JURIC SFOGLIA LA MARGHERITA CON POCHI PETALI

Borini e Pazzini out
Stepinski scalpita

19/02/2020 12:30
Borini e Pazzini sono infortunati (almeno 15 giorni out per lesioni di primo grado), Di Carmine non è al 100% da settimane e Pessina dovrà arretrare in mediana per sopperire alla mancanza di Veloso. Si apre un piccolo problema in attacco e Juric sarà costretto a scelte quasi obbligate per affrontare il Cagliari di Maran, in piena crisi di risultati.

Juric sfoglia la margherita con pochi petali: sulla trequarti dovrebbero esserci Zaccagni e Verre (l'alternativa è Eysseric) mentre in attacco il favorito appare Stepinski, visto che Salcedo è rientrato da pochissimo dopo il lungo infortunio.

L'attaccante polacco è stato "l'acquisto" per eccellenza di Setti e Tony D'Amico. La dirigenza gialloblù ha puntato praticamente tutti i soldi (5,5 milioni) della scorsa estate sull'ex Chievo. "Stepinski? Era il giocatore che volevamo e ci siamo riusciti. Ha grandi potenzialità. Per il futuro potrebbe essere una grande plusvalenza. Stepinski è la ciliegina sulla torta" disse Maurizio Setti a pochi minuti dalla fine del calciomercato, dopo aver preso l'attaccante polacco all'ultimo secondo.

Stepinski, però, finora ha inciso pochissimo e non sembra avere le caratteristiche adatte al gioco di Juric. Il tecnico croato potrebbe anche mettere Verre come falso nueve ma è un'opzione usata maggiormente contro le difese avversarie che si schierano a tre (Il Cagliari gioca con una linea a quattro).

Questa volta, davvero, Stepinski appare il favorito per una maglia da titolare a meno che Di Carmine non abbia recuperato al 100% dai suoi guai. Ma l'ex Chievo scalpita: vuole dimostrare di non essere stato un investimento fatto a vuoto.

 
Nessun commento per questo articolo.