IL PROGETTO CON GIOVANI CON DISABILITà COGNITIVO-RELAZIONALI

Cattolica per la squadra
speciale del Chievo

11/02/2020 11:10

Una squadra speciale per una stagione speciale. Lunedì mattina al Bottagisio Sport Center si è svolta la presentazione ufficiale del nuovo campionato del ChievoVerona For Special, la squadra di calcio formata da giovani con disabilità cognitivo-relazionali, che partecipa da quattro anni al campionato di Quarta Categoria. A promuovere e sostenere questo progetto del ChievoVerona c’è Cattolica Assicurazioni, che ha sposato finalità e obiettivi di questa meravigliosa avventura sportiva e sociale, che si rinnova per la quarta stagione consecutiva.

Presenti alla conferenza stampa il Presidente Luca Campedelli, il Direttore del Bottagisio Sport Center Corrado Di Taranto, il Direttore Marketing Cattolica Assicurazioni Francesco Minelli, i giocatori della Prima squadra gialloblù Nicolas Frey e Riccardo Meggiorini, e una rappresentanza di allenatori e giocatori della squadra Chievo For Special.

CHIEVOVERONA FOR SPECIAL

È una squadra di calcio formata da 19 giocatori: 17 sono maschi, 2 sono femmine. Quattro i nuovi acquisti rispetto alla passata stagione: si tratta del difensore Antonio Framarin, dei centrocampisti Mohamed Castrati ed Enrico Bertani, e dell’attaccante Luca Bruni. Il capitano è il difensore Nicolò Santi. I ragazzi svolgono due allenamenti a settimana, entrambi sui campi del Bottagisio Sport Center.

IL CAMPIONATO

I gialloblù del ChievoVerona For Special, allenati da un team composto da Francesco Pirmati, Riccardo Rossi, Angela Coppola, Stefano Invento e Luca Sacchetto e coordinati da Riccardo Pasqualini, sono stati inseriti nel girone emiliano, che comprende anche rappresentative di Siena, Spezia, Cremona e Mantova. Si gioca 7 contro 7: la 1^ Giornata si disputerà sabato 15 febbraio, quando il ChievoVerona For Special sfiderà a Noceto (in provincia di Parma) la formazione spezzina e quella parmense, mentre l’ultima partita è fissata per il 6 giugno.

IL PROGETTO

Questo progetto, voluto e sempre sostenuto dal Presidente Luca Campedelli, è costruito interamente dal ChievoVerona. A differenza di molte altre realtà simili (e allo stesso tempo meritevoli), il ChievoVerona per realizzare questo progetto non si è appoggiato a strutture esterne già esistenti (centri sportivi, associazioni, società dilettantistiche), ma ha deciso di svilupparlo internamente, curando tutti gli aspetti sportivi e sociali, e legandosi ancora di più, e una volta ancora, all’intero territorio veronese. Il progetto, inoltre, resta apertissimo: chiunque volesse partecipare può rivolgersi alla segreteria del Bottagisio Sport Center, anche inviando una mail all’indirizzo [email protected]

LUCA CAMPEDELLI, Presidente A.C. ChievoVerona: «Questo è uno dei progetti che ci sta più a cuore. Riassume alcuni degli aspetti e dei valori che da anni cerchiamo di promuovere e diffondere. È un progetto che ben si lega al territorio veronese, rivolto a ragazze e ragazzi che sono accomunati dalla passione verso lo sport e, in particolare, verso il calcio, realizzato all’interno delle strutture del Bottagisio Sport Center, che oltre a essere la casa del nostro Settore Giovanile è nato con l’idea di essere aperto a tutta la città e vissuto da tutti gli sportivi veronesi, per rendere accessibile lo sport a chiunque. Ringrazio i nostri allenatori che si impegnano con passione e competenza per fare in modo che questi ragazzi possano vivere la migliore esperienza sportiva possibile. E ringrazio anche Cattolica Assicurazioni che ha scelto di essere al nostro fianco in questa bellissima esperienza. Ai ragazzi e agli allenatori dico solo una cosa: obiettivo salvezza anche quest’anno!».

FRANCESCO MINELLI, Direttore Marketing Cattolica Assicurazioni: «La partnership siglata oggi con la Squadra Calcio Disabili di una delle società sportive più note di Verona - ha commentato Francesco Minelli, Direttore Marketing di Cattolica Assicurazioni - segna una ulteriore occasione per sottolineare il rapporto privilegiato di Cattolica con il territorio a cui appartiene ma anche la peculiare attenzione che, da sempre, la Compagnia rivolge a tutte quelle istituzioni che si impegnano nel costituire e dare spazio a realtà inclusive di sport e divertimento, in un’ottica di solidarietà e di coesione sociale: valori fondanti e coerenti con il modo di operare di Cattolica. Con l’avvio di questo progetto, non possiamo che augurare ai giovani atleti del team una stagione ricca di successi e soddisfazioni e ci auguriamo che altri enti imprenditoriali e istituzioni del territorio contribuiscano alla crescita di tutte quelle realtà che fanno dello sport un mezzo per affermare la centralità dell’uomo e del suo valore al di là di situazioni di particolare disagio e difficoltà».

NICOLAS FREY, difensore A.C. ChievoVerona

«È stato molto bello sia partecipare a una partitella con i ragazzi del Chievo For Special, sia rappresentare tutta la squadra in conferenza stampa. Giocare e parlare con loro mi ha fatto capire quanta passione e quanto impegno ci mettono. Per noi sono una fonte di ispirazione e li ringrazio. Inoltre credo che per tutto il mondo ChievoVerona vedere realizzati progetti di questo calibro sia una fonte di orgoglio. La famiglia Chievo si allarga e speriamo che tanti altri seguano questo esempio».

RICCARDO MEGGIORINI, Attaccante A.C.ChievoVerona: «Questa è un’altra occasione che mi da pensare e dire di essere orgoglioso di far parte del ChievoVerona, che appoggia e sostiene questi ragazzi e li aiuta a realizzare i loro sogni con una maglia gloriosa come quella del Chievo. Mi piace essere in prima fila a sostenere questa squadra, ho promesso ai ragazzi che se capiterà l’occasione di poterli venire a vedere giocare qui al Bottagisio lo farò senz’altro».

FRANCESCO PIRMATI, Allenatore ChievoVerona For Special: «Siamo molto entusiasti per l’inizio di questa nuova stagione che a noi piace chiamare avventura, perché i ragazzi sanno sempre sorprenderci e regalarci esperienze di vita nuove. Da settembre quando abbiamo iniziato gli allenamenti la presenza e l’entusiasmo non sono mai venuti a mancare e questa è la dimostrazione della forte unione che c’è all’interno del gruppo. Le sfide che andremo ad incontrare saranno sicuramente impegnative, ma con lo spirito e i valori umani che ci contraddistinguono riusciremo di sicuro a superarle».


 
Nessun commento per questo articolo.