IL CENTROCAMPISTA PARLA DELL'INFORTUNIO

Bessa: I miei 100 giorni
a Verona sono stati duri

21/03/2020 15:55

“Questa per me è una novità. Da mercoledì sono a casa, ma fino al giorno prima mi allenavo. Per adesso non mi sto annoiando e con mia moglie seguo sempre le notizie dall’Italia. Da quando avevo 15 anni ho vissuto lì, c’è molta tristezza perché la vedevamo da spettatori e adesso ci coinvolge. Questa situazione mi fa riflettere ‘Cavolo, sono andato via e accade questo, perché? È assurdo!’. Daniel Bessa, ai microfoni di gianlucadimarzio.com, racconta la situazione in Brasile in seguito al diffondersi del Coronavirus.

“Io sono arrivato un po’ indietro con la condizione fisica – dice Bessa – perché mi ero infortunato al Verona, ma ho già giocato 9 partite e segnato 3 gol. Era quello che volevo. La scorsa estate ero tornato all’Hellas dopo l’esperienza al Genoa e poteva succedere di tutto, ma alla fine non è accaduto niente a causa anche dell’infortunio negli ultimi giorni di mercato. Sono stati 100 giorni da infortunato, di cui non si è parlato molto, ma sono stati duri. Cercavo felicità e continuità. Il fatto che in Brasile la stagione iniziasse a gennaio e che mi volesse una società di Serie A come il Goiás, che faceva la Sudamericana e che ha obiettivi importanti mi ha convinto. Abbiamo trovato questo accordo con la società del quale sono felicissimo”.


 
  • Marco Verona

    il 21/03/2020 alle 20:46 “Bessa”
    Copate aseno