PARLA IL COACH DELLA TEZENIS

Diana: Vittoria per i
tifosi e per i Pedrollo

12/01/2020 22:13
La Tezenis torna alla vittoria con il match sul campo di Roseto. Coach Diana, al termine della partita, ha commentato: “Prima di tutto ci tengo a dedicare questa vittoria al nostro Presidente Gianluigi Pedrollo ed al Vicepresidente Giorgio. Questa settimana averci messo a disposizione due giocatori nuovi, è stato un impegno del club e dopo quattro sconfitte consecutive ci tengo, a nome mio e della squadra, a dedicare loro questa vittoria. Una dedica speciale anche per i tifosi che ci hanno seguito in una trasferta così impegnativa in questo momento”.

Sul match, il coach gialloblù ha proseguito: “Questa è una vittoria arrivata in un campo non facile, Roseto è storicamente un campo difficile, contro una squadra che gioca una pallacanestro diversa da tutte le altre. Affrontare una squadra atletica, fisica, che gioca cambi sistematici, ti impone di giocare concentrati per tutti i 40 minuti. L’abbiamo fatto per buona parte dell’incontro e in certi momenti abbiamo fatto una bella pallacanestro da vedere fatta di passaggi, di collaborazioni e circolazione di palla molto buona, e altri momenti dove abbiamo abusato del palleggio e fermato troppo la palla.

Questo ci ha forzato a fare palle perse. Il dato statistico è eclatante: 18 palle perse e 18 assist. E’ un mese che sono con questa squadra: ho sempre la sensazione che facciamo e disfiamo noi. Non c’è mai una partita dove c’è l’idea di avere il controllo dell’incontro, questo ci deve dare forza e consapevolezza: i momenti di down vanno limitati. Mercoledì giocheremo una nuova partita importante mercoledì, è giusto essere contenti ma dobbiamo proiettarci subito alla prossima sfida”.
 
  • Gg

    il 13/01/2020 alle 18:32 “Centrato Il Punto”
    della situazione quando dice "ho sempre la sensazione che facciamo e disfiamo noi".... questa forse è la vera caratteristica imponderabile di questa squadra, che fa si che si passi da prestazioni di alto livello a vittorie per il rotto della cuffia dopo parziali, contoparziali e rimonte, e addirittura ad un paio di sconfitte inguardabili... genio e sregolatezza potremmo dire, il tutto coesiste nei giocatori stessi... speriamo che il coach riesca a trovare il bandolo della matassa, e che in campo i Dr Jekyll prevalgano sui Mr Hyde... x Jazz condivido il discorso che il ruolo libero sia fondamentale per il suo ritrovato rendimento, lo stesso secondo me è successo con JLove nel passaggio dal campionato greco, non escludo che nella sua prossima squadra tornerà a quei livelli, purtroppo la Scaligera non è stata costruita per far eccellere giocatori in quel ruolo.. Tomassini invece è più adatto, e difatti - oltre al fatto che è un ottimo giocatore e sta ritrovando la sua condizione dopo le disavventure e la sfortuna - ieri l'ho visto molto bene... Infine x Jones diamogli un attimo di attenuanti: immaginiamo così per dire che Candussi fosse stato ceduto ad un'altra squadra e la settimana dopo avesse giocato subito contro Verona... che partita avrebbe potuto fare contro la sua ex squadra ex pubblico ex ambiente cittadino ecc...?
     
  • Carlo Martinelli

    il 13/01/2020 alle 11:35 “Henry”
    sono d'accordo, finalmente, secondo me comunque la ragione di superJazz sta nel fatto che nella tezenis nn era la prima donna. he è invece a Piacenza, mi spiego, mi sono fatto l'idea, vedendolo giocare da noi e ora all'assigeco, che jazz sia uno che segna tanto se la squadra è costruita su di lui e per lui, tesi accalorata dal coach di Piacenza che l'ha detto nell'intervista rilasciata dopo la partita contro di noi, lo hanno preso proprio in quest'ottica, per lasciarlo giocare 'libero' da schemi costrittivi (come quelli che erano di LDM), se mi passi il termine. per questo probabilmente la fa tanti punti e da noi pochi, conta anche il fatto che LDM lo ha quasi sempre utilizzato da play, cioè fuori da suo ruolo, se l'avesse utilizzato come Diana utilizza Kenny secondo me avrebbe sbancato il forum. Sono contento che vediamo la luce in fondo al tunnel e che il gioco di Diana si stia cominciando a farsi sentire, mi piace molto. Per quanto riguarda Jones resto della mia idea, che ,se mi hai citato personalmente, penso tu abbia letto, lui nn abbia giocato bene perché con la testa ancora nello spogliatoio di roseto, magari non mercoledì, ma domenica prossima vedremo il vero Bobby Jones. FORZA SCALIGERA
     
  • Henry

    il 13/01/2020 alle 08:50 “A Carlo Martinelli Ed Altri”
    Come si spiega che Ferguson nella sciagurata gestione di Dalmonte sia riuscito a finire qualche partita a zero punti o a punti che si contano sulle dita di una mano ed ora a Piacenza sia quasi sempre il miglior marcatore segnando addirittura 50 punti come ieri ? Mi sembra ne sappiamo qualcosa visto lo scontro diretto. Per fortuna ci hanno liberato di Dalmonte, forza Diana 1
     
  • Henry

    il 13/01/2020 alle 08:38 “Finalmente Dichiarazioni Chiare”
    e non cervellotiche come quelle di Dalmonte. In effetti abbiamo avuto tante occasioni per mettere al sicuro la partita ma sono stati sbagliati canestri facili o persi palloni banalmente. Qualche dubbio resta su Jones che non sembra nemmeno alto 204 come dichiarato e che in 15 minuti giocati non è riuscito a segnare neanche un punto e ha preso appena un rimbalzo, da un americano preso come rinforzo ci si aspetta di più anche se arrivato all'ultimo minuto, in fin dei conti anche Loschi è arrivato all'ultimo ma il suo contributo l'ha dato.