L'AVVERSARIO DEL VERONA

Lecce, l'ultimo
ostacolo di gennaio

23/01/2020 11:30

Un altro duro ostacolo si staglia all’orizzonte del Verona. Il Lecce di Liverani, potenzialmente una delle concorrenti nella lotta per la salvezza. I 26 punti in classifica, non c’è dubbio, mettono l’Hellas al riparo da molte preoccupazioni, ma visto il campionato durissimo in cui ancora non si intravvede una sicura retrocessa, è meglio prendere questo appuntamento con le molle.

Esattamente come fece il Verona che alla seconda giornata andò in Puglia per giocarsi la prima di tante sfide da dentro o fuori. Una sfida che il Verona portò a casa con merito, giocando una partita accorta, grazie al gol segnato da Pessina. Quella gara permise al Verona di non giocare mai da lì in poi con l’acqua alla gola e permise a Juric di affrontare con serenità il percorso verso la salvezza. Una tappa dunque fondamentale del campionato scaligero, diventato successivamente un cammino esaltante.

La gara con il Lecce è anche l’ultimo appuntamento di un gennaio che pareva terribile e che invece è diventato trionfale per il Verona. Fino ad oggi la squadra di Juric ha raccolto in questo 2020 sette punti, frutto di due vittorie con Spal e Genoa e del pareggio con il Bologna. Vincere con il Lecce significherebbe dunque mettere una seria ipoteca sulla salvezza. La squadra di Liverani è riuscita nell’impresa di fermare la corazzata Inter nell’ultima giornata ma ha ugualmente un disperato bisogno di punti. In questo momento il Lecce sarebbe salvo al 17° posto con 16 punti, dieci in meno del Verona, ma l’ultimo posto è lontano appena due lunghezze e tutto è ancora aperto. I pugliesi hanno segnato 23 gol fino ad oggi, uno in più del Verona, ma ne hanno incassati 39 ben 17 in più rispetto ai gialloblù. In settimana la squadra si è rinforzata con l’arrivo di Saponara dal Genoa che probabilmente farà il suo debutto al Bentegodi. Attenzione anche a Mancosu che ha segnato il gol del pareggio contro l’Inter e che in questo momento vola sulle ali dell’entusiasmo. Liverani solitamente gioca con il 4-3-1-2 ma proprio contro l’Inter ha deciso di cambiare schierando una difesa a cinque e un centrocampo a 3 per cercare di avere una maggiore copertura. Modulo che potrebbe riproporre anche a Verona per cercare di non scoprirsi. A meno che l’arrivo di Saponara, perfetto interprete dietro le punte, non lo induca a tornare all’antico.


 
  • Marco Bertagna

    il 23/01/2020 alle 16:18 “Davide”
    Citazione perfetta
     
  • Davide

    il 23/01/2020 alle 15:49 “Ogni Maledetta Domenica”
    In questa squadra si combatte per un centimetro, in questa squadra ci massacriamo di fatica noi stessi e tutti quelli intorno a noi per un centimetro, ci difendiamo con le unghie e con i denti per un centimetro, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei centimetri il totale allora farà la differenza tra la vittoria e la sconfitta, la differenza fra vivere e morire. E voglio dirvi una cosa: in ogni scontro è colui il quale è disposto a morire che guadagnerà un centimetro, e io so che se potrò avere una esistenza appagante sarà perché sono disposto ancora a battermi e a morire per quel centimetro. La nostra vita è tutta lì, in questo consiste. In quei 10 centimetri davanti alla faccia, ma io non posso obbligarvi a lottare. Dovete guardare il compagno che avete accanto, guardarlo negli occhi, io scommetto che vedrete un uomo determinato a guadagnare terreno con voi, che vi troverete un uomo che si sacrificherà volentieri per questa squadra, consapevole del fatto che quando sarà il momento voi farete lo stesso per lui. Questo è essere una squadra signori miei. Perciò o noi risorgiamo adesso come collettivo, o saremo annientati individualmente. È il football ragazzi, è tutto qui. Allora, che cosa volete fare?
     
  • Marco Bertagna

    il 23/01/2020 alle 15:29 “A Testa Alta”
    Il ciclo sarà duro ma si uscirà dal campo A TESTA ALTA ovunque e già questo è importante
     
  • Maroni Sgoinfi

    il 23/01/2020 alle 14:34 “Considerato Il Ciclo Terribile”
    che ci aspetterà dopo, Milan Lazio Juventus dove arriveranno pochi o nessun punto, sarebbe di vitale importanza portare in cascina una vittoria ma la vedo molto dura, Liverani è un buon tecnico e la squadra non molla mai. Forza Hellas, 14 punti dalla virtuale salvezza....
     
  • Riccardo

    il 23/01/2020 alle 14:08 “Chiudiamola”
    qui
     
  • Riccardo

    il 23/01/2020 alle 14:08 “Sì è Una Partita”
    importantissima. vincere significherebbe mettersi quasi in salvo. perdere...non ci penso nemmeno. dai Hellas, chiamiamola
     
  • Oscar

    il 23/01/2020 alle 13:41 “Mancosu Saponara”
    Manco fossero giocatori del valore di Ronaldo... Se il Verona gioca come sa non può temere il Lecce e una vittoria vorrebbe dire un gran passo x salvezza nostra e affossare loro. Dai Hellas