IL NUOVO ARTICOLO DEDICATO AL TECNICO DEL VERONA

Feltri confessa: Sono
ancora stregato da Juric

12/02/2020 09:30

Vittorio Feltri, fondatore di Libero e firma di Tuttosport, ha dedicato un nuovo appassionato articolo (dopo quello di gennaio) a Ivan Juric dal titolo: “Confesso: sono stato stregato da fenomeno Juric” su Tuttosport.

Scrive Feltri: “Pareva che il Verona, neopromosso, fosse arrivato in Serie A per caso e fosse tra le principali candidate alla retrocessione. Infatti disponeva di un organico raccogliticcio, il meno prezioso della categoria e per giunta il meno pagato del torneo. I requisiti per ripiombare immediatamente nella serie cosiddetta cadetta c’erano tutti. Personalmente pensavo che anche l’allenatore Juric, con quella sua faccia da funerale, fosse il più adatto a celebrare una cerimonia funebre. E invece oggi questa squadra veneta è sesta in classifica, ha compiuto un autentico miracolo a cui tutti assistono con ammirazione, perché i gialloblù non si limitano a raccogliere sul campo risultati strabilianti”.

Feltri continua: “Essi giocano un calcio spettacolare, molto simile a quello dell’Atalanta, che si costruisce su basi solide, sulla corsa frenetica, su meccanismi perfetti che mettono in grande difficoltà qualsiasi avversario. Il Verona è riuscito addirittura a strapazzare con disinvoltura la Juventus, collezionista instancabile di scudetti, la compagine più titolata del Paese e che vanta nella formazione un asso quale Ronaldo”.

“E chi ha visto la gara è rimasto a bocca aperta di fronte alla ex squadretta trasformatasi magicamente in protagonista - conclude Feltri - Vero che Juric è un allievo di Gasperini, vero che ha già fatto faville a Crotone, vero che è un uomo venuto fuori da una famiglia croata di alto livello, ma il calcio è più di una scienza e richiede un impegno collettivo che solo un grande tecnico è capace di amministrare. Siamo di fronte a un fenomeno meritevole di essere studiato. Cenerentola che diventa principessa è un fenomeno che va esaltato. E noi lo facciamo con entusiasmo augurandoci che il sogno continui ad allietarci e stupirci”.


 

Leggi anche:

  • Penzo11

    il 12/02/2020 alle 14:07 “Lona, Dimentichi Che Caram è Campano”
    Quindi sfotte/provoca noi
     
  • Caramhellas3

    il 12/02/2020 alle 13:53 “Lona”
    E difatti, come quell’Hellas, l’allenatore se ne andrà a fine campionato e la squadra sarà smembrata totalmente. Con la differenza che Pastorello ti prese Mutu, Gila, Camoranesi e Bonazzoli mentre questo giocherà al lotto un’altra volta
     
  • Oscar

    il 12/02/2020 alle 12:21 “Lona”
    E napoletani..
     
  • Lona

    il 12/02/2020 alle 11:28 “Questo Hellas....”
    ...ricorda la marcia da rullo compressore della seconda parte del campionato di Prandelli....tutte le grandi cadevano al bentegodi.....allora.completiamo l'opera con Napoli e Inter. I nostri figli devono tornare a scuola il lunedi mattina e sbeffeggiare i fighetti di papà diversamente veronesi come interisti juventini milanisti ecc..ecc..a cui piace sputare nel piatto dove mangiano. Vero cara.mer.das?
     
  • Roberto

    il 12/02/2020 alle 10:52 “Complimenti”
    Feltri uno dei pochi sinceri e diretti rimasti !!!
     
  • Oste Chri

    il 12/02/2020 alle 10:37 “Un Trionfo....”
    Come dice Feltri...
     
  • Gabriele Bianchini

    il 12/02/2020 alle 10:14 “Grande Zigoni”
    Come ho già scritto la volta scorsa i commenti del Sig.Feltri sono sempre estremamente interessanti, a volte contro-corrente, a volte troppo sinceri, mai banali. Anche in questo articolo NON si smentisce per la sua "conoscenza calcistica" riguardante il nostro Hellas. Complimenti, davvero un altro bellissimo commento. Gabriele Bianchini
     
  • Riccardo

    il 12/02/2020 alle 09:37 “Feltri”
    perché bon lo assumiamo come capo ufficio stampa