvvisato firmato da Pecchia e Grosso. Ad aggiungere credito a Juric le parole dirette, senza filtri, nelle conferenze stampa. Non più giri di parole o scuse risibili: quando c'è un problema lo affronta senza nasconderlo.

C'è veramente poco da ribadire, è evidente a tutti: Ivan Juric è il vero artefice di questo bel Verona. E' lui che ha rianimato l'Hellas, dopo anni difficili. Nonostante il problema del gol degli attaccanti gialloblù, la squadra viaggia a metà classifica ed è una delle sorprese di questa Serie A (seconda miglior difesa dopo la Juve).

Anche se il valore di mercato dei giocatori è uno dei più bassi della massima serie, l'Hellas può guardare dall'alto molte squadre che hanno speso il doppio, il triplo o anche il quadruplo. E questo grazie a Juric, l'uomo che ha resuscitato l'Hellas, riportando la passione che si era un po' persa negli ultimi anni.

L.VAL.


 
  • Stefania

    il 14/11/2019 alle 15:06 “Juric”
    Non so dove saremo a fine campionato, quello che so è che finalmente dopo anni di "miserie" è un piacere andare allo stadio e vedere giocare il Verona. quindi mille grazie a Juric.
     
  • Widmann

    il 14/11/2019 alle 10:55
    adesso abbiamo trovato il GENIO... che fa solo bene il suo mestiere a differenza dei precedenti.., l'hellas è la sorpresa...un divertimento incredibile vedere l'hellas...poi magari che ne so finisce come con malesani, che era anche lui un GENIO.. spero ovviamente che non sia così, che era un genio, una roba incredibile, un Santo...
     
  • Penzo11

    il 13/11/2019 alle 22:46 “Juric Mega Sorpresa”
    Con i due asini di prima saremmo diciannovesimi
     
  • Esule Valtellina

    il 13/11/2019 alle 20:05 “Gli Prendevano”
    Gli prendevano Elkjaer e il Nanu ed eravamo a posto.
     
  • Maroni Sgionfi

    il 13/11/2019 alle 16:36 “Direi Che”
    è stata la vera sorpresa di questo campionato, bel gioco, giocatori che corrono come non era da anni, aggressione a tutto campo degli avversari, paura di nessuno... è vero all'inizio eravamno scettici, per fortuna poi Juris ci ha fatto cambiare idea. Un unica appunto, piccolo ma dovuto: con l'Inter sabato schiacciato nel finale dal nostro Hellas, avrei messo Pazzini, bravissimo negli ultimi metri sia di piede che di testa, e che penso possa fare 10 minuti, ma ormai abbiamo capito tutti che questa è una piccola bugia del tecnico per lasciare fuori il buon Pazzo per ordini superiori ...... e comunque no Stepinsky che infatti a pochi metri dalla porta ha sbagliato la grande occasione capitata ......
     
  • Jordan

    il 13/11/2019 alle 12:47 “E”
    non oso pensare con questa squadra e un attaccante da gol dove saremmo in classifica.