CALCIOMERCATO

Mediaset:Napoli ha preso
Amrabat per 16 milioni

13/12/2019 17:45

Amrabat sarà un giocatore del Napoli il prossimo anno. Lo afferma Sportmediaset.it che titola in primo piano l'operazione del club partenopeo. Un affare da 16 milioni.

Scrive così la redazione sportiva di Mediaset: "Accordo trovato con il Verona per il centrocampista Sofyan Amrabat, nazionale marocchino con passaporto olandese, incontrista "Gattuso-style" che si è rivelato prepotentemente in questo inizio di campionato in gialloblù. Un colpo messo a segno con largo anticipo: Amrabat arriverà nella prossima stagione. Il Napoli spenderà 16 milioni per assicurarsi questo giocatore. Un accordo quasi a metà strada tra i 20 che chiedeva Setti e i 14 che offriva inizialmente De Laurentiis. Amrabat in questo momento si trova a Verona in prestito dal Bruges, con diritto di riscatto fissato a 3,5 milioni. Tecnicamente il Verona deve comunicare al Bruges di voler esercitare questo diritto e versare l'equivalente nelle casse dei belgi. Questa operazione consentirà comunque al club veneto di realizzare una pesantissima plusvalenza. Il Napoli ha accelerato i tempi in queste ultime ore per sventare un tentativo dell'Inter, documentato dalla visita del presidente Setti nella sede nerazzurra. Amrabat oggi guadagna 300.000 euro a stagione, ingaggio che al Napoli verrà quadruplicato".


 
  • Giovanni Battista

    il 15/12/2019 alle 02:24 “In A O In B Setti Vattene !! ”
    DIMENTICAVO ..................CHE SI DEVE COSTRUIRE LO STADIO NUOVO E MONETIZZARE SUBITO ...????? DELL´HELLAS VERONA E SUO FUTURO A CHI INTERESSA ???? IL GESTO DEL TANTO FIGLIO ALLO STADIO ERA ED È ANCORA DI MODA????
     
  • Paolo

    il 14/12/2019 alle 20:02 “Allargo Un Attimo Il Discorso...caramhellas3 E Wallace ”
    Le cose vanno contestualizzate. L’Atalanta di Percassi che oggi tutti guardiamo come modello salì in serie A nel 2010/2011. Nelle prime 5 stagioni nella massima categoria non andò mai sopra il 13’ posto. Nel 2014/15 arrivò addirittura 17’ salvandosi ad appena due giornate dalla fine. Gli acquisti della prima stagione furono al 90 per cento prestiti o riscatti a zero euro. Nella prima sessione invernale venne ceduto Padoin alla Juventus (quindi il giocatore top del momento per i bergamaschi) a 5 milioni a fronte di nessun acquisto. Il mercato dell’anno successivo fu uno dei più inutili della storia del calcio. Nulla da segnalare di significativo sia in entrata che in uscita a parte il riscatto della comproprietà di Denis per 2,5 milioni. Il terzo anno 2013/14 (per non perdere il filo) vengono ceduti Gabbiadini e Peluso alla Juventus per circa 10 milioni complessivi e in cambio viene acquistata mia sorella che però rifiuta! Nient’altro se non prestiti, fine prestiti o compartecipazioni inutili. Nel 2014/15 ceduti Consigli per 4,5 milioni e Bonaventura per 5,5 più bonus (non proprio un affarone), Percassi acquista solo D’Alessandro per 2 milioni e Spinazzola in prestito (parlo degli unici affari significativi). Nel 2015/16 (dopo essere arrivati al diciassettesimo posto e aver evitato la retrocessione alla penultima giornata) arriva Paletta in prestito, Toloi per 3,5 più bonus, De Roon per 1,3, Kurtic per 3,5 e Pinilla per 2. A gennaio Borriello svincolato e Freuler per 1,5. Insomma qualcosa finalmente inizia a muoversi. Anche se non vedo grandi investimenti. Mentre Percassi (non Setti) si mette in tasca 7 milioni per la cessione di Benalouane, 5,5 per Zappacosta, 4,5 per Baselli. Poi nel 2016/17 come per miracolo arriva Gasperini che (nonostante 3 punti e penultimo posto dopo le prime 5 giornate…immaginiamoci le reazioni a Verona se Juric avesse cominciato così) inizia di testa sua a valorizzare i giovani e gli sconosciuti (Conti, Spinazzola, Caldara, Petagna…che Ventura convoca in Nazionale facendo automaticamente lievitare la loro valutazione) come adesso da noi sta iniziando a fare Juric. Lo stesso Gasperini guida la squadra a un clamoroso quarto posto finale nonostante il mercato di quella stagione avesse visto l’Atalanta completare solo le seguenti operazioni: acquisto del fuoriclasse Paloschi per più di 7 milioni mentre Spinazzola o Zukanovic arrivano in prestito. Nel frattempo però Percassi vendeva (ed evidentemente non reinvestiva) De Roon in Inghilterra per 10 milioni più 4 di bonus e Cigarini per 3 milioni (oggi direi davvero un brutto affare). Il resto è storia recente. Combinando le qualità di Gasperini capace di valorizzare i giovani e di metterli in luce grazie alle convocazioni in Nazionale e le coppe europee tutte le valutazioni sono quintuplicate. Ma ripeto. Staimo comunque parlando di sei anni dopo la promozione in serie A, tre cambi d’allenatore, 5 mercati inutili, una vicinissima retrocessione e classifiche finali costantemente nella colonna di destra. Benissimo se dopo 3 mesi di campionato noi riusciremo a vendere Amrabat o qualunque altro giocatore per più di 20 milioni.
     
  • Paolo

    il 14/12/2019 alle 19:01 “Caramhellas3 E Wallace”
    Ovviamente ognuno resterà legittimamente della propria opinione. Io rimango dell'idea che 1) stiamo tutti un po' troppo sopravvalutando Amrabat. Per quello che (noi e gli addetti ai lavori) sappiamo di lui, per quello che finora ha fatto nella sua carriera, e se vogliamo anche per quello che ha fatto a Verona (sicuramente sta giocando molto bene ma per arrivare a più di 20 milioni di valutazione secondo me un gol ogni tanto o almeno un bel tiro in porta in tutto un girone d'andata lo devi fare). Invece non ho visto niente di tutto ciò da parte sua finora. Me ne ricordate uno per favore? Quindi io dico solo che se ci stanno offrendo (è venuto il Napoli, non è Setti che è andato da loro) 16 milioni per un ottimo giocatore di quantità (che fino a tre mesi fa era in panchina in Belgio e che noi pagheremo 3 milioni) non mi sembra una cosa scandalosa. 2) Anche perché tutti parlate come se l'affare fosse sicuramente già concluso e definitivo. Guardate che per esempio Sky dice che al momento il Verona pretende di più. Quindi non capisco di cosa stiamo parlando. Dovreste dare i vostri lapidari giudizi definitivi una volta che l'affare sarà concluso e le cifre saranno ufficiali. 3) Non si può in ogni caso fare il paragone con società (vedi l'Atalanta) che ha gestito gli ultimi mercati da squadra che disputa le coppe europee. I 5 o 10 milioni in più che vorreste voi per Amrabat (mi chiedo poi su quale autorevole base di esperienza e competenza del settore facciate le vostre valutazioni) sarebbero automatici se Amrabat segnasse almeno 4 o 5 gol (come quelli che faceva ad esempio Cristante quand'era all'Atalanta) o se l'Hellas si qualificasse per le Coppe. Ma non mi risulta che nè il Cagliari nè l'Aatalanta si siano qualificate per le Coppe e abbiano venduto giocatori a 30 milioni al primo anno da neopromosse in serie A.
     
  • Wallace

    il 14/12/2019 alle 15:23 “Paolo”
    do ragione ancora una volta a caramhellas, intanto se devi vendere, non vai tu a chiedere l elemosina a inter e napoli,devono loro venire da te. Un po di orgoglio non guasterebbe. Setti non sta vendendo,sta dando a saldo, il che è tutto diverso da quello che sostieni tu. Per terzo, anche il brescia potrebbe dare subito tonali alla iuve, per 30 ml, ma non l ha ancora fatto, anche se ultimo in classifica. sai cosa farebbe setti??? tonali lo avrebbe gia venduto, serie b sicura, e paracadute in berta, come dicono. Questo e setti, fattene una ragione. I saldi sono iniziati, siori e siore..
     
  • Peter

    il 14/12/2019 alle 15:17 “Se Vendesse Per Poi Investire ..”
    si potrebbe giustamente capire, sarebbe corretto, ma stiamo parlando di uno che non l ha mai fatto , anzi sembra e si legge i soldi li debba anche dare o restituire ...
     
  • Caramhellas3

    il 14/12/2019 alle 14:19 “Paolo”
    Inutile discutere con te. Nessuno dei noni che hai fatto è stato venduto a quanto oggi il tuo presidente vuole vendere il marocchino. Il punto è tutto qua, non che dopo aumenti di valore
     
  • Scaletta

    il 14/12/2019 alle 13:59 “Paolo”
    inutile rispondere a uno che si augura solo che le cose vadano male.Lo sanno anche i sassi che caramola é un tifoso clivense della peggior specie.a inizio campionato prevedeva gol a grappoli nrlle gare al Bentegodi: la solidità difensiva e il divertimento che proviamo ad ogni partita casalinga lo fanno andare fuori di testa. un hater in piena regola in salsa ceolotta. piutttosto ti faccio i complimenti per la disamina, le dinamiche del mercato per piccole sono proprio queste.
     
  • Ermuz

    il 14/12/2019 alle 13:51 “...”
    Setti cerca nuovi ds...fatevi avanti e inviate curriculum
     
  • Paolo

    il 14/12/2019 alle 13:11 “Caramhellas3”
    Piccola aggiunta all'ultimo messaggio. Sono andato a controllare perché non li ricordavo tutti...oltre a quelli che ho già citato (cioè Caldara, Conti, Spinazzola e Bastoni l'Atalanta - solo dal 2017 a oggi, cioè in appena 3 sessioni di mercato - ha ceduto anche gente come Cristante, Kessie, Orsolini e Petagna). Quindi molte cessioni e sicuramente gente come Cristante, Orsolini, Bastoni e Spinazzola adesso vale di più della cifre incassate dai bergamaschi. In altri casi come Caldara o Conti il problema è che si sono infortunati se no sicuramente dopo un paio d'anni nella Juventus o nel Milan varrebbero almeno il triplo.
     
  • Paolo

    il 14/12/2019 alle 11:38 “Caramhellas3”
    Perché secondo te (infortunio a parte) un Barella dopo uno o due anni nell'Inter tra Nazionale, Champions e magari vittoria dello scudetto non finirà per valere di più di quello che i nerazzurri lo hanno pagato al Cagliari? E che dire di giovani come Spinazzola o Bastoni... anche nel loro caso direi che, visto il percorso che stanno facendo, l'Atalanta (nonostante le ottime cose che sta facendo) li ha lasciati andare per molto meno di quello che finiranno per valere. Che poi i vari Caldara, Conti ecc. si siano infortunati è un altro discorso. Altrimenti per loro varrebbe lo stesso concetto. Ti ricordo che solo un'estate fa Gasperini si lamentava con Percassi che gli stava vendendo troppi giocatori.