VIRTUS VERONA

Virtus-Rimini, molto più
di uno scontro diretto

20/02/2020 11:57

La Virtus Verona di mister Luigi Fresco, tornerà in campo sabato 22 febbraio (ore 15.00) al Gavagnin-Nocini, per affrontare il Rimini di Giovanni Colella nella gara valida per la 27a giornata del Girone B di Lega Pro.


La formazione rossoblù si presenta a questo appuntamento con tutte le motivazioni del caso, ma soprattutto dopo aver ritrovato fiducia e sicurezza nel pareggio ottenuto in casa della capolista Vicenza nel turno precedente. Un pareggio, rispetto a quelli con Triestina e Imolese, che ha sicuramente un valore maggiore per la difficoltà della gara e il valore dell'avversario. La Virtus in questo momento si trova al 12° posto, a quota 31 punti: -2 dalla zona Play-Off e a +4 dalla zona Play-Out. Una classifica talmente corta che d'ora in avanti può far pesare come un macigno ogni singolo passo falso o scivolone, lasciando pochi margini di errore.


Sabato al Gavagnin arriverà il Rimini e la partita è una di quelle da non sbagliare per la Virtus. La formazione di Colella si trova ancora in acque pericolose, al 19° posto a solo due lunghezze di vantaggio sull'ultima posizzione occupata dal Fano, che significa retrocessione diretta. Il Rimini però vanta il peggiore rendimento in trasferta del Girone B, con solo 4 punti conquistati lontano da casa: 4 pareggi, 8 sconfitte e ancora nessuna vittoria. Un fattore che la Virtus dovrà assolutamente provare a sfruttare, per invertire a sua volta il proprio trend negativo in casa: solo 11 i punti presi al Gavagnin-Nocini, frutto di 3 vittorie, 2 pareggi e ben 7 sconfitte. Solo per essere più chiari, la Virtus in trasferta fino ad ora ha collezzianto 20 punti, quasi il doppio rispetto alle gare casalinghe.


La sfida contro il Rimini sarà dunque uno spartiacque molto importante per la corsa salvezza dei rossoblù: vincere significherebbe mantenere o allungare i punti di margine sui Play-Out, mentre perdere potrebbe addirittura quasi annullare il margine di distacco e proiettare la Virtus in una zona calda della classifica. L'ultima vittoria al Gavagnin-Nocini in questa stagione, risale addirittura a fine ottobre, quando la Virtus si impose contro il Ravenna (11a giornata) per 3-0, grazie al goal di Danti in avvio e alla doppietta di Andrea Magrassi. Dopo quella gara solo due pareggi e quattro sconfitte che hanno fortemente rallentanto il percorso rossoblù verso la salvezza.


Fresco per questa sfida potrà contare sui suoi uomini migliori in avanti come Odogwu, Danti e Magrassi che tanto bene hanno fatto contro il Vicenza, nonostante non abbiano trovato la via del goal anche per un pizzico di sfortuna. Il Rimini arriverà a Verona dopo tre risultati utili consecutivi che gli hanno permesso di lasciare l'ultimo posto. Due pareggi con Carpi (2-2) e Gubbio (1-1) e una vittoria importante in casa contro il Modena (2-0), hanno ridato entusiamo ad un ambiente in difficoltà e per questo la Virtus non dovrà sottovalutare l'avversario.


La gara potrebbe rivelarsi una di quelle più importanti della stagione, con la Virtus che una volta scesa in campo rivedrà i fantasmi dei Play-Out persi proprio contro il Rimini lo scorso anno, per chi c'era ovviamente, e che i rossoblù dovranno essere bravi a scacciare con una prestazione tutta grinta e cuore.


R.C


 
Nessun commento per questo articolo.