BASKET A2

Tezenis, big match con
Forlì all’Agsm Forum

08/02/2020 05:30
La 23^ giornata di campionato porta all’AGSM Forum un big match, domenica 9 febbraio con palla a due alle ore 18.00. La Tezenis Verona affronta, davanti al pubblico di casa, l’Unieuro Forlì che con 7 vittorie consecutive è indiscutibilmente la formazione più in forma del momento.
“Sarà una partita molto difficile – ha commentato Mattia Udom – un bel test per tutti. Andremo ad affrontare una squadra che oggi è seconda in classifica che propone un buon basket. Forlì è una squadra ben costruita con ottimo mix di esperienza e talento, sicuramente giocano molto bene assieme ed i risultati lo dimostrano. Noi abbiamo cambiato faccia, sappiamo qual è il nostro valore e come stiamo giocando in questo periodo. Il pubblico ci dà una grande mano, nell’ultima partita contro Imola si è creato un ambiente incredibile è davvero bellissimo poter giocare davanti a così tante persone. Anche a Ferrara i nostri tifosi sono stati super e ci hanno dato una grande aiuto”.
“Incontriamo Forlì ed il livello del nostro avversario sale ancora rispetto ad Imola e Ferrara - ha commentato coach Andrea Diana – Di pari passo si deve alzare anche la qualità della nostra prestazione. Mi aspetto un livello di fisicità molto alto, una tensione agonistica che si avvicinerà molto ad una sfida playoff, una bella partita da affrontare a viso aperto. Tecnicamente Forlì si affida molto al talento di Giachetti, giustamente perché Jacopo è un fuoriclasse per il campionato di A2. Watson e Marini sono gli altri due esterni capaci di creare per se o per i compagni nelle situazioni di pick’n’roll. Il pacchetto esterni è completato da Rush, giocatore dal grande impatto fisico, e Oxilia. Nel reparto lunghi Ndoja e Bruttini danno molta solidità e Benvenuti sta crescendo stagione dopo stagione. Questa partita presenta tanti intrecci a livello personale. Se adesso sono un capo allenatore tanto lo devo a Sandro Dell’Agnello perché è stato il primo a darmi un’opportunità prima a Livorno e poi a Brescia. Con Jacopo Giachetti ho giocato insieme e da assistente di Bechi con lui ho vinto un titolo italiano giovanile. Davide Bruttini era con me a Brescia l’anno della promozione".

 
Nessun commento per questo articolo.